FAST FIND : NW1720

Ultimo aggiornamento
19/12/2017

Soglie applicazione normativa comunitaria sugli appalti pubblici

I Regolamenti (UE) nn. 2364, 2365, 2366 e 2367 del 18/12/2017 hanno aggiornato le soglie di applicazione della normativa comunitaria in materia di procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici e delle concessioni. Le nuove soglie, immediatamente operative nell'ordinamento nazionale, si applicano dal 1° gennaio 2018.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Sulla G.U. dell'Unione europea n. L 337 del 19/12/2017 sono stati pubblicati quattro Regolamenti che modificano le soglie di applicazione della normativa in materia di procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici e delle concessioni:

I Regolamenti sono obbligatori in tutti i loro elementi e direttamente applicabili in ciascuno degli Stati membri, pertanto a far data dal 01/01/2018, data di entrata in vigore degli stessi, le nuove soglie indicate sostituiscono le soglie precedentemente in vigore.
I nuovi importi delle soglie dei contratti pubblici di rilevanza comunitaria dal 01/01/2018 sono i seguenti.

APPALTI NEI SETTORI ORDINARI (articolo 35, D. Leg.vo 50/2016)

a) 144.000 Euro, per gli appalti pubblici di forniture e di servizi aggiudicati dalle autorità governative centrali e per i concorsi di progettazione organizzati da tali autorità. Se gli appalti pubblici di forniture sono aggiudicati da amministrazioni aggiudicatrici operanti nel settore della difesa (diversi da quelli di cui al D. Leg.vo 208/2011, per i quali vedi paragrafo apposito), questa soglia si applica solo agli appalti concernenti i prodotti menzionati nell’allegato VIII, D. Leg.vo 50/2016 (allegato III, Dir. 2014/24/UE);

b) 221.000 Euro, per gli appalti pubblici di forniture e di servizi aggiudicati da amministrazioni aggiudicatrici sub-centrali e concorsi di progettazione organizzati da tali amministrazioni. Tale soglia si applica anche agli appalti pubblici di forniture aggiudicati dalle autorità governative centrali che operano nel settore della difesa (diversi da quelli di cui al D. Leg.vo 208/2011, per i quali vedi paragrafo apposito), allorché tali appalti concernono prodotti non menzionati nell’allegato VIII, D. Leg.vo 50/2016 (allegato III, Dir. 2014/24/UE);

c) 5.548.000 Euro, per gli appalti di lavori pubblici.

Inoltre si ricorda che per gli appalti di lavori e di servizi sovvenzionati, ai sensi dell’articolo 1, comma 2 del D. Leg.vo 50/2016, le disposizioni del codice dei contratti pubblici si applicano, altresì, all’aggiudicazione dei seguenti contratti:
a) appalti di lavori, di importo superiore ad 1 milione di euro, sovvenzionati direttamente in misura superiore al 50 per cento da amministrazioni aggiudicatrici, nel caso in cui tali appalti comportino una delle seguenti attività: 1) lavori di genio civile di cui all’allegato I dello stesso Codice; 2) lavori di edilizia relativi a ospedali, impianti sportivi, ricreativi e per il tempo libero, edifici scolastici e universitari e edifici destinati a funzioni pubbliche;
b) appalti di servizi di importo superiore alle soglie di cui all’articolo 35 sovvenzionati direttamente in misura superiore al 50 per cento da amministrazioni aggiudicatrici, allorché tali appalti siano connessi a un appalto di lavori di cui alla lettera a).

APPALTI NEI SETTORI SPECIALI (articolo 35, D. Leg.vo 50/2016)

a) 443.000 Euro, per gli appalti di forniture e di servizi nonché per i concorsi di progettazione;

b) 5.548.000 Euro, per gli appalti di lavori.

APPALTI NEI SETTORI DELLA DIFESA E DELLA SICUREZZA (articolo 10, D. Leg.vo 208/2011)

a) 443.000 Euro per gli appalti di forniture e servizi;

b) 5.548.000 Euro per gli appalti di lavori.

CONCESSIONI (articolo 35, D. Leg.vo 50/2016)

a) 5.548.000 Euro.

Dalla redazione

  • Appalti e contratti pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Autorità di vigilanza

L'offerta economicamente più vantaggiosa per l'aggiudicazione dei contratti pubblici

QUADRO NORMATIVO - IL CRITERIO DELL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA (Generalità; Applicazione obbligatoria del criterio OEPV sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo; Applicazione del criterio del minor prezzo in via residuale; Tabella riepilogativa dei criteri di aggiudicazione) - I CRITERI DI VALUTAZIONE (Rating di legalità e rating di impresa; Le varianti e le opere aggiuntive; Criterio del prezzo fisso; Criterio del costo del ciclo di vita) - LA PONDERAZIONE DEI PUNTEGGI - LA VALUTAZIONE DEGLI ELEMENTI DELL’OFFERTA (La valutazione degli elementi quantitativi; La valutazione in base alla presenza di determinate caratteristiche; La valutazione degli elementi qualitativi e i criteri motivazionali) - LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA - COMPITI DELLE COMMISSIONI AGGIUDICATRICI.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Appalti e contratti pubblici
  • Autorità di vigilanza
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Soglie normativa comunitaria

L'affidamento di contratti pubblici sotto soglia comunitaria

PREMESSA E QUADRO NORMATIVO (Norme del D. Leg.vo 50/2016 e Linee guida ANAC; Natura giuridica e valenza delle Linee guida ANAC) - AMBITO DI APPLICAZIONE: QUALI SONO I CONTRATTI SOTTO SOGLIA (Soglie di rilevanza comunitaria; Calcolo del valore stimato del contratto; Calcolo del valore stimato per le opere di urbanizzazione a scomputo; Contratti cui si applica la disciplina del sotto soglia; Contratti nei settori speciali; Altri strumenti di acquisto e negoziazione; Altre norme applicabili) - PRINCIPI COMUNI PER GLI AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA (Principi comuni; Sostenibilità energetica e ambientale; Conflitto di interesse; Il principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti) - MODALITÀ DI AFFIDAMENTO E CRITERI DI AGGIUDICAZIONE - PROCEDURE DI AFFIDAMENTO PER I CONTRATTI SOTTO SOGLIA (Lavori, servizi e forniture di importo inferiore a 40.000 Euro; Lavori di importo compreso tra 40.000 e 150.000 Euro; Servizi e forniture di importo compreso tra 40.000 Euro e le soglie UE; Lavori di importo compreso tra 150.000 e 1 milione di Euro).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Emanuela Greco
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Soglie normativa comunitaria
  • Appalti e contratti pubblici

Il principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti nei contratti pubblici sotto soglia

IL PRINCIPIO DI ROTAZIONE NEGLI AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA (Quando si applica; Quando non si applica; Cosa comporta; Schema grafico riepilogativo) - LA GIURISPRUDENZA SUL PRINCIPIO DI ROTAZIONE (Cogenza del principio; Principio di rotazione negli inviti; Invito all'affidatario uscente e motivazione; Necessità di valutazione caso per caso; Mancato invito all'aggiudicatario uscente e pretese di quest’ultimo; Mancato rispetto del principio e scorrimento della graduatoria; Disapplicazione occasionale; Principio di rotazione nei contratti pubblici di concessione; Recesso prima del termine e precedente aggiudicatario).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Soglie normativa comunitaria
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara

Procedure di scelta del contraente e criteri di aggiudicazione nel D. Leg.vo 50/2016

PROCEDURE DI SCELTA DEL CONTRAENTE (Procedure accessibili alle stazioni appaltanti e oggetto del contratto; La procedura competitiva con negoziazione; La procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara) - CRITERI DI AGGIUDICAZIONE.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Soglie normativa comunitaria
  • Appalti e contratti pubblici

Applicazione pratica del Codice appalti a Ordini e Collegi professionali

A seguito del Comunicato ANAC 28/06/2017, con cui si è definitivamente chiarito che Ordini e Collegi sono tenuti ad applicare la normativa sugli appalti pubblici di cui al D. Leg.vo 18/04/2016, n. 50, il presente articolo - con l’obiettivo di prestare un primo supporto operativo agli enti esponenziali delle categorie professionali - fornisce una guida pratica per la gestione degli affidamenti in 17 punti. Iscrizione all’Anagrafe delle stazioni appaltanti; programmazione; designazione RUP; indagini di mercato ed elenchi fornitori; scelta procedura e criteri; avvio procedura con delibera consiliare; CIG; selezione e rotazione operatori; inviti, presentazione e valutazione offerte; aggiudicazione e stipula contratto; trasparenza e pubblicazioni.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Rosalisa Lancia
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici

Operatività Albo commissari di gara presso l'ANAC per procedure di affidamento

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 100 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 50 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 15 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo