FAST FIND : NW1390

Ultimo aggiornamento
13/10/2014

Distribuzione e trasporto gas naturale - Norme di progettazione e gestione (DD.MM. 16 e 17/04/2008)

Sintesi dei due decreti, in data 16/04/2008 e 17/04/2008, concernenti le regole tecniche per la progettazione, la costruzione, il collaudo, l'esercizio e la sorveglianza delle opere, dei sistemi di distribuzione, delle linee dirette e degli impianti di trasporto del gas naturale con densità non superiore a 0,8. Aggiornamento alla Nota Min. Interno 05/09/2014, n. 10694.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Sulla G.U. 8.5.2008, n. 107, Suppl. Ord., sono stati pubblicati due decreti del Ministero dello Sviluppo economico, in particolare il D.M. 16/04/2008 Sviluppo economico e il D.M. 17/04/2008 Sviluppo economico, concernenti le regole tecniche per la progettazione, la costruzione, il collaudo, l'esercizio e la sorveglianza delle opere, dei sistemi di distribuzione, delle linee dirette e degli impianti di trasporto del gas naturale con densità non superiore a 0,8.
Si rammenta che l'emanazione dei due decreti in commento è conseguenza del fatto che il D. Leg.vo 164/2000 (Norme per il mercato interno del gas naturale) diversifica gli impianti in base all'oggetto dell'attività e non a parametri tecnici quali la pressione, e ciò implica l'applicazione di entrambe le norme alla stessa tipologia di impianto, in funzione della pressione di esercizio dello stesso. Questa distinzione è immediatamente chiarita qui di seguito.

Decreto «sistemi di distribuzione e linee dirette». Il D.M. 16/04/2008 reca le norme tecniche per la realizzazione e la gestione dei sistemi di distribuzione e delle linee dirette di gas naturale con densità fino a 0,8, a mezzo di condotte con pressione massima di esercizio (MOP) non superiore a 5 bar, nonché dei relativi gruppi di misura, al fine di garantire la sicurezza, l'interconnessione e l'interoperabilità dei sistemi stessi.
Le condotte, seppur facenti parte del sistema di distribuzione o di linee dirette, operanti, però, ad una pressione massima d'esercizio maggiore di 5 bar dovranno invece seguire le disposizioni sulle condotte relative al trasporto, contenute nel D.M. 17/04/2008.
Il decreto contiene inoltre una sezione dedicata alle condotte a servizio delle utenze industriali, soggette anch'esse alla distinzione appena esposta, una terza sezione riguardante gli impianti di riduzione della pressione, ed una quarta ed ultima sezione contenente le appendici tecniche, tra cui un esempio di relazione tecnica per interventi in situazioni critiche.

Decreto «impianti di trasporto». Le norme contenute nel D.M. 17/04/2008 riguardano la realizzazione e la gestione degli impianti di trasporto del gas naturale con densità fino a 0,8, al fine di garantire la sicurezza e l'affidabilità degli stessi, e si applicano a tutti gli impianti di trasporto locale del gas con pressione massima di esercizio (MOP) superiore a 5 bar, compresi nei confini di Stato ed entro altri limiti definiti dal decreto.
A causa della distinzione degli impianti sopra presentata, le reti di trasporto con pressione non superiore a 5 bar dovranno essere realizzate secondo le prescrizioni del D.M. 16/04/2008, mentre la loro gestione dovrà essere comunque eseguita secondo le previsioni del D.M. 17/04/2008.
Chiarimenti sul provvedimento in oggetto sono poi stati forniti dalla Nota Min. Interno 05/09/2014, n. 10694. I chiarimenti vertono in particolare su:

  • distanze di sicurezza nei confronti di "luoghi di concentrazione di persone";
  • distanze di sicurezza nei confronti di fabbricati;
  • modifiche di attività esistenti.

 

Entrata in vigore e deroghe. I due decreti in oggetto entrano in vigore dal 04/112008: le disposizioni in essi contenute si applicano a tutti gli impianti di nuova realizzazione, nonché alle parti oggetto di modifiche sostanziali appartenenti ad impianti esistenti alla suddetta data. Le parti degli impianti esistenti non oggetto di modifica dovranno comunque continuare a rispettare le preesistenti condizioni di sicurezza.
Si sottolinea inoltre che qualora, a causa di particolari esigenze tecniche e/o di gestione, non fosse possibile il rispetto delle disposizioni contenute nei decreti in commento, il soggetto interessato può beneficiare, dietro presentazione di richiesta motivata, della deroga prevista dal D.P.R. 37/1998.

Dalla redazione

  • Incidenti rilevanti
  • Oli minerali e gas
  • Sicurezza in atmosfera esplosiva
  • Prevenzione Incendi
  • Sicurezza

Depositi di gas naturale e biogas: regola tecnica prevenzione incendi

Adottata con il D.M. 03/02/2016 - in vigore dal 12/05/2016 - la nuova regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l'esercizio di depositi di gas naturale di superficie con densità non superiore a 0,8; depositi di biogas, anche se con densità superiore a 0,8. Entrata in vigore, abrogazioni, altre norme applicabili, campo di applicazione, esclusioni.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Prevenzione Incendi
  • Oli minerali e gas

Opere ed impianti di trasporto di gas naturale: chiarimenti sulle distanze di sicurezza dalle condotte

La Nota prot. 10694/2014 del Vigili del fuoco fornisce chiarimenti in merito all'applicazione del D.M. 17/04/2008 ed in particolare su: distanze di sicurezza nei confronti di "luoghi di concentrazione di persone"; distanze di sicurezza nei confronti di fabbricati; modifiche di attività esistenti che interessino le fasce di rispetto.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Prevenzione Incendi
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti tecnici e tecnologici
  • Oli minerali e gas

Norme tecniche per la sicurezza degli impianti a gas

Approvate nuove norme tecniche per la salvaguardia della sicurezza relativamente a materiali, apparecchi, installazioni ed impianti alimentati con gas combustibile ed all’odorizzazione degli stessi, in attuazione della L. 1083/1971 e del D.P.R. 661/1996. Elenco riepilogativo delle norme tecniche approvate e tuttora valide.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Oli minerali e gas
  • Prevenzione Incendi

Prevenzione incendi macchine elettriche fisse con presenza di liquidi isolanti combustibili: nuova regola tecnica

Il D.M. 11/07/2014, in vigore dal 04/09/2014, ha disciplinato una delle nuove attività contemplate dal D.P.R. 151/2011 (punto 48), in precedenza non soggette ai controlli. Il provvedimento detta disposizioni per le attività nuove, per quelle esistenti ed anche per le installazioni non collegate alla rete elettrica e per quelle temporanee. Termini e le modalità per l'adeguamento alle nuove disposizioni.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

22/09/2014

08/05/2018

28/04/2018