01 gen 2024

FAST FIND : SC880

Ultimo aggiornamento
22/12/2017

Autorizzazione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW

Ai sensi dell’art. 5, comma 2, della DIRETTIVA (UE) 2015/2193 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 25 novembre 2015 relativa alla limitazione delle emissioni nell'atmosfera di taluni inquinanti originati da impianti di combustione medi, gli Stati membri adottano le misure necessarie affinché a decorrere dal 01/01/2024 nessun impianto di combustione medio esistente con una potenza termica nominale superiore a 5 MW sia attivo senza autorizzazione o senza essere registrato.

Per "impianti di combustione medi" si intendono quelli che hanno una potenza termica nominale pari o superiore a 1 MW e inferiore a 50 MW, indipendentemente dal tipo di combustibile utilizzato. La Direttiva si applica anche a un insieme formato da nuovi impianti di combustione medi aggregati (ai sensi dell'art. 4), anche qualora la potenza termica nominale totale di tale insieme sia pari o superiore a 50 MW, a meno che detto insieme non costituisca un impianto di combustione disciplinato dal Capo III della Direttiva 2010/75/UE. Sono viceversa esclusi dall'applicazione tutti gli impianti elencati al punto 3 dell’art. 2.

Inoltre, ai sensi dell’art. 3, comma 1, punto 6, della Direttiva medesima, si intende per “impianto di combustione esistente”, un impianto di combustione messo in funzione prima del 20/12/2018 o per il quale è stata concessa un'autorizzazione prima del 19/12/2017 conformemente alla legislazione nazionale, a condizione che l'impianto sia messo in funzione non oltre il 20/12/2018. È invece da considerare “nuovo” un impianto diverso da un impianto di combustione esistente.

La Direttiva è stata recepita dal D. Leg.vo 15/11/2017, n. 183, e pertanto le pertinenti modifiche sono state introdotte nei Titoli I, II e III della Parte V del D. Leg.vo 152/2006, e nei pertinenti allegati, norme cogenti cui occorre dunque fare riferimento.

Dalla redazione

  • Provvidenze
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Impresa, mercato e concorrenza

Bolzano: finanziamenti in favore di start up innovative

Il “Bando 2018 a favore della capitalizzazione di imprese innovative nuove o da costituire” mette a disposizione una dotazione finanziaria pari a 1.500.000 euro, allo scopo di rendere l’Alto Adige una destinazione interessante per imprese innovative nuove o da costituire e per coloro che hanno come obiettivo lo sviluppo di un’idea innovativa, che deve essere descritta dettagliatamente in un business plan triennale. Concessi contributi a fondo perduto compresi tra 40.000 euro e 200.000 euro. Le domande di aiuto devono pervenire entro le ore 12:00 del 28/02/2019.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Imprese
  • Provvidenze

Sicilia: incentivi per gli interventi di efficienza energetica nelle imprese

La Regione Sicilia incentiva tutti quegli interventi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e le aree produttive, compresa l’installazione degli impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo. La misura gode di un'ottima dotazione finanziaria pari a 37.000.000,00 euro, di cui 27.750.000 € riservati alle micro, piccole e medie imprese e 9.250.000 € riservati alle grandi imprese. Il contributo sarà concesso sulla base di una procedura valutativa a sportello con soglia minima di qualità progettuale. Non sono ammissibili progetti che prevedono interventi di natura strutturale sugli immobili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Imprese
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica

Sostegno alle PMI per investimenti innovativi nelle regioni meno sviluppate

La misura si rivolge alle micro, piccole e medie imprese ed ai liberi professionisti che intendono realizzare investimenti innovativi in coerenza con il piano nazionale “Impresa 4.0” e la “Strategia nazionale di specializzazione intelligente”. La dotazione finanziaria complessiva dello strumento è pari a 341.494.000 euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Provvidenze
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Efficienza e risparmio energetico

Basilicata: realizzazione di impianti pubblici per la produzione di energia da fonti rinnovabili

La Regione Basilicata ha stanziato 2.447.321 euro a sostegno dell'acquisto e la messa in opera di impianti pubblici da fonti rinnovabili (biomassa, eolico e solare), di potenza nominale complessiva fino a 1 MW. Possono presentare domanda di contributo i Comuni (singoli o associati), gli Enti gestori di aree protette e il Consorzio di bonifica. Il bando, che finanzia il 100% dei costi ammissibili, ha l'obiettivo di migliorare ed espandere le infrastrutture di piccola scala che utilizzano sottoprodotti, materiali di scarto, residui e altre materie grezze non alimentari ai fini della bioeconomia e al risparmio energetico. Non sono ammessi progetti che prevedono l’utilizzo di più fonti energetiche.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

Lazio: realizzazione di piste ciclabili per favorire la mobilità nuova

Il bando è rivolto agli enti locali della Regione Lazio per la realizzazione di nuove piste ciclabili e per mettere in rete quelle già esistenti. A disposizione circa 11 milioni di euro per concretizzare un sistema integrato di mobilità, accessibile a tutti i cittadini, e sostenibile da un punto di vista economico, sociale e ambientale.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Informatica
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure

Lombardia: avvio della gestione informatica della valutazione di incidenza su habitat

  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agricoltura e Foreste
  • Acque

Lombardia: presentazione o aggiornamento della Comunicazione nitrati per l'anno 2019

  • Agricoltura e Foreste
  • Acque
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Lombardia: domanda di adesione alla deroga nitrati per l'anno 2019

09/11/2018

19/09/2018