FAST FIND : AR1230

Ultimo aggiornamento
08/06/2018

Procedure di scelta del contraente e criteri di aggiudicazione nel D. Leg.vo 50/2016

PROCEDURE DI SCELTA DEL CONTRAENTE (Procedure accessibili alle stazioni appaltanti e oggetto del contratto; La procedura competitiva con negoziazione; La procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara) - CRITERI DI AGGIUDICAZIONE.
A cura di:
  • Dino de Paolis
2735380 4873577
PROCEDURE DI SCELTA DEL CONTRAENTE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2735380 4873578
Procedure accessibili alle stazioni appaltanti e oggetto del contratto

L’art. 59 del D. Leg.vo 50/2016 prevede che in via ordinaria le stazioni appaltanti scelgano il contraente facendo ricorso in alternativa a:

- procedure aperte;

- procedure ristrette previa pubblicazione di un bando o avviso di gara.

Oltre a queste due procedure, che possiamo definire “ordinarie”, è possibile fare ricorso alle seguenti altre procedure:

- partenariato per l’innovazione: in presenza dei requisiti previsti dall’art. 65 del D. Leg.vo 50/2016;

- dialogo competitivo: in presenza dei requisiti previsti dall’art. 59 del D. Leg.vo 50/2016, commi 2 e 2-bis;

- procedura competitiva con negoziazione: in presenza dei requisiti previsti dall’art. 59 del D. Leg.vo 50/2016, commi 2 e 2-bis;

- procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara: in presenza dei requisiti previsti dall’art. 63.

Fanno eccezione, ai sensi dell’art. 36 del D. Leg.vo 50/2016 (in combinato disposto con l’art. 157 del D. Leg.vo 50/2016, comma 2 per i servizi tecnici) le seguenti casistiche.

- Contratti di importo inferiore a 40.000 Euro: è possibile ricorrere all’affidamento diretto N1, anche senza previa consultazione di due o più operatori economici, o lavori in amministrazione diretta (in economia).

- Contratti di importo pari o superiore a 40.000 Euro ed inferiore a 100.000 per i servizi tecnici (incarichi di progettazione, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, direzione dei lavor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2735380 4873579
La procedura competitiva con negoziazione

Ai sensi dell’art. 62 del D. Leg.vo 50/2016, nella procedura competitiva con negoziazione, l’amministrazione redige i documenti di gara:

- individuando l’oggetto dell’appalto;

- fornendo una descrizione delle proprie esigenze;

- illustrando le caratteristiche richieste per le forniture, i lavori o i servizi da appaltare;

- specificando i criteri per l’aggiudicazione dell’appalto;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2735380 4873580
La procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara

Il ricorso a questa procedura da parte delle stazioni appaltanti è consentito nei casi indicati dall’art. 63 del D. Leg.vo 50/2016, come di seguito illustrato. Si fa notare che le ipotesi disciplinate per i casi dei soli appalti di forniture, dei soli appalti di servizi e dei soli appalti di lavori e servizi sono sostanzialmente analoghe a quelle già disciplinate dal D. Leg.vo 163/2006.

- Per gli appalti di lavori, forniture e servizi, nelle seguenti ipotesi:

a) gara deserta: qualora non sia stata presentata alcuna offerta o alcuna offerta appropriata, né alcuna domanda di partecipazione o alcuna domanda di partecipazione appropriata, in esito all’esperimento di una procedura aperta o ristretta;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2735380 4873581
Criteri di aggiudicazione

Nell’impostazione derivante dall’art. 95 del D. Leg.vo 50/2016, il tradizionale principio di equivalenza dei criteri di aggiudicazione è stato superato a favore del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, che costituisce la regola generale per procedere all’aggiudicazione degli appalti e all’affidamento dei concorsi di progettazione e di idee.

In particolare, fatte salve eventuali disposizioni specifiche relative al prezzo di determinate forniture o alla remunerazione di particolari servizi, le stazioni appaltanti procedono all’aggiudicazione degli appalti e all’affidamento dei concorsi di progettazione e dei concorsi di idee tramite il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, individuata alternativamente:

- sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo;

- sulla base dell’elemento prezzo (o costo), seguendo un criterio di comparazione costo/efficacia quale ad esempio il costo del ciclo di vita di cui all’art. 96 del D. Leg.vo 50/2016.

Anche nel nuovo sistema, per ciascun criterio di valutazione prescelto possono essere previsti sub-criteri o sub-punteggi. Peraltro, al fine di assicurare l’effettiva individuazione del miglior rapporto qualità prezzo, la stazione appaltante deve valorizzare gli elementi qualitativi dell’offerta e individuare criteri tali da garantire un confronto concorrenziale effettivo sui profili tecnici; a viene stabilito un tetto massimo per il punteggio economico entro il limite del 30%.


Applicazione minor prezzo in via residuale

Il criterio del minor prezzo può essere utilizzato in via solo residuale - previa adeguata motivazione - in relazione ad una serie di ipotesi specifiche:

a) per i lavori di importo pari o inferiore a 2.000.000 Euro, quando l’affidamento dei lavori avviene con procedure ordinarie e sulla base del progetto esecutivo N2, ferma restando la possibilità di utilizzare le procedure negoziate e l’affidamento diretto per gli importi inferiori a 1.000.000 Euro (si veda la tabella 1);

b) per i servizi e le forniture con caratteristiche standardizzate o le cui condizioni sono definite dal mercato, di qualsiasi importo;

c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Appalti e contratti pubblici
  • Autorità di vigilanza
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Soglie normativa comunitaria

L'affidamento di contratti pubblici sotto soglia comunitaria

PREMESSA E QUADRO NORMATIVO (Norme del D. Leg.vo 50/2016 e Linee guida ANAC; Natura giuridica e valenza delle Linee guida ANAC) - AMBITO DI APPLICAZIONE: QUALI SONO I CONTRATTI SOTTO SOGLIA (Soglie di rilevanza comunitaria; Calcolo del valore stimato del contratto; Calcolo del valore stimato per le opere di urbanizzazione a scomputo; Contratti cui si applica la disciplina del sotto soglia; Contratti nei settori speciali; Altri strumenti di acquisto e negoziazione; Altre norme applicabili) - PRINCIPI COMUNI PER GLI AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA (Principi comuni; Sostenibilità energetica e ambientale; Conflitto di interesse; Il principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti) - MODALITÀ DI AFFIDAMENTO E CRITERI DI AGGIUDICAZIONE - PROCEDURE DI AFFIDAMENTO PER I CONTRATTI SOTTO SOGLIA (Lavori, servizi e forniture di importo inferiore a 40.000 Euro; Lavori di importo compreso tra 40.000 e 150.000 Euro; Servizi e forniture di importo compreso tra 40.000 Euro e le soglie UE; Lavori di importo compreso tra 150.000 e 1 milione di Euro).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Emanuela Greco
  • Appalti e contratti pubblici

Qualificazione stazioni appaltanti, aggregazione, centralizzazione committenze e strumenti di negoziazione nel D. Leg.vo 50/2016

QUALIFICAZIONE DELLE STAZIONI APPALTANTI (Criteri direttivi e ratio del meccanismo di qualificazione delle stazioni appaltanti; Caratteristiche del sistema di qualificazione delle stazioni appaltanti; Ripercussioni operative; Requisiti per l’iscrizione) - AGGREGAZIONE E CENTRALIZZAZIONE DELLE COMMITTENZE (Soglie per acquisti autonomi valevoli per tutte le stazioni appaltanti; Soglie per acquisti autonomi valevoli per tutte le stazioni appaltanti qualificate; Stazioni appaltanti non qualificate; Disciplina specifica per i comuni non capoluogo di provincia; Appalti congiunti occasionali; Possibili funzioni delle centrali di committenza; Attività di committenza ausiliarie; Semplificazione delle procedure svolte da centrali di committenza); TABELLE RIEPILOGATIVE AGGREGAZIONE E CENTRALIZZAZIONE - ALTRI OBBLIGHI DI AGGREGAZIONE E CENTRALIZZAZIONE PREVISTI PER FATTISPECIE VARIE (Categorie merceologiche e soglie di fabbisogno individuate annualmente; Servizi e forniture di energia e telefonia; Servizi informatici e di connettività; Obbligo generico di ricorso alle convenzioni quadro Consip; Obbligo generico di ricorso al mercato elettronico della P.A.; Enti del Servizio sanitario nazionale) - SOGGETTI AGGREGATORI: ELENCO AGGIORNATO E “TAVOLO TECNICO” (Elenco aggiornato dei soggetti aggregatori; Requisiti per l’iscrizione; Tavolo tecnico).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Appalti e contratti pubblici

Le commissioni giudicatrici nelle gare pubbliche, disciplina e albo dei commissari

LE COMMISSIONI GIUDICATRICI NEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI (Le commissioni giudicatrici, procedure coinvolte; L’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici; Compiti e funzioni delle commissioni giudicatrici; Compensi dei commissari) - ALBO DEI COMMISSARI, ARTICOLAZIONE E REQUISITI DI ISCRIZIONE (Organizzazione dell’Albo; Iscrizione all’Albo) - SCELTA E NOMINA DEI COMMISSARI DI GARA (Scelta dei commissari di gara; Nomina di commissari interni alla stazione appaltante; Numero dei componenti la commissione; Definizione delle liste da parte dell’ANAC; Sorteggio tra i nominativi indicati dall’ANAC; Tempistiche per la nomina dei commissari di gara; Presidente della commissione; Pubblicazione di dati sul sito della s.a. e comunicazioni all’ANAC; Rinnovo della procedura; Schema grafico riepilogativo) - INCOMPATIBILITÀ DEI MEMBRI DELLA COMMISSIONE (Incompatibilità dei commissari in generale; Conflitto di interesse; Incompatibilità del RUP al ruolo di commissario di gara; Dichiarazioni da rendere, sostituzione di candidato in presenza di cause ostative; Rifiuto del candidato).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Fisco e Previdenza
  • Appalti e contratti pubblici
  • Lavoro e pensioni
  • Disciplina economica dei contratti pubblici

La responsabilità solidale tra committente, appaltatore e subappaltatore negli appalti pubblici e privati

Norme di riferimento sulla solidarietà retributiva e contributiva; Disciplina della solidarietà retributiva e contributiva (generalità, somme oggetto dell’obbligazione in solido, contratti che rientrano nell’applicazione della disciplina, distinzione tra appalto e contratti similari, soggetti che possono essere chiamati a rispondere in solido, estensione ai contratti di subfornitura con Sentenza Corte Costituzionale 254/2017, schema grafico riepilogativo, durata del vincolo di obbligazione in solido, soggetti beneficiari della tutela, le modifiche introdotte dal D.L. 25/2017); Ulteriori norme specifiche per gli appalti pubblici; La tutela generale in via residuale disposta dal Codice civile; Sicurezza sul lavoro; Solidarietà fiscale, le norme ora soppresse.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici
  • Offerte anomale

Il calcolo della soglia di anomalia delle offerte nel D. Leg.vo 50/2016

L’articolo chiarisce le metodologie per il calcolo della soglia di anomalia delle offerte alla luce dell’art. 97 del D. Leg.vo 50/2016 e dei chiarimenti forniti dall’ANAC con il Comunicato 05/10/2016. Ciascuno dei metodi proposti dalla norma è accompagnato da un esempio di calcolo. Aggiornamento al D. Leg.vo 56/2017 (c.d. “Correttivo”) ed alla sentenza C. Stato Adunanza Plenaria 19/09/2017, n. 5.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Avvisi e bandi di gara
  • Appalti e contratti pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Obbligo di compilazione del DGUE in forma elettronica in base a regole AgID

  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici

Operatività Albo commissari di gara presso l'ANAC per procedure di affidamento

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 100 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 50 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 15 milioni di Euro

01/06/2018

25/05/2018

20/02/2018