FAST FIND : NR35361

Determ. Dir.R. Lazio 22/03/2016, n. G02708

Attuazione Deliberazione di Giunta Regionale n. 752 del 22 dicembre 2015. Adozione della modulistica di riferimento per la presentazione delle istanze in materia di commercio e artigianato.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- Determ. Dir. R. 29/12/2016, n. G16592
- Determ. Dir. R. 19/06/2017, n. G08525
- Determ. Dir. R. 22/09/2017, n. G12877
Scarica il pdf completo
2632796 4136770
Testo del provvedimento

IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE REGIONALE

PER LO SVILUPPO ECONOMICO E LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE


SU PROPOSTA del Dirigente dell’Area Relazioni Istituzionali della Direzione Regionale per lo Sviluppo Economico e le Attività Produttive;

VISTO lo Statuto della Regione Lazio;

VISTA la Legge Regionale 18 febbraio 2002, n. 6, recante “Disciplina del sistema organizzativo della Giunta e del Consiglio e disposizioni relative alla dirigenza ed al personale regionale” e successive modificazioni;

VISTO il Regolamento Regionale 6 settembre 2002, n. 1, e successive modificazioni ed integrazioni, recante “Regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi della Giunta regionale”;

VISTA la Legge 7 agosto 1990, n. 241, e s.m.i. recante “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”;

VISTO l’art. 23, comma 2, del D.lgs. 31 marzo 1998, n. 112 ai sensi del quale le Regioni, nell’ambito delle funzioni conferite, provvedono al coordinamento ed all’assistenza tecnica alle imprese, fornendo il necessario sostegno, nonché tutte le informazioni utili ai soggetti interessati concernenti l’insediamento e lo svolgimento delle attività produttive nel territorio regionale;

VISTO il Decreto Legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 aprile 2012, n. 35, recante “Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e sviluppo”;

VISTA la Direttiva 2006/123/CE del 12 dicembre 2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio, relativa alla libera prestazione di servizi nel mercato interno che, al Capo II (articoli da 5 a 8) impone, agli Stati membri, di semplificare le procedure amministrative e di istituire Sportelli unici, quali interlocutori unici per i prestatori di servizi;

VISTO il decreto legislativo 26 marzo 2010 n. 59 “Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno” che, recependo tale direttiva, all’articolo 25 dispone, fra l’altro, che “il regolamento” di cui all’art. 38, comma 3, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, assicura l’espletamento in via telematica di tutte le procedure necessarie per poter svolgere le attività di servizi attraverso lo sportello unico per le attività produttive (SUAP);

VISTO il D.P.R. 7 settembre 2010, n. 160, recante “Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo sportello unico per le attività produttive, ai sensi dell'articolo 38, comma 3, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133”;

CONSIDERATO che con il suddetto regolamento è stata introdotta una nuova disciplina dello Sportello unico per le attività produttive (SUAP) stabilendo che lo Sportello sia l’unico punto di riferimento per il richiedente in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti le attività produttive, comprese quelle finalizzate alla prestazione di servizi, di cui alla direttiva n. 2006/123/CE, ivi compreso il rilascio del titolo abitativo edilizio e che esso fornisca una risposta unica e tempestiva in luogo di tutte le pubbliche amministrazioni, comunque coinvolte nel procedimento;

CONSIDERATO che l’articolo 12, comma 3, del suddetto regolamento prevede che “Il Governo, le Regioni e gli Enti locali, in attuazione del principio di leale collaborazione, promuovono intese o concludono accordi, ai sensi dell'articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, e dell'articolo 4, comma 1, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, in sede di Conferenza unificata, al fine di definire modalità di cooperazione organizzativa e gestionale per la funzionalità e l'operatività del sistema di sportelli unici e per l'attivazione di strumenti di controllo. Le intese e gli accordi di cui al periodo precedente sono, altresì, finalizzati ad assicurare la standardizzazione dei procedimenti e l'unificazione, quantomeno in ambito regionale, della modulistica delle amministrazioni responsabili dei sub-procedimenti, nonché la definizione di criteri minimi di omogeneità della modulistica a livello nazionale.”

VISTO il decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90 coordinato con la legge di conversione 11 agosto 2014, n. 114 recante: “Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari.”, che all’art. 24, comma 3, prevede che “Il Governo, le regioni e gli enti locali, in attuazione del principio di leale collaborazione, concludono, in sede di Conferenza unificata, accordi per adottare, tenendo conto delle specifiche normative regionali, una modulistica unificata e standardizzata su tutto il territorio nazionale per la presentazione alle pubbliche amministrazioni regionali e agli enti locali di istanze, dichiarazioni e segnalazioni con riferimento all’edilizia e all'avvio di attività produttive. […]”;

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2632796 4136771
Modulistica in materia di commercio

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2632796 4136772
Commercio di vicinato

Mod. AA1A - SCIA per nuova apertura attività di commercio al dettaglio di vicinato

Parte di provvedimento in formato grafico


Mod. AA1B - Dichiarazione requisiti oggettivi nuova apertura attività di commercio al dettaglio di vicinato

Parte di provvedimento in formato grafico


Mod. AA2A - SCIA per subingresso

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2632796 4136773
Commercio all’ingrosso

Mod. AB1A - SCIA per nuova apertura attività di commercio all'ingrosso

Parte di provvedimento in formato grafico


Mod. AB1B - Dichiarazione requisiti oggettivi per nuo

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2632796 4136774
Modulistica in materia di artigianato

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2632796 4136775
Panificazione e prodotti assimilati

Mod. BA1A - SCIA nuova apertura attività di panificazione e prodotti assimilati

Parte di provvedimento in formato grafico


Mod. BA1B - Dichiarazione requisiti oggettivi per nuova apertura attività di panificazione e prodotti assimilati

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2632796 4136776
Acconciatore

Mod. BB1A - SCIA per nuova apertura attività di acconciatore

Parte di provvedimento in formato grafico


Mod. BB1B - Dichiarazione requisiti oggettivi per nuova apertura attività di acconciatore

Parte di provvedimento in formato grafico


IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2632796 4136777
Estetista

Mod. BC1A - SCIA per nuova apertura attività di estetista

Parte di provvedimento in formato grafico


Mod. BC1B - Dichiarazione requisiti oggettivi per nuova apertura attività di estetista

Parte di provvedimento in formato grafico


IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2632796 4136778
Tintolavanderia

Mod. BD1A - SCIA per nuova apertura attività di tintolavanderia

Parte di provvedimento in formato grafico


Mod. BD1B - Dichiarazione requisiti oggettivi per nuova apertura attività di tintolavanderia

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2632796 4136779
Allegati alla modulistica

All. 1 Procura Speciale

Parte di provvedimento in formato grafico


All. 2 Notifica Sanitaria Settore Alimentare – Apertura e modifiche rilevanti

Parte di provvedimento in formato grafico


All. 3 Dichiarazione requisiti soggettivi e comunicazione antimafia

Parte di provvedimento in formato grafico


All. 4 Dichiarazione soggetti di cui all'art. 85 d.lgs. 159_2011

Parte di provvedimento in formato grafico


All. 5 Dichiarazione requisiti professionali

Parte di provvedimento in formato grafico


All. 6 Allegato B

Parte di provvedimento in formato grafico


All. 7 Comunicazione antimafia settore artigianato

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

La Legge di Bilancio 2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Bilancio 2017 (L. 11 dicembre 2016, n. 232), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini

DL "art bonus" 83/2014: le misure su beni culturali e paesaggio dopo la conversione in legge

Credito d’imposta per erogazioni liberali a sostegno della cultura; Limitazione licenze per attività commerciali nei siti culturali; Credito d’imposta per le imprese alberghiere su investimenti per la digitalizzazione e alla realizzazione di interventi edilizi; Piano di infrastrutture per la mobilità turistica; Concessione gratuita a fini turistici di immobili pubblici inutilizzati; Coincidenza momento iniziale nulla osta paesaggistico e rilascio titolo edilizio. AGGIORNAMENTO GENNAIO 2016 con la L. 208/2015 che ha reso stabile il beneficio del credito d’imposta per la cultura.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini

Tutti i termini prorogati dal Decreto-Legge “Milleproroghe” 244/2016 (L. 19/2017)

Rassegna completa di tutti i termini in scadenza di interesse di professionisti tecnici, enti e pubbliche amministrazioni, imprese, prorogati dal consueto decreto-legge “Milleproroghe” (D.L. 244/2016 convertito in legge dalla L. 19/2017). Prevenzione incendi; Protezione civile, calamità e terremoti; Appalti, opere e infrastrutture; Pubblica amministrazione; Ambiente, fonti rinnovabili e sicurezza sul lavoro; Varie.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Commercio al dettaglio su aree pubbliche: normativa e scadenze

Norme sull’autorizzazione per il commercio su aree pubbliche contenute nel D. Leg.vo 114/1998 come modificate dal D. Leg.vo 59/2010, competenze degli enti territoriali, durata e scadenze delle concessioni dopo la proroga al 31/12/2018 introdotta dal D.L. “Milleproroghe” 244/2016.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica