FAST FIND : NW3934

Ultimo aggiornamento
25/03/2016

Servizi del Certificatore energetico: compiti, obblighi e responsabilità del professionista

Un documento redatto dal gruppo di lavoro Energia del Consiglio Nazionale degli Ingegneri evidenzia i compiti e gli obblighi del professionista, con l’intento di garantire un servizio di qualità. Il documento può essere utilmente preso a riferimento da qualsiasi professionista, anche non appartenente alla categoria degli Ingegneri, e servire come strumento di “sensibilizzazione” del potenziale cliente che il professionista può utilizzare, ad esempio allegandolo ai contratti stipulati per assumere gli incarichi ed impegnandosi pertanto ad osservarlo.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Il Consiglio Nazionale degli Ingegneri, con Circolare 17/03/2016, n. 696, ha diffuso il documento "Attestazione di Prestazione Energetica (A.P.E.). Descrizione dei servizi, della documentazione da produrre e degli obblighi per il professionista", elaborato dal elaborato dal gruppo di lavoro Energia del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, con il coordinamento del Prof. Vincenzo Corrado e dell’Ing. Adriano Gerbotto.

SCOPO DEL DOCUMENTO - Il documento - consultabile in allegato - non descrive gli aspetti tecnici della procedura di attestazione della prestazione energetica, per i quali si rimanda alle Linee Guida Nazionali di cui al D.M. 26/06/2015 (si veda in proposito l’articolo “Le Linee guida per la certificazione energetica 2015 (D.M. 26/06/2015)”), ma piuttosto evidenzia i compiti e gli obblighi del professionista, con l’intento di garantire un servizio di qualità. Per questo motivo, il documento può essere utilmente preso a riferimento da qualsiasi professionista, anche non appartenente alla categoria degli Ingegneri.

IL MERCATO DEI SERVIZI DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA - È ben noto come l’introduzione dell’obbligo dell’Attestato di prestazione energetica nelle locazioni e nelle compravendite immobiliari abbiamo comportato un rapido sviluppo del mercato dei servizi professionali di Certificazione energetica, dando vita ad una concorrenza che si è sviluppata più che altro sul ribasso dei prezzi di tali prestazioni, piuttosto che sulla qualità dei servizi offerti.
Molto spesso il cittadino fruitore del servizio di Certificazione energetica percepisce tale adempimento come una mera “tassa” da pagare per la commerciabilità del proprio immobile, piuttosto che guardare alle opportunità che l’APE offre, ad esempio come strumento di “monetizzazione” degli interventi di efficientamento energetico in termini di aumentato valore dell’immobile sul mercato.
Di converso i professionisti - per poter operare in un mercato al ribasso e risultare pertanto competitivi - si sono spesso visti costretti a redigere attestati con superficialità, senza effettuare verifiche e misurazioni accurate come sarebbe necessario, in tal modo assumendosi anche importanti rischi potenziali sia in termini di possibili contenziosi con i futuri proprietari del bene che di responsabilità professionale vera e propria.
Si veda per approfondimenti sul punto l’articolo “La Certificazione energetica dopo il D.M. 26 giugno 2015: luci ed ombre tra vecchie problematiche e criticità irrisolte”.
Non ha contribuito al miglioramento della situazione la cosiddetta “riforma delle professioni” che ha preso forma nel 2012 comportando tra l’altro l’abrogazione delle tariffe professionali (ad opera del D.L. 1/2012, convertito in legge dalla L. 27/2012), favorendo ulteriormente lo spostamento della contesa concorrenziale tra i professionisti unicamente in termini di ribasso sui prezzi piuttosto che invece sulla qualità dei servizi.

UTILIZZO DEL DOCUMENTO E “SENSIBILIZZAZIONE” DEL CLIENTE - Per questo motivo è da accogliere con estremo favore la pubblicazione del documento in oggetto, che potrà certamente rappresentare uno strumento di regolazione del mercato in questo specifico, importante, settore di attività dei professionisti tecnici, pur nel rispetto della liberalizzazione dei servizi professionali voluto dal legislatore con la menzionata “riforma delle professioni”.
Il documento potrà costituire anche strumento di “sensibilizzazione” del potenziale cliente che il professionista può utilizzare, ad esempio allegandolo ai contratti stipulati per assumere gli incarichi ed impegnandosi pertanto ad osservarlo, rendendo pertanto edotto il cliente stesso dei motivi alla base della maggiore costo che presenta il rilascio di un APE redatto secondo i corretti criteri dell’agire professionale.

Per ulteriori approfondimenti sono disponibili anche i seguenti articoli:

Dalla redazione

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Prestazione energetica di edifici e impianti

DEFINIZIONI E NORMATIVA DI RIFERIMENTO (Riepilogo delle misure per il contenimento dei consumi energetici; Principali riferimenti normativi sulla prestazione energetica degli edifici e degli impianti) - AMBITO DI APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULLA PRESTAZIONE ENERGETICA IN EDILIZIA (Edilizia privata e edilizia pubblica; Categorie di edifici ai fini della prestazione energetica; Definizione degli interventi edilizi ai fini della prestazione energetica; Applicazione delle prescrizioni alle varie categorie di interventi ; Esclusioni; Tabelle riepilogative ambito di applicazione).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica

Le Linee guida per la certificazione energetica 2015 (D.M. 26/06/2015)

L’articolo illustra le nuove Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici di cui al D.M. 26 giugno 2015, che sostituisce il precedente D.M. 26 giugno 2009, in vigore il 1° Ottobre 2015. Vengono in particolare messi a fuoco gli aspetti concernenti: il nuovo format di Attestato di prestazione energetica, la nuova classificazione degli edifici, le procedure ed i metodi di calcolo, il monitoraggio ed i controlli, il Sistema informativo sugli attestati di prestazione energetica (SIAPE), il nuovo format per gli annunci immobiliari.
A cura di:
  • Vincenzo Lattanzi
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica

Guida completa alla disciplina dei soggetti abilitati alla certificazione energetica degli edifici dopo il D.P.R. 75/2013 e le successive modifiche

Finalità del D.P.R. 75/2013; Quadro legislativo completo; Sintesi dei contenuti del D.P.R. 75/2013 come modificato dal D.L. 145/2013 dopo la conversione in legge; Riconoscimento e disciplina dei requisiti dei soggetti abilitati alla certificazione energetica degli edifici; Disciplina dei “tecnici abilitati”, con elenco completo dei titoli di studio ammissibili per i tecnici abilitati senza o con necessità di frequenza di specifici corsi di formazione; Requisiti e accreditamento dei corsi di formazione; Requisiti di indipendenza e di imparzialità dei soggetti certificatori; Funzioni delle Regioni e delle Province autonome; Criteri del controllo di qualità del servizio di certificazione energetica; Semplificazioni per gli edifici già in possesso di attestato di certificazione; Il ruolo del Progettista, del Direttore dei lavori e del Soggetto certificatore.
A cura di:
  • Vincenzo Lattanzi
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Professioni
  • Certificazione energetica

I soggetti abilitati alla certificazione energetica degli edifici dopo il D.P.R. 75/2013: indicazioni pratiche e analisi di casi dubbi e criticità

L’emanazione del D.P.R. 75/2013, recante i requisiti professionali dei tecnici abilitati alla certificazione energetica degli edifici, ha generato una serie di rilevanti problemi interpretativi e di criticità, causando incertezze per diverse categorie di tecnici, in particolare modo per quelli laureati con il vecchio ordinamento ed una paralisi di fatto delle attività soprattutto nelle varie Regioni che non hanno adottato una propria disciplina. AGGIORNAMENTO AGOSTO 2015: titoli di studio aggiornati con le modifiche introdotte dalla L. 107/2015 di riforma della scuola. In questo contributo vengono analizzati tutti gli aspetti della nuova disciplina, in particolare modo quelli problematici, e vengono fornite le soluzioni pratiche percorribili al momento all’interno del quadro normativo vigente. Il nostro Ufficio Tecnico e la Direzione Area Formazione sono a disposizione degli Abbonati o degli Ordini/Collegi professionali che necessitano di orientamento e consulenza.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica
  • Efficienza e risparmio energetico

L’attestato di prestazione energetica negli interventi edilizi, nei trasferimenti e nelle locazioni immobiliari

Si riporta di seguito il quadro riepilogativo completo delle regole da applicare in caso di nuove costruzioni o interventi edilizi, negli atti di trasferimento immobiliare, nei contratti di locazione e nei relativi annunci commerciali, relativamente alla predisposizione e allegazione dell’Attestato di Prestazione energetica nonché all’inserimento delle informazioni e della documentazione energetica. Il tutto, con tabelle riepilogative degli obblighi e delle sanzioni, aggiornato alla luce delle novità introdotte dal D.L. 145/2013 «Destinazione Italia» dopo la sua conversione in legge avvenuta con la L. 21/02/2014, n. 9.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici

  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Certificazione energetica
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento

Cogenza parametri verifica prestazione energetica edifici (D.M. 26/06/2015) - Edifici privati

  • Certificazione energetica
  • Impiantistica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative

Cogenza parametri verifica prestazione energetica edifici (D.M. 26/06/2015) - Edifici pubblici

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Attuazione Protocollo di Kyoto
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico

Chiusura sportello finanziamenti agevolati efficientamento energetico edifici scolastici (D.M. 66/2015 e D.M. 40/2016)

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Bolzano: aggiornamento obbligatorio installatori impianti FER

10/05/2018

13/03/2018

16/01/2018