FAST FIND : NN14592

Par. Aut. Vigilanza Contratti Pubbl. 14/02/2013, n. 13

2604741 2604741
Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex art. 6, comma 7, lettera n) del D.Lgs. n. 163/2006 presentata dal Comune di Campofelice di Fitalia– “Lavori di messa in sicurezza di emergenza (M.I.S.E) della discarica per i rifiuti solidi urbani (R.S.U.) sita in Contrada Cicerimigna del Comune di Campofelice di Fitalia”–. Importo a base di gara € 671.425,53– S.A.: Comune di Campofelice di Fitalia.

Iscrizione all’Albo Nazionale Gestione Rifiuti. Avvalimento. Illegittimità. Divieto di subappalto oltre ai limiti artt. 118, D.Lgs. 163/2006 e 170, D.P.R. 207/2010. Esclusione facoltà di su

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Scarica il pdf completo
2604741 2618167
[Premessa]


Il Consiglio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2604741 2618168
Considerato in fatto

In data 10 maggio 2012 sono pervenute le istanze indicate in epigrafe con le quali il Comune di Campofelice di Fitalia ha segnalato una serie di irregolarità riscontrat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2604741 2618169
Ritenuto in diritto

Con l’istanza di parere in oggetto, il Comune di Campofelice chiede un parere in ordine al comportamento da tenere nei confronti delle ditte sopra indicate per aver reso dichiarazioni in contrasto con il bando e il disciplinare di gara.

L’art. 12.4 del Bando di gara stabilisce che “I concorrenti dovranno essere iscritti all’Albo Nazionale Gestione Rifiuti cat. 9 per un importo fino a 1.549.370,70: l’iscrizione non costituisce requisito di partecipazione, ma di esecuzione e pertanto dovrà essere dimostrato a questa stazione appaltante prima della stipulazione del contratto”. Il punto 4.30 del Disciplinare di Gara prevede, tra le dichiarazioni che devono essere rese, a pena di esclusione, quella “di essere iscritto all’Albo Nazionale Gestione Rifiuti cat. 9 per importo fino a 1.549.370,70 ovvero di dimostrare l’iscrizione all’Albo Nazionale Gestione Rifiuti cat. 9 per importo fino a 1.549.370,70 pena la revoca dell’eventuale aggiudicazione provvisoria, prima della stipula del contratto di appalto (vedi deliberazione AVCP n. 95 del 29.03.2007)”. E’ quindi evidente che il requisito prescritto non è stato richiesto dalla stazione appaltante ai fini della partecipazione alla gara, ma ai fini dell’esecuzione e, quindi, doveva essere posseduto e dimostrato solo in seguito all’aggiudicazione provvisoria, prima della stipula del contratto di appalto, come testualmente richiesto nella lex specialis di gara. D’altro canto, che l’iscrizione all’Albo Nazionale Gestione Rifiuti cat. 9 sia un requisito di esecuzione e non di partecipazione è stato esplicitamente riconosciuto con deliberazione AVCP n. 95 del 29.03.2007.

La stazione appaltante contesta alla ditta CO.E.PE. s.r.l. di aver dichiarato che, in caso di aggiudicazione e prima della stipula del contratto si avvarrà - ai fini del possesso del requisito dell’iscrizione all’Albo Nazionale Gestione Rifiuti CAT 9 - di un’impresa qualificata, senza tuttavia specificare il nome dell’impresa.

Si pone quindi il problema di stabilire se il requisito in parola possa essere oggetto di avvalimento. Con determina n. 2 del 01.08.2012 questa Autorità ha escluso che i requisiti aventi una intrinseca natura soggettiva, in quanto acquisiti sulla base di elementi strettamente collegati alla capacità soggettiva dell’operatore e non scindibili da esso, possano formare oggetto di avvalimento. In particolare, sono stati esclusi la certificazione di qualità, l’iscrizione ad albi speciali, tra cui quello qui in rilievo, l’iscrizione alla camera di commercio, il possesso di specifiche abilitazioni e l’iscrizione in albi professionali. Peraltro, anche la giurisprudenza sembra in tal senso orientata.

Con riferimento, ad esempio, alla certificazione di qualità, la giurisprudenza si è più volte pronunciata arrivando ad abbracciare tesi diverse, da quella secondo cui tale requisito, avendo natura soggettiva deve essere posseduto necessariamente da chi esegue

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2604741 2618170
Il Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in motivazione, che:

- la ditta CO.E.PE. s.r.l. non può avvaler

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Appalti e contratti pubblici

Il subappalto nei contratti pubblici dopo il D. Leg.vo 50/2016: nozione, limiti e condizioni

Nozione di subappalto - rapporti tra subappalto e “avvalimento”; Requisiti del subappaltatore; Attività che si possono o si devono subappaltare - limiti e divieti; Condizioni e oneri verso la stazione appaltante.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Pubblica Amministrazione
  • Appalti e contratti pubblici

Criteri ambientali minimi negli appalti pubblici (CAM)

IL PIANO D’AZIONE NAZIONALE PER IL GPP (PAN-GPP) - CRITERI AMBIENTALI MINIMI NEGLI APPALTI DI SERVIZI E FORNITURE (Obbligatorietà dei criteri ambientali minimi; Applicazione all’intero valore dell’appalto; Criteri ambientali minimi nell’offerta economicamente più vantaggiosa; Documentazione progettuale) - CAM IN VIGORE PER LE VARIE CATEGORIE DI SERVIZI E FORNITURE (Struttura dei decreti di approvazione dei CAM; Elenco completo dei CAM in vigore, risposte a FAQ e chiarimenti vari) - PUNTEGGI PREMIANTI PER UTILIZZO DI MATERIALI RICICLATI NEGLI APPALTI (Norme sulle azioni premianti per l’utilizzo di materiali riciclati negli appalti; Previsione di decreti attuativi; Previsioni già inserite nei decreti attuativi del PAN-GPP; Punteggi premianti stabiliti dal D.M. 24/05/2016).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Autorità di vigilanza
  • Disposizioni antimafia
  • Appalti e contratti pubblici

Obblighi di pubblicazione e trasmissione di dati relativi ad appalti e contratti pubblici

QUADRO GENERALE NORMATIVO DI RIFERIMENTO (Norme che prevedono obblighi di pubblicazione; Norme che prevedono obblighi di trasmissione/comunicazione; Ambito di applicazione e casi particolari) - OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE (Obblighi di pubblicazione previsti dalla Legge anticorruzione (L. 190/2012); Obblighi di pubblicazione previsti dal Codice appalti (D. Leg.vo 50/2016); Obblighi di pubblicazione previsti dal Decreto trasparenza (D. Leg.vo 33/2013)) - OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE E TRASMISSIONE (Sintesi degli obblighi; Trasmissione dei dati all’ANAC; Pubblicazione su sito MIT) - VIGILANZA E SANZIONI - DATA DI PUBBLICAZIONE ED EFFETTI GIURIDICI - TABELLE RIEPILOGATIVE STRUTTURA SEZIONE SITO “AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE” (Sottosezione di primo livello “Bandi di gara e contratti”; Sottosezione di primo livello “Opere pubbliche”).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Professioni
  • Tariffa Professionale e compensi
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Determinazione dei corrispettivi per i servizi tecnici negli appalti pubblici

PREMESSA (Decreto parametri per i servizi di Ingegneria e Architettura (SIA)); Coordinamento con i livelli di progettazione previsti dal D. Leg.vo 50/2016) - APPLICAZIONE DEI CORRISPETTIVI (Riferimenti nel D. Leg.vo 50/2016 e nel D. Min. Giustizia 17/06/2016; Linee guida dell’ANAC e buone pratiche, giurisprudenza; Equo compenso e contrasto ai ribassi eccessivi; Giurisprudenza sui compensi per i servizi di Ingegneria e Architettura) - MODALITÀ DI CALCOLO DEI CORRISPETTIVI (Generalità; Determinazione del compenso; Prestazioni non previste dal decreto o non determinabili; Oneri accessori e spese; Schema grafico riepilogativo) - ESEMPI PRATICI.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Attività tecniche dipendenti della p.a.: abilitazione, svolgimento e incentivi

PREMESSA, NORMATIVA DI RIFERIMENTO; LE PRESTAZIONI TECNICHE INTERNE ALLA P.A. NEL D. LEG.VO 50/2016 (Individuazione delle prestazioni tecniche; Soggetti che possono svolgere prestazioni tecniche; Abilitazione professionale e assicurazione dei progettisti interni - Tecnici diplomati; Sostenimento degli oneri) - INCENTIVI PER IL PERSONALE INTERNO ALLE AMMINISTRAZIONI (Attività oggetto di incentivo; Ammontare dell’incentivo e ripartizione; Mancata adozione del regolamento interno ad opera delle amministrazioni; Appalti di servizi e forniture; Enti esclusi; Personale delle centrali uniche di committenza) - DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI APPLICABILE “RATIONE TEMPORIS” - GIURISPRUDENZA E CASISTICA.
A cura di:
  • Dino de Paolis