FAST FIND : NN14234

D.L. 05/10/1993, n. 398

Disposizioni per l'accelerazione degli investimenti ed il sostegno dell'occupazione e per la semplificazione dei procedimenti in materia edilizia.

Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L. 04/12/1993, n. 493 (legge di conversione)
- L. 28/01/1994, n. 85
- D.P.R. 22/04/1994, n. 425
- D.L. 12/11/1996, n. 576 (L. 31/12/1996, n. 677)
- L. 23/12/1996, n. 662
- D.L. 31/12/1996, n. 669 (L. 28/02/1997, n. 30)
- D.L. 25/03/1997, n. 67 (L. 23/05/1997, n. 135)
- D.L. 19/05/1997, n. 130 (L. 16/07/1997, n. 228)
- Sentenza Corte Costituzionale 18/07/1997, n. 241
- L. 07/08/1997, n. 266
- D.L. 30/01/1998, n. 6 (L. 30/03/1998, n. 61)
- L. 30/04/1999, n. 136
- L. 24/11/2000, n. 340
- L. 21/12/2001, n. 443

Scarica il pdf completo
2309533 2310830
Art. 1 (Programmi di investimento 1993-1995)

1. Ai fini del sostegno dell'occupazione, il Cipe, anche mediante modifica delle proprie procedure, entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, riesamina i programmi d'intervento previsti dalla normativa vigente al fine di verificare l'esecutività dei singoli progetti, di confermarne le priorità e di accelerarne l'attuazione. Il Cipe, in sede di verifica tiene conto, nella determinazione delle priorità, del grado di effettiva esecutività dei progetti, della loro conformità agli strumenti urbanistici vigenti nonché dell'importanza degli interventi per la funzionalità di opere esistenti e non completate. Il Cipe, nello stesso termine di novanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, ha facoltà di deliberare la revoca, da disporsi, nei successivi venti giorni, con decreto del Ministro competente, dei finanziamenti per l'esecuzione di opere la cui realizzazione non sia stata avviata o la cui prosecuzione risulti non conveniente e di destinare le somme disponibili, ad eccezione di quelle destinate ad interventi di tutela ambientale di cui all'articolo 13, comma 2, del presente decreto, ad opere affidabili per l'esecuzione entro centottanta giorni dalla data della delibera del Cipe stesso, con priorità per quelle dislocate nelle

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310831
Art. 2 (Investimenti industriali nelle aree terremotate della Campania, Basilicata e del Belice)

1. In attuazione dell'articolo 2, comma 4, lettera c), della legge 23 gennaio 1992, n. 32,R è autorizzata l'utilizzazione della somma di lire 430 miliardi, ripartita in lire 130 miliardi per l'anno 1992 e lire 150 miliardi per ciascuno degli anni 1993 e 1994, destinata alle finalità di cui agli articoli 27 e 39 del Testo unico delle leggi per gli interventi nei territori della Campania, Basilicata, Puglia e Calabria, colpiti dagli eventi sismisci del novembre 1980, del febbraio 1981 e del marzo 1982, approvato con decreto legislativo 30 marzo 1990, n. 76.R

2. La disponibilità di cui al comma 1 è destinata:

"a) alla liquidazione del saldo dei contributi concessi, ai sensi dell'articolo 39, comma 2, del Testo unico approvato con decreto legislativo 30 marzo 1990, n. 76,R nonché alla liquidazione dell'aggiornamento dei contributi concessi, ai sensi dell'articolo 39, comma 3, del medesimo Testo unico, a condizione, in entrambi i casi, che l'iniziativa realizzata raggiunga i livelli occupazionali medi previsti in sede di concessione dei contributi;

b) alla liquidazione del saldo dei contributi concessi per gli interventi di riparazione e ricostruzione degli stabilimenti industriali e delle attrezzature di cui all'articolo 27 del Testo unico approvato con decreto legislativo 30 marzo 1990, n. 76;

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310832
Art. 3 (Imputazione delle spese di programmazione e progettazione)

1. A valere sugli stanziamenti iscritti nei capitoli delle categorie X e XI del bilancio dello Stato, le amministrazioni compete

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310833
Art. 4 (Procedure per il rilascio della concessione edilizia).

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310834
Art. 5 (Finanziamento delle opere di edilizia scolastica)

1. Il termine del 31 dicembre 1992 previsto dall'articolo 1, comma 3 della legge 23 dicembre 1991, n. 430, R è diffe

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310835
Art. 6 (Rilancio di iniziative di sviluppo e riqualificazione territoriale)

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310836
Art. 7 (Edilizia sovvenzionata e agevolata)

1. I commi 7 e 8 dell'articolo 3 della legge 17 febbraio 1992, n. 179, R sono sostituiti dai seguenti:

"7. Il presidente della giunta regionale può promuovere una conferenza di servizi ai sensi dell'articolo 14 della legge 7 agosto 1990, n. 241, R trascorsi trenta giorni dalla data di pubblicazione della delibera regionale di

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310837
Art. 7-bis (Pareri regionali su progetti di opere pubbliche)

1. La regione è tenuta ad esprimere entro novanta giorni dal ricevimento della

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310838
Art. 8 (Edilizia per la mobilità del personale pubblico ed edilizia sperimentale)

1. Il presidente della giunta regionale, nel caso di proposte di interventi di edilizia residenziale predisposte in attuazione dell'articolo 18 del decreto-legge 13 maggio 1991, n. 152, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 1991, n. 203,

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310839
Art. 9 (Nuovi contributi in materia edilizia)

1. I fondi di cui alla legge 14 febbraio 1963, n. 60, e successive modificazioni, possono essere destinati a parziale copertura del costo convenzionale degli interventi di r

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310840
Art. 10 (Contributi per l'edilizia residenziale pubblica)

1. Per provvedere al pagamento dei conguagli di cui all'articolo 16, secondo comma, della legge 27 maggio 1975, n. 166,R nonché di quelli dovuti in applicazione degli articoli 2 e 10 della legge 8 agosto 1977, n. 513,R il Ministro dei lavori pubblici è autorizzato a utilizzare, fino al limite di centosettanta miliardi, le risorse disponibili di cui all'articolo 4-bis del decreto-legge 12 settembre 1983, n. 462, convertito, con modificazioni, dalla legge 10 novembre 1983, n. 637, R e non impegnate per l

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310841
Art. 11 (Programmi di recupero urbano)

N8«1. I fondi di cui alla legge 14 febbraio 1963, n. 60, e successive modificazioni, nella misura fissata dai programmi regionali, sono destinati alla realizzazione di interventi al servizio prevalente del patrimonio di edilizia residenziale pubblica, nell'ambito dei programmi di cui al comm

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310842
Art. 12 (Procedure per i piani di difesa del suolo)

1. All'articolo 12, comma 4 della legge 18 maggio 1989, n. 183, la lettera g)R è sostituita dalla seguente:

"g) controlla l'attuazione degli schemi previsionali e programmatici di cui all'articolo 31, del piano di bacino e dei programmi triennali e, in caso di grave ritardo nell'esecuzione degli interventi non di competenza statale rispetto ai tempi fissati nel programma, diffida l'amministrazione inadempiente fissando in dodici mesi il termine massimo, per l'inizio dei lavori. Decorso infruttuosamente tale termine, all'adozione delle misure necessarie ad assicurare l'avvio dei lavori provvede, in via sostitutiva, il presidente della giunta regionale interessata che, a tal fine, può avvalersi degli organi decentrati e periferici del Ministero dei lavori pubblici".

2. All'articolo 22 della legge 18 maggio 1989, n. 183,R è aggiunto, in fine, il seguente comma:

"6-bis. Gli interventi previsti dai programmi triennali sono di norma attuati in forma integrata e coordinata dai soggetti competenti, in base ad accordi di programma ai sensi dell'articolo 27 della legge 8 giugno 1990, n. 142".

3. All'articolo 17 della legge 18 maggio 1989, n. 183,R sono aggiunti, in fine, i seguenti commi:

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310843
Art. 13 (Procedure per l'attuazione di progetti di protezione dell'ambiente)

1. Per assicurare la realizzazione delle opere e delle attività di salvaguardia ambientale, il presidente di ciascuna Regione o Provincia autonoma interessata può procedere, su conforme delibera della giunta e sentito il Ministro dell'ambiente, alla nomina di un commissario ad acta, che esercita i poteri specificatamente attribuitigli con il provvedimento di nomina. Per tutti gli altri poteri e funzioni, rimangono ferme le competenze degli enti competenti in via ordinaria.

Ai fini dell'acquisizione delle necessarie intes

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310844
Art. 14. (ANAS)

1. Per assicurare correntezza negli interventi da realizzare nel settore stradale, l'Anas è autorizzata ad assumere impegni pluriennali in relazione ai capitoli iscritti nel proprio stato di previsione della spesa, la cui dotazione finanziaria viene assicurata, totalmente o parzialmente, mediante ricorso ad operazioni finanziarie effettuate ai sensi e per gli e

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310845
Art. 15 (Disposizione di attuazione)

1. Il Ministro del tesoro è autorizzato ad apportare con propri decreti le var

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2309533 2310846
Art. 16 (Entrata in vigore)

Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sarà presentato alle Camere per la conversione in legge.


IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

La Legge di Bilancio 2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Bilancio 2017 (L. 11 dicembre 2016, n. 232), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini

Tutti i termini prorogati dal decreto-legge «Milleproroghe» 210/2015 (L. 21/2016)

Grandi impianti di combustione; Smaltimento in discarica rifiuti; Esclusione automatica delle offerte anomale; Affidamento servizi tecnici; Pubblicazione avvisi e bandi di gara; Attestazione SOA; Anticipazione del prezzo negli appalti; Qualificazione del contraente generale; Requisito della cifra d’affari realizzata nei contratti pubblici; Adeguamento antincendio edifici scolastici e strutture ricettive; Esercizio associato funzioni nei piccoli comuni; Trasferimento immobili agli enti territoriali; Commissioni censuarie; Processo amministrativo digitale; Bonifiche da ordigni bellici; Formazione installatori impianti a fonti rinnovabili; Salvamento acquatico; Mutui nei comuni colpiti da calamità; Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto; Revisione generale trattori agricoli; Norme Tecniche sbarramenti di ritenuta; Accise combustibile per cogenerazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Tutti i termini prorogati dal decreto-legge «Milleproroghe» 192/2014 (L. 11/2015)

Libretto di centrale impianti termici; Smaltimento rifiuti in discarica; SISTRI; Gestione dei rifiuti in Campania; Anticipazione prezzo nei lavori pubblici; Centrali uniche di committenza; Qualificazione contraente generale; Appaltabilità e cantierabilità grandi opere; Messa in sicurezza edifici scolastici; Interventi per il dissesto idrogeologico; Antincendio strutture ricettive; Antincendio nuove attività esistenti; Zone a burocrazia zero; Impianti a fonti rinnovabili e Conto energia in zone terremotate; Macchine agricole; Contribuenti minimi; Locazione immobili pubblici; Sfratti esecutivi; Processo amministrativo digitale; Affidamento servizio distribuzione gas; Accise sul combustibile impiegato per la cogenerazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis

La legge di stabilità 2015 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella legge di Stabilità 2015 (L. 23 dicembre 2014 n. 190), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis