FAST FIND : GP13674

Sent. C. Stato 20/11/2015, n. 5291

2257905 2257905
Appalti e contratti pubblici - Revisione prezzi - Finalità - Criteri - Applicabilità suppletiva variazione Istat - Limite massimo revisione salvo circostanze eccezionali che devono essere provate dall’impresa.

In tema di revisione prezzi la costante giurisprudenza ha affermato l’applicabilità in via suppletiva dell’indice del medesimo Istituto nazionale di statistica dei prezzi al consumo di famiglie di operai ed i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Scarica il pdf completo
2257905 2258601
SENTENZA

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la pres

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2257905 2258602
FATTO

1. In accoglimento del ricorso della CTP s.p.a., esercente attività di trasporto pubblico locale per la Provincia di Caserta, con la sentenza in epigrafe questa Sezione ha riconosciuto il diritto della prima alla revisione del corrispettivo dovuto per il triennio 2004 – 2006, sulla base dell’indicizzazione prevista dall’art. 6 l. n. 537/1993 (“Interventi correttivi di finanza pubblica”), e conseguentemente condannato l’amministrazio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2257905 2258603
DIRITTO

1. In relazione alle difese svolte dalla Provincia va statuito quanto segue:

- diversamente da quanto sostiene l’amministrazione, la condanna sui criteri di cui è chiesta l’ottemperanza è stata pronunciata in accoglimento integrale del ricorso della CTP per il riconoscimento della revisione sul corrispettivo dovuto per lo svolgimento del servizio di trasporto pubblico per gli anni 2004, 2005 e 2006, avendo in particolare la Sezione specificato, a confutazione degli assunti dell’odierna resistente che è irrilevante «il fatto che non esiste un atto formale di rinnovo contrattuale per il 2006», essendovi comunque stata «un'esecuzione di fatto su accordo tra le parti»;

- pertanto, non hanno ragione di porsi i dubbi sul periodo temporale da computare ai fini della liquidazione della somma dovuta alla società, così come, stante l’intangibilità del giudicato da parte del giudice dell’ottemperanza, non può essere esclusa alcuna annualità delle tre riconosciute in sede di cognizione;

- non è inoltre configurabile alcuna nuova domanda per il fatto che quest’ultima, dopo avere diffidato stragiudizialmente la Provincia a corrisponderle la somma di € 1.832.762,00 (diffida in data 22 giugno 2007), nel presente ricorso ha invece quantificato il capitale in questione nella maggior somma di € 3.307.349,00;

- si tratta infatti in entrambi i casi della medesima pretesa, discendente dalla condanna sui criteri pronunciata da questa Sezione e per l’esecuzione della quale la CTP ha proposto il presente ricorso ai sensi del citato art. 34, comma 4, del codice del processo, una volta constato il mancato raggiungimento di un accordo sulla quantificazione della somma;

- la società ricorrente ha peraltro specificato sul punto (in memoria di replica) che la maggior somma da essa quantificata nella presente sede giurisdizionale, mediante ausilio di un consulente di parte, è stata ottenuta sulla base dei criteri indicati nella sentenza di condanna;

- palesemente infondata è l’eccezione di prescrizione del credito, che la Provincia di Caserta fa erroneamente discendere dal triennio oggetto di domanda di controparte, anziché dalla sentenza di condanna, in relazione alla quale il conseguente termine decennale per l’actio iudicati era pacificamente in corso al momento della proposizione del presente ricorso;

- deve del pari essere respinta l’eccezione di difetto di legittimazione passiva, che la Provincia ha sollevato sul rilievo di essere mero ente delegato dalla Regione Campania ad esercitare le funzioni di trasporto pubblico locale, cosicché è quest’ultima amministrazione il soggetto obbligato ad eseguire la sentenza di condanna;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2257905 2258604
P.Q.M.

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, lo accoglie nei sensi di cui in motivazione e per l’effetto:

- condanna la Provincia di Caserta a pagare alla CTP s.p.a. la somma di € 1.832.7

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Professioni
  • Tariffa Professionale e compensi
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Determinazione dei corrispettivi per i servizi tecnici negli appalti pubblici

PREMESSA (Decreto parametri per i servizi di Ingegneria e Architettura (SIA)); Coordinamento con i livelli di progettazione previsti dal D. Leg.vo 50/2016) - APPLICAZIONE DEI CORRISPETTIVI (Riferimenti nel D. Leg.vo 50/2016 e nel D. Min. Giustizia 17/06/2016; Linee guida dell’ANAC e buone pratiche, giurisprudenza; Equo compenso e contrasto ai ribassi eccessivi; Giurisprudenza sui compensi per i servizi di Ingegneria e Architettura) - MODALITÀ DI CALCOLO DEI CORRISPETTIVI (Generalità; Determinazione del compenso; Prestazioni non previste dal decreto o non determinabili; Oneri accessori e spese; Schema grafico riepilogativo) - ESEMPI PRATICI.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara
  • Soglie normativa comunitaria

Procedure di scelta del contraente e criteri di aggiudicazione dei contratti pubblici

PROCEDURE DI SCELTA DEL CONTRAENTE (Procedure accessibili alle stazioni appaltanti e oggetto del contratto; La procedura competitiva con negoziazione; La procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara) - CRITERI DI AGGIUDICAZIONE (Casistiche applicazione offerta economicamente più vantaggiosa o minor prezzo; Dettagli sull’offerta economicamente più vantaggiosa).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Autorità di vigilanza
  • Disciplina economica dei contratti pubblici

L'offerta economicamente più vantaggiosa per l'aggiudicazione dei contratti pubblici

QUADRO NORMATIVO - IL CRITERIO DELL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA (Generalità; Applicazione obbligatoria del criterio OEPV sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo; Applicazione del criterio del minor prezzo) - I CRITERI DI VALUTAZIONE (Rating di legalità e rating di impresa; Le varianti e le opere aggiuntive; Criterio del prezzo fisso; Criterio del costo del ciclo di vita) - LA PONDERAZIONE DEI PUNTEGGI - LA VALUTAZIONE DEGLI ELEMENTI DELL’OFFERTA (La valutazione degli elementi quantitativi; La valutazione in base alla presenza di determinate caratteristiche; La valutazione degli elementi qualitativi e i criteri motivazionali) - LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA - COMPITI DELLE COMMISSIONI AGGIUDICATRICI.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Compensazione prezzi dei materiali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici

Compensazione dei prezzi dei materiali da costruzione

QUADRO NORMATIVO (Norme del D. Leg.vo 163/2006 e applicazione in vigenza del D. Leg.vo 50/2016; Ambito di applicazione e modalità operative; La disciplina straordinaria per il 2008) - DECRETI ANNUALI DI RILEVAZIONE DEI PREZZI E INDICAZIONI PRATICHE (Esempio di calcolo; Termine per la presentazione delle istanze).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Ritardi nei pagamenti commerciali
  • Tariffa Professionale e compensi
  • Indici, tassi e costi di costruzione
  • Professioni

Pagamenti, penali, interessi e tracciabilità nei contratti pubblici

NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI PAGAMENTI NEI CONTRATTI PUBBLICI - PAGAMENTI, INTERESSI E PENALI NEI CONTRATTI PUBBLICI (Termini per i pagamenti nei contratti pubblici; Tabella riepilogativa dei termini di pagamento nei contratti pubblici; Tabella riepilogativa dei termini di pagamento previgenti; Penali nei contratti pubblici; Interessi moratori nei contratti pubblici; Termini e condizioni per agire coattivamente per il pagamento di debiti della P.A.; Mancato pagamento retribuzioni ai dipendenti dell’affidatario o dei subappaltatori; Altre norme cui le P.A. devono attenersi) - TRACCIABILITÀ NEI PAGAMENTI TRA STAZIONE APPALTANTE, ESECUTORI, SUBAPPALTATORI E SUBCONTRAENTI (Strumenti di pagamento; Clausole sulla tracciabilità dei flussi finanziari nei contratti di subappalto; Denunce e verifiche; Risoluzione del contratto per mancato utilizzo dei mezzi di pagamento richiesti dalla legge; Codice identificativo gara, CIG).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia

14/05/2019

13/05/2019