FAST FIND : AR1137

Ultimo aggiornamento
01/11/2015

Valutazione delle caratteristiche delle acque minerali naturali (D.M. 10/02/2015)

Commento al D.M. 10/02/2015 che, in attuazione dell'art. 3, comma 1, del D. Leg.vo 176/2011, definisce i criteri di valutazione delle caratteristiche delle acque minerali naturali. Dalla data della sua entrata in vigore (17/03/2015) è abrogato il precedente D. Min. Sanità 12/11/1992, n. 542.
A cura di:
  • Vincenzo Soragnese

Dalla redazione

Recepimento della direttiva sulle acque minerali naturali e di sorgente

Recepita nell’ordinamento italiano la Direttiva 2009/54/CE sull’utilizzazione e la commercializzazione delle acque minerali.
A cura di:
  • Antonio Renato Soragnese

Valutazione delle caratteristiche delle acque minerali naturali (D.M. 10/02/2015)

Commento al D.M. 10/02/2015 che, in attuazione dell'art. 3, comma 1, del D. Leg.vo 176/2011, definisce i criteri di valutazione delle caratteristiche delle acque minerali naturali. Dalla data della sua entrata in vigore (17/03/2015) è abrogato il precedente D. Min. Sanità 12/11/1992, n. 542.
A cura di:
  • Vincenzo Soragnese

Monitoraggio delle sostanze radioattive nell’acqua: Direttiva n. 2013/51/Euratom

La recente Direttiva ha instaurato un sistema di monitoraggio per la tutela della salute per quanto riguarda le sostanze radioattive presenti nelle acque destinate al consumo umano. Tutti gli Stati membri si devono adeguare entro il 28 novembre 2015.
A cura di:
  • Vincenzo Soragnese

RAEE, recepimento Direttiva 2012/19/UE (D. Leg.vo 49/2014): applicazione ai pannelli fotovoltaici

Pubblicato in Gazzetta il Decreto di recepimento della Direttiva 2012/19/UE, che riordina e completa il quadro normativo in materia. Applicazione estesa a tutte le AEE dal 2018 salvo applicazione immediata ai pannelli fotovoltaici. Il GSE tratterrà dai meccanismi incentivanti una quota a copertura dei costi di gestione dei rifiuti derivanti dai pannelli fotovoltaici, secondo modalità da stabilire.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Applicabilità dei requisiti acustici passivi degli edifici alle compravendite tra privati

L’articolo fa il punto sull’applicabilità dei requisiti acustici passivi degli edifici disposti dal D.P.C.M. 05/12/1997 ai rapporti tra costruttori-venditori ed acquirenti di alloggi, dopo che la Corte Costituzionale, con la sentenza 103/2013, ha stabilito la illegittimità costituzionale della sospensiva disposta dalla L. 96/2010 che si applicava retroattivamente anche ai contenziosi in corso.
A cura di:
  • Alfonso Mancini