FAST FIND : NR4302

L.R. Marche 02/09/1997, n. 60

Istituzione dell'Agenzia regionale per la protezione ambientale delle Marche (ARPAM)
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 23/02/2007, n. 2
- L.R. 12/10/2009, n. 23
- L.R. 15/11/2010, n. 16
- L.R. 28/12/2010, n. 20
- L.R. 06/07/2011, n. 13
- L.R. 20/02/2017, n. 5
- L.R. 08/05/2018, n. 9
Scarica il pdf completo
21445 4714790
TITOLO I - PRINCIPI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714791
Art. 1 - (Finalità)

1. In attuazione delle disposizioni del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714792
Art. 2 - (Funzioni della Regione)

1. La Regione:

a) definisce gli obiettivi generali delle attività di prevenzione, di controllo e di vigila

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714793
Art. 3 - (Comitato regionale di indirizzo)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714794
TITOLO II - FUNZIONI E ORGANI DELL'ARPAM
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714795
Art. 4 - (Costituzione e natura giuridica)

1. L'ARPAM è un ente di diritto pubblico, dotato di autonomia tecnico-giuridic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714796
Art. 5 - (Funzioni)

1. L'ARPAM svolge le attività tecnico-scientifiche connesse all'esercizio delle funzioni di interesse regionale di cui all'articolo 1 della legge 61/1994 ed in particolare provvede a:

a) fornire il necessario supporto tecnico-scientifico alla Regione, agli enti locali e alle Aziende USL, ai fini dell'elaborazione dei programmi di intervento per la prevenzione, il controllo e la vigilanza in materia di igiene e salvaguardia dell'ambiente, la verifica della salubrità degli ambienti di vita in stretta relazione con i compiti di salvaguardia che si esplicano mediante l'utilizzazione prevalente di specifiche apparecchiatura tecniche e di operatori aventi un elevato livello di specializzazione. Restano di competenza delle Aziende USL le attribuzioni in materia di igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro;

b) formulare agli enti e agli organi competenti i pareri tecnici concernenti interventi per la tutela e il recupero dell'ambiente;

c) fornire attività di supporto tecnico-scientifico alla Regione e agli enti locali per la valutazione di impatto ambientale, per il controllo di gestione delle infrastrutture ambientali, per la promozione delle ricerche e della diffusione di tecnologie ecologicamente compatibili, di prodotti e sistemi di produzione a ridotto impatto ambientale, anche al fine delle funzioni relative all'applicazione dei regolamenti dell'UE in materia;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714797
Art. 6 - (Gli organi)

1. Sono organi dell'ARPAM:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714798
Art. 7 - (Direttore generale, Direttore tecnico e Direttore amministrativo)

1. Il Direttore generale è nominato, previo avviso pubblico, dal Presidente della Giunta regionale, su deliberazione della stessa, tra soggetti in possesso di laurea e aventi esperienza di direzione di sistemi organizzativi complessi da almeno tre anni. Il Direttore generale dura in carica cinque anni, prorogabili di norma una sola volta.

2. Il Direttore generale è il legale rappresentante dell'ARPAM ed è responsabile della realizzazione dei compiti istituzionali della stessa N3 nonché della corretta gestione delle risorse.

3. Al Direttore generale sono attribuiti tutti i poteri di gesti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714799
Art. 8 - (Collegio dei revisori dei conti)

1. Il Collegio dei revisori è composto da tre membri iscritti al registro dei revisori contabili previsto dal d.lgs. 27 gennaio 1992, n. 88. Il Collegio è e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714800
TITOLO III - ORGANIZZAZIONE INTERNA E FUNZIONAMENTO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714801
Art. 9 - (Regolamento)

1. Il regolamento dell'ARPAM è approvato dalla Giunta regionale su proposta del Direttore generale. N4 Il Direttore generale predispone il regolamento entro sessanta giorni dalla sua nomina. Il regolamento disciplina il funzi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714802
Art. 10 - (Articolazione organizzativa dell'ARPAM)

1. Per l'esercizio delle funzioni e delle attività di cui alla presente legge, l'ARPAM si articola in una struttura centrale, in Dipartimenti provinciali e in Servizi territoriali, ai sensi dell'articolo 3, comma 3, della legge 61/1994.

2. La struttura centrale dell'ARPAM esercita le f

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714803
Art. 11 - (Comitati provinciali di coordinamento)

1. Per l'ottimale realizzazione degli obbiettivi, delle prestazioni, delle attività e delle condizioni stabilite nelle convenzioni di cui all'articolo 17 e per garantire il necessario coordinamento tecnico delle attività delle strutture periferiche dell'ARPAM con i servizi delle rispettive Amministrazioni provinciali e comunali e con i Dipartimenti di prevenzione delle AUSL, è istituito presso ciascuna Provincia un Comitato provinciale di coordinamento, con il compito di:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714804
Art. 12 - (Consultazione, diritto di accesso e semplificazione dei procedimenti amministrativi)

1. Il regolamento dell'ARPAM prevede le forme di consultazione delle associazioni imprenditoriali di ca

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714805
Art. 13 - (Vigilanza e controllo sugli atti dell'ARPAM)

1. La Giunta regionale svolge attività di vigilanza e di controllo nei confronti dell'ARPAM.

2. Sono sottopost

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714806
TITOLO IV - PERSONALE E PATRIMONIO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714807
Art. 14 - (Personale)

1. Sono assegnate all'ARPAM le dotazioni organiche esistenti alla data del 31 dicembre 1993 presso i Servizi multizonali di sanità pubblica (SMSP) delle AUSL. Il personale relativo è assegnato e trasferito all'ARPAM fin dalla sua costituzione.

2. Sono assegnati, altresì, all'ARPAM i posti delle dotazioni organiche dei servizi di igiene e sanità pubblica delle Aziende USL, riconducibili allo svolgimento delle attività dell'ARPAM ai sensi della presente legge. Tale assegnazione ricomprende i posti, con arrotondamento delle somme all'unità superiore, delle frazioni di pers

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714808
Art. 15 - (Trattamento giuridico ed economico)

1. Al personale dell'ARPAM è confermato il trattamento giuridico ed economico in godimento ai sensi dell'articolo 3, comma 5, della legge 61/1994 in attesa dell'attuazione delle disposizioni di cui all'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714809
Art. 16 - (Assegnazione dei beni)

1. Il Presidente della Giunta regionale, su deliberazione della stessa, e su proposta del Comm

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714810
TITOLO V - RAPPORTI E COORDINAMENTO CON GLI ALTRI ENTI PUBBLICI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714811
Art. 17 - (Rapporti fra la Regione, enti locali, Aziende USL e ARPAM)

1. Gli enti locali e le AUSL, si avvalgono dell'ARPAM per l'esercizio delle funzioni di controllo ambientale, di vigilanza e di prevenzione collettiva di rispettiva competenza.

2. L'ARPAM assicura agli enti locali e ai Dipartimenti di prevenzione delle AUSL atti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714812
Art. 18 - (Coordinamento tra l'ARPAM e il Dipartimento di prevenzione delle Aziende USL)

1. L'ARPAM e i Dipartimenti di prevenzione delle AUSL esercitano in modo integrato e coordinato le funzioni, le attività di controllo e vigilanza ambientale e di prevenzione collettiva che rivestono valenza sia ambientale che sanitaria nel rispetto della autonomie tecniche e professionali dei servizi interessati.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714813
Art. 19 - (Coordinamento con l'ANPA, con l'Agenzia europea per l'ambiente e gli altri istituti operanti nel settore)

1. Per lo svolgimento dei suoi fini istituzionali l'ARPAM può stipulare convenzioni con l'Agenzia per i servizi nel settore agroalimentare delle Marche, relativamente ai servizi fitosa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714814
Art. 20 - (Sistema informativo)

1. L'ARPAM concorre, con la Regione e con le Provincie, alla progettazione, alla realizzazione e al funzionamento del Sistema informativo regionale ambientale (SIRA). In particolare l'ARPAM:

a) realizza e gestisce le reti di monitoragg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714815
TITOLO VI - DISPOSIZIONI FINANZIARIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714816
Art. 21 - (Dotazione finanziaria dell'ARPAM)

1. Le entrate dell'ARPAM sono costituite da:

a) una quota del fondo sanitario regionale assegnata dalla Giunta regionale necessaria a garantirne lo svolgimento delle attività istituzionali, la gestione del per

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714817
Art. 22 - (Gestione economico-finanziaria)

1. L'ARPAM ha un patrimonio e un bilancio proprio ed è tenuta al pareggio del bilanci

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714818
TITOLO VII - NORME TRANSITORIE E FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714819
Art. 23 - (Commissario straordinario)

1. Entro e non oltre quindici giorni dall'entrata in vigore della presente legge, il Presidente della Giunta regionale nomina con

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714820
Art. 24 - (Norme transitorie)

1. In sede di prima applicazione, il Comitato di indirizzo di cui all'articolo 3 è nominato entro trenta giorni dall'entrata in vigore della presente legge.

2. Il Presidente della Giunta regionale provvede con proprio decreto a costituire l'ARPAM entro trenta giorni dal termine dell'attività del Commissario straordinario; la Giunta regionale delibera entro lo stesso termine sui trasferimenti di personale e sulle dotazioni di beni ed attrezzature

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714821
Art. 25 - (Abrogazione)

1. È abrogata la l.r. 20 marzo 1985, n. 9. I SMSP continuano ad esercitare le loro funzioni sulla base degli indirizzi amministrativi delle Provincie fino alla data di costituzione de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21445 4714822
Art. 26 - (Dichiarazione d'urgenza)

1. La presente legge è dichiarata urgente ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Marchio Ecolabel UE: Regolamento n. 66/2010 e criteri di assegnazione

Regolamento UE n. 66/2010 e sue modifiche; il marchio Ecolabel UE; criteri di assegnazione del marchio; elenco delle Decisioni UE per i gruppi di prodotti.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti
  • Tutela ambientale

Classificazione dei rifiuti in base all'origine e in base alla pericolosità

Classificazione in base all’origine: rifiuti urbani e rifiuti speciali; classificazione in base al pericolo: rifiuti pericolosi e non pericolosi; caratteristica di pericolo HP 14 “ecotossico”. Norme di riferimento: Allegato D della parte IV del D. Leg.vo 152/2006; Dec. Comm. UE 18/12/2014, n. 955; Regolam. Comm. UE 18/12/2014, n. 1357; Regolamento Cons. UE 08/06/2017, n. 997. Orientamenti UE: Comunicazione Comm. UE 09/04/2018.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Appalti e contratti pubblici
  • Trasporti
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Mobilità sostenibile e realizzazione della rete nazionale di percorribilità ciclistica

Si illustrano le principali disposizioni della Legge 11/01/2018, n. 2, pubblicata nella G.U. 31/01/2018, n. 25, che persegue l’obiettivo di promuovere l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto alternativo all'automobile e prevede che lo stato, le regioni e gli enti locali rendano lo sviluppo della mobilità ciclistica e delle necessarie infrastrutture di rete una componente fondamentale delle politiche della mobilità in tutto il territorio nazionale.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Linee guida per l'adesione al sistema di ecogestione e audit (EMAS)

Con la Decisione (UE) 2017/2285, la Commissione europea fornisce linee guida e informazioni dettagliate per aderire al sistema europeo di ecogestione e audit (EMAS) istituito con il Regolamento (CE) 1221/2009 del 25/11/2009. Le Linee guida sostituiscono quelle contenute nella Decisione 2013/131/UE al fine di aggiornarle in base all'esperienza acquisita attraverso la gestione di EMAS e per rispondere alle esigenze derivanti da orientamenti supplementari.
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Pubblica Amministrazione
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Tutela ambientale
  • Appalti e contratti pubblici

Punteggi premianti per utilizzo di materiali riciclati negli appalti

Con D.M. 24/05/2016 si è proceduto alla determinazione dei punteggi premianti per l'affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione degli edifici e per la gestione dei cantieri della pubblica amministrazione, e dei punteggi premianti per le forniture di articoli di arredo urbano.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Beni culturali e paesaggio
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica
  • Tutela ambientale
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Difesa suolo
  • Provvidenze

Sicilia: aiuti ai Comuni per la tutela e lo sviluppo del territorio

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Trasporti
  • Tutela ambientale
  • Energia e risparmio energetico

Adozione nuovi PUMS secondo le linee guida di cui al D.M. 04/08/2017

  • Tutela ambientale
  • Prevenzione Incendi
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Progetti speciali di prevenzione dei danni in Sardegna

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale

Aumento progressivo dell'applicazione dei criteri ambientali minimi negli appalti pubblici di servizi e forniture

18/09/2018

13/09/2018

10/09/2018

05/09/2018