FAST FIND : NN13970

D. Leg.vo 24/09/2015, n. 158

Revisione del sistema sanzionatorio, in attuazione dell'articolo 8, comma 1, della legge 11 marzo 2014, n. 23.
Stralcio. In vigore dal 22/10/2015.
Le disposizioni di cui al Titolo II (artt. 15-31) si applicano a decorrere dal 01/01/2016, come modificato dalla Legge di stabilità 2016.
Con le modifiche introdotte da:
- L. 28/12/2015, n. 208
Scarica il pdf completo
2140456 2332721
[Premessa]



IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332722
TITOLO I - REVISIONE DEL SISTEMA SANZIONATORIO PENALE TRIBUTARIO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332723
Art. 1. - Modifica dell’articolo 1 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n.74

1. All’articolo 1, comma 1, del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74 R, sono apportate le seguenti modificazioni:

a)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332724
Art. 2. - Modifica dell’articolo 2 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti

1. All’articolo 2, comma 1, del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, la pa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332725
Art. 3. - Modifica dell’articolo 3 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici

1. L’articolo 3 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, è sostituito dal seguente:

«Art. 3 (Dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici). — 1. Fuori dai casi previsti dall’articolo 2, è punito con la reclusione da un anno e sei mesi a sei anni chiunque, al fine di evadere le imposte sui redd

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332726
Art. 4. - Modifica dell’articolo 4 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di dichiarazione infedele

1. All’articolo 4 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) al comma 1, lettera a), la parola: “cinquantamila” è sostituita

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332727
Art. 5. - Modifica dell’articolo 5 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di omessa dichiarazione

1. All’articolo 5 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, sono apportate le seguenti modificazioni:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332728
Art. 6. - Modifica dell’articolo 10 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di occultamento o di distruzione di documenti contabili

1. All’articolo 10 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, al comma 1, le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332729
Art. 7. - Modifica dell’articolo 10 -bis del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di omesso versamento di ritenute certificate

1. All’articolo 10-bis del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, sono appor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332730
Art. 8. - Modifica dell’articolo 10 -ter del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di omesso versamento dell’imposta sul valore aggiunto

1. L’articolo 10-ter del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, è sos

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332731
Art. 9. - Modifica dell’articolo 10 -quater del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di indebita compensazione

1. L’articolo 10-quater del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, è sostituito dal seguente:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332732
Art. 10. - Confisca

1. Dopo l’articolo 12 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, è inserito il seguente:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332733
Art. 11. - Modifica dell’articolo 13 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, in materia di cause di estinzione e circostanze del reato. Pagamento del debito tributario

1. L’articolo 13 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, è sostituito dal seguente:

«Art. 13 (Causa di non punibilità. Pagamento del debito tributario). — 1. I reati di cui agli articoli 10 -bis, 10-ter e 10-quate

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332734
Art. 12. - Circostanze del reato

1. Dopo l’articolo 13 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, è inserito il seguente:

«Art. 13-bis (Circostanze del reato). — 1. Fuori

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332735
Art. 13. - Custodia giudiziale dei beni sequestrati nell’ambito di procedimenti penali relativi a delitti tributari

1. Dopo l’articolo 18 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, è inserito il seguente:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332736
Art. 14. - Abrogazioni

1. Sono abrogati:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332737
TITOLO II - REVISIONE DEL SISTEMA SANZIONATORIO AMMINISTRATIVO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332738
Capo I - SANZIONI TRIBUTARIE NON PENALI IN MATERIA DI IMPOSTE DIRETTE, DI IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO E DI RISCOSSIONE DEI TRIBUTI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332739
Art. 15. - Modifiche al decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 471

1. Al decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 471 R, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) l’articolo 1 è sostituito dal seguente:

«Art. 1 (Violazioni relative alla dichiarazione delle imposte sui redditi e dell’imposta regionale sulle attività produttive). — 1. Nei casi di omessa presentazione della dichiarazione ai fini delle imposte sui redditi e dell’imposta regionale sulle attività produttive, si applica la sanzione amministrativa dal centoventi al duecentoquaranta per cento dell’ammontare delle imposte dovute, con un minimo di euro 250. Se non sono dovute imposte, si applica la sanzione da euro 250 a euro 1.000. Se la dichiarazione omessa è presentata dal contribuente entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo e, comunque, prima dell’inizio di qualunque attività amministrativa di accertamento di cui abbia avuto formale conoscenza, si applica la sanzione amministrativa dal sessanta al centoventi per cento dell’ammontare delle imposte dovute, con un minimo di euro 200. Se non sono dovute imposte, si applica la sanzione da euro 150 a euro 500. Le sanzioni applicabili quando non sono dovute imposte possono essere aumentate fino al doppio nei confronti dei soggetti obbligati alla tenuta di scritture contabili.

2. Se nella dichiarazione è indicato, ai fini delle singole imposte, un reddito o un valore della produzione imponibile inferiore a quello accertato, o, comunque, un’imposta inferiore a quella dovuta o un credito superiore a quello spettante, si applica la sanzione amministrativa dal novanta al centoottanta per cento della maggior imposta dovuta o della differenza del credito utilizzato. La stessa sanzione si applica se nella dichiarazione sono esposte indebite detrazioni d’imposta ovvero indebite deduzioni dall’imponibile, anche se esse sono state attribuite in sede di ritenuta alla fonte.

3. La sanzione di cui al comma precedente è aumentata della metà quando la violazione è realizzata mediante l’utilizzo di documentazione falsa o per operazioni inesistenti, mediante artifici o raggiri, condotte simulatorie o fraudolente.

4. Fuori dai casi di cui al comma 3, la sanzione di cui al comma 2 è ridotta di un terzo quando la maggiore imposta o il minore credito accertati sono complessivamente inferiori al tre per cento dell’imposta e del credito dichiarati e comunque complessivamente inferiori a euro 30.000. La medesima riduzione si applica quando, fuori dai casi di cui al comma 3, l’infedeltà è conseguenza di un errore sull’imputazione temporale di elementi positivi o negativi di reddito, purché il componente positivo abbia già concorso alla determinazione del reddito nell’annualità in cui interviene l’attività di accertamento o in una precedente. Se non vi è alcun danno per l’Erario, la sanzione è pari a euro 250.

5. Per maggiore imposta si intende la differenza tra l’ammontare del tributo liquidato in base all’accertamento e quello liquidabile in base alle dichiarazioni ai sensi degli articoli 36 -bis e 36 -ter del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600.

6. In caso di rettifica del valore normale dei prezzi di trasferimento praticati nell’ambito delle operazioni di cui all’articolo 110, comma 7, del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, da cui derivi una maggiore imposta o una differenza del credito, la sanzione di cui al comma 2 non si applica qualora, nel corso dell’accesso, ispezione o verifica o di altra attività istruttoria, il contribuente consegni all’Amministrazione finanziaria la documentazione indicata in apposito provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate idonea a consentire il riscontro della conformità al valore normale dei prezzi di trasferimento praticati. Il contribuente che detiene la documentazione prevista dal provvedimento di cui al periodo precedente deve darne apposita comunicazione all’Amministrazione finanziaria secondo le modalità e i termini ivi indicati; in assenza di detta comunicazione si rende applicabile la sanzione di cui al comma 2.

7. Nelle ipotesi di cui all’articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, se nella dichiarazione dei redditi il canone derivante dalla locazione di immobili ad uso abitativo non è indicato o è indicato in misura inferiore a quella effettiva, si applicano in misura raddoppiata, rispettivamente, le sanzioni amministrative previste dai precedenti commi 1 e 2.

8. Se le violazioni previste nei commi 1 e 2 riguardano redditi prodotti all’estero, le sanzioni sono aumentate di un terzo con riferimento alle imposte o alle maggiori imposte relative a tali redditi.»;

b) all’articolo 2:

1) nel comma 1, le parole: “lire cinquecentomila” sono sostituite dalle seguenti: “euro 250” ed è aggiunto, in fine, il seguente periodo: “Se la dichiarazione omessa è presentata dal sostituto entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo e, comunque, prima dell’inizio di qualunque attività amministrativa di accertamento di cui abbia avuto formale conoscenza, si applica la sanzione amministrativa dal sessanta al centoventi per cento dell’ammontare delle ritenute non versate, con un minimo di euro 200.”;

2) nel comma 2, le parole: “dal cento al duecento” sono sostituite dalle seguenti: “dal novanta al centoottanta” e le parole: “lire cinquecentomila” sono sostituite dalle seguenti: “euro 250”;

3) dopo il comma 2, sono inseriti i seguenti: “2-bis. La sanzione di cui al comma 2 è aumentata della metà quando la violazione è realizzata mediante l’utilizzo di documentazione falsa, mediante artifici o raggiri, condotte simulatorie o fraudolente.

2-ter. Fuori dai casi di cui al comma 2 -bis, la sanzione di cui al comma 2 è

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332740
Capo II - SANZIONI AMMINISTRATIVE PER LE VIOLAZIONI DI NORME TRIBUTARIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332741
Art. 16. - Modifiche al decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472

1. Al decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 R, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) all’articolo 2, comma 4, le parole: “delle finanze, di concerto con il Ministro del tesoro” sono sostituite dalle seguenti: “dell’economia e delle finanze”;

b) all’articolo 5, il comma 2 è abrogato;

c) all’articolo 7:

1) nel comma 3, le parole: “La sanzione può essere” sono sostituite dalle seguenti: “Salvo quanto previsto al comma 4, la sanzione è” e dopo le parole: “all’accertamento” sono inserite le seguenti: “di mediazione e di con

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332742
Capo III - ALTRE DISPOSIZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332743
Art. 17. - Sanzione applicabile in caso di cessioni, risoluzioni e proroghe anche tacite dei contratti di locazione e di affitto di beni immobili

1. All’articolo 17 del decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131 R, sono apportate le seguenti modificazioni:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332744
Art. 18. - Altre modifiche in materia di sanzioni ai fini dell’imposta di registro

1. Al titolo VII del decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131, sono apportate le seguenti modifi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332745
Art. 19. - Associazioni sportive dilettantistiche

1. Al comma 5 dell’articolo 25 della legge 13 maggio 1999, n. 133

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332746
Art. 20. - Modifica dell’atto di recupero

1. All’articolo 1, comma 421, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, dopo le par

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332747
Art. 21. - Violazioni in materia di certificazione unica

1. All’articolo 4, comma 6 -quinquies, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332748
Art. 22. - Violazioni degli obblighi di comunicazione degli enti e delle casse aventi esclusivamente fine assistenziale

1. All’articolo 78, comma 26, della legge 30 dicembre 1991, n. 413

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332749
Art. 23. - Violazioni degli obblighi di comunicazione al Sistema tessera sanitaria

1. All’articolo 3 del decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332750
Art. 24. - Riduzione sanzionatoria in caso di rettifiche del CAF o del professionista

1. All’articolo 39, comma 1, lettera a), sesto periodo, del decreto legislativo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332751
Art. 25. - Procedimento di computo in diminuzione delle perdite in accertamento

1. All’articolo 42 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600 R, dopo il terzo comma è aggiunto il seguente: «Fatte salve le previsioni di cui all’articolo 40 -bis del presente decreto, sono computate in diminuzione dei maggiori imponibili di cui al secondo comma le perdite relative al periodo d’imposta oggetto di accertamento, fino a concorrenza del loro importo. Dai maggiori imponibili che residuano dall’eventuale computo in diminuzione di cui al periodo precedente, il contribuente ha facoltà di chiedere che siano computate in diminuzione le perdite pregresse non utilizzate, fino a concorrenza del loro importo. A tal fine, il contribuente deve presentare un’apposita istanza all’ufficio competente all’emissio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332752
Art. 26. - Ulteriori modifiche in materia di imposta di registro

1. All’articolo 13 del decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332753
Art. 27. - Modifiche in materia di imposte ipotecaria e catastale

1. All’articolo 6, comma 2, del decreto legislativo 31 ottobre 1990, n. 347 R, le parole: “t

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332754
Art. 28. - Modifiche in materia di imposta sulle successioni e donazioni

1. All’articolo 50, comma 1, secondo periodo, del decreto legislativo 31 ottobre

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332755
Art. 29. - Modifiche in materia di imposta di bollo

1. Al titolo V del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332756
Art. 30. - Modifiche in materia di imposta sugli intrattenimenti

Omissis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332757
Art. 31. - Modifiche in materia di fatture per operazioni inesistenti

1. Nell’articolo 21 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332758
TITOLO III - DECORRENZA DEGLI EFFETTI, ABROGAZIONI E DISPOSIZIONI FINANZIARIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332759
Art. 32. - Decorrenza degli effetti e abrogazioni

1. Le disposizioni di cui al Titolo II del presente decreto si applicano a decorrere dal “1° gennaio 2016” N1.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2140456 2332760
Art. 33. - Disposizione finanziaria

1. Agli oneri derivanti dal presente decreto, valutati in 40 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2017, si provvede mediante corrispondente riduzione della dotazione del Fondo di cui all’articolo 16, comma 1, ultimo periodo, della legge 11 marzo 2014, n. 23

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Imposte indirette
  • Fisco e Previdenza

Bollo su documenti appalti pubblici, pratiche edilizie e di genio civile, ambientali, di prevenzione incendi, accesso agli atti

PREMESSA E QUADRO NORMATIVO (Norme di legge; Prassi dell’Agenzia entrate) - IMPOSTA DI BOLLO NEI CONTRATTI PUBBLICI (Documentazione tecnico-contrattuale lavori pubblici; Atti connessi alla stipula ed all’esecuzione di un contratto di appalto in genere; Bollo sui documenti formati all’interno del MEPA; Tabella riepilogativa bollo nei contratti pubblici) - IMPOSTA DI BOLLO NELLE PRATICHE EDILIZIE E DI GENIO CIVILE, AMBIENTALI E DI PREVENZIONE INCENDI (Pratiche edilizie e di genio civile; Pratiche ambientali e paesaggistiche; Pratiche di prevenzione incendi; Tabella riepilogativa bollo su edilizia, genio civile, ambiente, prevenzione incendi) - IMPOSTA DI BOLLO SU ACCESSO AGLI ATTI E ACCESSO CIVICO.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Fisco e Previdenza

Detrazioni per riqualificazione energetica, ristrutturazione, misure antisismiche, acquisto mobili

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA (Assetto aggiornato con le modifiche introdotte con la Legge di bilancio 2019; Cessione del credito o sconto dai fornitori; Tabelle riepilogative aggiornate; Documentazione da trasmettere. Portale ENEA per la trasmissione dei dati; Vademecum ENEA per i vari tipi di interventi e risposte a FAQ; Guida Agenzia entrate risparmio energetico; Guida ANCE ecobonus e sismabonus) - INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE E PER L’ADOZIONE DI MISURE ANTISISMICHE (Assetto aggiornato con le modifiche introdotte con la Legge di bilancio 2019; Cessione del credito o sconto dai fornitori; Tabelle riepilogative aggiornate; Guida Agenzia entrate e approfondimento; Guida ANCE ecobonus e sismabonus) - ACQUISTO DI ABITAZIONI IN FABBRICATI INTERAMENTE RISTRUTTURATI - ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI (Indicazioni generali; Guida Agenzia entrate bonus mobili) - INTERVENTI DI SISTEMAZIONE A VERDE - BONIFICI E PAGAMENTI - AUTOCOSTRUZIONE O ACQUISTO DI AUTORIMESSA O BOX PERTINENZIALE - TRASFERIMENTO DELLA TITOLARITÀ (COMPRAVENDITA, LOCAZIONE O COMODATO, SUCCESSIONE MORTIS CAUSA) (Compravendita; Successione mortis causa; Locazione o comodato; Intrasferibilità del bonus mobili ed elettrodomestici).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza

Ammortamento maggiorato su beni strumentali nuovi (c.d. super ammortamento)

Il “Super-ammortamento” è un incentivo fiscale che prevede che per imprese e professionisti che effettuano investimenti in beni materiali strumentali nuovi è maggiorato il costo di acquisizione di tali beni, con esclusivo riferimento alla determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria. Aumentando gli ammortamenti, i contribuenti possano alzare in modo figurativo i costi, riducendo le imposte da pagare. La misura è stata introdotta dalla L. 208/2015 ed in seguito prorogata e rimodulata da successive disposizioni.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito

La cessione del credito per agevolazioni su interventi di risparmio energetico e antisismici

CESSIONE DEL CREDITO FISCALE DERIVANTE DALLE AGEVOLAZIONI - SOGGETTI CHE POSSONO USUFRUIRE DELLA CESSIONE (Credito per detrazioni su interventi di riqualificazione energetica; Credito per detrazioni su interventi condominiali di messa in sicurezza sismica) - MODALITÀ ATTUATIVE E OPERATIVE (Provvedimenti Agenzia Entrate di riferimento; Adempimenti e procedura per cedere il credito e per usufruire della cessione) - SCONTO DAI FORNITORI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fisco e Previdenza
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Compravendite e locazioni immobiliari: prontuario operativo delle imposte indirette (IVA, registro, ipotecaria e catastale)

DEFINIZIONI UTILI (Distinzione tra fabbricati abitativi e strumentali; Determinazione della data di ultimazione della costruzione o dell’intervento; Terreni edificabili; Reverse charge (inversione contabile)) - OPERAZIONI IMMOBILIARI RILEVANTI E NON AI FINI IVA - REGIME DELLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI (Compravendite immobiliari imponibili IVA ed esenti; Compravendite immobiliari - Riepilogo della tassazione, delle aliquote e degli importi; Compravendite immobiliari Casi particolari; Compravendite immobiliari Determinazione della base imponibile) - REGIME DELLE LOCAZIONI IMMOBILIARI (Locazioni immobiliari imponibili IVA ed esenti; Locazioni immobiliari - Riepilogo della tassazione, delle aliquote e degli importi; Locazioni immobiliari - Casi particolari) - TRATTAMENTO FISCALE DELLE PERTINENZE - TRATTAMENTO FISCALE DELLE PERTINENZE - TRATTAMENTO FISCALE DELLE CONVENZIONI URBANISTICHE E DEGLI ATTI CONSEGUENTI.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Protezione civile
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Fisco e Previdenza
  • Calamità/Terremoti

Sisma maggio 2012: termine ultimo esenzione IMU per i fabbricati dichiarati inagibili