FAST FIND : NR4048

L. R. Lombardia 30/11/1983, n. 86

Piano regionale delle aree regionali protette. Norme per l'istituzione e la gestione delle riserve, dei parchi e dei monumenti naturali nonché delle aree di particolare rilevanza naturale e ambientale.
Stralcio.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 06/06/2019, n. 9
- L.R. 28/12/2018, n. 23
- L.R. 10/08/2017, n. 22
- L.R. 17/11/2016, n. 28
- L.R. 26/05/2016, n. 14
- L.R. 30/03/2016, n. 8
- L.R. 29/12/2015, n. 42a
- L.R. 10/11/2015, n. 38
- L.R. 08/07/2014, n. 19
- L.R. 04/08/2011, n. 12
- L.R. 05/02/2010, n. 7
- L.R. 31/03/2008, n. 10
- L.R. 16/07/2007, n. 16
- L.R. 11/03/2005, n. 12
- L.R. 08/02/2005, n. 6
- L.R. 28/10/2004, n. 27
- L.R. 05/05/2004, n. 12
- L.R. 20/12/2002, n. 32
- L.R. 22/07/2002, n. 15
- L.R. 28/02/2000, n. 11
- L.R. 08/11/1996, n. 32
- L.R. 22/01/1990, n. 5
- L.R. 14/12/1987, n. 42
- L.R. 23/04/1985, n. 41
Scarica il pdf completo
21191 5620688
TITOLO I - PIANO GENERALE DELLE AREE REGIONALI PROTETTE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620689
Capo I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620690
Art. 1 - (Regimi di tutela delle aree protette)

N1

1. Ai fini della conservazione, del recupero e della valorizzazione dei beni naturali e ambientali del territorio della Lombardia, tenuto conto degli interessi locali in materia di sviluppo economico e sociale, in attuazione dei principi costituzionali e statutari, la regione, anche in collaborazione con gli enti locali e coordinandone gli interventi definisce con la presente legge il piano generale delle aree regionali protette di interesse naturale ed ambientale; le aree protett

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620691
Art. 2 - (Individuazione delle aree protette)

1. Le aree protette dal piano regionale sono individuate e classificate dall'allegato A della presente legge, che ne c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620692
Art. 3 - (Strumenti di programmazione economico - finanziaria)

1. Al fine di favorire l'attuazione degli interventi di protezione ambientale e naturale e di incentivare le iniziative dei comuni compresi nel territorio delle riserve e dei parchi di interesse regionale, agli interventi da effettuare in tali aree, fatte salve le eventuali priorità stabilite dalla legislazione statale di settore, è riconosciuta la priorità nella concessione dei contributi regionali previsti dalla legislazione vigente nei settori dell'agricoltura, della forestazione, della difesa dei boschi dagli incendi, della difesa idrogeologica del suolo, dell'inquinamento dell'aria e dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620693
Art. 3 bis - (Piano regionale delle aree protette)

N15

1. Il piano regionale delle aree protette (PRAP) costituisce atto fondamentale di indirizzo per la gestione e la pianificazione tecnico-finanziaria, nonché atto di orientamento della pianificazione e gestione degli enti gestori delle aree protette.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620694
Art. 3-ter - (Rete ecologica regionale)

N19

1. La Rete ecologica regionale (RER) è costituita dalle aree di cui all&rsqu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620695
Art. 4 - (Difesa, gestione e sviluppo dei boschi e della vegetazione naturale e seminaturale)

N14

1. I boschi delle aree protette di cui all'articolo 1 sono disciplinati dalla legge regionale “5 dicembre 2008, n. 31 (Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale)” N34 e dal presente articolo. I popolamenti arborei, arbustivi ed erbacei naturali e seminaturali, che non costituiscono bosco ai sensi dell'articolo “42 della l.r. 31/2008N34, sono disciplinati e tutelati in forma coordinata ed integrata.

2. I boschi e le strutture minori di vegetazione naturale e seminaturale delle aree protette sono difesi, gestiti e sviluppati per le loro funzioni ecologiche, paesaggistiche, di difesa idrogeologica, sociali e produttive ed a tal fine:

a) sono collegati tra loro e con le superfici di verde urbano, secondo i principi e le tecniche delle reti ecologiche; è favorita la presenza e la diffusione delle specie autoctone ed è arricchita la composizione floristica e la biodiversità;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620696
Art. 5 - (Acquisizione di aree e nuove localizzazioni di attività economiche)

1. I piani dei parchi e delle riserve “possono prevedere”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620697
Capo II - Strumenti organizzativi e promozionali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620698
Art. 6 - (Organismi di partecipazione)

N20

1. È istituita, se

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620699
Art. 7 - (Commissioni provinciali per l’ambiente naturale)

N59

1. In ogni provincia N44 è istituita la Commissione provinciale N45 per l'ambiente naturale, nominata, per delega della Regione, dal Presidente della provincia N46 e composta da:

- il presidente della Provincia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620700
Art. 8 - (Comitati di proposta)

1. Per ciascuna delle aree protette di cui all'allegato A, nelle quali è prevista l'istituzione di un parco naturale, entro sessanta giorni dall'entrata in vigore della presente legge è costituito, ove non sia stata ancora approvata dal Consiglio regionale la legge istitutiva del parc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620701
Art. 9 - (Valorizzazione ambientale e promozione culturale)

1. La Giunta regionale promuove e coordina le iniziative volte al riconoscimento dei valori ambientali e alla conoscenza dell'ambiente naturale, ai fini della sua tutela, gestione e fruizione; in particolare promuove studi per:

a) il censimento del patrimonio naturale e ambientale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620702
Art. 10 - (Formazione professionale e istruzione)

1. Nei programmi regionali di formazione professionale di cui all'art. 64 della L.R. 7 giugno 1980, n. 95 e successive modificazioni e integrazioni sono previsti corsi di formazione e aggiornamento del personale addetto alla gestione dei parchi e delle riserve natur

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620703
TITOLO II - REGIME DELLE AREE REGIONALI PROTETTE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620704
Capo I - Regime delle riserve naturali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620705
Art. 11 - (Classificazione delle riserve naturali)

1. Le riserve naturali sono classificate, in relazione al rispettivo regime di protezione, nelle seguenti categorie:

a) riserve naturali integrali, istituite con lo scopo di proteggere e conservare integralmente e globalmente la natura e l'ambiente e nelle quali è vietata ogni attività diversa dalla ricerca scientifica e dalle rela

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620706
Art. 12 - (Procedura per l'istituzione e delimitazione delle riserve naturali)

1. Le riserve naturali di interesse regionale sono istituite, anche al di fuori delle aree individuate nell'allegato A alla presente legge, con deliberazione del Consiglio regionale “previa consultazione delle province, delle comunità montane e dei comuni interessati, ai sensi dall’articolo 22, comma 1, lettera a), della legge 394/1991N43; a tal fine la Giunta regionale, delibera la relativa proposta, cui è allegata una plani

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620707
Art. 13 - (Gestione delle riserve naturali)

1. La gestione delle riserve è affidata alla provincia o alla comunità montana o ai comuni, singoli o associati, competenti per territorio, ovvero a “un ente di diritto pubblico, disciplinato ai sensi degli articoli 22, 22-bis, 22-ter e 22-quater”. N21

2. Il soggetto gestore della riserva:

a) elabora il piano N74;

a bis) elabora e approva il regolamento per la gestione e il funzionamento della riserva e ne trasmette copia alla Giunta regionale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620708
Art. 14 - (Piano della riserva naturale)

1. Per ciascuna riserva naturale è formato un piano la cui approvazione spetta alla Giunta regionale, che:

a) determina le opere necessarie a migliorare la qualità dell’ambiente e a tutelare la biodiversità, evidenziando le aree particolarmente meritevoli dal punto di vista naturalistico da sottoporre a maggior tutela e le azioni necessarie alla conservazione e al ripristino ambientale;

b) regolamenta le attività antropiche consentite;

c) individua eventuali attività antropiche non coerenti con gli obiettivi di conservazione, prescrivendone la cessazione o prevedendo, ove possibile, misure di compatibilizzazione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620709
Art. 14 bis - (Procedure per l’approvazione dei piani delle riserve naturali)

N58

1. Il provvedimento di adozione del piano della riserva e delle relative varianti è pubblicato a cura del gestore della riserva negli albi pretori dei comuni e delle province interessate per trenta giorni consecutivi, dandone ulteriore avviso sul BURL, sul sito istituzionale della Regione e su almeno due quotidiani con l&rs

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620710
Art. 15 - (Norme di salvaguardia)

1. La proposta istitutiva della riserva stabilisce, motivandoli in relazione alla situazione dell'area interessata, quali fra i divieti di cui al successivo comma si applichino nella riserva e nella relativa area di rispetto a far tempo dalla notifica della proposta medesima ai comuni interessati, fino all'entrata in vigore della deliberazione istitutiva, e comunque per non oltre due anni. N3

2. I divieti sono stabiliti in relazione alle caratteristiche di ciascuna riserva, specificandoli tra i seguenti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620711
Capo II - Regime dei parchi regionali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620712
Art. 16 - (Classificazione dei parchi regionali)

N1

1. I parchi regionali sono classificati, in allegato A, lettera a) della presente legge, in relazione alle specifiche finalità, conseguenti ai rispettivi caratteri ambientali e territoriali, in una o più delle seguenti categorie:

a) parchi fluviali, istituiti per tutelare gli ambienti rivieraschi dei principali corsi d'ac

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620713
Art. 16-bis - (Istituzione dei parchi regionali)

N1

1. I parchi regionali sono istituiti, previa consultazione dei comuni, delle comunità montane e delle province interessate, nelle forme previste dall'art. 22, comma 1, lett. a) della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620714
Art. 16-ter - (Individuazione dei parchi naturali)

N1

1. "Previa co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620715
Art. 17 - (Strumento di pianificazione del parco)

1. Per ogni parco regionale “viene formato” N34:

a) un piano territoriale di coordinamento, avente effetti di piano paesistico coordinato, ai sensi dell'articolo 57 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 (Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59 con i contenuti paesistici del piano territoriale di coordinamento provinciale; tale piano, in attuazione dell'articolo 25 della legge 6 dicembre 1991, n. 394 (Legge quadro sulle aree protette) reca, in apposita sua parte, avente altresì effetti di piano territoriale regionale, le previsioni di cui all'articolo 16-ter, comma 2, per le zone di cui all'articolo 1, comma 1, lettera a), qualora individuate nell'ambito del parco regionale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620716
Art. 18 - (Rapporti con altri strumenti di pianificazione territoriale)

1. Le previsioni contenute in piani territoriali di coordinamento comprensoriale, ove formati, o in piani urbanistici delle Comunità montane, che riguardino aree comprese nei parchi regionali, debbono essere adeguate alle esigenze di rispetto delle finalità del Parco, e demandano al piano territoriale del Parco, nell'ambito degli indirizzi generali da essi definiti, la disciplina del territorio che vi è compreso per gli aspetti previsti dal precedente art. 17.

2. Sui piani territoriali di coordinamento comprensoriale e sui piani urbanistici delle Comunità montane e sulle relative modifiche, che interessino aree comprese nei parchi regionali di interesse regionale, deve essere acquisito, prima della loro adozione, il parere dell'ente che gestisce il Parco.

3. Il piano del parco può individuare zone riservate ad autonome scelte di pianificazione comunale; per queste zone il piano detta orientamenti e criteri generali per il coordinamento delle previsioni dei singoli strumenti urbanistici.

4. Le previsioni urbanistiche del piano del parco sono immediatamente vincolanti per chiunque, sono recepite di diritto negli strumenti urbanistici generali dei comuni interessati e sostituiscono eventuali previsioni difformi che vi fossero contenute.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620717
Art. 19 - (Procedure per l'approvazione dei piani dei parchi regionali)

N4

1. Il provvedimento d'adozione del piano territoriale di coordinamento o delle relative varianti è pubblicato a cura dell'ente gestore negli albi pretori dei comuni e delle province interessate per trenta giorni consecutivi, dandone ulteriore avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia e su almeno due quotidiani con l'indicazione della sede ove si può prendere

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620718
Art. 19-bis - (Piano del parco naturale)

N19

1. Per ogni par

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620719
Art. 20 - (Piani di settore e regolamenti dei parchi regionali)

N64

1. Il piano territoriale di coordinamento del parco può prevedere la formazione di regolamenti che disciplinano l’esercizio delle attività consentite entro il territorio del parco e determinano la localizzazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620720
Art. 21 - (Compiti dell'ente gestore)

1. L'ente gestore del parco:

a) adotta la proposta del piano territoriale N65, approva i piani attuativi di settore ed i regolamenti d'uso del parco;

b) esprime parere, nei casi previsti dalla legge, agli organi della Regione ed agli enti locali su provvedimenti che riguardino il territorio del parco;

c) promuove l'acquisizione, anche mediante espropriazione per pubblica utilità, delle aree individuate nel piano territoriale come necessarie al conseguimento delle finalità del parco;

d) propone alla Regione gli interventi finanziari di cui al precede

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620721
Art. 22 - (Enti gestori dei parchi regionali)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620722
Art. 22-bis - (Istituzione e organizzazione degli enti. Approvazione dello statuto)

N19

1. Entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge istitutiva del parco regionale, il Presidente della Giunta regionale o l’assessore regionale competente in materia di aree protette, se delegato, convoca in conferenza gli enti locali individuati nella legge istitutiva, per la predisposizione dello statuto.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620723
Art. 22-ter - (Organizzazione degli enti parco)

N19

1. Sono organi dell’ente:

a) il presidente;

b) il consiglio di gestione;

c) la comunità del parco;

d) il revisore dei conti.

2. Il presidente, il consiglio di gestione e il revisore dei conti restano in carica per cinque anni.

3. Il presidente, eletto dalla comunità del parco, è il rappresentante legale del parco, convoca e presiede il consiglio e la comunità del parco, stabilendo l’ordine del giorno e dirigendone i lavori; conferisce, inoltre, sentito il consiglio di gestione, l’incarico al direttore e vigila sull’esecuzione delle deliberazioni del consiglio di gestione e della comunità del parco.

4. Il consiglio di gestione è composto dal presidente e da due o quattro membri, eletti dalla comunit&a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620724
Art. 22-quater - (Direttore, personale e supporto tecnico-scientifico)

N19

1. "La Giunta regionale stabilisce i requisiti professionali e le competenze necessarie per il conferimento dell’incarico di direttore del parco." N29 L’incarico di direttore è conferito con contratto di diritto privato, che ne stabilisce anche la durata, compresa fra tre e cinque anni; l’incarico è rinnovabile. In ogni caso, il direttore resta in carica fino al conferimento dell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620725
Art. 22-quinquies - (Partecipazione delle associazioni)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620726
Art. 23 - (Coordinamento fra parchi contigui)

1. Al fine di coordinare l'elaborazione dei piani e la programmazione e l'attuazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620727
Capo III - Regime dei monumenti naturali e delle zone di rilevanza ambientale
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620728
Art. 24 - (Monumenti naturali)

1. I monumenti naturali sono individuati, anche al di fuori delle aree di cui all'allegato A della presente legge, con deliberazione della Giunta regionale, sentiti i comuni, le comunità montane e le province interessate.

2. La relativa deliberazione è pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione e ad essa è allegata la cartografia, in scala 1: 2000, qualora la tutela si estenda anche all'area circostante il monumento.

3. Entro sessanta giorni dalla data di pubblicazione della deliberazione di cui al precedente comma, chiu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620729
Art. 25 - (Zone di particolare rilevanza naturale e ambientale)

1. Nelle zone di particolare rilevanza naturale e ambientale di cui alla lettera d) del primo comma del precedente art. 1, individuate nell'allegato A della presente legge, le Commissioni provinciali o consorziali per l'ambiente naturale previ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620730
TITOLO II BIS - APPLICAZIONE DELLE DIRETTIVE EUROPEE HABITAT E UCCELLI

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620731
Art. 25 bis - (Rete Natura 2000)

1. In attuazione degli obiettivi fissati dal decreto del Presidente della Repubblica 8 settembre 1997, n. 357 (Regolamento recante attuazione della Direttiva 92/43/CEE relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali, nonché della flora e della fauna selvatiche), il presente Titolo disciplina l’adozione delle misure di salvaguardia della biodiversità mediante la gestione della rete ecologica europea Natura 2000.

2. Ai fini del presente Titolo si intendono per siti: le zone di protezione speciale (ZPS), individuate ai sensi della Direttiva 79/409/CEE del Consiglio, del 2 aprile 1979, relativa alla conservazione degli uccelli selvatici, i siti di importanza comunitaria (SIC), i proposti siti di importanza comunitaria (pSIC) e le zone speciali di conservazione (ZSC), individuati ai sensi della Direttiva 92/43/CEE del Consiglio, del 21 maggio 1992, relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche, che costituiscono la Rete Natura 2000.

3. La Regione:

a) concorre alla definizione della Rete Natura 2000 in ambito regionale, anche emanando indirizzi e misure generali di conservazione per la gestione, la conservazione e il monitoraggio dei siti, degli habitat e delle specie di interesse comunitario;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620732
TITOLO III - SANZIONI AMMINISTRATIVE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620733
Art. 26 - (Vigilanza)

1. La vigilanza sull'osservanza dei divieti e delle prescrizioni in materia di tutela dell'ambiente nei parchi, nelle riserve e nei monumenti naturali, è esercitata dagli enti che gestiscono le rispettive aree protette, tramite il proprio personale a ciò preposto. “Nei siti di Rete Natura 2000 la vigilanza è esercitata dai rispettivi enti gestori.”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620734
Art. 27 - (Sanzioni amministrative)

1. Sono perseguite con le sanzioni amministrative di cui al successivo comma, le violazioni ai divieti ed alle prescrizioni obbligatorie stabiliti:

a) dai provvedimenti istitutivi delle singole aree protette e dai relativi provvedimenti di att

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620735
Art. 28 - (Danno ambientale con possibilità di ripristino)

1. Nel caso di violazioni che comportino danno ambientale con possibilità di ripristino, si applica la sanzione amministrativa consistente nel pagamento di una somma di denaro compresa fra il doppio e il triplo del profitto derivante dalla trasgressione e comunque non inferiore a L. 1.000.000. Il profitto si determina con riferimento all'utilità ec

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620736
Art. 29 - (Danno ambientale senza possibilità di ripristino)

1. Nel caso di violazioni che comportino danno ambientale senza possibilità di ripristino, si applica la sanzione amministrativa consistente nel pagamento di una somma di denaro compresa fra il triplo e il quadruplo del profitto derivante dalla trasgressione e comunque non

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620737
Art. 30 - (Danno ambientale di minima entità)

1. In caso di violazioni che comportino danno ambientale di minima entità, per

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620738
Art. 31 - (Competenza per l'irrogazione delle sanzioni)

1. La competenza all'irrogazione delle sanzioni di cui ai precedenti artt. 27, 28, 29 e 30, spetta, limitatamente alle violazioni commesse nelle aree protette ai sensi della presente legge:

a) nei parchi regionali, all'ente gestore del parco;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620739
TITOLO IV - ALTRE DISPOSIZIONI E NORME FINANZIARIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620740
Art. 32 - (Segnaletica)

1. I confini dei parchi, delle riserve e dei monumenti naturali sono indicati a cura dell'ente gestore con apposite tabelle.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620741
Art. 33 - (Interventi sostitutivi e scioglimento degli organi)

N89

1. In caso di imminente pericolo per la conservazione dell'ambiente naturale nei parchi, nelle riserve e nei monumenti naturali e di inerzia dell'ente competente, la Giunta regionale adotta, anche in via sostitutiv

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620742
Art. 33 bis - (Indennizzi dei danni provocati dalla fauna selvatica nelle riserve e nei parchi naturali)

N59

N12

1. I danni provocati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole, ai pascoli ed agli allevamenti zootecnici nel territorio compreso ne

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620743
Art. 34 - (Parchi locali di interesse sovracomunale)

N20

1. I parchi locali di interesse sovracomunale (PLIS) sono aree comprendenti strutture naturali ed eventualmente aree verdi periurbane, anche in connessione con parchi regionali, riserve e monumenti naturali, di interesse sovracomunale per il loro valore naturale, paesistico e storico-culturale, anche in relazione alla posizione e al potenziale di sviluppo in contesti paesisticamente impoveriti, urbanizzati o degradati. I PLIS non possono essere individuati all’interno dei parchi naturali o regionali e delle riserve naturali.

2. I PLIS sono finalizzati

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620744
Art. 35 - (Norme per la provincia di Sondrio)

1. Per il territorio della provincia di Sondrio, eventuali proposte di modifiche al p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620745
Art. 36 - (Riserve naturali locali istituite ex L.R. 17 dicembre1973, n. 58)

1. Con l'entrata in vigore della presente legge sono classificate come riserve naturali di interesse regionale le seguenti riserve naturali locali, istituite ai sensi della L.R. 17 dicembre 1973, n. 58:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620746
Art. 37 - (Biotopi, e geotopi individuati ex L.R. 27 luglio 1977 n. 33)

1. I biotopi e geotopi già individuati con deliberazione del Consiglio regionale ai sensi del titolo II della L.R. 27 lu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620747
Art. 38 - (Parchi locali di interesse sovracomunale già costituiti)

1. Con l'entrata in vigore della presente legge si intendono riconosciuti come parchi locali di interesse sovracomunale per gli effetti di cui al precedente art. 34:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620748
Art. 38-bis - (Disposizioni transitorie sui parchi di cintura metropolitana)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620749
Art. 39 - (Termini per l'istituzione dei parchi naturali)

1. Nell'ambito delle aree classificate a parco naturale di cui al precedente art. 1, lett. a), la Regione istituisce i singoli parchi con legge regionale ai sensi del precedente

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620750
Art. 40 - Art. 41 Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620751
Art. 41-bis - (Contributo annuale)

N6

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620752
Art. 42 - (Abrogazione di norme)

1. Sono abrogati:

a) la L.R. 17 dicembre 1973, n. 58;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620753
Art. 43 - (Norma di raccordo)

1. Restano ferme le disposizioni di cui alla L.R. 22 marzo 1980, n. 33 per quanto riguarda il parco naturale della Valle del Ticino.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620754
Art. 44 - (Clausola d'urgenza)

1. La presente legge regionale è dichiarata urgente ai sensi degli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21191 5620755
Allegato A - Omissis



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Energia e risparmio energetico

Emilia Romagna: contributi per la redazione del piano di azione per il clima e l'energia sostenibile

Il bando è rivolto agli Enti locali della Regione Emilia-Romagna, per sostenere l'adesione al patto dei sindaci per l'energia ed il clima e la redazione del piano di azione per l'energia sostenibile e il clima (Paesc), e prevede la concessione di un contributo a fondo perduto, a forfait, secondo le soglie di abitanti. Il contributo raddoppia per i Comuni fusi e le Unioni che partecipano con il 100% dei Comuni.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Beni culturali e paesaggio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici

I lavori pubblici su beni culturali

NORMATIVA DI RIFERIMENTO (Ambito di applicazione e contenuti del D.M. 154/2017; Entrata in vigore del D.M. 154/2017 e abrogazioni, possibile vuoto normativo in tema di progettazione) - REQUISITI DI QUALIFICAZIONE DEI SOGGETTI ESECUTORI (Idoneità tecnica - Certificazione dei lavori eseguiti; Qualificazione per affidamenti di importo inferiore a 150.000 euro; Idoneità tecnica - Idonea direzione tecnica; Mantenimento dei requisiti di qualificazione) - PROGETTAZIONE E DIREZIONE LAVORI (Progettazione; Direzione lavori e supporto al RUP; Tecnici interni alle stazioni appaltanti; Elaborati progettuali; Verifica dei progetti) - AFFIDAMENTO (Modalità di affidamento, procedure e criteri di scelta del contraente; Somma urgenza) - ESECUZIONE E COLLAUDO DEI LAVORI (Varianti; Collaudo; Consuntivo scientifico al termine dei lavori) - SPONSORIZZAZIONE.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Rifiuti
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Puglia: contributi per la rimozione di rifiuti dalle aree costiere

È di 4 milioni di euro la spesa autorizzata per sostenere i Comuni nelle attività volte alla rimozione di rifiuti presenti su aree costiere. La Regione Puglia è tra le regioni italiane con maggiore sviluppo costiero (circa 900 km), oltre che una regione notoriamente ad altissima vocazione turistica. Nel bando sono stabiliti i criteri e le modalità per l’attribuzione delle risorse che prevedono il 75% delle risorse ripartito tra tutti i Comuni costieri pugliesi in modo direttamente proporzionale rispetto ai metri lineari di costa ed il restante 25% distribuito, invece, ai Comuni costieri pugliesi dove sono presenti aree naturali protette. L’importo massimo concedibile del contributo è pari a 150 mila euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti

Rifiuti, non rifiuti e sottoprodotti: definizione, classificazione, normativa di riferimento

RIFIUTI, NON RIFIUTI E SOTTOPRODOTTI (Rifiuti; Non rifiuti (esclusioni dal campo di applicazione della parte IV del D. Leg.vo 152/2006); Sottoprodotti) - CESSAZIONE DELLA QUALITÀ DI RIFIUTO, RECUPERO (Condizioni per la cessazione della qualità di rifiuto; Normativa di riferimento per il recupero di rifiuti) - LE CONDIZIONI PER LA QUALIFICAZIONE COME SOTTOPRODOTTO (Condizioni per la qualifica di sottoprodotto; Dimostrazione dei requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti) - CRITERI PER LA QUALIFICAZIONE COME SOTTOPRODOTTO DI SPECIFICHE TIPOLOGIE DI SOSTANZE.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Difesa suolo

Liguria: contributi a favore dei Comuni per la bonifica di siti inquinati

Le risorse disponibili per l’anno 2019 per la bonifica dei siti contaminati nella Regione Liguria ammontano a 385.496,40 euro. I Comuni avranno tempo fino al 26/07/2019 per presentare le domande, che dovranno essere corredate da relazione tecnica descrittiva e quadro economico, cartografia della zona di intervento, dati catastali, cronoprogramma dei tempi di realizzazione. Gli interventi devono riguardare esclusivamente aree pubbliche o aree in cui le amministrazioni pubbliche ritengono di dover intervenire in sostituzione del soggetto preposto.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Inquinamento atmosferico
  • Impiantistica

Gas fluorurati a effetto serra: obblighi di comunicazione alla banca dati e tenuta dei registri

  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Divieto dell'uso di gas fluorurati a effetto serra