FAST FIND : NW3855

Ultimo aggiornamento
11/08/2015

Diploma di Tecnico Superiore e accesso alle professioni tecniche

La L. 107/2015 - di riforma degli ordinamenti scolastici - ha introdotto importanti norme che prevedono nuovi sbocchi professionali per i diplomati degli Istituti Tecnici Superiori (ITS), che potranno accedere agli esami di Stato per le professioni di agrotecnico, geometra, perito agrario e perito industriale, alla professione di Certificatore energetico ed a quella di Responsabile tecnico delle imprese abilitate per gli impianti.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

La L. 13/07/2015, n. 107, recante “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti” (pubblicata sulla G.U. 15/07/2015, n. 162), ha introdotto importanti norme che prevedono nuovi sbocchi professionali per i diplomati degli Istituti Tecnici Superiori (ITS), che potranno accedere agli esami di Stato per le professioni di agrotecnico, geometra, perito agrario e perito industriale, alla professione di Certificatore energetico ed a quella di Responsabile tecnico delle imprese abilitate per gli impianti.

CHE COSA SONO GLI ISTITUTI TECNICI SUPERIORI
(fonte: Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca educativa)
Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) sono "scuole ad alta specializzazione tecnologica", istituite dal D.P.C.M. 25/07/2008 per rispondere alla domanda delle imprese di nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche.
Formano tecnici superiori nelle aree tecnologiche strategiche per lo sviluppo economico e la competitività e costituiscono il segmento di formazione terziaria non universitaria.
Le aree tecnologiche individuate per gli ITS sono:

  • Efficienza energetica;
  • Mobilità sostenibile;
  • Nuove tecnologie della vita;
  • Nuove tecnologie per il Made in Italy (sistemi meccanica, moda, alimentare, casa, servizi alle imprese);
  • Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali;
  • Tecnologie dell'informazione e della comunicazione.

Caratteristiche dei corsi e titolo rilasciato

  • durata: 4 semestri per 1800/2000 ore (gli ITS possono istituire percorsi di 6 semestri in convenzione con l'università);
  • didattica in laboratorio;
  • tirocini obbligatori per almeno il 30% del monte orario complessivo, anche all'estero;
  • 50% dei docenti provenienti dal mondo del lavoro e delle professioni.

Il titolo rilasciato è Diploma di Tecnico Superiore con l'indicazione dell'area tecnologica e della figura nazionale di riferimento.

ACCESSO ALLE PROFESSIONI DI AGROTECNICO, GEOMETRA, PERITO AGRARIO E PERITO INDUSTRIALE
(comma 52 dell’articolo unico, L. 107/2015)
Gli esami di Stato per le professioni di agrotecnico, geometra, perito agrario e perito industriale, cui si dispone possa partecipare anche chi ha conseguito un diploma al termine dei percorsi degli istituti tecnici superiori (a tal fine, si modifica il D.P.R. 328/2001, n. 328, recante “Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l'ammissione all'esame di Stato e delle relative prove per l'esercizio di talune professioni, nonché della disciplina dei relativi ordinamenti”).

ACCESSO ALLA PROFESSIONE DI CERTIFICATORE ENERGETICO
(comma 49 dell’articolo unico, L. 107/2015)
Si prevede l’introduzione, fra i titoli richiesti ai tecnici abilitati per le attività di certificazione energetica degli edifici, del Diploma di Tecnico Superiore relativo all’area efficienza energetica.
Si prevede altresì che i corsi di formazione per la certificazione energetica e i relativi esami sono svolti, a livello nazionale (oltre che da università, enti di ricerca, consigli, ordini e collegi professionali) anche da istituti tecnici superiori della medesima area (a tal fine, si modifica il D.P.R. 16/04/2013, n. 75, “Regolamento recante disciplina dei criteri di accreditamento per assicurare la qualificazione e l'indipendenza degli esperti e degli organismi a cui affidare la certificazione energetica degli edifici”).
Se anche iscritto all’Albo professionale, il diplomato ITS potrà accedere alla professione senza necessità di frequentare il corso di formazione ai sensi del D.P.R. 75/2013 - entro i limiti della propria abilitazione professionale derivante dall’iscrizione all’Albo.

Si rinvia per dettagli ai seguenti approfondimenti:

ACCESSO ALLA PROFESSIONE DI RESPONSABILE TECNICO DI IMPRESE ABILITATE ALL’INSTALLAZIONE DI IMPIANTI
(comma 50 dell’articolo unico, L. 107/2015)
Il medesimo Diploma di Tecnico Superiore relativo all’area efficienza energetica viene inserito fra i requisiti professionali richiesti - in alternativa - al responsabile tecnico delle imprese abilitate alle attività di installazione degli impianti posti al servizio degli edifici (a tal fine si modifica il D.M. 22/01/2008, n. 37, recante riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici).
Si rinvia per dettagli ai seguenti approfondimenti:

 

Dalla redazione

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica

Guida completa alla disciplina dei soggetti abilitati alla certificazione energetica degli edifici dopo il D.P.R. 75/2013 e le successive modifiche

Finalità del D.P.R. 75/2013; Quadro legislativo completo; Sintesi dei contenuti del D.P.R. 75/2013 come modificato dal D.L. 145/2013 dopo la conversione in legge; Riconoscimento e disciplina dei requisiti dei soggetti abilitati alla certificazione energetica degli edifici; Disciplina dei “tecnici abilitati”, con elenco completo dei titoli di studio ammissibili per i tecnici abilitati senza o con necessità di frequenza di specifici corsi di formazione; Requisiti e accreditamento dei corsi di formazione; Requisiti di indipendenza e di imparzialità dei soggetti certificatori; Funzioni delle Regioni e delle Province autonome; Criteri del controllo di qualità del servizio di certificazione energetica; Semplificazioni per gli edifici già in possesso di attestato di certificazione; Il ruolo del Progettista, del Direttore dei lavori e del Soggetto certificatore.
A cura di:
  • Vincenzo Lattanzi
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Professioni
  • Certificazione energetica

I soggetti abilitati alla certificazione energetica degli edifici dopo il D.P.R. 75/2013: indicazioni pratiche e analisi di casi dubbi e criticità

L’emanazione del D.P.R. 75/2013, recante i requisiti professionali dei tecnici abilitati alla certificazione energetica degli edifici, ha generato una serie di rilevanti problemi interpretativi e di criticità, causando incertezze per diverse categorie di tecnici, in particolare modo per quelli laureati con il vecchio ordinamento ed una paralisi di fatto delle attività soprattutto nelle varie Regioni che non hanno adottato una propria disciplina. AGGIORNAMENTO AGOSTO 2015: titoli di studio aggiornati con le modifiche introdotte dalla L. 107/2015 di riforma della scuola. In questo contributo vengono analizzati tutti gli aspetti della nuova disciplina, in particolare modo quelli problematici, e vengono fornite le soluzioni pratiche percorribili al momento all’interno del quadro normativo vigente. Il nostro Ufficio Tecnico e la Direzione Area Formazione sono a disposizione degli Abbonati o degli Ordini/Collegi professionali che necessitano di orientamento e consulenza.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica

Regione lazio, APE: elenco certificatori, sistema informatico, corsi di formazione abilitanti

Pagina informativa e FAQ sulla base: della Deliberaz. G.R. Lazio 06/12/2017, n. 824, con la quale hano preso il via l’elenco regionale dei tecnici abilitati alla certificazione energetica degli edifici ed il sistema informativo per la gestione degli attestati; della Deliberaz. G.R. Lazio 11/07/2017, n. 398, con la quale sono definiti le linee guida e lo standard formativo per i corsi di formazione e aggiornamento destinati ai tecnici certificatori energetici.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica
  • Efficienza e risparmio energetico

DOSSIER: La Certificazione Energetica degli edifici in Italia: stato dell’arte e problematiche di attuazione

EDIZIONE MAGGIO 2014 Quadro normativo vigente e novità in corso di emanazione, obblighi a carico di tecnici e proprietari immobiliari, requisiti di prestazione energetica per tipologie di edificio e di intervento, procedure di calcolo, soggetti abilitati, quadro normativo e adempimenti Regione per Regione. Criticità e prospettive a oltre un decennio dalla Direttiva 2002/91/CE ed a quasi quattro anni dalla Direttiva 2010/31/UE, ruolo del settore pubblico, dei professionisti, dei consumatori e dell’informazione.
A cura di:
  • Vincenzo Lattanzi
  • Certificazione energetica
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Certificatori energetici: la procedura per l'accredito dei corsi in base al D.P.R. 75/2013

Pubblicato dal MiSE uno schema di procedura per il rilascio dell'autorizzazione allo svolgimento dei corsi di formazione per i certificatori energetici degli edifici. Lo schema è stato successivamente aggiornato sulla base delle novità introdotte dal D.L. 145/2013, tra cui l'allungamento a 80 ore della durata minima dei corsi.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Professioni

Emilia Romagna, aggiornamento triennale degli installatori di impianti energetici da fonti rinnovabili

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Infrastrutture e reti di energia

Efficientamento energetico e adeguamento normativo impianti di illuminazione pubblica

  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Certificazione energetica
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento

Cogenza parametri verifica prestazione energetica edifici (D.M. 26/06/2015) - Edifici privati

10/05/2018

13/03/2018

12/11/2015