FAST FIND : NR33795

L. R. Friuli Venezia Giulia 17/07/2015, n. 18

La disciplina della finanza locale del Friuli Venezia Giulia, nonché modifiche a disposizioni delle leggi regionali 19/2013, 9/2009 e 26/2014 concernenti gli enti locali.
Stralcio.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 06/08/2015, n. 20
- L.R. 16/10/2015, n. 25
- L.R. 10/11/2015, n. 26
- L.R. 29/12/2015, n. 33
- L.R. 11/03/2016, n. 3
- L.R. 28/06/2016, n. 10
- L.R. 11/08/2016, n. 14
- L.R. 09/12/2016, n. 20
- L.R. 09/12/2016, n. 21
- L.R. 29/12/2016, n. 24
- L.R. 21/04/2017, n. 9
- L.R. 04/08/2017, n. 31
- L.R. 28/12/2017, n. 44
- L.R. 28/12/2017, n. 45
- L.R. 27/03/2018, n. 12
Scarica il pdf completo
1974285 4650373
TITOLO I - PRINCIPI GENERALI DELLA FINANZA LOCALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650374
Art. 1 - (Oggetto)

1. La Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, ai sensi dell’articolo 4, primo comma, numero 1 bis), della legge costituzionale 31 gennaio 1963, n. 1 (Statuto speciale della Regione Friuli-Venezia Giulia), e delle relativ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650375
Art. 2 - (Principi)

1. Le disposizioni della presente legge e della successiva normativa di attuazione e integrazione:

a) si conformano ai principi di federalismo, di perequazione e di responsabilità di cui all’articolo 119 della Costituzione,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650376
Art. 3 - (Ordinamento della finanza locale)

1. Agli enti locali del Friuli Venezia Giulia si applica la normativa statale in mate

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650377
Art. 4 - (Armonizzazione dei bilanci)

1. La Regione attua la riforma dell'armonizzazione dei bilanci pubblici, di cui all’articolo 36 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650378
TITOLO II - SISTEMA DELLE ENTRATE DEGLI ENTI LOCALI DELLA REGIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650379
Capo I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650380
Art. 5 - (L'autonomia finanziaria degli enti locali)

1. I Comuni dispongono di autonomia finanziaria di entrata e di spesa, in armonia con l’articolo 119 della Co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650381
Art. 6 - (Competenze della Regione per la valorizzazione dell'autonomia degli enti locali, della competitività e attrattività dei territori e del benessere equo e sostenibile delle comunità locali)

1. La Regione, in armonia con le previsioni dell’articolo 119 della Costituzione, e in attuazione dell’articolo 4, primo comma, numero 1 bis), dello Statuto speciale e dell’articolo 9 del decreto legislativo 9/1997, disciplina la materia della finanza federale degli enti locali, valorizzando l'autonomia finanziaria degli stessi, nonché garantendo la respon

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650382
Art. 7 - (Concertazione delle politiche per lo sviluppo del sistema integrato)

1. La Regione e gli enti locali coordinano e concertano le politiche di sviluppo responsabile e solidale del sistema integrato Regione-Autonomie locali, nel rispetto del principio di leale collaborazione e in coerenza con gli eventuali obiettivi e vincoli posti dalla normativa statale.

2. Il Presidente della Regione e il Presidente del Consiglio delle autonomie locali concertano le politiche territoriali e stipulano, entro il 31 ottobre di ogni anno, l'"Intesa per lo sviluppo regionale e locale" di seguito denominata "Intesa per lo sviluppo".

3. La programmazione generale inerente l'Intesa per lo sviluppo di cui al comma 2 è oggetto di consultazione preliminare con la competente Commissione consiliare.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650383
Capo II - La finanza federale degli enti locali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650384
Art. 8 - (La finanza federale degli enti locali. L'autonomia impositiva per la valorizzazione della competitività dei territori)

1. Gli enti locali hanno potestà impositiva autonoma nel campo delle imposte, delle tasse e delle tariffe, in relazione alle rispettive competenze.

2. A tal fine gli enti locali disciplinano con regolamento le proprie entrate nel rispetto delle esigenze di semplificazione degli adempimenti dei contribuenti e nell'ambito dell'autonomia riconosciuta dalla legge in relazione a ciascun tributo.

3. I Comuni facenti parte di Unione territoriale intercomunale utilizzano gli indirizzi generali inseriti nel Piano dell'Unione, di cui all’articolo 17, comma 1, della l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650385
Art. 9 - (Le entrate tributarie degli enti locali previste con legge regionale)

1. La Regione definisce con una legge organica le entrate tributarie locali per assicurare l'attuazione del federalismo fiscale e per valorizzare la potenzialità e la competitività delle comunità locali dell'intero sistema regionale.

2. La legge di cui al comma 1 disciplina:

a) tributi propri spettanti agli enti locali;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650386
Art. 10 - (Imposte locali di carattere speciale)

N41

1. La legge regionale organica di cui all'articolo 9, nell'ambito dei tributi propri, individua anche le imposte locali di carattere speciale, il cui gettito è vincolato al finanziamento di specifici interventi.

2. Fino alla disciplina regionale di cui all'articolo 9 trovano applicazione la normativa statale sull'imposta di scopo e le disposizioni del presente articolo sull'imposta di soggiorno.

3. Per garantire al turista elevati standard dei servizi senza aumentare i costi a carico della cittadinanza residente, i Comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti, i Comuni turistici ai sensi dell’articolo 13, comma 3, della legge regionale 26/

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650387
Capo III - Il sistema dei trasferimenti regionali agli enti locali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650388
Art. 11 - (Finalità dei trasferimenti regionali a favore degli enti locali)

1. Nel rispetto dei principi di cui all'articolo 2 e conformemente alla previsione dell'articolo 8, comma 5, la Regione finanzia gli enti locali per:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650389
Art. 12 - (Finanziamento di funzioni trasferite o delegate)

1. La legge regionale che trasferisce o delega funzioni regionali agli enti locali as

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650390
Art. 13 - (Risorse finanziarie a favore degli enti locali)

1. Per assicurare la certezza delle entrate derivate degli enti locali e la realizzazione di strategie di sviluppo dei territori, il bilancio di previsione finanziario annuale con valenza pluriennale della Regione quantifica, in base all'andamento del gettito delle compartecipazioni ai tributi erariali riferito al triennio precedente, alle prospettive di sviluppo della finanza pubblica e ai contenuti dell'Intesa per lo sviluppo di cui all'articolo 7, le risorse da garantire, per il finanziamento dei fondi previsti ne

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650391
Art. 14 - (Tipologia di fondi a favore dei Comuni e delle Unioni territoriali intercomunali)

1. La Regione, per le finalità di cui all'articolo 11 e per l'attuazione del federalismo fiscale, concorre prioritariamente al finanziamento delle Unioni territoriali intercomunali, di cui all’articolo 5 della legge regionale 26/2014, con assegnazioni destinate al funzionamento e alla gestione dei servizi, allo sviluppo degli investimenti e al finanziamento delle funzioni trasferite o delegate. La Regione concorre, altresì, al finanziamento dei Comuni e delle Province fino al loro superamento.

2. Per il concorso nelle spese di funzionamento e di gestione dei servizi è istituito il fondo ordinario e di perequazione per i Comuni e per le Unioni territoriali intercomunali, assegnato d'ufficio e senza vincolo di destinazione, con le modalità definite dall'articolo 17.

3. Il fondo di cui al comma 2 è suddiviso in due quote, una per il concorso ordinario nel finanziamento dei bilanci e per la perequazione delle risorse, l'altra per finalità specifiche consolidate.

4. La Regione stanzia annualmente con legge finanziaria un fondo per sostenere e promuovere i percorsi per individuare le fusioni tra Comuni, definendo la tempistica e le modalità di presentazione della domanda, da parte degli enti interessati, contenente le proposte di utilizzo delle risorse.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650392
Art. 15 - (Quantificazione del fondo ordinario e di perequazione)

1. Lo stanziamento annuale del fondo ordinario e di perequazione di cui all'articolo 14, commi 2 e 3, è determinato:

a) per la quota ordinaria e di perequazione, sulla base

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650393
Art. 16 - (Fondo per la conversione di incentivi pluriennali in quote annuali costanti agli enti locali)

1. L'Amministrazione regionale è autorizzata a convertire gli incentivi pluriennali in quote annuali costanti per opere pubbliche e relativi investimenti, già concessi agli enti locali, in contributi in conto capitale, da liquidarsi, per le quote non erogate, in base alla progressione della spesa.

2. Per la conversione degli incentivi di cui al comma 1, l'Amministrazione regionale predispone un Programma triennale, a scorrimento annuale, redatto secondo le disposizioni del presente articolo.

3. La conversione è esclusa nell'ipotesi in cui l'ente abbia fatto ricorso al mercato finanziario per attualizzare l'incentivo, qualora il finanziamento non sia già stato estinto. In ogni caso la conversione non è ammissibile per la quota di incentivo destinata a sollievo degli oneri finanziari inerenti all'investimento.

4. Per le finalità di cui al comma 1 e, in particolare, per provvedere alla copertura finanziaria delle quote di contributo finanziate dai bilanci successivi a quello corrente, è istituito il Fondo per la conversione di incentivi pluriennali in quote annuali costanti agli enti locali.

5. Il Programma triennale di cui al comma 2 è approvato dalla Giunta regionale, su proposta dell'Assessore competente in materia di autonomie locali, sentito il Consiglio delle autonomie locali ed è elaborato sulla base delle segnalazioni degli incentivi convertibili presentate dalle Direzioni centrali che hanno concesso gli incentivi medesimi.

6. II Programma di cui al comma 2:

a) individua le linee contributive per gli investimenti degli enti locali ammissibili alla conversione;

b) individua i criteri per la definizione dell'ordine di precedenza di ammissione alla conversione, tenuto conto delle fasi di studio, progettazione ed esecuzione degli investimenti, del valore dei medesimi;

c) ammette al procedimento di conversione, tramite l'indicazione dei relativi decreti di impegno, gli incentivi la cui conversione, tenuto conto delle annualità successive a quella in corso al momento di adozione della deliberazione, risulti interamente finanziabile dalle dotazioni de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650394
Art. 16 bis - (Rivalutazione Istat della spesa ammissibile)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650395
Art. 16 ter - (Conversione degli incentivi pluriennali)

N7

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650396
Art. 17 - (Erogazione del fondo ordinario e di perequazione e del fondo ordinario per gli investimenti)

1. Al fine di assicurare la funzionalità della gestione da parte degli enti lo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650397
TITOLO III - COORDINAMENTO DELLA FINANZA LOCALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650398
Capo I - Disposizioni generali in materia di coordinamento della finanza locale
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650399
Art. 18 - (Coordinamento della finanza pubblica)

1. In attuazione del principio di cui all'articolo 2, comma 2, il presente capo defin

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650400
Art. 19 - (Obiettivi di finanza pubblica degli enti locali)

1. Ai sensi di quanto previsto nell'articolo 18, gli enti locali sono tenuti:

a) a conseguire un saldo non negativo, tra le entrate finali e le spese finali, secondo le modalità previste dalla normativa statale e nel rispetto dei Protocolli d'Intesa Stato-Regione;N13

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650401
Art. 20 - (Equilibri di bilancio)

N14

1. L'equilibrio di bilancio è disciplinato dalla normativa statale.N15

2. N50

3. Ai fini del concorso degli enti locali della Regione alla manovra complessiva di finanza pubblica, la Regione riconosce agli enti locali del proprio territorio spazi finanziari verticali di spesa secondo quanto previsto dalla normativa statale “assicurando comunque spazi finanziari verticali necessari per la copertura delle premialità derivanti dalla cessione di spazi finanziari orizzontali da parte degli enti locali nell’esercizio precedente. Per l’anno 2018 la Regione assicura la cessione di spazi finanziari verticali complessivi per un importo massimo di 10 milioni di euro” N58.N15

4. N16

5. Con deliberazione della Giunta regionale:

a) sono definiti i termini e le modalità della cessione degli spazi finanziari di cui al comma 3, nonché la gestione degli eventuali spazi orizzontali “, dando priorità ai Comuni risultanti da fusione” N32; N35

b) sono fornite indicazioni relative alla modulistica, nonché definiti i termini e le modalità del monitoraggio degli adempimenti relativi a quanto disposto dal presente articolo per l'acquisizione di elementi informativi utili per la finanza pubblica, in modo da assicurare gli adempimenti a favore dello Stato, entro i tempi dallo stesso

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650402
Art. 21 - (Riduzione del debito)

1. Gli enti locali sono tenuti a ridurre il proprio debito residuo rispetto allo stock di debito dell'esercizio immediatamente precedente secondo le percentuali fissate con le leggi regionali finanziarie.

2. Sono esonerati dall'obbligo previsto dal comma 1 gli enti locali per i quali l'ammontare dello stock di debito residuo al 31 dicembre di ciascun anno sia inferiore al 40 per cento del totale degli accertamenti dei prim

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650403
Art. 22 - (Contenimento della spesa di personale)

1. Gli enti locali assicurano il contenimento della spesa di personale nei limiti del valore medio di uno specifico triennio "al lordo degli oneri riflessi a carico delle amministrazioni e dell'IRAP, con esclusione degli oneri relativi ai rinnovi contrattuali"N20. Ai fini dell'applicazione del presente articolo, costituiscono spese di personale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650404
Art. 23 - (Concorso al contenimento della spesa)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650405
Capo II - Disciplina in materia di revisione economico-finanziaria degli enti locali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650406
Art. 24 - (Disciplina in materia di revisione economico-finanziaria degli enti locali)

1. In materia di revisione economico-finanziaria degli enti locali si applica la norm

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650407
Art. 25 - (Organo di revisione economico-finanziaria)

1. Per dare attuazione al principio di cui all'articolo 2, comma 2, l'organo di revisione economico-finanziaria collabora, in particolare, con gli organi di governo nell'attività di programmazione e controllo economico-finanziario per individuare e prevenire situazioni di criticità del sistema integrato Regione-Autonomie locali.

2. Nei Comuni con popolazione fino a “10.000 abitanti”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650408
Art. 26 - (Elenco regionale dei revisori)

1. È istituito presso la struttura regionale competente in materia di autonomie locali l'elenco regionale dei revisori dei conti degli enti locali, di seguito denominato elenco regionale. Tale elenco è gestito con modalità telematiche.

2. Sono iscritti nell'elenco regionale, a domanda, i soggetti inseriti nel registro dei revisori

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650409
Art. 27 - (Scelta dei revisori e durata dell'incarico)

1. I revisori sono individuati all'interno dell'elenco di cui all'articolo 26 mediante procedura telematica.

2. Gli enti locali danno comunicazione della scadenza dell'incarico dei propri revisori attraverso l'Albo online del proprio sito istituzionale, nonché alla struttura regionale competente in materia di autonomie locali, almeno due mesi prima della scadenza stessa. In caso di cessazione anticipata dall'incarico, la comunicazione dovrà essere inoltrata immediatamente e non oltre il terzo giorno successivo a tale cessazione.

3. I soggetti iscritti nell'elenco di cui all'articolo 26 presentano domanda per poter svolgere l'incarico di revisore economico-finanziario all'ente locale e alla struttura regionale competente in materia di autonomie locali.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650410
Art. 27 bis - (Limiti all'affidamento di incarichi)

N48

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650411
Art. 28 - (Valutazioni dell'organo di revisione sulla stabilità finanziaria)

1. L'organo di revisione economico-finanziaria redige il documento di sintesi degli indici di stabilità finanziaria di cui all'articolo 30, comma 3, da allegare alla relazione sulla proposta di deliberazione consiliare di approvazione del bilancio di previsione e del rendiconto della gestione di cui all’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650412
Art. 29 - (Compenso dei revisori)

1. Con decreto del Presidente della Regione, su conforme deliberazione della Giunta regionale, sentito il Consiglio delle autonomie locali, “è stabilito il compenso annuo”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650413
Capo III - Disciplina delle condizioni strutturali degli enti locali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650414
Art. 30 - (Condizioni strutturali dei bilanci degli enti locali)

1. Per garantire l'equilibrio complessivo del sistema finanziario e assicurarne la sana gestione economico-finanziaria sono individuate le condizioni strutturali di gestione dei bilanci degli enti locali rilevabili mediante indicatori significativi.

2. Gli indicatori consentono la distinzione delle condizioni strutturali dei bilanci degli enti locali nelle seguenti categorie:

a) ottimali: pr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650415
Art. 31 - (Monitoraggio delle condizioni strutturali degli enti locali. Sistema incentivante e sanzionatorio)

1. Le condizioni strutturali dei bilanci degli enti locali, individuate ai sensi dell'articolo 30, sono soggette al monitoraggio annuale da parte della struttura regionale competente in materia di autonomie locali.

1 bis. Il monitoraggio delle condizioni strutturali dei bilanci delle Unioni territoriali intercomunali deve consentire la valutazione, con modalità comparativa e con riferimento ai dati consolidati delle Unioni medesime e dei Comuni partecipanti, dell'efficacia, dell'efficienza e dell'economicità dei servizi forniti ai cittadini, tenuto conto dei livelli precedentemente conseguiti dai soggetti cui le Unioni sono subentrate.N39

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650416
Art. 32 - (Funzioni regionali in materia di enti locali deficitari, in condizioni di squilibrio e modalità di esercizio da parte della Regione)

1. Con deliberazione della Giunta regionale sono:

a) individuati gli uffici regionali competenti per le attività previste nell'articolo 31;

b) definite le ulteriori modalità per l'esercizio delle funzioni previste nell'artico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650417
Art. 33 - (Coordinamento normativo in materia di enti deficitari o dissestati)

1. Le disposizioni riguardanti gli enti locali deficitari o dissestati contenute negl

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650418
TITOLO IV - ALTRE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI FINANZA LOCALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650419
Capo I - Supporto regionale alla corretta programmazione e gestione dei conti pubblici locali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650420
Art. 34 - (Unitarietà del sistema di finanza pubblica)

1. Per garantire l'unitarietà del sistema della finanza pubblica locale e la semplificazione delle relazioni istituzionali e amministrativa di cui all'articolo 2, comma 4, la struttura regionale competente in materia di autonomie locali, anche attraverso la Piattaforma digitale di cui all’articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650421
Art. 35 - (Andamento finanza pubblica locale)

1. La Regione assicura a favore degli enti locali, anche attraverso verifiche, il supporto alla corretta programmazione e gestione delle risorse pubbliche locali, ne monitora l'andamento, individua,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650422
Art. 36 - (Supporto tecnico e monitoraggio dei conti pubblici locali)

1. Ai sensi di quanto previsto dall'articolo 35, comma 1, la Regione promuove attività di formazione e informazione a favore degli enti locali, in particolare per diffondere una cultura di attento e costante controllo degli equilibri finanziari, ai fini della realizzazione degli obiettivi di finanza pubblica e di valorizzazione della competitivit&agr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650423
Art. 37 - (Tavoli tecnici in materia di finanza locale)

1. La Regione, al fine di una proficua collaborazione e concertazione con gli enti lo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650424
Capo II - Adozione dei documenti contabili fondamentali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650425
Art. 38 - (Termini di adozione dei documenti contabili fondamentali)

1. I Comuni e le Province fino al loro superamento adottano i documenti contabili fon

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650426
Art. 39 - (Comunicazione alla Regione dell'adozione dei documenti contabili fondamentali)

1. Gli enti locali informano la struttura regionale competente in materia di autonomie locali dell'avvenuta adozione del bilancio preventivo, del rendiconto della gestione e dell'acc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650427
Art. 40 - (Interventi sostitutivi in caso di mancata approvazione dei documenti contabili degli enti locali)

1. Trascorso il termine entro il quale il bilancio N34 del Comune o della Provincia “deve essere approvato” N29 senza che sia stato predisposto dalla Giunta comunale o provinciale il relativo schema oppure qualora dalla relazione o dalle verifi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650428
Capo III - Le indennità degli amministratori locali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650429
Art. 41 - (Indennità degli amministratori locali)

1. La Regione tutela il diritto di ogni cittadino, chiamato a ricoprire cariche pubbliche nelle amministrazioni degli enti locali, a espletare il relativo mandato.

2. La misura delle indennità base di funzione e di presenza degli amministratori locali è determinata con deliberazione della Giunta regionale su proposta dell'Assessore competente, sentita la Commissione consiliare competente.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650430
Art. 42 - (Divieto di cumulo)

1. Le indennità di funzione e di presenza degli amministratori degli enti locali non sono cumulabili con le indennità spettanti ai componenti delle Camere, del Parlamento europeo e del Consiglio regionale.

2. Le indennità di funzione degli amministratori degli enti locali non sono cumulab

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650431
Capo IV - Disposizioni in materia di comuni risultanti da fusione
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650432
Art. 43 - (Norme per i Comuni risultanti da fusione)

1. La Regione promuove e sostiene le fusioni di Comuni con il fondo di cui all’articolo 8, comma 9, della legge regionale 26/2014 e assicura la massima semplificazione amministrativa delle regole e delle procedure per favorire un funzionale avvio della gestione finanziaria e contabile degli enti risultanti da fusione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650433
TITOLO V - NORME TRANSITORIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650434
Capo I - Regime transitorio
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650435
Art. 44 - (Norme transitorie in materia di bilanci delle Unioni territoriali intercomunali per l'anno 2015)

1. Per l'anno 2015, le Unioni territoriali intercomunali adottano il bilancio “entro il 30 novembre”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650436
Art. 45 - (Norma transitoria per il finanziamento dei Comuni e delle Unioni territoriali intercomunali)

1. I Comuni e le Unioni territoriali intercomunali beneficiano del riparto della quota del fondo ordinario e di perequazione di cui all'articolo 15, comma 1, lettera a), dall'anno successivo a quello di entrata in vigore della legge regionale di cui all'articolo 9 e, comunque, al termine della fase transitoria di finanziamento per l'accompagnamento al superamento del trasferimento basato sul criterio storico.

2. Fino all'applicazione a regime del fondo ordinario e di perequazione e, comunque, per i primi cinque anni dall'entrata in vigore della presente l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650437
Art. 46 - (Norma transitoria per l'incentivazione dell'attivazione della gestione delle funzioni comunali da parte dell'Unione territoriale intercomunale)

N26

1. L'Amministrazione regionale incentiva in via transitoria, a valere sulle risorse stanziate nelle leggi finanziarie dell'anno 2016 e dell'anno 2017, le Unioni territoriali intercomunali che attivano la gestione delle funzioni di cui agli articoli 26 e 27 della legge regionale 26/2014, secondo la tempistica prevista dai commi seguenti. L'incentivazione transitoria è concessa ed erogata in unica soluzione entro il 30 settembre nell'anno 2016 e 30 aprile nell'anno 2017.

2. Ai fini del comma 1, l'assegnazione complessiva per ogni anno è determinata in

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650438
Art. 47 - (Norma transitoria in materia di entrate delle Province)

1. Le Province, fino al loro superamento, beneficiano di un trasferimento a valere sul fondo ordinario transitorio provinciale finalizzato ad assicurare la funzionalità della gestione e ripartito in proporzione alle assegnazioni concesse alle Province, nell'anno precedente all'entrata in vigore della presente legge, a titolo di trasferimento ordinario unitario, a titolo di assegnazione per il minor gettito conseguente all'abrogazione dell'addizionale provinciale sul consum

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650439
Art. 48 - (Norma transitoria per il finanziamento degli enti locali su leggi di settore)

1. “Dal termine di cui agli articoli 26, comma 1, e 27, comma 1, della legge regionale 26/2014,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650440
Art. 49 - (Norme transitorie in materia di coordinamento della finanza locale)

1. Le disposizioni contenute nel capo I del titolo III si applicano fino all'entrata in vigore della disciplina attuativa in materia di pareggio di bilancio.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650441
Art. 50 - (Norma per l'individuazione provvisoria dell'organo di revisione economico-finanziaria e del responsabile finanziario delle Unioni territoriali intercomunali)

1. Per assicurare il funzionale avvio delle Unioni territoriali intercomunali, tali enti si avvalgono del Servizi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650442
Art. 50 bis - (Norma transitoria in materia di servizio di tesoreria)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650443
Art. 51 - (Norme transitorie in materia di revisione economico-finanziaria)

1. Gli enti locali adeguano il proprio ordinamento alle disposizioni del titolo III, capo II entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.

2. Le disposizioni di cui all'articolo 27 si applicano a decorrere dal primo rin

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650444
Art. 52 - (Norme transitorie in materia di enti deficitari e dissestati)

1. Fino all'entrata in vigore del regolamento di cui all'articolo 30, comma 3:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650445
Art. 53 - (Norme transitorie relative alle indennità degli amministratori locali)

1. Fino all'adozione della deliberazione di cui all'articolo 41, comma 2, trova applicazione la disciplina vigente contenuta nella del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650446
Art. 54 - (Assunzioni nelle amministrazioni del comparto unico del pubblico impiego regionale e locale)

1. In relazione all'esigenza di ricollocare il personale delle Province del Friuli Venezia Giulia e al fine di determinare le condizioni per l'attuazione del processo di riforma avviato con la legge regionale 26/2014,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650447
TITOLO VI - NORME DI MODIFICA E FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650448
Capo I - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650449
Capo II - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650450
Capo III - Modifiche alla legge regionale 12 dicembre 2014, n. 26 (riordino del sistema regione-autonomie locali nel friuli venezia giulia. ordinamento delle unioni territoriali intercomunali e riallocazione di funzioni amministrative)
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650451
Art. 57 - (Modifiche all’articolo 6 della legge regionale 26/2014)

1. Il primo periodo del comma 5 dell'articolo 6 della legge regionale 26/2014 è sostituito dal seguente: “Ove alla scadenza del primo quadriennio successivo alla costituzione non risulti, in forma consolidata per l'Unione e per i Co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650452
Art. 58 - (Modifiche all’articolo 7 della legge regionale 26/2014)

1. All’articolo 7 della legge regionale 26/2014 sono apportate le seguenti modifiche:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650453
Art. 59 - (Modifica all’articolo 29 della legge regionale 26/2014)

1. Il comma 2 dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650454
Art. 60 - (Modifica all’articolo 35 della legge regionale 26/2014)

1. Dopo il comma 7 dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650455
Art. 61 - (Modifica all’articolo 53 della legge regionale 26/2014)

1. Il comma 2 dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650456
Art. 62 - (Inserimento del capo II bis nel titolo VI della legge regionale 26/2014)

1. Dopo l’articolo 55 della legge regionale 26/2014 è inserito il seguente capo:

“Capo II-bis - Centralizzazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650457
Art. 63 - (Modifica all’articolo 60 della legge regionale 26/2014)

1. Dopo il comma 1 dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650458
Capo IV - Norme finali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650459
Art. 64 - (Popolazione residente)

1. Le disposizioni della presente legge che fanno riferimento alla popolazione sono interpretate, se non diversamente disposto, come concernenti la popolazione residente calcolata alla fine del penultimo anno precedente per le Province ed i Comuni secondo i dati forniti dalla struttura regionale deputata alla gestione di tali dati. Per gli enti locali di nuova istituzione si prende a riferimento:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1974285 4650460
Art. 65 - Art. 66 - Omissis



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Edilizia e immobili
  • Fisco e Previdenza
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Imposte sul reddito
  • Partenariato pubblico privato
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Servizi pubblici locali
  • Lavoro e pensioni
  • Compravendita e locazione
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Appalti e contratti pubblici
  • Calamità/Terremoti
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • DURC
  • Enti locali
  • Fonti alternative
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Prevenzione Incendi
  • Protezione civile
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Lavoro e pensioni
  • Demanio idrico
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Tracciabilità
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Rifiuti
  • Beni culturali e paesaggio
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Accise
  • Acque
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Scuole
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Appalti e contratti pubblici
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Calamità/Terremoti
  • Commercio e mercati
  • Avvisi e bandi di gara
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento

Tutti i termini prorogati dal Decreto-Legge “Milleproroghe” 244/2016 (L. 19/2017)

Rassegna completa di tutti i termini in scadenza di interesse di professionisti tecnici, enti e pubbliche amministrazioni, imprese, prorogati dal consueto decreto-legge “Milleproroghe” (D.L. 244/2016 convertito in legge dalla L. 19/2017). Prevenzione incendi; Protezione civile, calamità e terremoti; Appalti, opere e infrastrutture; Pubblica amministrazione; Ambiente, fonti rinnovabili e sicurezza sul lavoro; Varie.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Enti locali
  • Formazione
  • Avvisi e bandi di gara
  • Calamità/Terremoti
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Scuole
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Accise
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Prevenzione Incendi
  • Pubblica Amministrazione
  • Sicurezza
  • Fisco e Previdenza
  • Protezione civile
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Tracciabilità
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Lavoro e pensioni
  • Rifiuti

Tutti i termini prorogati dal decreto-legge «Milleproroghe» 210/2015 (L. 21/2016)

Grandi impianti di combustione; Smaltimento in discarica rifiuti; Esclusione automatica delle offerte anomale; Affidamento servizi tecnici; Pubblicazione avvisi e bandi di gara; Attestazione SOA; Anticipazione del prezzo negli appalti; Qualificazione del contraente generale; Requisito della cifra d’affari realizzata nei contratti pubblici; Adeguamento antincendio edifici scolastici e strutture ricettive; Esercizio associato funzioni nei piccoli comuni; Trasferimento immobili agli enti territoriali; Commissioni censuarie; Processo amministrativo digitale; Bonifiche da ordigni bellici; Formazione installatori impianti a fonti rinnovabili; Salvamento acquatico; Mutui nei comuni colpiti da calamità; Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto; Revisione generale trattori agricoli; Norme Tecniche sbarramenti di ritenuta; Accise combustibile per cogenerazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Concessioni governative
  • Demanio
  • Calamità/Terremoti
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Commercio e mercati
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Calamità
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Appalti e contratti pubblici
  • Aree urbane
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Mezzogiorno e aree depresse
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Imposte sul reddito
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imprese
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Inquinamento atmosferico
  • Servizio idrico integrato
  • Edifici di culto
  • Edilizia penitenziaria
  • Previdenza professionale
  • Rifiuti
  • Edilizia residenziale
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Scarichi ed acque reflue
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Catasto e registri immobiliari
  • Imposte indirette
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Interventi vari
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Autorità di vigilanza
  • Fonti alternative
  • Barriere architettoniche
  • Beni culturali e paesaggio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agevolazioni per la prima casa
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Agevolazioni
  • Accise
  • Acque
  • Acque di balneazione
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Calamità/Terremoti
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Appalti e contratti pubblici
  • Impiantistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Protezione civile
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Prevenzione Incendi
  • Fisco e Previdenza
  • Professioni
  • Difesa suolo
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Rifiuti
  • Tutela ambientale
  • Servizi pubblici locali
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Tracciabilità
  • Compravendita e locazione
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agricoltura e Foreste
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Edilizia scolastica
  • Beni culturali e paesaggio
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Informatica
  • Procedimenti amministrativi
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti

Tutti i termini prorogati dal decreto-legge «Milleproroghe» 192/2014 (L. 11/2015)

Libretto di centrale impianti termici; Smaltimento rifiuti in discarica; SISTRI; Gestione dei rifiuti in Campania; Anticipazione prezzo nei lavori pubblici; Centrali uniche di committenza; Qualificazione contraente generale; Appaltabilità e cantierabilità grandi opere; Messa in sicurezza edifici scolastici; Interventi per il dissesto idrogeologico; Antincendio strutture ricettive; Antincendio nuove attività esistenti; Zone a burocrazia zero; Impianti a fonti rinnovabili e Conto energia in zone terremotate; Macchine agricole; Contribuenti minimi; Locazione immobili pubblici; Sfratti esecutivi; Processo amministrativo digitale; Affidamento servizio distribuzione gas; Accise sul combustibile impiegato per la cogenerazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Enti locali
  • Pubblica Amministrazione
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Emilia Romagna: contributi ai Comuni per studi di fattibilità

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Beni culturali e paesaggio
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica
  • Tutela ambientale
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Difesa suolo
  • Provvidenze

Sicilia: aiuti ai Comuni per la tutela e lo sviluppo del territorio

  • Leggi e manovre finanziarie
  • Finanza pubblica
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Accesso al fondo per la progettazione definitiva ed esecutiva nei comuni a rischio sismico (2019)

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale

Aumento progressivo dell'applicazione dei criteri ambientali minimi negli appalti pubblici di servizi e forniture

10/11/2017

28/03/2017