FAST FIND : NR33752

L. R. Lombardia 08/07/2015, n. 19

Riforma del sistema delle autonomie della Regione e disposizioni per il riconoscimento della specificità dei territori montani in attuazione della legge 7 aprile 2014, n. 56 (Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni).
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 12/10/2015, n. 32
- L.R. 25/03/2016, n. 7
- L.R. 26/05/2016, n. 14
- L.R. 08/08/2016, n. 22
- L.R. 29/12/2016, n. 35
- L.R. 10/08/2017, n. 22
- L.R. 28/12/2018, n. 23
Scarica il pdf completo
1963213 5293715
Art. 1 - (Oggetto e finalità)

1. La presente legge reca prime disposizioni finalizzate al riordino delle funzioni conferite alle province, in attuazione dell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1963213 5293716
Art. 2 - (Funzioni confermate in capo alle province e funzioni trasferite alla Regione)

1. Restano confermate in capo alle province, anche al fine di conseguire le finalità di cui all’articolo 1, comma 89, della legge 56/2014, le funzioni già conferite alla data di entrata in vigore della presente legge, ad esclusione di quelle in materia di agricoltura, foreste, caccia e pesca, di cui all’al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1963213 5293717
Art. 3 - (Disposizioni relative alle funzioni della Città metropolitana)

N2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1963213 5293718
Art. 4 - (Disposizioni in materia di trasporto pubblico locale. Modifiche alla l.r. 6/2012)

1. Il comma 1 dell’articolo 7 della legge regionale 4 aprile 2012, n. 6 (Disciplina del settore dei trasporti) è sostituito dal seguente:

«1. Il territorio della Regione è suddiviso, ai sensi dell’articolo 3 bis, comma 1, del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138 (Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo) convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148, in sei bacini territoriali ottimali e omogenei, corrispondenti ai confini amministrativi delle seguenti province e della Città metropolitana di Milano:

a) Bergamo;

b) Brescia;

c) Como, Lecco e Varese;

d) Cremona e Mantova;

e) Città metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1963213 5293719
Art. 5 - (Riconoscimento, ai sensi dell’articolo 1, comma 3, della legge 56/2014, della specificità della Provincia di Sondrio quale provincia con territorio interamente montano)

1. La Regione, in attuazione dell’articolo 1, comma 3, secondo periodo, della legge 56/2014 e dell’articolo 4, comma 3, dello Statuto d’autonomia della Lombardia, riconosce la specificità della Provincia di Sondrio in considerazione del suo territorio interamente montano e confinante con paesi stranieri, delle specifiche caratteristiche geografiche e idrografiche, nonché delle locali tradizioni storico-culturali.

2. Restano confermate in capo alla Provincia di Sondrio le funzioni già conferite alla data di entrata in vigore della presente legge, comprese quelle in materia di agricoltura, foreste, caccia e pesca di cui all’allegato A “, nonché le funzioni di polizia amministrativa locale” N5.

3. La Regione riconosce alla Provincia di Sondrio forme particolari di autonomia nelle materie di cui all’articolo 117, commi terzo e quarto, della Costituzione, ai sensi dell’articolo 1, comma 52, secondo periodo, della legge 56/2014.

4. Ai fini del riconoscimento di cui al comma 3 e nel rispetto dei principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza, la Regione conferisce alla Provincia di Sondrio funzioni ulteriori rispetto a quelle fondamentali di cui all’articolo 1, commi 85 e 86, della legge 56/2014; in particolare conferisce le funzioni:

a) di a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1963213 5293720
Art. 6 - (Disposizioni per il territorio montano. Modifiche all’art. 2 della l.r. 25/2007)

1. Dopo il comma 3 dell’articolo 2 della legge regionale 15 ottobre 2007, n. 25 (Interventi regionali in favore della popolazione dei territori montani) sono aggiunti i seguenti:

«3 bis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1963213 5293721
Art. 7 - (Tavoli istituzionali di confronto sugli ambiti territoriali ottimali e omogenei e per la promozione della specificità dei territori montani)

1. È istituito, per ogni provincia, un tavolo istituzionale di confronto, al fine di indicare, in via sperimentale e in accordo con la Regione, le zone omogenee eventualmente individuate dagli statuti provinciali quali ambiti territoriali ottimali per lo svolgimento in forma associata, da parte dei comuni ricompresi negli stessi ambiti, di specifiche funzioni e servizi comunali. Il tavolo può altresì considera

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1963213 5293722
Art. 8 - (Misure straordinarie per la continuità aziendale di ASAM s.p.a.)

1. La Giunta regionale, al fine di consentire la continuità aziendale di ASAM s.p.a., è autorizzata al rilascio di una comfort letter e alla concessione di una anticipazione finanziaria, per un valore massimo complessivo di 20 milioni di euro. L’attivazione dell’anticipazione riduce di pari importo il valore della comfort letter rilasciata.

2. La comfort letter, valida sino al 30 giugno 2017

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1963213 5293723
Art. 9 - (Disposizioni transitorie e finali)

1. Nel rispetto di quanto previsto dall’articolo 1, comma 96, della legge 56/2014, la Giunta regionale adotta una o più deliberazioni contenenti le disposizioni necessarie all’effettivo trasferimento delle funzioni di cui all’articolo 2, N3e all’articolo 5, volte in particolare a disciplinare i procedimenti pendenti e l’individuazione e il trasferimento delle risorse umane, strumentali e finanziarie connesse alle funzioni oggetto di trasferimento.

2. Con particolare riferimento allo svolgimento delle funzioni trasferite in capo alla Regione ai sensi dell’articolo 2, comma 1, il personale a tempo indeterminato che alla data dell’8 apri

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1963213 5293724
Art. 10 - (Norma finanziaria)

1. Con riferimento alle risorse correlate alle funzioni trasferite alla Regione, di cui all’allegato A, a decorrere dalla data di cui all’articolo 9, comma 5, cessano i trasferimenti sinora erogati alle province dalla Regione stessa.

2. Con riferimento alle risorse correlate alle funzioni rimaste in capo alle province, di cui all’articolo 2, si provvede con le seguenti modalità:

a) per l’anno 2015 la Regione corrisponde alle province e alla Città metropolitana di Milano un finanziamento di 195.000.000,00 euro, comprensivo delle risorse finalizzate al finanziamento delle funzioni in materia di agricoltura, foreste, caccia e pesca, cui si fa fronte rispettivamente: per 7.900.000,00 euro tramite riduzione di pari importo della disponibilità di competenza e di cassa della missione 1 «Servizi istituzionali, generali e di gestione», programma 7 «Elezioni e consultazioni popolari – anagrafe e stato civile» e corrispondente aumento della missione 18 «Relazioni con le altre autonomie territoriali e locali», programma 01 «Relazioni finanziarie con le altre autonomie territoriali» - Titolo 1 «Spese correnti»; per 4.545.846,00 euro tramite riduzione di pari importo della disponibilità di competenza e di cassa della missione 1 «Servizi istituzionali, generali e di gestione», programma 3 «Gestione economica finanziaria, programmazione, provveditorato» - Titolo 1 «Spese correnti» e corrispondente aumento della missione 18 «Relazioni con le altre autonomie territoriali e locali», programma 01 «Relazioni finanziarie con le altre autonomie territoriali» - Titolo 1 «Spese correnti»; per 182.554.154,00 euro con le risorse allocate nel bilancio regionale 2015-2017 alle seguenti missioni e programmi: missione 4 «Istruzion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1963213 5293725
Art. 11 - (Entrata in vigore)

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello di pubblicazione nel Bollettino uf

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1963213 5293726
Allegato A - Funzioni riallocate in capo alla regione

FUNZIONE

NORME DI RIFERIMENTO

CACCIA E PESCA

funzioni amministrative concernenti la caccia, la pesca e gestione delle relative autorizzazioni, con esclusione delle funzioni di polizia amministrativa locale N6

l.r. 31/2008, art. 34, comma 1, lett. a)

funzioni amministrative relative alla tutela del patrimonio ittico e all'esercizio della pesca nelle acque della Regione, comprese quelle concernenti la pesca nelle acque di bonifica e nei corpi idrici all'interno delle aree regionali protette.

l.r. 31/2008, art. 132

funzioni amministrative concernenti i diritti esclusivi di pesca e relativa ricognizione

l.r. 31/2008, art. 133

rilascio a soggetti pubblici o privati, singoli o associati, di concessioni a scopo di piscicoltura o acquacoltura e altre attività ittiogeniche

l.r. 31/2008, art. 134

costituzione di consulte provinciali della pesca

l.r. 31/2008, art. 135, comma 10

classificazione delle acque di tipo A, B e C

l.r. 31/2008, art. 137, commi 7 e 8

funzioni in materia di pianificazione ittica a livello provinciale

l.r. 31/2008, art. 138

funzioni inerenti alla tutela della fauna ittica

l.r. 31/2008, art. 139

approvazione del programma per i ripopolamenti ittici

l.r. 31/2008, art. 140

funzioni inerenti alla tutela della fauna ittica in caso di derivazioni di acqua in concessione e interventi sui corpi idrici

l.r. 31/2008, art. 141

aiuti alla pesca professionale

l.r. 31/2008, art. 142

aiuti alla pesca dilettantistica

l.r. 31/2008, art. 143

rilascio delle licenze di pesca

l.r. 31/2008, art. 144

previsioni di ulteriori divieti rispetto a quelli di cui all'art. 146, comma 1

l.r. 31/2008, art. 146, 147 e 148

gestione del prelievo dei richiami vivi

l.r. 26/1993, art. 7

attività di coordinamento relativa al censimento delle popolazioni di fauna selvatica stanziale e di valutazione delle fluttuazioni numeriche delle popolazioni di avifauna migratoria ai fini del prelievo venatorio

l.r. 26/1993, art. 8

predisposizione di piani faunistico-venatori articolati per comprensori omogenei, con specifico riferimento alle caratteristiche orografiche e faunistico-vegetazionali

l.r. 26/1993, art. 14, comma 1

predisposizione di piani di miglioramento ambientale e di piani di immissione di fauna selvatica

l.r. 26/1993, art. 15, comma 1

istituzione della consulta faunistico-venatoria provinciale

l.r. 26/1993, art. 16

istituzione e revoca di oasi di protezione

l.r. 26/1993, art. 17, comma 2

gestione delle oasi di protezione

l.r. 26/1993, art. 17, comma 3

autorizzazione di catture nelle oasi e zone di protezione

l.r. 26/1993, art. 17, comma 4

piani di abbattimento di specie la cui elevata densità non sia sostenibile dall'ambiente

l.r. 26/1993, art. 17, comma 5

istituzione di zone di ripopolamento e cattura

l.r. 26/1993, art. 18, comma 1

gestione delle zone di ripopolamento e cattura

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Enti locali
  • Pubblica Amministrazione

Lombardia: 8 milioni di euro per la sicurezza stradale

La Regione Lombardia concede contributi a fondo perduto per la realizzazione di interventi di riduzione dell’incidentalità stradale sulla rete viaria dei Comuni e Province. Sono ammessi a finanziamento le spese sostenute relativamente ai seguenti progetti: opere infrastrutturali, interventi per la messa in sicurezza, segnaletica, piste e percorsi ciclabili, impianti di illuminazione a basso consumo energetico. Disponibili in tutto 8 milioni di euro suddivisi per gli anni 2019, 2020 e 2021. Il cofinanziamento è riconosciuto fino al 50% del costo totale delle spese ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Fonti alternative
  • Partenariato pubblico privato
  • Lavoro e pensioni
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Compravendita e locazione
  • Imposte sul reddito
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Edilizia e immobili
  • Servizi pubblici locali
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Enti locali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Calamità/Terremoti
  • DURC
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Fisco e Previdenza
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Pianificazione del territorio

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Inquinamento atmosferico
  • Tutela ambientale
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Contributi ai comuni per incentivare la mobilità urbana sostenibile

Il programma è destinato ai comuni con popolazione residente non inferiore a 50.000 abitanti ed è finalizzato al cofinanziamento di progetti di mobilità urbana sostenibile alternativi all'uso di autovetture private, quali la realizzazione di nuove piste ciclabili, nonché lo sviluppo del trasporto condiviso e del mobility management. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 15 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti

Valutazione e gestione della sicurezza di infrastrutture stradali e gallerie

SICUREZZA DELLE INFRASTRUTTURE STRADALI (Norme legislative di riferimento; Ambito applicativo ; Provvedimenti di attuazione) - AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DELLE INFRASTRUTTURE (Istituzione, compiti e attività dell’ANSFISA; Sanzioni comminate dall’Agenzia a carico dei gestori) - VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA, CONTROLLI E ISPEZIONI (Valutazione di Impatto sulla Sicurezza Stradale (VISS); Controlli della sicurezza stradale, controllori abilitati; Classificazione e gestione della sicurezza della rete stradale aperta al traffico ; Ispezioni di sicurezza) - SOGGETTI ABILITATI A VALUTAZIONI, CONTROLLI E ISPEZIONI (Elenco presso il Ministero delle infrastrutture e trasporti, incompatibilità; Certificato di idoneità professionale dei controllori abilitati; Disposizioni transitorie in attesa dell’attivazione dell’elenco, elenco provvisorio; Individuazione dei controllori, trasmissione ed esame delle relazioni) - LINEE GUIDA IN MATERIA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA - SICUREZZA DEI TRATTI INTERESSATI DA LAVORI STRADALI (Norme di riferimento; Attività lavorative in presenza di traffico veicolare e segnaletica stradale) - SICUREZZA DELLE GALLERIE STRADALI (Norme di riferimento e ambito applicativo; Soggetti coinvolti, compiti e funzioni; Ispezioni e controlli periodici, analisi di rischio) - MONITORAGGIO DINAMICO DELLE INFRASTRUTTURE IN CONDIZIONI DI CRITICITÀ.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Demanio
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Le Autorità di sistema portuale (AdSP) e il Piano regolatore di sistema portuale

Premessa e normativa di riferimento; Classificazione dei porti; Le Autorità di sistema portuale (AdSP); Il piano regolatore di sistema portuale (contenuti, il Documento di pianificazione strategica di sistema - DPSS, il Piano regolatore portuale - PRP, il Documento di pianificazione energetica e ambientale del sistema portuale); Esecuzione di opere nei porti; Il Piano operativo triennale (POT); Esecuzione di opere nei porti da parte dei privati.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Certificazioni e procedure
  • Prevenzione Incendi
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Adeguamenti di sicurezza e antincendio delle gallerie ferroviarie già in esercizio

  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche
  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali nazionali

  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Prevenzione Incendi
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Prevenzione incendi nuove metropolitane ancora non in esercizio al 29/11/2015 ma in possesso di progetti approvati

  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Prevenzione Incendi
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Prevenzione incendi metropolitane in esercizio al 29/11/2015 non conformi al D.M. 11/01/1988