FAST FIND : GP13241

Sent. C. Stato 18/04/2014, n. 1995

Edilizia e immobili - Attività edilizia e appalti privati - Titoli abilitativi - Impugnazione - Legittimazione.
Scarica il pdf completo
1896706 1897394
SENTENZA

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1896706 1897395
FATTO

Si deve premettere che il Comune di Baronissi aveva rilasciato alla società controinteressata, un primo permesso di costruire n. 9 del 18.03.2010 per la realizzazione di un “centro sportivo polivalente” e “residenze per anziani”. Il progetto originario prevedeva in particolare l’edificazione di tre corpi di fabbrica, contraddistinti con le lettere A, B e C, i primi due adibiti a residenze per anziani, per un totale di otto unità abitative (4 + 4), e il terzo corpo C, a pertinenza dell’adiacente struttura polivalente, adibito a locale ristoro e spogliatoio .

Con una successiva variante in corso d’opera, il Comune di Baronissi ha rilasciato il permesso di costruire n. 58 del 16.12.2011 con cui, a seguito della definitiva eliminazione delle aree inizialmente destinate alla pratica sportiva (del campo di calcio ed altre strutture sportive polivalenti) originariamente previste, si era autorizzato il cambio di destinazione d’uso del corpo di fabbrica “C” da spogliatoio a residenziale per anziani.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1896706 1897396
DIRITTO

L’appello è infondato.

In tale direzione può prescindersi dall’esame delle eccezioni preliminari dell’appellato.

1. Nell'ordine logico delle questioni devono essere esaminate separatamente le eccezioni di cui alla rubrica sub B con cui si lamenta l'erroneità della decisione nella parte in cui il TAR avrebbe respinto le numerose eccezioni di inammissibilità del gravame.

1.a. In primo luogo si assume che l'appellato non avrebbe provato quale sarebbe stata la compromissione del proprio diritto di proprietà, mentre al contrario la realizzazione delle costruzioni avrebbe “riqualificato l'area”.

L’assunto va respinto.

Quanto al primo profilo, la giurisprudenza (cfr. Consiglio di Stato Sez. IV 22 gennaio 2013 n. 361; Consiglio di Stato Sez. IV 17 settembre 2012 n. 4926; Consiglio di Stato sez. IV 29 agosto 2012 n. 4643; Consiglio di Stato sez. IV 10 luglio 2012 n. 4088; C.G.A. della Regione Siciliana Sent. 4 giugno 2013 n. 553) ha da tempo concluso che:

- la c.d. “vicinitas”, cioè la una situazione di stabile collegamento giuridico con il terreno oggetto dell'intervento costruttivo autorizzato, appare sufficiente a radicare la legittimazione del confinante;

- non è necessario accertare, in concreto, se i lavori assentiti dall'atto impugnato comportino o no un effettivo pregiudizio per il soggetto che propone l'impugnazione e ciò esime, di norma, da qualsiasi necessità di accertare, in concreto, se i lavori assentiti dall'atto impugnato comportino o non un effettivo pregiudizio per il soggetto che propone l'impugnazione;

- la realizzazione di consistenti interventi che comportano una rilevante e notevole alterazione del preesistente assetto urbanistico ed edilizio deve ritenersi pregiudizievole “in re ipsa”, in quanto il nocumento è conseguente alla minore qualità panoramica, ambientale, paesaggistica; ovvero alla possibile diminuzione di valore dell’immobile.

1.b. In secondo luogo l’appellante Lg assume che l'impugnazione sarebbe stata tardiva in quanto l’appellato avrebbe avuto la piena conoscenza del provvedimento fin dal momento in cui la figlia convivente del ricorrente 18 gennaio 2011 aveva depositato al tribunale di Salerno ricorso per denuncia di nuova opera; ed i lavori avevano avuto inizio al 3 novembre 2010 per cui il ricorso al 29 giugno 2012 a distanza di 2 anni sarebbe stato irrimediabilmente tardivo.

Al contrario, a prescindere dalla natura di eccezione posta per la prima volta in appello contestata dall’appellato, deve concordarsi con il TAR che, nella specie, il ricorrente di primo grado non aveva affatto posto in discussione l’inedificabilità assoluta dell’area di proprietà della controinteressata, ma aveva contestato l’illegittimità dell’oggetto dei titoli edilizi.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1896706 1897397
P.Q.M.

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) definitivamente pronunciando:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

La modulistica unica per l'edilizia e le attività produttive

Inquadramento normativo; Iter di adozione della modulistica a livello locale; Modulistica per l'edilizia; Modulistica per attività commerciali o assimilabili; Tutto quello che non può più essere richiesto a cittadini e imprese; Quadro riepilogativo regionale; Modulistica precedente.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi

Soppalco, titolo edilizio per la realizzazione

DEFINIZIONE DI SOPPALCO - QUALIFICAZIONE INTERVENTI PER LA REALIZZAZIONE DI UN SOPPALCO - REGIME EDILIZIO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SOPPALCO (Regime successivo al D.L. 133/2014 ed al D. Leg.vo 222/2016; Regime precedente) - PARAMETRI DI VALUTAZIONE E RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Edilizia e immobili
  • Difesa suolo
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Interventi edilizi in aree soggette a vincolo idrogeologico

Individuazione delle aree soggette a vincolo idrogeologico; Interventi soggetti a c.d. nullaosta idrogeologico; Procedura per il c.d. nullaosta idrogeologico; Abusi idrogeologici - Sanzioni; Ordine di riduzione in pristino - Autorizzazione idrogeologica in sanatoria; Pianificazione di bacino - Interventi in aree a rischio idrogeologico.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Edilizia e immobili
  • Appalti e contratti pubblici
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Titoli abilitativi
  • Disposizioni antimafia
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Informativa antimafia e attività soggette al rilascio di autorizzazioni o a SCIA (C. Stato sent. 565/2017)

Il Consiglio di Stato, pronunciandosi con riferimento ad una fattispecie di richiesta di autorizzazione unica ambientale relativa allo scarico di acque reflue industriali da parte di un'impresa operante nel settore del commercio all'ingrosso di materiale da costruzione, ha ritenuto applicabile la disciplina dell’informativa antimafia anche in relazione ad attività sottoposte a provvedimenti di contenuto autorizzatorio o che siano soggette a SCIA.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Enti locali
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Titoli abilitativi
  • Pubblica Amministrazione

Responsabilità del dirigente comunale in caso di permesso di costruire illegittimo (Cass. 5439/2017)

In capo al dirigente non può aversi una responsabilità omissiva nella realizzazione di opere illegittime, pertanto per configurare un reato occorrono elementi di fatto indizianti un concorso consapevole, o quantomeno colposo, nella condotta. Superamento di un precedente orientamento giurisprudenziale. La posizione del Sindaco.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei
  • Indici, tassi e costi di costruzione
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Titoli abilitativi
  • Costi di costruzione
  • Aree rurali
  • Agricoltura e Foreste
  • Agriturismo
  • Alberghi e strutture ricettive

Trento: obbligo di adeguamento dei Comuni al Regolamento urbanistico-edilizio provinciale

  • Edilizia e immobili
  • Piano Casa
  • Standards
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile
  • Norme tecniche
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016

29/10/2018

18/06/2018