FAST FIND : NR1330

L. P. Trento 21/04/1987, n. 7

Disciplina delle linee funiviarie in servizio pubblico e delle piste da sci.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.P. 18/09/1989, n. 7
- L.P. 16/10/1992, n. 19
- L.P. 09/07/1993, n. 16
- L.P. 23/08/1993, n. 20
- L.P. 07/08/1995, n. 8
- L.P. 09/09/1996, n. 8
- L.P. 07/07/1997, n. 10
- L.P. 11/09/1998, n. 10
- L.P. 22/03/2001, n. 3
- L.P. 11/03/2005, n. 3
- L.P. 14/09/2005, n. 18
- L.P. 14/12/2005, n. 18
- L.P. 27/12/2010, n. 27
- L.P. 31/10/2012, n. 22
- L.P. 17/09/2013, n. 19
- L.P. 23/10/2014, n. 11
- L.P. 16/06/2017, n. 3
Scarica il pdf completo
18467 3864723
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864724
Capo I - Disposizioni preliminari comuni
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864725
Art. 1 - Disciplina generale

1. La realizzazione degli impianti di trasporto a fune e delle piste da sci e slittino e attrezzi assimilabili di seguito riassunte nella dizione pista da sci, in quanto strutture di norma interdipendenti ed idonee a influenzare in modo notevole l'assett

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864726
Art. 2 - Previsioni urbanistiche

1. L'individuazione delle aree destinate alla realizzazione di impianti di trasporto a fune e di piste da sci è effettuata dagli strumenti urbanistici.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864727
Art. 3 - Interdipendenze tra nuovi impianti funiviari e piste da sci

1. Nell'istruttoria sulle domande di concessione di linee funiviarie sono valutate le interdipendenze con le piste da sci già esistenti e con quelle di cui si proponga la realizzazione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864728
Art. 4 - Assenso preliminare per le piste da sci

1. Il rilascio dell'autorizzazione all'apprestamento di piste da sci non collegate alla costruzione di nuovi impianti funiviari o alla modifica di quelli esistenti, ad esclusione delle piste di cui al secondo comma del precedente articolo 2, è subordinato ad un previo provvedimento di assenso preliminare "del dirigente della struttura provinciale competente in materia di turismo" N21.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864729
Art. 5 - Piani orientativi

1. Per le zone per le quali risulti indispensabile la previsione di un organico e coordinato sviluppo di impianti a fune e relative piste da discesa, la Giunta provinciale dispone l'elaborazione di un pian

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864730
Art. 6 - Commissione di coordinamento

1. É istituita una commissione di coordinamento nominata dalla Giunta provinciale e composta da:

a) il dirigente generale del dipartimento competente in materia di turismo, con funzioni di presidente;

b) il dirigente della struttura provinciale competente in materia di turismo, con funzioni di vicepresidente;

c) il dirigente della struttura provinciale competente in materia di impianti a fune;

d) il dirigente della struttura provinciale competente in materia di foreste e fauna;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864731
Art. 7 - Idoneità delle aree e misure di difesa dal pericolo di valanghe

1. Le aree e i terreni che interessano, anche indirettamente, la stabilità delle opere e la sicurezza dell'esercizio degli impianti funiviari e delle piste da sci devono essere idonei sotto il profilo idrogeologico e geotecnico ed essere esenti, secondo ragionevoli previsioni, dal pericolo di frane e valanghe, per loro caratteristiche naturali ovvero per effetto dell'adozione di idonee misure strutturali e/o gestionali di difesa. Ferma restando l'applicazione dell'articolo 30 e delle regole dell'arte per quanto riguarda la sicurezza degli impianti a fune rispetto al pericolo di frane, per la difesa di impianti e piste dal pericolo di fenomeni valanghivi si applicano le disposizioni del presente articolo.

2. Ai fini del rilascio e della modifica delle concessioni di linea funiviaria ai sensi degli articoli 13 e 15 nonché ai fini delle autorizzazioni all'apprestamento delle piste da sci ai sensi dell'articolo 34, i progetti relativi alla realizzazione di nuovi impianti a fune e nuove piste da sci ed i progetti relativi alla modifica di quelli esistenti sono corredati da uno specifico piano delle misure per la difesa dal pericolo di valanghe, redatto in conformità alla normativa vigente in materia di impianti funiviari e piste da sci e alle prescrizioni del regolamento di cui al comma 4. Il piano è acquisito agli atti della Provincia. Qualora il piano riguardi la difesa degli impianti a fune, il medesimo deve prevedere interventi di carattere strutturale, eventualmente accompagnati da idonee misure gestionali, e deve essere approvato dalla Giunta pro

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864732
Capo II - Disciplina delle linee funiviarie in servizio pubblico
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864733
Art. 8 - Concessione di linee funiviarie

1. La costruzione e l'esercizio di linee funiviarie adibite al trasporto in servizio pubblico di persone, cose o misto, sono soggetti a concessione da parte della Giunta provinciale.

2. La concessione sostituisce ogni altro provvedimento di comp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864734
Art. 9 - Categorie di linee

1. Le linee funiviarie sono suddivise in tre categorie:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864735
Art. 10 - Domanda e documentazione

1. La domanda di concessione di linee funiviarie deve essere presentata al servizio competente in materia di impianti a fune corredata dalla seguente documentazione:

a) il progetto esecutivo o di massima dell'impianto che realizza la linea;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864736
Art. 11 - Istruttoria

1. L'istruttoria sulla domanda di concessione è condotta dal servizio competente in materia di impianti a fune, il quale trasmette copia della domanda e della documentazione allegata:

- al sindaco del comune interessato, il quale, sentita la commissione edilizia, esprimerà il proprio avviso in ordine alla compatibilità delle opere rispetto agli strumenti urbanistici in vigore;

- alla giunta del comprensorio interessato, che esprimerà il proprio avviso sull'iniziativa proposta in rapporto allo sviluppo turistico nonché ai prevedibili effetti diretti e indiretti della medesima sull'economia e sull'assetto territoriale ed ambientale della zona;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864737
Art. 12 - Deposito cauzionale

1. L'assessore provinciale competente in materia di turismo comunica al richiedente l'importo della cauzione occorrente per il rilascio della concessione.

2. La cauzione è composta di una quota a garanzia della regola

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864738
Art. 13 - Rilascio della concessione

1. La Giunta provinciale delibera il rilascio della concessione qualora sussistano le seguenti condizioni:

a) il servizio competente in materia di impianti a fune abbia espresso parere positivo in ordine alla rispondenza del progetto dell'impianto alla vigente normativa tecnica;

b) la realizzazione dell'impianto sia conforme agli strumenti urbanistici in vigore e al piano orientativo di cui all'articolo 5, qualora approvato;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864739
Art. 14 - Diniego della concessione

1. La Giunta provinciale con deliberazione motivata nega il rilascio della concession

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864740
Art. 15 - Modifica della concessione

1. La concessione può essere modificata, con l'osservanza della procedura per

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864741
Art. 16 - Rinnovo della concessione

1. La concessione può essere rinnovata, anche più volte, su domanda del concessionario da inoltrare alla Giunta provinciale almeno sei mesi prima della scadenza della stessa, corredata da una relazione tecnica sullo stato di efficienza dell'impianto.

2. Nella domanda di rinnovo il concessionario può proporre modifiche delle caratteristiche dell'impianto costituente la linea, allegando il relativo proge

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864742
Art. 17 - Trasferimento della concessione

1. La Giunta provinciale dispone, su richiesta degli interessati e subordinatamente alla assunzione di tutti gli obblighi del concessionario da parte del richiedente, il trasferimento della concessione.

2. A tal fine gli interessati presentano apposita richiesta di trasferimento della concessione amministrativa corredandola di copia sottoscritta dalle parti, dello schema di atto concernente il trasferimento dell'azienda p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864743
Art. 18 - Cambiamento di categoria

1. Qualora intervengano fatti tali da conferire alla linea in concessione caratterist

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864744
Art. 19 - Decadenza della concessione

1. Fatto salvo quanto previsto dall'articolo 3, quarto comma, la Giunta provinciale pronuncia la decadenza della concessione quando il concessionario diffidato persista in gravi inadempienze agli obblighi derivanti dalla concessione, dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864745
Art. 20 - Revoca della concessione

1. Con deliberazione della Giunta provinciale la concessione può essere revocata per comprovate esigenze di pubblico interesse. Spetta in tal caso al concessionario un indennizzo, determinato sulla base di una perizia eseguita dal servizio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864746
Art. 21 - Risoluzione consensuale della concessione

1. Su domanda del concessionario, il quale intenda rinunziare alla concessione, la Gi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864747
Art. 22 - Restituzione in pristino dei terreni

1. Nel caso di estinzione definitiva della concessione a qualsiasi titolo, la Giunta provinciale obbliga con propria deliberazione il concessionario alla restituzione in pristino, parziale o totale, del terreno su cui insistono le opere dell'impianto, nonché alla demolizione di costruzioni fuori terra ed all'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864748
Art. 23 - Tariffe, orari ed obblighi vari del concessionario

1. Le tariffe, determinate sulla base di criteri generali approvati dalla Giunta provinciale, i periodi, gli orari e le altre modalità di esercizio sono soggetti all'approvazione del dirigente del servizio competente in materia di impianti a fune il quale dispone ispezioni ed accertamenti atti a verificare l'ottemperanza alle norme legislative e regolamentari ed alle condizioni poste dall'atto di concessione e dall'autorizzazione all'esercizio, l'applicazione delle tariffe, l'osservanza, degli orari e le modalità di esercizio.

1 bis. Per le linee funiviarie individuate con deliberazione della Giunta provinciale, sentito il Consiglio delle autonomie locali, previo parere della competente commissione permanente del Consiglio provinciale, gli obblighi di servizio pubblico, e in particolare l'individuazione delle tariffe e dei periodi e orari di apertura e gli eventuali criteri di compensazione correlati a tali obblighi, sono approvati dal comune sul cui territorio è collocata la stazione di valle della linea funiviaria. Gli obblighi di servizio pubblico imposti dal comune in bas

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864749
Art. 24 - Linee concorrenti

1. Le concessioni di linee che si dipartono dai terminali di altre linee già concesse o dalle vicinanze di questi vengono assentite, a parità di soluzioni proposte, al titolare della linea già concessa.

2. Le concessioni di linee che risultino parallele o intersecanti o comunque

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864750
Art. 25 - Progetto e costruzione dell'impianto

1. Ottenuta la concessione della linea, il concessionario trasmette al servizio competente in materia di impianti a fune il progetto "definitivo funiviario" N25 dell'impianto che realizza la linea, compilato in osservanza delle norme tecniche di cui all'articolo 30.

2. N26

3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864751
Art. 26 - Collaudo funzionale e autorizzazione all'esercizio

1. Ultimata la costruzione dell'impianto il concessionario inoltra al servizio competente in materia di impianti a fune la domanda, controfirmata dal direttore dei lavori, per la visita di collaudo funzionale dell'impianto, corredandola della dichiarazione di regolare esecuzione dell'opera.

2. Nella dichiarazione il direttore dei lavori attesta che l'opera è completamente ultimata e che è stata eseguita, sotto la sua sorveglianza, a regola d'arte ed in conformità al progetto presentato. Alla dichiarazione dovranno essere allegate le copie dei certificati di collaudo statico per le opere in cemento armato o metalliche di cui alla legge 5 novembre 1971, n. 1086

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864752
Art. 27 - Modalità d'esercizio

1. L'esercizio deve essere effettuato secondo le modalità previste nei regolamenti tecnici di cui all'articolo 30 ed in otte

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864753
Art. 28 - Vigilanza tecnica sull'impianto

1. Le funzioni di vigilanza tecnica sull'impianto sono esercitate dal personale appositamente incaricato, appartenente al servizio competente in materia di impianti a fune.

2. La struttura provinciale competente, nel rispetto della normativa statale in materia e sull

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864754
Art. 29 - Oneri di collaudo e di sorveglianza

1. I concessionari devono versare alla Provincia un contributo annuo per le spese di sorveglianza da determinare nel regolamento di esecuzione, tenuto conto delle caratteristiche dell'impianto.

2. Le spese per il collaudo, gli onorari fissati dalle tariffe professionali in vigore ed i rim

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864755
Art. 30 - Norme tecniche

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864756
Art. 31 - Statistica

1. I concessionari sono tenuti a fornire periodicamente al servizio statistica della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864757
Art. 32 - Tariffe per prove tecniche eseguite dal LATIF

1. Le tariffe relative alle prove effettuate per conto terzi dal Laboratorio tecnolog

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864758
Art. 33 - Espropriazione per pubblica utilità e servitù coattiva

1. Il richiedente di una concessione o il titolo della stessa, anche in sede di rinnovo, può ottenere in via coattiva la titolarità dei seguenti diritti reali:

a) - la proprietà delle aree necessarie alla costruzione delle stazioni, con eventuali locali di ricovero e di servizio, nonché degli accessi dalle pubbliche vie;

- la proprietà delle aree limitrofe alle stazioni, destinate a parcheggi, necessarie ad integrare le finalità dell'impianto;

b) la servitù sulle aree su cui insistono i sostegni dell'impi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864759
Capo III - Disciplina delle piste da sci
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864760
Art. 34 -Autorizzazione all'apprestamento delle piste da sci

1. L'apprestamento delle piste da sci è soggetto ad autorizzazione della Giunta provinciale. L'autorizzazione è rilasciata dietro presentazione al servizio competente in materia di turismo di apposita domanda corredata del progetto esecutivo della pista, dell'indicazione delle servitù di cui si chiede

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864761
Art. 35 - Rilascio dell'autorizzazione

1. A conclusione dell'istruttoria, la Giunta provinciale, su proposta dell'assessore competente in materia di turismo, delibera il rilascio dell'autorizzazione all'apprestamento della pista, qualora sussistano le seguenti condizioni:

a) il servizio competente in materia di turismo abbia espresso parere positivo in ordine alla rispondenza del progetto della pista alla presente leg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864762
Art. 36 - Direzione lavori e controlli

1. I lavori di apprestamento delle piste devono essere eseguiti sotto la responsabilità di un tecnico abilitato in qualità di d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864763
Art. 37 - Provvedimenti in caso di inadempienza

1. Nel caso di inadempienze alle prescrizioni e agli obblighi stabiliti dalla presente legge, del regolamento di esecuzione e dal provvedimento di cui all'articolo 35, fatte salve l'applicazione delle sanzioni amministrative di cui al successivo articolo 55, il servizio competente in materia di turismo adotta i provved

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864764
Art. 38 - Organi tecnici

1. All'esame dei progetti presentati ai sensi degli articoli 4 e 34, al controllo sull'esecuzione dei lavori non

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864765
Art. 39 - Ultimazione dei lavori e accertamento tecnico

1. Eseguito l'apprestamento della pista, il titolare dell'autorizzazione comunica il completamento dell'opera al servizio competente in materie di turis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864766
Art. 40 - Autorizzazione all'esercizio

1. Qualora l'accertamento tecnico previsto dell'articolo precedente abbia avuto esito positivo, il servizio competente in materia di turismo rilascia l'autorizzazione all'esercizio delle piste, fissando le prescrizioni eventualmente necessarie per l'esercizio stesso.

1 bis. Il rilascio dell'autorizzazione di cui al comma 1 è subordinato all'esistenza di idonea copertura assicurativa in atto per la responsabilità civile p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864767
Art. 40 bis - Autorizzazione all'esercizio provvisorio delle piste da sci

1. In deroga a quanto previsto dall'articolo 40, nel caso di mancata ultimazione dei lavori di apprestamento delle piste da sci autorizzati ai sensi dell'articolo 35, il servizio competente i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864768
Art. 41 - Concorrenza

1. A parità di soluzioni proposte, l'autorizzazione all'apprestamento di una pista da sci che si diparte dalla stazione di monte di un impianto funiviario è assentita, di preferenza, al titolare del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864769
Art. 42 - Piste comuni

1. Chi intende far confluire una pista in altre già esistente ed autorizzata deve assumere a proprie cure e spese l'esecuzione delle opere necessarie per conferire alla pista che viene resa co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864770
Art. 43 - Servitù di pista

1. Il richiedente di un'autorizzazione o il titolare delle stesse può ottenere in via coattiva la titolarità di servitù di pista.

2. La servitù di pista conferisce i seguenti diritti:

a) eseguire sul terreno le opere di sbancamento, livellamento, bonifica, ta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864771
Art. 44 - Innevamento artificiale

1. Il richiedente di un'autorizzazione o il titolare della stessa può ottenere in via coattiva la titolarità dei seguenti diritti reali relativi agli impianti per la produzione di neve o comunque attinenti alla manutenzione e funzionalità della pista:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864772
Art. 45 - Modifica all'esercizio della servitù

1. Qualora il proprietario del fondo servente intende eseguire in un settore dello st

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864773
Art. 46 - Durata della servitù

1. La servitù di pista, nel caso in cui queste non sia servita da un impianto di risalita, è rilasciata per un periodo non superiore ad anni trenta.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864774
Art. 47 - Modifiche al tracciato della pista

1. Su richiesta dell'interessato, alla pista già adibita all'esercizio dello s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864775
Art. 48 - Classificazione, requisiti e caratteristiche delle piste

1. Con il provvedimento di autorizzazione all'esercizio le piste da sci aperte al pubblico sono classificate in categorie a seconda del loro grado di difficoltà. La

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864776
Art. 48 bis - Piste da slittino su fondo naturale

1. La realizzazione di piste da slittino su fondo naturale è effettuata prefer

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864777
Art. 48 ter - Pratica dello sci-alpinismo sulle piste da sci

1. La risalita della pista con gli sci ai piedi è normalmente vietata. Al fine

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864778
Art. 49 - Manutenzione ed esercizio

1. Il titolare dell'autorizzazione all'esercizio della pista ha l'obbligo di curare che la stessa mantenga le caratteristiche ed i requisiti tecnici previsti dal regolamento di ese

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864779
Art. 49 bis - Delimitazione delle piste da discesa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864780
Art. 50 - Servizi tecnici e di assistenze

1. Il titolare dell'autorizzazione all'esercizio della pista deve assicurare i seguenti servizi:

a) trasporto degli infortunati sulle piste da sci e loro avviamento ad un centro medi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864781
Art. 51 - Comportamento dello sciatore

1. Ogni sciatore deve comportarsi in modo da non mettere in pericolo l'incolumità altrui o provocare danno a persone e a cose. Lo sciatore deve inolt

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864782
Art. 51 bis - Mezzi meccanici diversi da quelli adibiti al servizio delle piste e degli impianti

N29

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864783
Art. 52 - Vigilanza sull'esercizio delle piste

1. Le funzioni di vigilanza sulle piste sono esercitate da personale, appartenente al servizio competente in materia di turismo, appositamente incaricato con decreto del Presidente della Giunta provinciale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864784
Art. 52 bis - Compiti di vigilanza attribuiti alle guide alpine e ai maestri di sci

1. La Giunta provinciale, previo parere dei collegi provinciali delle guide alpine e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864785
Art. 52 ter - Bike park

1. Le aree sciabili previste dall'articolo 2 possono essere utilizzate per la discesa con la mountain bike su tracciati esclusivamente destinati a tale attività e denominati "bike park", previa autorizzazione della commissione di coordinamento prevista dall'articolo 6. I bike park utilizzano prioritariamente le piste da sci esistenti e possono essere realizzati e gestiti dai titol

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864786
Capo IV - Norme comuni, transitorie e finali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864787
Art. 53 - Procedimento espropriativo

1. Con i provvedimenti di concessione di linea funiviarie e rispettivamente di autori

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864788
Art. 54 - Impianti a fune - Sanzioni

1. Ferma restando l'applicazione delle sanzioni penali, se il fatto costituisce reato ai sensi delle leggi vigenti e delle disposizioni contenute nel decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio 1980, n. 753 R (Nuove norme in materia di polizia, sicurezza e regolarità dell'esercizio delle ferrovie e di altri servizi di trasporto), per quanto concerne la polizia, la sicurezza e la regolarità dell'esercizio degli impianti di trasporto a fune, sono stabilite le seguenti sanzioni amministrative:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864789
Art. 55 - Piste da sci - Sanzioni

1. Per la violazione delle disposizioni in materia di piste da sci si applicano le seguenti sanzioni amministrative:

a) chiunque appresta anche parzialmente una pista da sci o esegue modifiche a quelle esistenti senza avere ottenuto preventivamente le autorizzazioni previste da questa legge soggiace al pagamento di una somma da 1.000 a 3.000 euro;

b) chiunque apre alla circolazione degli sciatori una pista da sci senza avere ottenuto l'autorizzazione prevista dall'articolo 40 soggiace al pagamento di una somma da 800 a 2.400 euro; questa sanzione si applica anche a chi trasgredisce i provvedim

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864790
Art. 56 - Disposizioni transitorie e finali in materia di impianti funiviari

1. Entro un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge, la Giunta provinciale provvederà all'assegnazione delle linee non classificate ad una delle categorie di cui al precedente articolo 9.

2. Per le concessioni rilasciate in base alle leggi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864791
Art. 57 - Assicurazioni

1. I funzionari della Provincia incaricati della sorveglianza sugli impianti a fune e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864792
Art. 58 - Disposizioni transitorie e finali in materia di piste da sci

1. Per le piste da sci apprestate anteriormente alla data di entrata in vigore della presente legge dovrà essere presentata al servizio competente in materia di turismo entro due anni dalla medesima data, ai fini della loro classificazione ai sensi della presente legge, apposita domanda corredata da una planimetria in scala non inferiore a 1:10.000 e da una relazione illustrativa della pista dalla quale risultino lo sviluppo, le larghezze e le pendenze della pista stessa.

2. Ricevuta la domanda il servizio competente in materia di turismo accerta la rispondenza della pista ai requisiti stabiliti dalla presente legge e dal regolamento e ne dispone la relati

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864793
Art. 59 - Regolamento di esecuzione

1. Il regolamento di esecuzione della presente legge dovrà essere adottato dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864794
Art. 60 - Istituzione del servizio impianti a fune

1. - 3. omissis

4. N

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864795
Art. 61 - Autorizzazione di spesa

1. Per l'effettuazione degli interventi di cui agli articoli 20, secondo comma, 22, s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18467 3864796
Art. 62 - Art. 63 Omissis




IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Testo coordinato con modifiche fino alla L.P. 22/2012.

Dalla redazione

  • Impiantistica
  • Norme tecniche
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune

Autorizzazioni, vita tecnica e revisioni degli impianti funicolari aerei e terrestri

A seguito dell'emanazione del D.M. 01/12/2015, n. 203, presentiamo un approfondimento che riepiloga informa schematica e operativa le regole che disciplinano, a far data dal 22/12/2015, le autorizzazioni alla costruzione ed all’esercizio, la durata della “vita tecnica” e le revisioni degli impianti funicolari aerei e terrestri. Informazioni anche sulla disciplina precedente (D.M. 23/1985, superato dal D.M. 203/2015) e transitoria (art. 31 del D.L. "sblocca Italia" 133/2014).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Norme tecniche
  • Impiantistica

Prescrizioni tecniche per l’esercizio e la manutenzione degli impianti a fune aerei e terrestri

Il D.M. 18/05/2016, n. 144 ha aggiornato le prescrizioni tecniche per l'esercizio e la manutenzione degli impianti a fune adibiti al trasporto di persone. Breve sintesi del contenuto, riferimenti normativi e norme transitorie.
A cura di:
  • Valentina Rampulla
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Norme tecniche
  • Impiantistica

Impianti a fune: Regolamento (UE) n. 2016/424

Nuovo Regolamento per la libera circolazione dei sottosistemi e dei componenti di sicurezza destinati agli impianti a fune. Norme comuni in tutta l’Unione europea per la progettazione, la costruzione, la messa in servizio e la manutenzione degli impianti a fune.
A cura di:
  • Antonio Renato Soragnese
  • Norme tecniche
  • Impiantistica
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Ascensori e montacarichi

Ascensori in servizio pubblico: esercizio, manutenzione e verifiche periodiche (D.M. 09/03/2015)

Emanato il decreto che - in attuazione del precedente D.P.R. 8/2015 - reca le disposizioni e le procedure inerenti all’apertura, all’esercizio, alla manutenzione, nonché alle verifiche e prove periodiche per il funzionamento in sicurezza degli ascensori in servizio pubblico. Abrogato il precedente D.M. 11/01/2010 e il D.M. 281/1931.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Norme tecniche
  • Impiantistica
  • Ascensori e montacarichi
  • Impianti di sollevamento e a fune

Progettazione, costruzione ed esercizio di ascensori in servizio pubblico

Emanate nuove norme tecniche che sostituiscono quelle, ormai vetuste, risalenti al 1931. Nel nuovo decreto anche indicazioni per il rilascio del nulla osta di sicurezza e per la manutenzione e verifica periodica degli impianti.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Norme tecniche
  • Impiantistica

Adeguamento a disposizioni tecniche impianti a fune per il trasporto di persone (D.M. 11/05/2017)

  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Impianti sportivi
  • Norme tecniche
  • Impiantistica
  • Provvidenze
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune

Lombardia, impianti di risalita e piste da sci: contributi per l'adeguamento e la sicurezza - Bando 2015

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Bolzano: aggiornamento obbligatorio installatori impianti FER

  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Provvidenze
  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Impiantistica
  • Fonti alternative

Veneto: bando per la rottamazione delle vecchie stufe a biomassa

  • Calamità/Terremoti
  • Calamità
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche

Campania: rischio sismico e contributi per la messa in sicurezza degli edifici pubblici