FAST FIND : NN13707

D. Min. Sviluppo Econ. 11/05/2015

Approvazione della metodologia che, nell'ambito del sistema statistico nazionale, è applicata per rilevare i dati necessari a misurare il grado di raggiungimento degli obiettivi regionali, in attuazione dell'articolo 40, comma 5, del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28.
Scarica il pdf completo
1841238 1846609
[Premessa]



IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

di concerto con

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

e

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

Visto il decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28R, di attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili (di seguito decreto legislativo n. 28 del 2011) ed in particolare l'art. 40, comma 5, che prevede che entro il 31 dicembre 2012, sulla base delle attività di cui ai commi 1 e 2, il Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e, per gli aspetti inerenti alle biomasse, di concerto con il Ministro per le politiche agricole alimentari e forestali, previa intesa con la Conferenza unificata, di cui all'art. 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, approva la metodologia che, nell'ambito del sistema statistico nazionale (di seguito SISTAN) è applicata per rilevare i dati necessari a misurare il grado di raggiungimento degli obiettivi regionali definiti in attuazione dell'art. 2, commi 167 e 170, della legge 24 dicembre 2007, n. 244;

Visto il medesimo art. 40 che:

al comma 1 prevede che nei limiti delle risorse disponibili allo scopo, il Ministero dello sviluppo economico provvede ad integrare il sistema statistico in materia di energia;

al comma 2 prevede che, per le finalità di cui al comma 1, il Gestore dei Servizi Energetici - G.S.E. S.p.A. (di seguito GSE) tenuto conto delle norme stabilite in ambito SISTAN e dall'Ufficio Statistico dell'Unione Europea (di seguito EUROSTAT) organizza e gestisce un sistema nazionale per il monitoraggio statistico dello stato di sviluppo delle fonti rinnovabili, idoneo a rilevare i dati necessari per misurare lo stato di raggiung

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1841238 1846610
Art. 1 - Oggetto

1. In attuazione dell'art. 40, comma 5, del decreto legislativo n. 28 del 2011

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1841238 1846611
Art. 2 - Applicazione della metodologia regionale

1. Ai fini del monitoraggio e della verifica del raggiungimento, da parte di ciascuna Regione e Provincia autonoma, degli obiettivi di consumo finale lordo di energia coperta da fonti rinnovabili, di cui all'art. 5 del decreto 15 marzo 2012 e, tenendo conto dell'art. 2 del medesimo decreto:

i. il GSE calcola, su base annuale, il valore dei consumi regionali di energia da fonti rinnovabili, nonché dalla frazione rinnovabile e non rinnovabile dei rifiuti, articolati nei singoli componenti che concorrono alla determinazione degli obiettivi regionali;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1841238 1846612
Art. 3 - Coerenza tra la metodologia nazionale e la metodologia regionale

1. Il GSE e l'ENEA, ai fini di cui all'art. 1, comma 1, applicano la metodologia regi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1841238 1846613
Art. 4 - Utilizzo nella metodologia di statistiche di provenienza regionale

1. Con riferimento ad un determinato anno di monitoraggio, qualora le Regioni o le Province autonome dispongano di statistiche sui componenti dei loro consumi energetici, prodotte conformemente ai requisiti di qualità delle statistiche SISTAN e rese disponibili nei tempi e secondo le modalità stabilite nell'Allegato 1, e tali statistiche regionali differiscono di almeno dieci punti percentuali rispetto al corrispondente valore stimato con la metodologia regionale riportata nell'Allegato I, il GSE ovvero l'ENEA comunicano la circostanza al Ministero dello sviluppo economico.

2. Entro trenta giorni dalla c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1841238 1846614
Art. 5 - Obbligo di trasmissione dati

1. I soggetti pubblici e, su richiesta del GSE e dell'ENEA, i soggetti privati, titolari di informazioni utili all'applicazione della metodologia regionale, sono tenuti a fornire i dati i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1841238 1846615
Art. 6 - Relazione al Ministero dello sviluppo economico

1. Entro sessanta giorni dalla trasmissione ad ENEA dei dati ufficiali nazionali sui consumi di energia da fonti non rinnovabili, inviati dal Ministero dello sviluppo economico alla Commissione Europea, di cui all'art. 40, comma 6, del decreto legislativo n. 28 del 2011, l'ENEA fornisce al GSE la stima della ripartizione tra le diverse Regioni e Province autonome dei dati nazionali relativi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1841238 1846616
Art. 7 - Pubblicazione dei dati di monitoraggio

1. Dopo la pubblicazione da parte della Commissione Europea o di Eurostat dei dati relati

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1841238 1846617
Allegato I


Scheda A1 - CONSUMI FINALI DI ENERGIA GEOTERMICA

Parte di provvedimento in formato grafico

N1


Scheda A2 - CONSUMI FINALI DI ENERGIA SOLARE TERMICA

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico

Burden sharing: approvazione della metodologia per la rilevazione dei dati (D.M. 11/05/2015)

Il D.M. 11 maggio 2015 istituisce una procedura per la rilevazione dei dati, nell'ambito del sistema statistico nazionale (SISTAN), necessari a misurare il grado di raggiungimento degli obiettivi regionali in termini di quota dei consumi finali lordi di energia generata da fonti rinnovabili. L’articolo tratta anche il precedente D.M. 15/03/2012, che ha stabilito gli obiettivi che ogni Regione e Provincia autonoma deve raggiungere in materia di fonti rinnovabili (Burden sharing).
A cura di:
  • Vincenzo Soragnese
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili

Incentivi per gli impianti alimentati da fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici

Normativa di riferimento - Incentivi di cui al D. Min. Sviluppo Econ. 06/07/2012 - Incentivi di cui al D. Min. Sviluppo Econ. 23/06/2016.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Titoli abilitativi
  • Fonti alternative
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Impiantistica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento

Fonti rinnovabili negli edifici nuovi e ristrutturati: obblighi, decorrenze e proroghe

Normativa di riferimento - Progetti coinvolti dagli obblighi - Dettaglio degli obblighi - Deroghe per gli edifici pubblici ed i centri storici - Ulteriori dettagli - Premialità.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Fonti alternative
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Energia e risparmio energetico

Fonti rinnovabili: energia idraulica generata da corsi d’acqua artificiali

La Corte di giustizia UE, con la sentenza 02/03/2017, C-4/16, ha incluso nella nozione di energia da fonti rinnovabili di cui all'articolo 2, comma 2, lettera a), della Direttiva 2009/28/CE l’energia idraulica generata utilizzando flussi d’acqua artificiali, specificandone le condizioni.
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative

Fotovoltaico nelle zone colpite da calamità: incentivi agli impianti entrati in esercizio entro il 01/09/2015

Il D.L. 192/2014 (conv. L. 11/2015 - decreto "Milleproroghe" 2015) ha prorogato il termine previsto dalla L. 147/2013 per l'entrata in esercizio degli impianti iscritti nel registro in posizione tale da rientrare nei volumi incentivabili.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Bolzano: aggiornamento obbligatorio installatori impianti FER

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Professioni
  • Energia e risparmio energetico

Toscana, formazione installatori impianti alimentati da FER: avvio e proroga termine

  • Energia e risparmio energetico
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative

Trento, aggiornamento degli installatori di impianti energetici da fonti rinnovabili

  • Impiantistica
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico

Piemonte, formazione installatori impianti alimentati da FER: scadenza e proroga termine

  • Energia e risparmio energetico
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Fonti alternative

Friuli Venezia Giulia, aggiornamento degli installatori di impianti energetici da fonti rinnovabili