FAST FIND : NN13665

D. Min. Infrastrutture e Trasp. 16/03/2015

Criteri per la formulazione di un programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica.
Scarica il pdf completo
1802549 1815991
[Premessa]


IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

con

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

e

IL MINISTRO PER GLI AFFARI REGIONALI E LE AUTONOMIE


Visto l'art. 4 , comma 1, lettera f), della legge 5 agosto 1978, n. 457 R;

Visto l'art. 1, comma 1, della legge 8 febbraio 2007, n. 9R;

Visto il decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98R, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, recante disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria;

Visto il decreto-legge 28 marzo 2014, n. 47R convertito, con modificazioni dalla legge 23 maggio 2014, n. 80, recante «Misure urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per l'Expo 2015»;

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1802549 1815992
Art. 1 - Criteri per la formulazione del Programma

1. Ai fini dell'inserimento nel Programma, gli interventi devono rispondere ai seguenti criteri:

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1802549 1815993
Art. 2 - Tipologie di interventi ammissibili a finanziamento

1. Il Programma è articolato nelle seguenti due linee:

a) interventi di non rilevante entità finalizzati a rendere prontamente disponibili gli alloggi sfitti mediante lavorazioni di manutenzione e di efficientamento. Ai fini del presente decreto si considerano di non rilevante entità gli interventi di importo inferiore a 15.000 euro da realizzarsi entro sessanta giorni dal provvedimento regionale di concessione del finanziament

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1802549 1815994
Art. 3 - Criteri di ripartizione delle risorse

1. Le risorse pari a complessivi 67,9 milioni di euro di cui all'art. 4, comma 6, del decreto-legge 28 marzo 2014, n. 47R, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 maggio 2014, n. 80 sono destinate alla linea di intervento di cui alla lettera a) dell'art. 2 del presente decreto e sono ripartite tra le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano, come risulta dalla Tabella 1 allegata al presente decreto, sulla base dei seguenti parametri:

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1802549 1815995
Art. 4 - Soggetti proponenti e procedure

1. Le proposte di intervento sono localizzate nei comuni ad alta tensione abitativa ovvero nei comuni a disagio abitativo individuati nella programmazione regionale e sono predisposte dagli ex Istituti autonomi per le case popolari comunque denominati e dai comuni.

2. Nel caso in cui le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano non abbiano in

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1802549 1815996
Art. 5 - Monitoraggio e revoche

1. Le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano trasmettono al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti - Direzione generale per la condizione abitativa l'elenco degli interventi ammessi a finanziamento e assicurano il monitoraggio dei tempi di utilizzo dei fondi unitamente al monitoraggio degli eventuali stanziamenti regionali secondo le modalità definite nel decreto di cui all'art. 4, comma 4, utilizzando anche l'applicativo informatico messo a disposizione da

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1802549 1815997
Tabella 1

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1802549 1815998
Tabella 2

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

Il Piano di recupero degli immobili di edilizia residenziale pubblica

Sintesi della disciplina relativa al Piano di recupero di immobili e alloggi di edilizia residenziale pubblica, previsto dall'art. 4 del D.L. 47/2014. Risorse per il finanziamento del piano; Criteri per la formulazione del programma e ripartizione delle risorse. AGGIORNAMENTO DICEMBRE 2016: D.M. 05/10/2016, concernente l'anticipazione dell'annualità 2017 per interventi di non rilevante entità di importo inferiore a 15.000 euro.
A cura di:
  • Piero de Paolis

Nuove procedure alienazione immobili pubblici ex art. 3 D.L. “Casa” 47/2014

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 115 del 20/05/2015 il D.M. 24/02/2015 concernente le procedure di alienazione degli immobili di proprietà degli enti pubblici al fine di incrementare le risorse destinate alla realizzazione, manutenzione o acquisto di alloggi di edilizia residenziale pubblica.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Edilizia residenziale: tutte le misure contenute nel D.L. 47/2014 dopo la conversione in legge

Commento esaustivo a tutte le importanti novità per il rilancio dell’edilizia e dell’immobiliare contenute nel decreto. Piano di recupero di immobili e alloggi di edilizia residenziale pubblica; Lotta all'occupazione abusiva di immobili; Detrazioni fiscali Irpef per il conduttore di alloggi sociali; Riscatto a termine dell’alloggio sociale; Riduzione dell'aliquota della cedolare secca per contratti a canone concordato; Interventi di edilizia residenziale sociale
A cura di:
  • Dino de Paolis

Il programma di edilizia residenziale per i dipendenti pubblici impegnati nella lotta alla criminalità organizzata (D.L. 152/1991)

Questo articolo riepiloga tutto quello che c’è da sapere sul programma per la costruzione di alloggi da concedere in locazione od in godimento a dipendenti delle amministrazioni dello Stato impegnati nella lotta alla criminalità organizzata previsto dall’art. 18 del D.L. 13/05/1991, n. 152 (convertito in legge dalla L. 203/1991), alla luce delle continue modifiche apportate negli anni alla relativa disciplina (da ultimo, con il D.L. “Milleproroghe” 244/2016 che ha prorogato il termine per la ratifica degli accordi di programma ai fini della possibile rilocalizzazione degli interventi).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Le novità per il settore immobiliare dopo la conversione del D.L. “Sblocca Italia” 133/2014

L’articolo illustra le principali disposizioni di carattere civilistico e tributario per il settore immobiliare e delle locazioni contenute nel D.L. “Sblocca Italia” 133/2014, dopo la sua conversione in legge. Liberalizzazione del mercato delle grandi locazioni ad uso non abitativo (art. 18); esenzione da imposta degli accordi di riduzione dei canoni di locazione (art. 19); misure per il rilancio del settore immobiliare (art. 20); incentivo fiscale per le abitazioni da locare (art. 21); contratti di godimento in funzione della successiva vendita ("rent to buy") (art. 23).
A cura di:
  • Stefano Baruzzi

30/08/2017

02/10/2017

14/06/2017

13/06/2017