FAST FIND : NR258

L.R. Piemonte 19/11/1975, n. 54

Interventi regionali in materia di sistemazione di bacini montani opere idraulico-forestali opere idrauliche di competenza regionale.
Testo coordinato con le modifiche introdotte dal:
- L.R. 07/07/1976, n. 36
- L.R. 11/07/2011, n. 10
- L.R. 17/12/2018, n. 19
Scarica il pdf completo
17395 5261437
Art. 1.

1. La Regione, in coerenza con il piano di sviluppo regionale e le sue articolazioni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17395 5261438
Art. 2.

1. Gli interventi della Regione riguardano in particolare le seguenti opere:

1) Nei territori dei bacini montani, ai sensi del R.D. 30 dicembre 1923, n. 3267 e successive modifiche ed integrazioni:

a) opere di sistemazione idraulico-forestale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17395 5261439
Art. 3.

1. I programmi annuali di intervento di cui al precedente art. 1, formulati organicamente per bacino idrografico, sono predisposti dall'Ufficio regionale preposto alla tutela dell'ambiente con la collaborazione degli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17395 5261440
Art. 4.

1. La Giunta Regionale, sentita la Commissione regionale per la sistemazione idraulic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17395 5261441
Art. 5.

1. Gli interventi previsti dall'art. 2 della presente legge sono a totale carico della Regione, che provvede alla loro realizzazione direttamente o attraverso le Comunità montane per i territori classificati montani e le Province per i restanti territori. I relativi lavori possono essere eseguiti in amministrazione d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17395 5261442
Art. 6.

1. Per i lavori non eccedenti l'importo di lire 50 milioni, è sufficiente, in luogo del collaudo, il certificato di regolare esecuzione redatto dal Direttore dei lavori, controllato e vistato dall'Ufficio regionale competente.

2. Per le opere eccedenti l'importo di lire 50 milioni, il collaudatore è nominato dal Presidente della Giunta Regionale o da un suo delegato.

3. Con successivi provvedimenti il Presidente della Giunta Regionale, o un suo delegato, approva gli atti di collaudo e dispone la liquidazione dei lavori.

4. Per quanto non previsto dalla presente legge, si applicano le norme in vigore per i lavori pu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17395 5261443
Art. 7.

1. Le opere previste nei progetti esecutivi approvati con decreto del Presidente dell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17395 5261444
Art. 8.

1. Presso la Regione è costituita, con decreto del Presidente della Giunta Regionale, la Commissione per la sistemazione idraulica e forestale composta da:

a) l'Assessore regionale alla tutela dell'ambiente che la presiede;

b) l'Assessore regionale alle opere infrastrutturali o un suo delegato;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17395 5261445
Art. 9.

1. Agli operai assunti a tempo determinato per lavori eseguiti in amministrazione dir

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17395 5261446
Art. 10.

1. Ai fini della realizzazione dei programmi di cui all'art. 2 della presente legge è autorizzata la spesa di L. 5.000 milioni per l'anno 1975.

2. Le spese occorrenti alla realizzazione dei programmi per gli anni 1976 e successivi saranno autorizzate con apposite leggi regionali.

3. Alla spesa di cui al l° comma si provvede mediante l'accensione di mutui, di pari ammontare, ad un tasso non superiore al 15% e per una durata n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17395 5261447
Art. 11. - (Norma transitoria)

1. Per il primo anno di applicazione della presente legge i termini di cui agli artt.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17395 5261448
Art. 12.

1. La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell'art.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Alberghi e strutture ricettive
  • Finanza pubblica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Edilizia e immobili
  • Provvidenze
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali

Emilia Romagna: riqualificazione urbana nel distretto turistico balneare della costa emiliano-romagnola

La Regione Emilia Romagna rende disponibili 20 milioni di euro per la promozione dell'innovazione del prodotto turistico e della riqualificazione urbana nel Distretto Turistico Balneare della Costa emiliano-romagnola. Sono ammissibili gli interventi i cui lavori, servizi e forniture sono avviati a decorrere dal 01/01/2019 e i contributi sono concessi nella misura massima del 100% della spesa ammissibile per un importo massimo di 10 milioni di euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Costruzioni
  • Dighe
  • Norme tecniche
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Norme tecniche e amministrative per le dighe e gli sbarramenti di ritenuta

RIPARTO DI COMPETENZE IN TEMA DI DIGHE E SBARRAMENTI DI RITENUTA (Dighe e altre opere di competenza dello Stato ; Altre competenze delle strutture dello Stato; Dighe e altre opere di competenza delle Regioni e Province autonome; Competenza su altre opere idrauliche varie) - FUNZIONI TECNICO AMMINISTRATIVE DI VIGILANZA E CONTROLLO (Strutture tecnico amministrative statali di riferimento; Compiti e funzioni della DG dighe e infrastrutture idriche ed elettriche del MIT; Contributo per il funzionamento della DGD e diritti di istruttoria sui progetti) - PERMESSI E AUTORIZZAZIONI PER I PROGETTI (Approvazione tecnica dei progetti di grandi dighe; Valutazione di impatto ambientale) - NORMATIVA VIGENTE E STORICA IN MATERIA DI DIGHE E TRAVERSE (Normativa tecnica vigente; Norme generali per il progetto, la costruzione e l’esercizio; Altre disposizioni varie e di protezione civile; Normativa regionale vigente; Normativa tecnica sulle dighe non più vigente) - VERIFICHE SISMICHE E ALTRI ADEMPIMENTI SULLE DIGHE ESISTENTI (Verifiche sismiche e idrauliche conseguenti alla nuova classificazione sismica dei Comuni; Adempimenti vari per la sicurezza delle grandi dighe esistenti).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Provvidenze
  • Aree rurali
  • Agricoltura e Foreste
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Urbanistica

Emilia Romagna: azioni di prevenzione per ridurre le conseguenze di calamità naturali e avversità climatiche

La Regione Emilia Romagna mette a disposizione 17 milioni di euro per sostenere interventi di prevenzione dei danni che le frane, innescate da maltempo o calamità naturali, possono causare a terreni coltivati e fabbricati produttivi agricoli. Oltre alle spese sostenute per gli interventi sul territorio, (ovvero interventi a carattere strutturale per la riduzione del rischio di dissesto idro-geologico) sono ammissibili a contributo le spese tecniche generali, incluse le indagini geognostiche, come onorari di professionisti o consulenti. L’azione del bando non riguarda azioni di ripristino di danni già avvenuti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Distributori di carburanti
  • Trasporti
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Provvidenze
  • Ospedali e strutture sanitarie

Emilia Romagna: 6,2 milioni di euro per sanità green e mobilità elettrica

Riqualificazione energetica degli edifici pubblici delle aziende sanitarie regionali e di infrastrutture di ricarica per la mobilità elettrica dei veicoli aziendali. La Regione Emilia-Romagna sostiene le Aziende sanitarie pubbliche regionali affinché vengano conseguiti obiettivi di risparmio energetico, uso razionale dell’energia, valorizzazione delle fonti rinnovabili, riduzione delle emissioni di gas serra, con particolare riferimento allo sviluppo di misure di miglioramento della efficienza energetica negli edifici pubblici e ad incentivare politiche di mobilità elettrica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Urbanistica
  • Provvidenze
  • Aree rurali

Marche: sostegno alla viabilità rurale nelle aree del cratere del sisma

Il bando, attivato con una dotazione di 18 milioni di euro, ha come obiettivo quello di potenziare la viabilità minore e incentivare la competitività delle imprese agricole oltre che contribuire anche alla loro sostenibilità in aree spesso difficili da raggiungere per orografia e geomorfologia. I lavori devono essere effettuati nei territori dei Comuni colpiti dal terremoto e sono ammissibili gli investimenti per il miglioramento e l'adeguamento della viabilità rurale esistente ad uso di una pluralità di aziende agricole ed utenti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche
  • Strade
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali nazionali

  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Prevenzione Incendi
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Prevenzione incendi nuove metropolitane ancora non in esercizio al 29/11/2015 ma in possesso di progetti approvati

  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Prevenzione Incendi
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Prevenzione incendi metropolitane in esercizio al 29/11/2015 non conformi al D.M. 11/01/1988

  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Prevenzione Incendi
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

Prevenzione incendi metropolitane in esercizio al 29/11/2015 non conformi al D.M. 11/01/1988

  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Certificazioni e procedure
  • Prevenzione Incendi
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Adeguamenti di sicurezza e antincendio delle gallerie ferroviarie già in esercizio

21/09/2015

26/04/2015

18/03/2015