FAST FIND : NW3804

Ultimo aggiornamento
20/02/2017

Tax Credit per il turismo digitale (D.L. 83/2014 e decreto MiBACT 12/02/2015): tutte le informazioni aggiornate

Tutta la disciplina in tema di credito d'imposta per la digitalizzazione degli esercizi ricettivi, previsto dall'art. 9 del D.L. "art bonus" 83/2014 e successivamente attuate dal D.M. 12/02/2015. Tabelle riepilogative soggetti beneficiari e spese ammissibili. AGGIORNAMENTO 15/10/2015. Scadenze aggiornate 2017.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

L’art. 9 del D.L. 83/2014 (cosiddetto “art bonus”, convertito in legge dalla L. 106/2014) ha introdotto disposizioni in tema di credito d'imposta finalizzato a favorire la digitalizzazione degli esercizi ricettivi. Il D. Min. Beni e Att. Culturali 12/02/2015, pubblicato sulla G.U. n. 26 del 23/03/2015, ha dato attuazione alle medesime disposizioni. In particolare il provvedimento attuativo ha definito:

  • tipologie di strutture alberghiere ammesse al beneficio;
  • tipologie di interventi ammessi;
  • procedure per la loro ammissione al beneficio nel rispetto del limite di legge;
  • soglie massime di spesa ammissibile per singola voce di spesa sostenuta;
  • procedure di recupero nei casi di utilizzo illegittimo dell’agevolazione.

Il credito è riconosciuto nella misura del 30% dei costi sostenuti, fino all'importo massimo complessivo di 12.500 euro nei periodi di imposta 2014, 2015 e 2016 (conseguentemente sono ammissibili spese fino ad un massimo di 41.666 Euro per ciascun soggetto ammesso al beneficio). Il tutto comunque fino all'esaurimento dell'importo massimo di 15 milioni di euro per ciascun periodo d’imposta, fissato dal comma 5 dell’art. 9 del D.L. 83/2014.

PRESENTAZIONE ISTANZE - Le domande per il riconoscimento del credito d’imposta devono essere presentate secondo modalità telematiche, insieme all’attestazione di effettività delle spese sostenute, tramite il Portale dei Procedimenti https://procedimenti.beniculturali.gov.it
In relazione al modello UNICO 2017 - Periodo d'imposta 2016, il Ministero ha comunicato che per la compilazione ed il completamento dell'istanza i termini sono dalle ore 10:00 del 09/02/2017 fino alle ore 16:00 del 23/02/2017, mentre il c.d. "click day" avverrà dalle ore 10:00 del 27/02/2017 alle ore 16:00 del 08/02/2017.

FRUIZIONE DEL CREDITO D'IMPOSTA - E' stato emanato in data 14/10/2015 il Provvedimento del Direttore dell'Agenzia Entrate prot. n. 130200, con il quale sono state definite, in attuazione dell'art. 5 del D.M. 12/02/2015, le modalità ed i termini per la fruizione del credito d'imposta in questione.
Il provvedimento ribadisce che l'agevolazione in parola può essere fruita unicamente in compensazione, e che il relativo modello F24 è presentato esclusivamente in modalità telematica tramite i servizi telematici ENTRATEL e FISCONLINE. Quanto al codice tributo da utilizzare si fa rinvio alla Risoluzione n. 85/E del 14/10/2015 (consultabile in allegato alla presente notizia), che ha istituito il codice tributo “6855 denominato “Tax credit digitalizzazione esercizi ricettivi, delle agenzie di viaggi e dei tour operator – art. 9 del D.L. n. 83/2014”.
Con finalità di controllo automatizzato, Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo trasmette con modalità telematiche all’Agenzia delle entrate i dati identificativi di ciascun beneficiario e l’importo del credito concesso, nonché le eventuali variazioni e revoche. In caso di variazioni dei dati delle imprese ammesse al beneficio e dell’importo del credito concesso, il modello F24 è presentato telematicamente all’Agenzia delle entrate a partire dal terzo giorno lavorativo successivo a quello di comunicazione delle variazioni trasmesse dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo all’Agenzia delle entrate.

SOGGETTI BENEFICIARI E SPESE AMMISSIBILI - Si riportano di seguito due tabelle riepilogative dei soggetti beneficiari e delle spese ammissibili, nonché delle modalità tecniche per la fruizione del credito in compensazione (Provvedimento Agenzia Entrate n. 130200 del 14/10/2015) rinviando per approfondimenti anche all’articolo “DL "art bonus" 83/2014: le misure su beni culturali e paesaggio dopo la conversione in legge”. In allegato anche un documento riepilogativo sulle agevolazioni elaborato dal Ministero.

Soggetti beneficiari. (Gli esercizi ricettivi elencati possono beneficiare del credito d’imposta sempre che svolgano in via non occasionale le attività di cui alla divisione 55 (alloggio) della classificazione ATECO 2007)

ESERCIZI RICETTIVI SINGOLI

struttura alberghiera

struttura aperta al pubblico, a gestione unitaria, con servizi centralizzati che fornisce alloggio, eventualmente vitto ed altri servizi accessori, in camere situate in uno o più edifici. Tale struttura è composta da non meno di sette camere per il pernottamento degli ospiti. Sono strutture alberghiere gli alberghi, i villaggi albergo, le residenze turistico-alberghiere, gli alberghi diffusi, i condhotel e i marina resort di cui agli articoli 31 e 32 del D.L. 133/2014, nonché quelle individuate come tali dalle specifiche normative regionali

struttura extra-alberghiera

affittacamere; ostelli per la gioventù; case e appartamenti per vacanze; residence; case per ferie; bed and breakfast; rifugi montani, nonché le strutture individuate come tali dalle specifiche normative regionali

ALTRE TIPOLOGIE

esercizio ricettivo aggregato con servizi extra- ricettivi o ancillari

aggregazione, nella forma del consorzio, delle reti d’impresa, delle ATI e organismi o enti similari, di un esercizio ricettivo singolo (come sopra definito) con soggetti che forniscano servizi accessori alla ricettività, quali ristorazione, trasporto, prenotazione, promozione, commercializzazione, accoglienza turistica e attività analoghe (destinatario dell’agevolazione fiscale è comunque l’esercizio ricettivo singolo componente l’aggregazione)

agenzie di viaggio e tour operator

soggetti che applicano lo studio di settore approvato con D.M. 28/12/2012 e che risultino appartenenti al cluster 10 - Agenzie intermediarie specializzate in turismo incoming, o al cluster 11 - Agenzie specializzate in turismo incoming, di cui all’allegato 15 annesso al predetto decreto

 

Spese ammissibili

TIPOLOGIA DI SPESA

DETTAGLIO

CONDIZIONI

spese per impianti wi-fi

acquisto e installazione di modem/router; dotazione hardware per la ricezione del servizio mobile (antenne terrestri, parabole, ripetitori di segnale)

solo a condizione che l’esercizio ricettivo metta a disposizione dei propri clienti un servizio gratuito di velocità di connessione pari ad almeno 1 Megabit/s in download (art. 1, comma 149, della L. 190/2014 (Legge di stabilità 2015))

spese per siti web ottimizzati per il sistema mobile

acquisto di software e applicazioni

-

spese per programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti

acquisto software; acquisto hardware (server, hard disk)

purché in grado di garantire gli standard di interoperabilità necessari all'integrazione con siti e portali di promozione pubblici e privati e di favorire l'integrazione fra servizi ricettivi ed extra-ricettivi

spese per spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio

contratto di fornitura spazi web e pubblicità on-line

-

spese per servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale

contratto di fornitura di prestazioni e di servizi

-

spese per strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità

contratto di fornitura di prestazioni e di servizi; acquisto di software

-

spese per servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente

contratto di fornitura di prestazioni e di servizi (docenze e tutoraggio)

-

 

Dalla redazione

Il credito d’imposta per la ristrutturazione di alberghi e strutture ricettive (D.L. 83/2014 e provvedimenti attuativi)

Il credito d'imposta di cui al D.L. 83/2014 - La proroga per il 2017 e 2018, il potenziamento e la modifica della misura attuati con la L. 232/2016 e con il D.L. 50/2017 - Il decreto attuativo del credito d'imposta fino al 2016 - Aumenti di cubatura - Presentazione istanze - Fruizione del credito d'imposta.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

DL "art bonus" 83/2014: le misure su beni culturali e paesaggio dopo la conversione in legge

Credito d’imposta per erogazioni liberali a sostegno della cultura; Limitazione licenze per attività commerciali nei siti culturali; Credito d’imposta per le imprese alberghiere su investimenti per la digitalizzazione e alla realizzazione di interventi edilizi; Piano di infrastrutture per la mobilità turistica; Concessione gratuita a fini turistici di immobili pubblici inutilizzati; Coincidenza momento iniziale nulla osta paesaggistico e rilascio titolo edilizio. AGGIORNAMENTO GENNAIO 2016 con la L. 208/2015 che ha reso stabile il beneficio del credito d’imposta per la cultura.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Autorizzazione paesaggistica: interventi e procedure dopo il D.P.R. 31/2017

Riepilogo del regime degli interventi da eseguire su beni o aree di interesse paesaggistico aggiornato al D.P.R. 31/2017. Tabelle complete degli interventi corredate di note, condizioni e limiti dell’intervento, e relative procedure.
A cura di:
  • Studio Groenlandia

Tax credit ristrutturazione sale cinematografiche

Pubblicato il decreto del MiBACT attuativo delle disposizioni del D.L. “art-bonus” 83/2014. Agevolati fino ad un massimo di 100.000 Euro gli interventi di ripristino, restauro e adeguamento strutturale e tecnologico delle sale cinematografiche esistenti almeno dal 1980 ed iniziati non prima del 01/06/2014.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Tax Credit per il turismo digitale (D.L. 83/2014 e decreto MiBACT 12/02/2015): tutte le informazioni aggiornate

Tutta la disciplina in tema di credito d'imposta per la digitalizzazione degli esercizi ricettivi, previsto dall'art. 9 del D.L. "art bonus" 83/2014 e successivamente attuate dal D.M. 12/02/2015. Tabelle riepilogative soggetti beneficiari e spese ammissibili. AGGIORNAMENTO 15/10/2015. Scadenze aggiornate 2017.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

19/09/2017

07/09/2017

15/06/2017

01/06/2017