FAST FIND : AR1040

Ultimo aggiornamento
25/10/2018

La Ritenuta d’acconto sui bonifici per le spese soggette a detrazione fiscale

BONIFICI E PAGAMENTI PER ECOBONUS, SISMABONUS, BONUS RISTRUTTURAZIONI E BONUS MOBILI - RITENUTA D’ACCONTO SUI BONIFICI PER LE DETRAZIONI FISCALI (Ritenuta d’acconto alla fonte, pagamenti interessati; Aliquota della ritenuta d’acconto; Base imponibile su cui operare la ritenuta; Somme già assoggettate a ritenuta - Condomini e compilazione modello redditi e 730; Esclusione dalla ritenuta dei contribuenti “minimi”) - COMPILAZIONE INCOMPLETA O ASSENZA DEL BONIFICO.
A cura di:
  • Dino de Paolis
1472818 5024921
BONIFICI E PAGAMENTI PER ECOBONUS, SISMABONUS, BONUS RISTRUTTURAZIONI E BONUS MOBILI

Per poter usufruire delle agevolazioni fiscali per interventi di ristrutturazione, riqualificazione energetica e messa in sicurezza antisismica, è obbligatorio il pagamento tramite bonifico, con il rispetto di determinate formalità specifiche, tranne che per casi particolari.

Si tratta in particolare dei pagamenti relativi ai bonifici disposti per beneficiare delle detrazioni sulle ristrutturazioni edilizie o per interventi di risparmio energetico, e dunque:

- interventi di recupero del patrimonio edilizio, ai sensi dell’art. 1, della L. 449/1997 (c.d. “Bonus ristrutturazioni”, si vedano ora: art. 16-bis del D.P.R. 917/1986; art. 16 del D.L. 63/2013);

- interventi finalizzati al risparmio energetico, ai sensi dell’art. 1 della L. 296/2006, commi 344-347 (c.d. “Ecobonus”, si vedano ora: art. 16-bis del D.P.R. 917/1986; art. 14 del D.L. 63/2013).


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1472818 5024922
RITENUTA D’ACCONTO SUI BONIFICI PER LE DETRAZIONI FISCALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1472818 5024923
Ritenuta d’acconto alla fonte, pagamenti interessati

L’art. 25 del D.L. 78/2010 prevede l’assoggettamento a ritenuta d’acconto, ai fini dell’imposta sul reddito dei percipienti, dei compensi corrisposti mediante bonifici bancari o postali quale modalità obbligatoria di pagamento per beneficiare di oneri deducibili o per i quali spetta la detrazione d’imposta, cioè dei bonifici per i pagamenti di cui sopra.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1472818 5024924
Aliquota della ritenuta d’acconto

L’aliquota della ritenuta, inizialmente stabilita al 10% dal citato

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1472818 5024925
Base imponibile su cui operare la ritenuta

Con la Circolare 28/07/2010, n. 40/E, l’Agenzia delle entrate ha chiarito che la base di calcol

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1472818 5024926
Somme già assoggettate a ritenuta - Condomini e compilazione modello redditi e 730

La citata Circolare 40/E/2010 ha altresì chiarito che nel caso in cui per le somme oggetto di bonifico sia già prevista da altre disposizioni l’effettuazione di una ritenuta da parte del soggetto ordinante (ad esempio per i condomìni, che in qualità di sostituti di imposta devono operare la ritenuta di acconto del 4% prevista dall’art. 25-ter del D.P.R. 600/1973 sui corrispettivi dovuti per prestazioni relative a contratti d’appalto di opere o servizi), onde evitare una duplicazione di imposta, dovrà essere applicata un

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1472818 5024927
Esclusione dalla ritenuta dei contribuenti “minimi”

Va ricordato poi come l’Agenzia delle entrate, con

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1472818 5024928
COMPILAZIONE INCOMPLETA O ASSENZA DEL BONIFICO

L’Agenzia delle entrate, con la Risoluzione 07/06/2012, n. 55/E, aveva in un primo momento precisato che la non completa compilazione del bonifico bancario/postale pregiudica, in maniera definitiva, il rispetto da parte delle banche e di Poste italiane dell’obbligo di operare la ritenuta disposta dall’art. 25 del D.L. 78/2010 all’atto dell’accredito del pagamento.

Tuttavia, in seguito, la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito

Detrazioni per riqualificazione energetica, ristrutturazione, misure antisismiche, acquisto mobili

Interventi di riqualificazione energetica, c.d. “ecobonus” (modifiche introdotte con la Legge di bilancio 2018, tabelle riepilogative assetto aggiornato, documentazione da trasmettere e portale ENEA per la trasmissione dei dati, vademecum ENEA per i vari tipi di interventi e risposte a FAQ, guida Agenzia entrate, guida ANCE); Interventi di ristrutturazione e per l’adozione di misure antisismiche, c.d. “sismabonus” (modifiche introdotte con la Legge di bilancio 2018, tabelle riepilogative assetto aggiornato, guida Agenzia entrate, guida ANCE); Acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, c.d. “bonus mobili”; Interventi di sistemazione a verde.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza
  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e relativa attestazione

IL C.D. “SISMABONUS”, NORME FISCALI (Le agevolazioni per gli interventi di messa in sicurezza statica, Le agevolazioni maggiorate in presenza di una diminuzione del rischio sismico certificata da professionista abilitato, Il Sismabonus e gli interventi di demolizione e ricostruzione, Il Sismabonus e gli immobili merce delle imprese, Acquisto direttamente dall’impresa di unità immobiliari oggetto di demolizione e ricostruzione con miglioramento della classificazione sismica, Altre modalità e condizioni per usufruire del Sismabonus, Interventi finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico ed alla riqualificazione energetica; Cumulo con contributi per la ricostruzione post-sisma) - L’ATTESTAZIONE DI RISCHIO SISMICO DEGLI EDIFICI (Il decreto ministeriale sulla classificazione e attestazione del rischio sismico, Professionisti abilitati alla classificazione e attestazione del rischio sismico, Classificazione del rischio sismico, metodo convenzionale e metodo semplificato; Adempimenti burocratici; Inammissibilità dell’attestazione tardiva).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

Detrazioni fiscali per autocostruzione o acquisto di autorimessa o box pertinenziale

PREMESSA, GENERALITÀ SULL’AGEVOLAZIONE - REQUISITI PER USUFRUIRE DELL’AGEVOLAZIONE (Vincolo di pertinenzialità; Nuova realizzazione; Modalità di pagamento; Data dei pagamenti; Acquisto con unico atto) - ASSEGNAZIONI DA COOPERATIVE EDILIZIE - IVA AGEVOLATA.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza

Condominio “minimo” e detrazioni fiscali per gli interventi di recupero edilizio

Il caso dei piccoli condomini (meno di 8 condomini) dove non vi è pertanto obbligo di nominare l’amministratore. L’orientamento prima più restrittivo dell’Agenzia delle Entrate (Risoluzione 74/E/2015), che poi è tornata sui suoi passi con una semplificazione degli adempimenti (Circolare 3/E/2016). In questi casi, se il condominio non ha codice fiscale, nei bonifici è possibile citare il codice fiscale del condomino che ha effettuato il relativo pagamento.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Catasto e registri immobiliari
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imposte sul reddito
  • Edilizia e immobili
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici

Fabbricati “collabenti” (ruderi): disciplina catastale, edilizia e fiscale

Questa pagina informativa chiarisce tutto quello che c’è da sapere riguardo ai fabbricati fatiscenti o inagibili, crollati e/o parzialmente demoliti. Viene trattata la normativa catastale, i presupposti e le modalità per l’iscrizione in catasto, le dichiarazioni catastali da inserire negli atti di compravendita o trasferimento, i titoli abilitativi edilizi necessari per l’intervento di ripristino, le condizioni per usufruire delle agevolazioni per gli interventi di ristrutturazione o di risparmio energetico, l’imponibilità ai fini IMU.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica