FAST FIND : NR32329

L. R. Friuli Venezia Giulia 12/12/2014, n. 26

Riordino del sistema Regione-Autonomie locali nel Friuli Venezia Giulia. Ordinamento delle Unioni territoriali intercomunali e riallocazione di funzioni amministrative.
Stralcio.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 30/12/2014, n. 27
- L.R. 13/02/2015, n. 1
- L.R. 22/05/2015, n. 12
- L.R. 17/07/2015, n. 18
- L.R. 06/08/2015, n. 20
- L.R. 10/11/2015, n. 26
- L.R. 29/12/2015, n. 33
- L.R. 11/03/2016, n. 3
- L.R. 08/04/2016, n. 4
- L.R. 28/06/2016, n. 10
- L.R. 11/08/2016, n. 14
- L.R. 09/12/2016, n. 18
- L.R. 09/12/2016, n. 20
- L.R. 29/12/2016, n. 24
- L.R. 29/12/2016, n. 25
- L.R. 21/04/2017, n. 9
- L.R. 04/08/2017, n. 31
- L.R. 28/12/2017, n. 44
- L.R. 09/02/2018, n. 4
- L.R. 28/06/2018, n. 17
- L.R. 09/08/2018, n. 20
Scarica il pdf completo
1458552 4905449
TITOLO I - FINALITÀ E PRINCIPI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905450
CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905451
Art. 1 - Oggetto e finalità

1. La Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, ai sensi dell’articolo 4, primo comma, numero 1 bis), della legge costituzionale 31

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905452
Art. 2 - Assetto istituzionale

1. L’ordinamento degli enti locali della Regione si basa sui Comuni, quali enti autonomi con pr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905453
Art. 3 - Principi

1. La riorganizzazione delle forme associative tra i Comuni e la distribuzione delle funzioni amministrative, in attuazione dei principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza, nel rispetto del principio della concertazione e della leale collaborazione fra istituzioni e forme associative espressione delle comunità locali, si r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905454
TITOLO II - PIANO DI RIORDINO TERRITORIALE, COSTITUZIONE DELLE UNIONI TERRITORIALI INTERCOMUNALI E PROGRAMMA ANNUALE DELLE FUSIONI DI COMUNI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905455
CAPO I - PIANO DI RIORDINO TERRITORIALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905456
Art. 4 - Piano di riordino territoriale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905457
Art. 4 bis - Regime differenziato per la valle del fiume Fella

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905458
Art. 4 ter (Piano di riordino territoriale)

N80

1. Il Piano di riordino territoriale, definito nell'Allegato C bis, individua i Comuni appartenenti alle aree territoriali adeguate per l'esercizio in forma associata di funzioni comunali, sovracomunali e di area vasta e per la gestion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905459
CAPO II - COSTITUZIONE DELLE UNIONI TERRITORIALI INTERCOMUNALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905460
Art. 5 - Unioni territoriali intercomunali

1. Le Unioni territoriali intercomunali sono enti locali dotati di personalità giuridica, aventi natura di unioni di Comu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905461
Art. 6 - Modalità di adesione alle Unioni

N81

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905462
Art. 7 - Disposizioni per la costituzione delle Unioni

1. Le Unioni individuate dal Piano di riordino territoriale di cui all’articolo 4, comma 6, sono costituite "entro il 15 aprile 2016" N15.

2. L'atto costitutivo e lo statuto dell'Unione sono approvati dai Consigli dei Comuni partecipanti con le procedure e con la maggioranza richieste per le modifiche statutarie dei Com

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905463
Art. 7 bis - Fusioni delle Unioni

1. Al fine di estendere l’ambito ottimale per l’esercizio delle funzioni, nonché per ott

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905464
CAPO III - PROGRAMMA ANNUALE DELLE FUSIONI DI COMUNI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905465
Art. 8 - Programma annuale delle fusioni di Comuni

1. La Giunta regionale, su proposta dell’Assessore competente in materia di autonomie locali e previo parere dei consigli comunali interessati, approva annualmente il programma delle fusioni di Comuni, contenente i singoli progetti di fusione, corredati di una relazione sulla sussistenza dei presupposti di cui all’articolo 17, comma 3, della legge regionale 7 marzo 2003, n. 5 (Articolo 12 dello Statuto della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Norme relative alla richiesta, indizione e svolgimento dei referendum abrogativo, propositivo e consultivo e all’iniziativa popolare delle leggi regionali).

2. Il programma annuale delle fusioni di Comuni è redatto anche sulla base delle proposte provenienti da istituzioni e comitati espressione del territorio.

3. Ai fini dell’approvazione del programma annuale delle fusioni di Comuni da parte della Giunta regionale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905466
Art. 9 - Variazione di Unioni a seguito di fusioni di Comuni

1. Nel caso in cui fusioni di Comuni appartenenti a diverse Unioni comportino identità territo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905467
TITOLO III - ORDINAMENTO DELLE UNIONI E ASSEMBLEE DI COMUNITÀ LINGUISTICA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905468
CAPO I - AUTONOMIA NORMATIVA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905469
Art. 10 - Statuti

1. Lo statuto dell’Unione individua in particolare:

a) la sede, la denominazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905470
Art. 11 - Regolamenti

1. L’organizzazione e lo svolgimento delle funzioni di competenza delle Unioni e i rapporti con

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905471
CAPO II - ORGANI ISTITUZIONALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905472
Art. 12 - Organi dell’Unione

1. Sono organi dell’Unione l’Assemblea, il Presidente e “l’organo di revisione”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905473
Art. 13 - Assemblea

1. L’Assemblea, costituita da tutti i Sindaci dei Comuni aderenti a ciascuna Unione, è l’organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo dell’Unione.

2. Qualora non diversamente stabilito dallo statuto, e salvo quanto previsto dai commi 3 e 5, ciascun Sindaco esprime in Assemblea il seguente numero di voti:

a) un voto per i Comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti;

b) due voti per i Comuni con popolazione da 3.001 a 10.000 abitanti;

c) quattro voti per i Comuni con popolazione da 10.001 a 15.000 abitanti;

d) sei voti per i Comuni con popolazione da 15.001 a 30.000 abitanti;

e) nove voti per i Comuni con popolazione da 30.001 a 50.000 abitanti;

f) dodici voti per i Comuni con popolazione da 50.001 a 100.000;

g) quindici voti per i Comuni con popolazione superiore a 100.000 abitanti.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905474
Art. 14 - Presidente

1. Il Presidente è eletto dall’Assemblea tra i suoi componenti.

2. Il Presidente è il rappresentante legale dell’Unione; nomina il Vicepresidente e i componenti dell’Ufficio di presidenza, qualora istituito; convoca e presiede l’Assemblea e l’Ufficio di presidenza;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905475
Art. 15 - Organo di revisione

1. L’organo di revisione contabile dell’Unione è costituito secondo le previsioni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905476
Art. 16 - Commissioni intercomunali

1. Lo statuto può prevedere la costituzione di commissioni consultive intercomunali a supporto dell’attività dell’Assemblea, comp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905477
CAPO III - DISPOSIZIONI SULL’ORGANIZZAZIONE E SUL PERSONALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905478
Art. 17 - Piano dell’Unione

1. Il Piano dell’Unione è lo strumento partecipativo di programmazione e pianificazione che costituisce l’atto di indirizzo generale delle politiche amministrative dell’Unione anche al fine dell’armonizzazione delle politiche tributarie e della formazione e sviluppo del capitale sociale, inteso quale insieme di relazioni tra unità produttive, capitale umano e servizi che rendono un territorio attivo e attrattivo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905479
Art. 18 - Direttore generale

1. Lo statuto può prevedere che la gestione dell’Unione sia affidata a un “Direttore

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905480
Art. 19 - Organizzazione degli uffici e dei servizi

1. L’Unione provvede alla determinazione del proprio assetto organizzativo, nonché alla gestione del personale nell’ambito della propria autonomia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905481
Art. 19-bis - Personale dell'Unione

N55

1. In caso di recesso di un Comune da un'Unione territoriale intercomunale, il personale trasferito all'Unione da parte del Comune recedente rientra nella dotazione organica del Comune;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905482
Art. 20 - Subambiti

1. Al fine di disporre di una migliore organizzazione dell’esercizio associato di funzioni e servizi mediante la localizzazione degli stessi sul territorio, lo statuto può prevederne la gestione decentrata attraverso l’istituzione di Subambiti, anche in deroga al criterio di contiguità territoriale, soggetti alla pianificazione gestionale e finanziaria dell’Unione. “I Subambiti sono costituiti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905483
CAPO IV - ASSEMBLEE DI COMUNITÀ LINGUISTICA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905484
Art. 21 - Assemblee di comunità linguistica

1. Sono istituite le Assemblee di comunità linguistica quali organismi deputati alla valorizzazione e alla salvaguardia della coesione territoriale, sociale ed economica delle comunità linguistiche friulana, slovena e tedesca presenti sul territorio regionale.

2. Le Assemblee di comunità linguistica sono

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905485
Art. 22 - Organizzazione e funzioni dell’Assemblea di comunità linguistica

1. L’Assemblea di comunità linguistica elegge al suo interno il Presidente che può avvalersi di un Consiglio d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905486
TITOLO IV - ATTRIBUZIONE DI FUNZIONI AMMINISTRATIVE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905487
CAPO I - FUNZIONI ESERCITATE DALL’UNIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905488
Art. 23 - Funzioni esercitate dall’Unione

1. L’Unione esercita:

a) le funzioni comunali di cui agli articoli 26 e 27;

b) le ulteriori funzioni volontariamente delegate all’Unione dai Comuni c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905489
Art. 24 - Accordi per la programmazione di area vasta transnazionale e transfrontaliera e altre forme di collaborazione

1. Le Unioni limitrofe possono stipulare tra loro accordi per programmare in maniera coordinata interventi nelle materie di propria competenza armonizzando gli obiettivi e le modalità di realizzazione.

2. Le Unioni possono convenzionarsi, tra loro e con singoli Comuni che non aderiscono a un’Unione, per disciplinare la gestione coordinata di determinate funzioni e servizi di area vasta, anche di caratter

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905490
Art. 25 - Altre disposizioni in materia di funzioni

1. Per l’esercizio associato delle funzioni di polizia locale, protezione civile e polizia giud

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905491
CAPO II - ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI COMUNALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905492
Art. 26 - Funzioni comunali esercitate dall’Unione

1. A decorrere "dal 1° luglio 2016" N46 i Comuni esercitano in forma associata, tramite l’Unione cui aderiscono, "la funzione di cui alla lettera I) e almeno ulteriori due funzioni comunali nelle materie di seguito elencate:"N57

a) gestione del personale e coordinamento dell’organizzazione generale dell’amministrazione e dell’attività di controllo;

b) sistema locale dei servizi sociali di cui all’articolo 10 della legge regionale 31 marzo 2006, n. 6 (Sistem

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905493
Art. 27 - Ulteriori funzioni comunali esercitate in forma associata

N59

1. Nell'ambito di ciascuna Unione, i Comuni esercitano in forma associata le funzioni comunali nelle materie e attività e con le decorrenze di seguito indicate:

a) a decorrere dal 1° luglio 2016, la programmazione e gestione dei fabbisogni di beni e servizi in relazione all'attività della Centrale unica di committenza regionale;

b) a decorrere dal 1° gennaio 2017, i servizi finanziari e contabili e il controllo di gestione, nonché almeno due tra le seguenti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905494
Art. 27 bis - Altre modalità di esercizio associato di funzioni comunali

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905495
Art. 28 - Delega di funzioni comunali all’Unione

1. I Comuni possono delegare all’Unione di appartenenza, per l’esercizio in forma associa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905496
Art. 29 - Regime differenziato

N87

1. Nelle Unioni che, secondo la delimitazione geografica ind

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905497
Art. 30 - Funzioni in materia di anticorruzione, trasparenza, valutazione e controllo di gestione

1. Per l’esercizio in forma associata delle funzioni in materia di anticorruzione, trasparenza,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905498
Art. 31 - Sportello per il cittadino

1. Al fine di garantire il mantenimento del rapporto diretto con i cittadini e l’accessibilità diretta ai servizi, per tutte le funzioni e i servizi previsti dagli articoli 26, 27 e 28 le Unioni e i Comuni gar

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905499
CAPO III - TRASFERIMENTO O DELEGA DI FUNZIONI PROVINCIALI E REGIONALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905500
Art. 32 - Funzioni delle Province e trasferimento di funzioni provinciali

1. Il presente articolo disciplina il riordino delle funzioni attualmente esercitate dalle Province ed elencate agli allegati A, B e C.

2. Le Province, quali enti con funzioni di area vasta, continuano a esercitare, sino al loro superamento, le funzioni indicate in dettaglio nell’allegato A, nonché le ulteriori funzioni a esse attribuite, non ricomprese negli allegati A, B e C.

3. Sono trasferite alla Regione le funzioni indicate in dettaglio nell'allegato B, già di competenza provinciale, secondo le seguenti scadenze, fermo restando il trasferimento delle competenze in materia di lavoro, di cui al punto 8 dell'allegato B, effettuato dalla

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905501
Art. 33 - Trasferimento o delega di funzioni regionali ai Comuni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905502
CAPO IV - PROCEDURA DI RICOGNIZIONE E DISMISSIONE DI FUNZIONI PROVINCIALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905503
Art. 34 - Atto di ricognizione

1. Entro il 31 maggio di ogni anno le Province trasmettono all’Assessore regionale competente in materia di autonomie locali un atto di ricognizione, riferito al 31 dicem

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905504
Art. 35 - Piano di subentro

1. Il piano di subentro è il documento che individua, in relazione a ogni scadenza prevista per il trasferimento di funzioni provinciali, i relativi procedimenti, le risorse umane, strumentali e finanziarie, i rapporti giuridici pendenti, nonché le modalità del trasferimento e la ripartizione tra gli enti destinatari.

2. Nel piano di subentro dovrà essere prefigurato il trasferimento di risorse anche finanziarie già di competenza della Provincia, dedotte quelle necessarie, sia per l’esercizio delle funzioni proprie, sia per la prosecuzione dell’attività gestionale pregressa, attiva, passiva e patrimoniale.

3. La proposta di piano di subentro è approvata dal Consiglio provinciale ed è trasmessa all’Assessore regionale competente in materia di autonomie locali almeno novanta giorni prima del termine previsto per il trasferimento delle funzioni ivi contemplate.

4. La proposta di piano di cui al comma 3 è predisposta nel rispetto delle seguenti disposizioni:

a) le risorse finanziarie relative al trattamento economico fondamentale e accessorio del pers

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905505
Art. 35-bis - Norma transitoria in materia di partecipazioni societarie

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905506
CAPO IV BIS - DISPOSIZIONI PARTICOLARI PER LA PROCEDURA DI DISMISSIONE DI FUNZIONI PROVINCIALI IN MATERIA DI AMBIENTE

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905507
Art. 35-ter - Disposizioni in materia di garanzie

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905508
Art. 35-quater - Disposizioni organizzative

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905509
TITOLO V - SUPERAMENTO DELLE COMUNITÀ MONTANE E DI ALTRE FORME COLLABORATIVE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905510
CAPO I -SUPERAMENTO DELLE COMUNITÀ MONTANE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905511
Art. 36 - Soppressione delle Comunità montane

1. Le Comunità montane del Friuli Venezia Giulia sono soppresse con effetto "dall’1 agosto 2016"

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905512
Art. 37 - Procedura di ricognizione

1. Entro l’1 maggio 2015 i commissari straordinari delle Comunità montane trasmettono al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905513
Art. 38 - Piano di successione e subentro

N49

1. Entro trenta giorni dalla data di efficacia della deliberazione della Giunta regionale di cui all’articolo 4, comma 6, i commissari straordinari trasmettono all’Assessore regionale competente in materia di autonomie locali una proposta di piano per la successione nei rapporti giuridici attivi e passivi e per il subentro degli enti successori alle Comunità montane.

2. La proposta di piano di cui al comma 1 contiene:

a) l’assetto organizzativo e logistico e la ripartizione del personale agli enti successori;

b) l’attribuzione agli enti destinatari dei beni e dei rapporti giuridici attivi e passivi;

c) il progetto di scissione che individua i beni, i crediti, i debiti e altri rapporti giuridici attivi e passivi da attribuire e il personale da trasfer

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905514
Art. 38-bis - Disposizioni speciali in materia di subentro

N55

1. In deroga alle previsioni di cui all'articolo 38, comma 3, lettera a), i beni immobili sono attribuiti, in relazione alla loro ubicazione, all'Unione costituita all'inte

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905515
Art. 39 - Trasformazione delle Comunità montane in Unioni

1. Qualora il territorio della costituenda Unione N47

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905516
CAPO II - SUPERAMENTO DI ALTRE FORME COLLABORATIVE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905517
Art. 40 - Scioglimento di forme collaborative

1. A far data dal 1° luglio 2016 sono sciolte le unioni di Comuni istituite ai sensi dell'articolo 23 della legge regionale 9 gennaio 2006, n. 1 (Principi e norme fondamentali del sistema Regione - autonomie locali nel Friuli-Venezia Giulia).N61

1-bis. N130 I Comuni facenti parte di convenzioni attuative “, in essere al 31 dicembre 2017,”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905518
TITOLO VI - PRINCIPI DELLA RIFORMA DELLA FINANZA LOCALE, SUPPORTO FINANZIARIO REGIONALE AGLI ENTI LOCALI E ISTITUZIONE DELLA CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA REGIONALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905519
CAPO I - PRINCIPI DELLA RIFORMA DELLA FINANZA LOCALE E SUPPORTO FINANZIARIO REGIONALE AGLI ENTI LOCALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905520
Art. 41 - Riforma della finanza locale

1. Al fine di supportare il riordino del sistema Regione-Autonomie locali nel Friuli Venezia Giulia, nonché per assicurare una funzionale gestione delle risorse pubbliche a favore dello sviluppo delle comunità locali e dei relativi territori, entro il 30 giugno 2015, la Giunta regionale presenta al Consiglio regionale uno o più disegni di legge recanti la revisione della disciplina della finanza locale intesa come:

a) definizione di un nuovo e funzionale sistema delle fonti di entrata degli enti locali con particolare riferimento ai trasferimenti regionali;

b) coordinamento della finanza locale, costituito dalla disciplina concernente il patto di stabilità e il contenimento della spesa, la revisione economico-finanzi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905521
Art. 42 - Supporto finanziario regionale agli enti locali

1. Il supporto finanziario della Regione è destinato, in modo prioritario, a favore delle Unioni, in quanto enti di dimensioni ottimali per l’efficiente e funzionale gestione di servizi e l’utilizzo di risorse pubbliche.

2. Per le finalità di cui al comma 1 la Regione assegna annualmente alle Unioni le risorse destinate al funzionamento

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905522
CAPO II - ISTITUZIONE DELLA CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA REGIONALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905523
Art. 43 - Finalità della Centrale unica di committenza regionale

1. La Regione istituisce, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 1, comma 455, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (Legge finanziaria 2007), all’interno del proprio ordinamento, la Centrale unica di committenza regionale per l’acquisto di beni e la fornitura di servizi, a favore:

a) dell’Amministrazione regionale e degli enti regionali di cui al decreto del Presidente della Regione 27 agosto 2004, n. 0277/Pres. (Regolamento di organizzazione dell’amministrazione regionale e degli enti regionali), e successive modifiche e integrazioni;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905524
Art. 44 - Attività della Centrale unica

1. Per le finalità di cui all’articolo 43, la Centrale unica di committenza regionale, "nell'esercizio dell'attività di centralizzazione della committenza"N40, opera aggiudicando appalti pubblici o stipulando "contratti"N41 quadro per l’acquisizione di servizi e forniture, destinati ai soggetti di cui all’articolo 43 "e ai sensi dell'articolo 2, paragrafo 1, punto 15, della direttiva 2014/24/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014, sugli appalti pubblici e che abroga la direttiva 2004/18/CE"

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905525
Art. 44 bis - Destinazione del fondo di cui all’articolo 9, comma 9, del decreto legge 66/2014

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905526
Art. 45 - Contratti quadro

N42

1. La Centrale unica di committenza regionale stipula "contratti"N41 quadro "aventi natura normativa"

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905527
Art. 46 - Aggiudicazione di appalti su delega

1. La Centrale unica di committenza regionale provvede, per beni e servizi non ricompresi "nei contratti"N40 quadro di cui all’articolo 45, all’aggiudicazione di appalti su delega di uno o più dei soggetti di cui all’articolo 43.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905528
Art. 47 - Programma annuale

1. La "Regione"N41, sulla base dei fabbisogni raccolti, "adotta"

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905529
Art. 48 - Programmazione per l’Amministrazione regionale e gli enti regionali

1. Le Direzioni centrali dell’Amministrazione regionale e gli enti regionali trasmettono alla Centrale unica di committenza regionale il Piano dei propri fabbisogni "riferito al triennio successivo"

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905530
Art. 49 - Attività di committenza per gli enti locali della Regione

1. La Regione promuove la concertazione con i soggetti di cui all’articolo 43, comma 1, lettera b), al fine di razionalizzare la spesa per acquisti di beni e servizi, attraverso lo strumento della Centrale unica di committenza regionale.

2. I ruoli e le modalità di svolgimento delle attività di centralizzazione della committenza per gli enti locali sono dis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905531
Art. 50 - Promozione di sistemi informatizzati

1. La Regione promuove l’informatizzazione del sistema di approvvigionamento di beni e servizi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905532
Art. 51 - Modifiche all’articolo 8 della legge regionale 7/2000

1. Dopo il comma 2 dell’articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905533
Art. 52 - Clausola valutativa

1. Ogni due anni, a partire dal terzo anno dalla costituzione della Centrale unica di committenza reg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905534
Art. 53 - Prima programmazione delle attività della Centrale unica

1. In sede di prima applicazione, la programmazione delle attività della Centrale unica di com

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905535
Art. 54 - Dotazioni e forme di collaborazione

1. La Giunta regionale assicura alla Centrale unica di committenza regionale la dotazione di risorse uma

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905536
Art. 55 - Utilizzo della Centrale unica da parte degli uffici del Consiglio regionale

1. Il ricorso alla Centrale unica di committenza regionale da parte degli uffici del Consiglio region

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905537
Capo II-bis - Centralizzazione della committenza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905538
Art. 55 bis - Centralizzazione della committenza per le acquisizioni di lavori, beni e servizi per i Comuni non capoluogo di provincia

N19

1. I Comuni non capoluogo di provincia del Fr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905539
Art. 55 ter - Ambiti di riferimento per l'esercizio di funzioni di centrali di committenza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905540
TITOLO VII - NORME TRANSITORIE, FINALI E NORME URGENTI IN MATERIA DI ENTI LOCALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905541
CAPO I - NORME TRANSITORIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905542
Art. 56 - Trasferimento di personale all’Unione

1. In sede di prima applicazione, il personale dell’Unione è costituito da:

a) personale proveniente dai Comuni in essa ric

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905543
Art. 56 bis - Adeguamento del Piano di riordino territoriale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905544
Art. 56 ter - Disposizioni transitorie in materia di Servizio sociale dei Comuni

N90

1. Le disposizioni di cui agli articoli 62, 63, 64, 65 e 67, comma 1, lettera b), hanno effetto a decorrere dall'1 gennaio 2017.

2. Nelle more degli adempimenti necessari ad accompagnare con l'opportuna gradualità il processo di riorganizzazione dei servizi a livello territoriale di Unione e per garantire all'utenza la necessaria continuità nella fruizione delle prestazioni, l'attuazione del combinato disposto di cui all'articolo 26, comma 1, lettera b), e comma 2, è disciplinata, in via di prima applicazione e per quanto non previsto dal Capo IV della legge regionale 31 marzo 2006, n. 6 (Sistema integrato di interventi e servizi per la promozione e la tutela dei diritti di cittadinanza sociale), dalle disposizioni del presente articolo.

3. Dall’1 gennaio 2017, sino al completamento del proce

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905545
Art. 56-quater - Avvio delle Unioni territoriali intercomunali

N39

1. Fino all'ingresso di tutti i Comuni della Regione nelle Unioni territoriali intercomunali individuate con la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905546
CAPO II - NORME FINALI E NORME URGENTI IN MATERIA DI ENTI LOCALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905547
Art. 57 - Indice demografico

1. Ai fini della presente legge, la popolazione dei Comuni è quella determinata dai risultati

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905548
Art. 58 - Tutela della minoranza linguistica slovena

1. Nell’ambito territoriale di cui all’articolo 4 della legge 38/2001, le Unioni garantiscono

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905549
Art. 58-bis - Tutela delle lingue minoritarie

N39

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905550
Art. 59 - Osservatorio per la riforma

1. Presso la struttura regionale competente in materia di autonomie locali è istituito l’Osservatorio per la riforma, al quale sono attribuite funzioni di impulso, di monitoraggio e di raccordo per l’attuazione della presente legge e di coordinamento con l’Osservatorio nazionale previsto dall’Accordo, ai sensi dell’articolo 1, comma 91, della legge 56/2014, tra il Governo e le Regioni, sancito in sede di Conferenza unificata in data 11 settembre 2014.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905551
Art. 60 - Potere sostitutivo

1. In relazione alla salvaguardia di interessi unitari della Regione, in conformità ai principi dell’articolo 18 della legge regionale 1/2006 e al principio di leale collaborazione, in caso di mancata adozione da parte degli enti locali di atti obbligatori, ai sensi dell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905552
Art. 61 - Strade provinciali

N45

1. Entro il 31 marzo 2016 la Giunta regionale provvede con deliberazione, su proposta dell'Assessore competente in materia di viabilità, a individuare, tra le strade provinciali, quelle di i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905553
Art. 61 bis - Disposizioni sul sistema locale dei servizi sociali

N80

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905554
Art. 62 - Art. 68 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905555
Art. 69 - Abrogazioni

1. Sono abrogate, in particolare, le seguenti disposizioni:

a) gli articoli 20, 22, 23, 41, 46, comma 5, 5 bis e 5 ter, della legge regionale 1/2006 “; tali disposizioni, a eccezione dell’articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905556
Art. 70 - Reviviscenza degli articoli 4, 5, 11, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 21, 36 e 40 della legge regionale 33/2002

1. A decorrere dall’entrata in vigore della presente legge e fino alla soppressione delle Comunità m

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905557
Art. 71 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905558
Art. 72 - Misure urgenti per assicurare una funzionale gestione degli incentivi regionali a favore degli enti locali

Omissis

2. All’articolo 29 della legge regionale 18 luglio 2014, n. 13 (Misure di semplificazione dell’ordinamento regionale in materia urbanistico-edilizia, lavori pubblici, edilizia scolastica e residenziale pubblica, mobilità, telecomunicazioni e interventi contributivi), sono apportate le seguenti modifiche:

a) al comma 1, tra le parole “contributi pluriennali concessi” e le parole “erogati agli enti locali”, la congiunzione “ed” è sostituita dalla congiunzione “o”;

b) alla fine del comma 1 sono aggiunte le parole &ldq

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905559
Art. 73 - Art. 74 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905560
Allegato A (riferito all’articolo 32) - Funzioni mantenute dalle Province

1. Funzioni in materia di agricoltura:

a) la concessione dei contributi per le fattorie didattiche di cui all’articolo 9, comma 2, lettera g), della legge regionale 27 novembre 2006, n. 24 (Conferimento di funzioni e compiti amministrativi agli Enti locali in materia di agricoltura, foreste, ambiente, energia, pianificazione territoriale e urbanistica, mobilità, trasporto pubblico locale, cultura, sport).

2. N65

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905561
Allegato B (riferito all’articolo 32) - Funzioni provinciali trasferite alla Regione

1. Funzioni in materia di agricoltura:

a) l’autorizzazione all’acquisto di prodotti fitosanitari e relativi coadiuvanti di cui all’articolo 9, comma 1, lettera a), della legge regionale 24/2006;

b) l’applicazione della disciplina in materia di raccolta del tartufo di cui all’articolo 9, comma 1, lettera b), della legge regionale 24/2006;

c) la concessione di contributi per promuovere la conoscenza, la diffusione e la valorizzazione dei sistemi razionali di coltivazione e conservazione di cui all’articolo 9, comma 2, lettera a), della legge regionale 24/2006;

d) la concessione di contributi ai consorzi forestali di cui all’articolo 12, comma 2, lettera d), della legge regionale 24/2006;

e) gli interventi straordinari per incrementare la produzione legnosa di cui all’articolo 12, comma 2, lettera e), della legge regionale 24/2006;

f) il concorso nelle spese dei produttori biologici di cui all’articolo 12, comma 2, lettera f), della legge regionale 24/2006;

g) la concessione dei contributi per l’alimentazione biologica, tipica e tradizionale nelle mense pubbliche di cui all’articolo 12, comma 2, lettera g), della legge regionale 24/2006;

h) la concessione dei contributi per iniziative di educazione alimentare di cui all’articolo 12, comma 2, lettera h), della legge regionale 24/2006;

i) la concessione dei contributi agli operatori agrituristici di cui all’articolo 12, comma 2, lettera j), della legge regionale 24/2006;

j) la concessione dei finanziamenti per lo sviluppo dell’apicoltura di cui agli articoli 13, 14 e 15 della legge regionale 18 marzo 2010, n. 6 (Norme regionali per la disciplina e la promozione dell’apicoltura);

k) le funzioni contributive concernenti le “Strade del vino” di cui alla legge regionale 22 novembre 2000, n. 21 (Disciplina per il contrassegno dei prodotti agricoli del Friuli-Venezia Giulia non modificati geneticamente, per la promozione dei prodotti agroalimentari tradizionali e per la realizzazione delle “Strade del vino”).

2. Funzioni in materia di ambiente:

a) la concessione dei contributi ai Comuni per la gestione dei parchi comunali e intercomunali di cui all’articolo 9, comma 2, lettera c), della legge regionale 24/2006;

b) la concessione degli incentivi ai conduttori dei fondi nei biotopi di cui all’articolo 9, comma 2, lettera d), della legge regionale 24/2006;

c) gli interventi a favore della Riserva naturale marina di Miramare di cui all’articolo 10, comma 1, della legge regionale 24/2006;

c bis) le funzioni di concessione dei contributi per la conservazione dei prati stabili di cui all'articolo 8 della legge regionale 29 aprile 2005, n. 9 (Norme regionali per la tutela dei prati stabili naturali);N26

c ter) le funzioni amministrative relative alla gestione del bene Dolomiti UNESCO; N26

d) la concessione dei contributi per lo smaltimento dell’amianto di cui all’articolo 16 della legge regionale 24/2006;

e) la concessione dei contributi per la realizzazione di impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti di cui all’articolo 17 della legge regionale 24/2006;

f) N30

g) l’esercizio del potere sostitutivo nei confronti dei Comuni in caso di inerzia nella predisposizione e nell’attuazione dei piani di azione comunali di cui all’articolo 19, comma 1, lettera d), della legge regionale 24/2006;

h) le funzioni amministrative relative alla concessione dei contributi in materia di risparmio energetico di cui all’articolo 20 della legge regionale 24/2006;

i) il coordinamento dei piani di azione comunale nel caso di mancato raggiungimento del concerto fra i Comuni interessati di cui all’articolo 3, comma 2 bis, della legge regionale 16/2007;

j) le funzioni in materia di parchi e ambiti di tutela ambientale di cui all’articolo 54 della legge regionale 10/1988;

k) la concessione dei contributi finalizzati all’acquisto di automezzi speciali, contenitori stradali e altre attrezzature nonché alla

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905562
Allegato C (riferito all’articolo 32) - Funzioni provinciali trasferite ai Comuni

1. Funzioni in materia di agricoltura:

a) il rilascio dell’autorizzazione e del contrassegno al transito dei veicoli a motore nelle zone vincolate di cui all’articolo 12, comma 1, lettera a), della legge regionale 24/2006;

b)-c) N33

d) le funzioni concernenti le “Strade del vino”, a eccezione di quelle contributive, di cui alla legge regionale 21/2000;

e) le funzioni relative alla produzione di mangimi semplici, composti, completi o complementari previsti dagli articoli 4 e 5 della legge 15 febbraio 1963, n. 281 (Disciplina della preparazione e del commercio dei mangimi), di cui al decreto legislativo 112/1998.

2. Funzioni in materia di ambiente:

a) la programmazione e realizzazione degli interventi finalizzati all’attuazione degli obiettivi fissati dai piani regionali di miglioramento e di mantenimento della qualità dell’aria di cui all’articolo 19, comma 1, lettera a), della legge regionale 24/2006;

b) la formulazione di proposte alla Regione per l’individuazione di zone che necessitano di specifici interventi di miglioramento o di tutela della qualità dell’aria di cui all’articolo 3, comma 1, lettera b), della legge regionale 16/2007;

c) le funzioni sull’utilizzo corretto e razionale degli impianti di illuminazione di cui agli articoli 4 e 12 della legge regionale 18 giugno 2007, n. 15 (Misure urgenti in tema di co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1458552 4905563
Allegato C bis (riferito all'articolo 4 ter) - Piano di riordino territoriale

Sono individuate le seguenti aree territoriali adeguate per l'esercizio in forma associata di funzioni comunali, sovracomunali e di area vasta e per la gestione coordinata di servizi:


AREA

COMUNI

Agro Aquileiese

Aiello del Friuli, Aquileia, Bagnaria Arsa, Bicinicco, Campolongo Tapogliano, Cervignano del Friuli, Chiopris Viscone, Fiumicello, Gonars, Palmanova, Ruda, San Vito al Torre, Santa Maria la Longa, Terzo d'Aquileia, Torviscosa, Trivignano Udinese, Villa Vicentina, Visco

Canal del Ferro-Val Canale

Chiusaforte, Dogna, Malborghetto-Valbruna, Moggio Udinese, Pontebba, Resia, Resiutta, Tarvisio

Carnia

Amaro, Ampezzo, Arta Terme, Cavazzo Carnico, Cercivento, Comeglians, Enemonzo, Forni Avoltri, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Lauco, Ligosullo, Ovaro, Paluzza, Paularo, Prato Carnico, Preone, Ravascletto, Raveo, Rigolato, “Sappada/Plodn,”N138 Sauris, Socchieve, Sutrio, Tolmezzo, Treppo Carnico, Verzegnis, Villa Santina, Zuglio

Carso Isonzo Adriatico

Doberdò del Lago, Fogliano Redipuglia, Grado, Monfalcone, Ronchi dei Legionari, Sagrado, San Canzian d'Isonzo, San Pier d'Isonzo, Staranzano, Turriaco

Collinare

Buja, Colloredo di Monte Albano, Coseano, Dignano, Fagagna, Forgaria nel Friuli, Flaibano, Majano, Moruzzo, Osoppo, Ragogna, Rive d'Arcano, San Daniele del Friuli, San Vito di Fagagna, Treppo Grande

Collio-Alto Isonzo

Capriva del Friuli, Cormons, Dolegna del Collio, Farra d'Isonzo, Gorizia, Gradisca d'Isonzo, Mariano del Friuli, Medea, Moraro, Mossa, Romans d'Isonzo, San Lorenzo Isontino, Villesse, San Floriano del Collio, Savogna d'Isonzo

Friuli Centrale

Campoformido, Martignacco, Pagnacco, Pasian di Prato, Pavia di Udine, Pozzuolo del Friuli, Pradamano, Reana del Rojale, Tavagnacco, N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Titoli abilitativi
  • Inquinamento acustico
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Gestione delle risorse idriche
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Rifiuti
  • Inquinamento atmosferico
  • Servizio idrico integrato
  • Rifiuti apparecchiature elettriche ed elettroniche
  • Catasto e registri immobiliari
  • Difesa suolo
  • Edilizia e immobili
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico
  • Procedimenti amministrativi
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Impianti elettrici
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Fonti alternative
  • Acque per consumo umano
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Demanio
  • Appalti e contratti pubblici
  • Espropriazioni per pubblica utilità
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Acque
  • Acque di balneazione

Il “Collegato ambientale” 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella L. 28/12/2015, n. 221 (Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali, cosiddetta “Legge sulla green economy” o “Collegato ambientale”), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Concessioni governative
  • Demanio
  • Calamità/Terremoti
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Commercio e mercati
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Calamità
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Appalti e contratti pubblici
  • Aree urbane
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Mezzogiorno e aree depresse
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Imposte sul reddito
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imprese
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Inquinamento atmosferico
  • Servizio idrico integrato
  • Edifici di culto
  • Edilizia penitenziaria
  • Previdenza professionale
  • Rifiuti
  • Edilizia residenziale
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Scarichi ed acque reflue
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Catasto e registri immobiliari
  • Imposte indirette
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Interventi vari
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Autorità di vigilanza
  • Fonti alternative
  • Barriere architettoniche
  • Beni culturali e paesaggio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agevolazioni per la prima casa
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Agevolazioni
  • Accise
  • Acque
  • Acque di balneazione
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Fisco e Previdenza
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Prevenzione Incendi
  • Pubblica Amministrazione
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Impiantistica
  • Professioni
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Informatica
  • Procedimenti amministrativi
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agricoltura e Foreste
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Servizi pubblici locali
  • Rifiuti
  • Beni culturali e paesaggio
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Difesa suolo
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Tracciabilità
  • Compravendita e locazione
  • Calamità/Terremoti
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Appalti e contratti pubblici
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica

Tutti i termini prorogati dal decreto-legge «Milleproroghe» 192/2014 (L. 11/2015)

Libretto di centrale impianti termici; Smaltimento rifiuti in discarica; SISTRI; Gestione dei rifiuti in Campania; Anticipazione prezzo nei lavori pubblici; Centrali uniche di committenza; Qualificazione contraente generale; Appaltabilità e cantierabilità grandi opere; Messa in sicurezza edifici scolastici; Interventi per il dissesto idrogeologico; Antincendio strutture ricettive; Antincendio nuove attività esistenti; Zone a burocrazia zero; Impianti a fonti rinnovabili e Conto energia in zone terremotate; Macchine agricole; Contribuenti minimi; Locazione immobili pubblici; Sfratti esecutivi; Processo amministrativo digitale; Affidamento servizio distribuzione gas; Accise sul combustibile impiegato per la cogenerazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Prevenzione Incendi
  • Protezione civile
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Lavoro e pensioni
  • Demanio idrico
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Tracciabilità
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Rifiuti
  • Beni culturali e paesaggio
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Accise
  • Acque
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Scuole
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Appalti e contratti pubblici
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Calamità/Terremoti
  • Commercio e mercati
  • Avvisi e bandi di gara
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento

Tutti i termini prorogati dal Decreto-Legge “Milleproroghe” 244/2016 (L. 19/2017)

Rassegna completa di tutti i termini in scadenza di interesse di professionisti tecnici, enti e pubbliche amministrazioni, imprese, prorogati dal consueto decreto-legge “Milleproroghe” (D.L. 244/2016 convertito in legge dalla L. 19/2017). Prevenzione incendi; Protezione civile, calamità e terremoti; Appalti, opere e infrastrutture; Pubblica amministrazione; Ambiente, fonti rinnovabili e sicurezza sul lavoro; Varie.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche
  • Urbanistica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Aree urbane
  • Assicurazione obbligatoria infortuni sul lavoro e malattie professionali
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Autorità di vigilanza
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Procedimenti amministrativi
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Barriere architettoniche
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Informatica
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Istruzione, università e ricerca
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Accise
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Difesa suolo
  • Imposte indirette
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Previdenza professionale
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imprese
  • Imposte sul reddito
  • Titoli abilitativi
  • Condominio
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Ospedali e strutture sanitarie

La Legge di Bilancio 2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Bilancio 2017 (L. 11 dicembre 2016, n. 232), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale

Aumento progressivo dell'applicazione dei criteri ambientali minimi negli appalti pubblici di servizi e forniture

  • Pubblica Amministrazione
  • Appalti e contratti pubblici
  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Aumento progressivo dell'applicazione dei criteri ambientali minimi negli appalti pubblici di servizi e forniture

  • Informatica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure

Lombardia, gestione informatica per le procedure di VIA: avvio fase "a regime"

  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Procedimenti amministrativi
  • Informatica
  • Pubblica Amministrazione

Deposito copia cartacea ricorsi nel processo amministrativo telematico

05/09/2018

01/09/2017