FAST FIND : AR1034

Ultimo aggiornamento
31/08/2017

Autorizzazioni, vita tecnica e revisioni degli impianti funicolari aerei e terrestri

A seguito dell'emanazione del D.M. 01/12/2015, n. 203, presentiamo un approfondimento che riepiloga informa schematica e operativa le regole che disciplinano, a far data dal 22/12/2015, le autorizzazioni alla costruzione ed all’esercizio, la durata della “vita tecnica” e le revisioni degli impianti funicolari aerei e terrestri. Informazioni anche sulla disciplina precedente (D.M. 23/1985, superato dal D.M. 203/2015) e transitoria (art. 31 del D.L. "sblocca Italia" 133/2014).
A cura di:
  • Dino de Paolis

Questo articolo riepiloga in forma schematica e tabellare le regole che disciplinano, a far data dal 22/12/2015, le autorizzazioni alla costruzione ed all’esercizio, la durata della “vita tecnica” e le revisioni degli impianti funicolari aerei e terrestri. Dette norme sono contenute:

  • nel D. P.R. 11/07/1980, n. 753 (pubblicato sulla G.U. 15/11/1980, n. 314), che disciplina i regimi autorizzatori per la realizzazione dei progetti, per le eventuali varianti costruttive e per l’apertura al pubblico degli impianti;
  • nel D.M. 01/12/2015, n. 203 (pubblicato sulla G.U. 21/12/2015, n. 296), che ha approvato le “Norme tecniche regolamentari in materia di revisioni periodiche, di adeguamenti tecnici e di varianti costruttive per i servizi di pubblico trasporto effettuati con funivie, funicolari, sciovie e slittinovie destinate al trasporto di persone”, di cui all’Allegato tecnico al decreto stesso;
  • nel D.M. 07/01/2016, n. 1 (comunicato pubblicato sulla G.U. del 18/01/2016, n. 13), che ha definito gli adempimenti procedurali connessi.

Si rinvia invece alla precedente versione di questo articolo (“Versione originale 12/2015” - disponibile alla pagina Fast Find AR1034) per la pregressa disciplina relativa a:

  • le norme regolamentari che in precedenza stabilivano la “vita tecnica” massima degli impianti a fune nonché le revisioni periodiche cui gli stessi dovevano essere sottoposti durante tale periodo;
  • le disposizioni legislative che, nel corso degli anni, hanno consentito di accedere alla proroga della vita tecnica e delle altre scadenze di revisione, a determinate condizioni;
  • le modalità tecniche temporanee per il rilascio della proroga disposta nelle more della emanazione dei provvedimenti commentati in questa nuova versione dell’articolo.

Si precisa che ai fini di quanto sarà in seguito illustrato, per “vita tecnica” di un impianto si deve intendere la “durata dell’intervallo continuativo di tempo nel corso del quale la sicurezza e la regolarità dell’esercizio possono ritenersi garantite rispettando le medesime condizioni realizzate all’atto della prima autorizzazione all’esercizio”.
L’articolo è aggiornato alla proroga della vita tecnica stabilita per gli impianti siti nella regione Abruzzo dal D.L. 24/04/2017, n. 50 (convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96).

 

Per leggere il contributo completo scarica la versione in PDF (riservato agli Abbonati).
1455972 4063353
[Premessa]

Questo articolo riepiloga in forma schematica e tabellare le regole che disciplinano, a far data dal 22/12/2015, le autorizzazioni alla costruzione ed all’esercizio, la durata della “vita tecnica” e le revisioni degli impianti funicolari aerei e terrestri. Dette norme sono contenute:

- nel D. P.R. 11/07/1980, n. 753 (pubblicato sulla G.U. 15/11/1980, n. 314), che disciplina i regimi autorizzatori per la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063354
ASPETTI DI VALIDITÀ GENERALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063355
Regime generale di autorizzazione

Gli artt. 3, 4 e 5, del D. P.R. 11/07/1980, n.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063356
Esecuzione delle opere

- L’esecuzione delle opere non può essere iniziata senza apposita autorizzazione rilasciata dall’Ufficio speciale trasporti a impianti fissi - USTIF, o dagli organi delle regioni o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063357
Apertura al pubblico

- L’apertura al pubblico non può avvenire senza apposita autorizzazione rilasciata dall’Ufficio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063358
Vita tecnica e revisioni

La norma di riferimento è il D.M. 01/12/2015, n. 203, che si applica ai servizi di pubblico trasporto effettuati mediante funivie (quali funivie bifune, funivie monofune con veicoli a collegamento temporaneo e a collegamento permanente), o funicolari (quali funicolari su rotaia, sciovie, slittinovie ed impianti assimilabili).

Relativame

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063359
Adempimenti procedurali

In seguito, il D.M. 07/01/2016 (

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063360
Normativa tecnica di riferimento

Le altre norme di carattere tecnico menzionate nel D.M. 203/2015, e che occorre dunque considerare nell’ambito delle revisioni periodiche, sono elencate nella tabella seguente.


NORMA

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063361
Varianti costruttive

Ai sensi del punto 4 dell’Allegato al D.M. 203/2015, si considera “variante costruttiva” rispetto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063362
Partecipazione del personale USTIF alle verifiche

Si segnala poi il D.M. 09/01/2012, che dis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063363
VITA TECNICA E REVISIONI IMPIANTI REALIZZATI PRIMA DEL 24/08/2003

I termini di durata della vita tecnica degli impianti dal punto 2 dell’Allegato al D.M. 203/2015 come da tabella che segue.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063364
Revisione quinquennale

Per prima cosa, tutti gli impianti devono essere sottoposti alla REVISIONE QUINQUENNALE, da svolgere ogni ci

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063365
Revisione generale

Inoltre gli impianti devono essere sottoposti ad una REVISIONE GENERALE, secondo le seguenti periodicità decorrenti dalla data della prima autorizzazione all’esercizio.


TIPOLOGIA DI IMPIANTO

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063366
Revisione straordinaria

In aggiunta a quanto sopra, gli impianti possono essere sottoposti a REVISIONE STRAORDINARIA a seguito di incidenti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063367
Proseguimento dell’esercizio dopo la scadenza della vita tecnica

Gli effetti dell’autorizzazione o del nulla osta tecnico di cui al D. P.R. 753/1980 cessano automaticamente alla scadenza della vita tecnica definita, e si intendono altresì revocati qualora, alle scadenze temporali fissate, il Direttore o il Responsabile dell’esercizio (o l’Assistente Tecnico se previsto) non dimostri di aver provveduto a tutti gli adempimenti relativi alla revisione quinquennale ed alla revisione generale.

Alla scadenza comple

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063368
VITA TECNICA E REVISIONI IMPIANTI RELIZZATI A PARTIRE DAL 24/08/2003

Per gli impianti in questione non si applica il concetto di “vita tecnica” previsto invece per gli impianti di realizzazione antecedente. Detti impianti devono essere sottoposti alle seguenti revisioni.


TIPOLOGIA REVISIONE

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063369
DISPOSIZIONI PRECEDENTI E TRANSITORIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063370
Proroghe dei termini della vita tecnica e delle revisioni (in vigenza del D.M. 23/1985, ora superato per gli impianti trattati dal D.M. 203/2015)

Negli ultimi anni, più volte sono state disposte possibilità di allungamento della vita tecnica degli impianti.

In primis, l’articolo 145, comma 46, della L. 388/2000 (modificato dalla L. 166/2002 e dalla L.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063371
Modalità per la concessione delle proroghe

Le modalità per la concessione delle proroghe dei termini di scadenza contenuti nel par. 3 del D.M. 23/1985 - previste per gli impianti a fun

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063372
Disapplicazione termini della vita tecnica impianti ricadenti nel campo di applicazione del D.M. 23/1985

Il D.L. 12/09/2014, n. 133 (cosiddetto “sblocca Italia”, convertito in legge dalla L. 164/2014) ha stabilito all’art. 31-bis quanto segue.


1. I termini previsti dal paragrafo 3.1 delle norme regolamentari di cui al decreto del Ministro dei trasporti 2 gennaio 1985, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 26 del 31 gennaio 1985, relativi alla scadenza di vita tecnica complessiva massima degli impianti a fune, non si applicano ai medesimi impianti che risultano positivi alle verifiche effettuate dai competenti uffici ministeriali secondo i criteri definiti con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti da emanare entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto.

2. Nelle more dell’emanazione del decreto ministeriale di cui al comma 1, gli impianti la cui vita tecnica, compresa l’eventuale proroga prevista dalle vigenti disposizioni di legge, non è scaduta possono godere di una proroga di due anni [termine inizialmente previsto ad un anno e poi allungato a due anni dall’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1455972 4063373
[NOTE]

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

Vita tecnica e revisioni degli impianti a fune (D.M. 01/12/2015 e D.M. 07/01/2016)

Il D.M. 01/12/2015, n. 203, ha definito la durata della vita tecnica degli impianti, gli adempimenti necessari durante la vita tecnica per accertare la permanenza delle condizioni di sicurezza, le modifiche da considerare come “varianti” che necessitano di autorizzazione e le modalità per la loro realizzazione. Le procedure applicative sono state definite dal successivo D.M. 07/01/2016. Aggiornamento alla proroga per gli impianti a fune siti nella regione Abruzzo.
A cura di:
  • Piero de Paolis

Prescrizioni tecniche per l’esercizio e la manutenzione degli impianti a fune aerei e terrestri

Il D.M. 18/05/2016, n. 144 ha aggiornato le prescrizioni tecniche per l'esercizio e la manutenzione degli impianti a fune adibiti al trasporto di persone. Breve sintesi del contenuto, riferimenti normativi e norme transitorie.
A cura di:
  • Valentina Rampulla

Impianti a fune: Regolamento (UE) n. 2016/424

Nuovo Regolamento per la libera circolazione dei sottosistemi e dei componenti di sicurezza destinati agli impianti a fune. Norme comuni in tutta l’Unione europea per la progettazione, la costruzione, la messa in servizio e la manutenzione degli impianti a fune.
A cura di:
  • Antonio Renato Soragnese
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Norme tecniche
  • Imposte sul reddito
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Fisco e Previdenza

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e relativa attestazione

Le norme fiscali sul c.d. “Sismabonus”, dopo le proroghe e le modifiche introdotte dalla Legge di bilancio 2018 e l’attestazione di rischio sismico degli edifici ai sensi del D.M. 28/02/2017, n. 58, come in seguito modificato ad opera del D.M. 07/03/2017, n. 65, che ha rettificato la parte relativa ai professionisti abilitati e corretto alcuni refusi.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

I controlli e le sanzioni in materia di incentivi per le fonti rinnovabili

Breve informativa sui controlli e sulle conseguenze di eventuali violazioni delle norme previste per l’accesso agli incentivi per gli impianti alimentati da fonti rinnovabili. L’art. 57-quater del D.L. 24/04/2017, n. 50, ha introdotto una sostanziale deroga alla disciplina vigente finalizzata alla salvaguardia della produzione di energia da impianti fotovoltaici di potenza superiore a 3 kW.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica