FAST FIND : NN13250

D. P.R. 29/09/1973, n. 605

Disposizioni relative all'anagrafe tributarla e al codice fiscale dei contribuenti.
Il D.P.R. 02/11/1976, n. 784 ha sostituito completamente il presente decreto, con decorrenza 04/12/1976.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L. 14/08/1974, n. 354
- D.P.R. 23/12/1974, n. 691
- D.P.R. 11/08/1975, n. 440
- D.P.R. 02/11/1976, n. 784
- D.P.R. 23/12/1977, n. 955
- L. 27/12/1977, n. 987
- D.P.R. 22/06/1978, n. 485
- D.P.R. 26/05/1979, n. 250
- L. 20/07/1979, n. 289
- D.L. 28/02/1981, n. 36 (L. 29/04/1981, n. 163)
- D.L. 30/12/1982, n. 953 (L. 28/02/1983, n. 53)
- D.L. 02/03/1989, n. 66 (L. 24/4/1989, n. 144)
- D.L. 02/03/1989, n. 69 (L. 27/04/1989, n. 154)
- D.L. 30/09/1989, n. 332 (L. 27/11/1989, n. 384)
- D. Min. Finanze 15/11/1989, n. 400
- D.L. 13/05/1991, n. 151 (L. 12/07/1991, n. 202)
- D. Leg.vo 26/11/1991, n. 393
- L. 30/12/1991, n. 413
- D.L. 15/01/1993, n. 6 (L. 17/03/1993, n. 63)
- D.L. 30/08/1993, n. 331 (L. 29/10/1993, n. 427)
- D.L. 08/01/1996, n. 6 (L. 06/03/1996, n. 110)
- D. Leg.vo 09/07/1997, n. 241
- L. 27/12/1997, n. 449
- D. Leg.vo 18/12/1997, n. 473
- D.P.R. 14/10/1999, n. 542
- L. 30/12/2004, n. 311
- D.L. 30/09/2005, n. 203 (L. 02/12/2005, n. 248)
- D.L. 04/07/2006, n. 223 (L. 04/08/2006, n. 248)
- D.L. 03/10/2006, n. 262 (L. 24/11/2006, n. 286)
- L. 27/12/2006, n. 296
- D. Leg.vo 21/11/2007, n. 231
- L. 24/12/2007, n. 244
- D.L. 31/05/2010, n. 78 (L. 30/07/2010, n. 122)
- D.L. 06/07/2011, n. 98 (L. 15/07/2011, n. 111)
- D.L. 12/09/2014, n. 132 (L. 10/11/2014, n. 162)
- D.L. 22/10/2016, n. 193 (L. 01/12/2016, n. 225)
- L. 27/12/2017, n. 205
Scarica il pdf completo
1399382 4411270
[Premessa]



N1


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411271
Art. 1 - Compiti dell'anagrafe tributaria

L'anagrafe tributaria raccoglie e ordina su scala nazionale i dati e le notizie risultanti dalle dichiarazioni e dalle denunce presentate agli uffici dell'amministr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411272
Art. 2 - Iscrizione all'anagrafe tributaria e cancellazioni

Sono iscritte all'anagrafe tributaria, secondo un sistema di codificazione stabilito

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411273
Art. 3 - Attribuzione del numero di codice fiscale

Ogni soggetto obbligato alla indicazione del proprio numero di codice fiscale negli atti di cui al successivo art. 6 è tenuto a richiederne l'attribuzione a norma dell'art. 4.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411274
Art. 4 - Domanda di attribuzione del numero di codice fiscale

La domanda di attribuzione del numero di codice fiscale, da redigersi in carta libera ed in conformità al modello stabilito con decreto del Ministro per le finanze, deve essere sottoscritta dal soggetto richiedente o da chi ne ha la rappresentanza e deve comunque indicare:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411275
Art. 5 - Comunicazione del numero di codice fiscale

Il numero di codice fiscale, attribuito d'ufficio o su domanda, è portato a conoscenza del soggetto mediante apposita comunicazione dell'amministrazione finanziaria.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411276
Art. 6 - Atti nei quali deve essere indicato il numero di codice fiscale

Il numero di codice fiscale deve essere indicato nei seguenti atti:

a) fatture e documenti equipollenti emessi ai sensi delle norme concernenti l'imposta sul valore aggiunto, relativamente all'emittente;

b) richieste di registrazione, di cui all'ultimo comma del presente articolo, degli atti da registrare in termine fisso o in caso d'uso relativamente ai soggetti destinatari degli effetti giuridici immediati dell'atto, “nonché, per gli atti degli organi giurisdizionali, anche relativamente ai difensori, esclusi gli atti” N51 elencati nella tabella allegata al presente decreto. Il Ministro per le finanze ha facoltà, con proprio decreto, di aggiungere all'elenco atti dai quali non risultino fatti o rapporti giuridici indicativi di capacità contributiva o escludere atti dai quali risultino fatti o rapporti giuridici indicativi di capacità contributiva. Non è obbligatoria l'indicazione del numero di codice fiscale nelle richieste di registrazione degli atti pubblici formati e delle scritture private autenticate prima del 1° gennaio 1978, nelle scritture private non autenticate presentate per la registrazione prima di tale data, nonché nelle note di trascrizione da prodursi al pubblico registro automobilistico per gli atti stipulati fino al 28 febbraio 1978 relativamente ai veicoli già iscritti nel pubblico registro automobilistico; N2

c) comunicazioni allo schedario generale dei titoli azionari, “relativamente alla società emittente, ai soggetti da cui provengono se diversi dalla società emittente, agli intestatari o cointestatari del titolo, nonché agli altri soggetti per cui tale indicazione è richiesta nel modello di comunicazione approvato con decreto del Ministro per le finanze” N4. Non è obbligatoria l'indicazione del numero di codice fiscale nelle comunicazioni allo schedario generale dei titoli azionari che concernono pagamenti di dividendi o altre operazioni effettuati anteriormente al 1° gennaio 1978;

d) dichiarazioni dei redditi previste dalle norme concernenti l'imposta sul reddito delle persone fisiche, l'imposta sul reddito delle persone giuridiche e l'imposta locale sui redditi, comprese le dichiarazioni dei sostituti d'imposta ed i certificati attestanti le ritenute alla fonte operate dagli stessi, relativamente ai soggetti da cui provengono ed agli altri soggetti in esse indicati o indicati in elenchi nominativi la cui allegazione è prescritta da leggi tributarie. Per i soggetti indicati nelle dichiarazioni dei sostituti d'imposta e nei relativi certificati, l'indicazione del numero di codice fiscale è limitata ai soggetti per i quali è stata operata la ritenuta alla fonte. Per le persone a carico, l'indicazione del numero di codice fiscale nelle dichiarazioni annuali ai fini dell'imposta sul reddito delle persone fisiche è limitata alle persone che hanno redditi propri; r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411277
Art. 7 - Comunicazioni all'anagrafe tributaria

Gli uffici pubblici devono comunicare all'anagrafe tributaria i dati e le notizie “contenuti negli atti di cui alle lettere e-bis) e g) del primo comma dell'articolo 6” N35.

“A partire dal 1° luglio 1989 le camere di commercio, industria, artigianato ed agricoltura devono comunicare mensilmente all'anagrafe tributaria i dati e le notizie contenuti nelle domande di iscrizione, variazione e cancellazione di cui alla lettera f) dell'art. 6, anche se relative a singole unità locali.” N16 Le comunicazioni delle iscrizioni, variazioni e cancellazioni negli albi degli artigiani saranno omesse dalle camere di commercio, industria, artigianato ed agricoltura che provvedono alla iscrizione d'ufficio dei suddetti dati nei registri delle ditte.

Gli ordini professionali e gli altri enti ed uffici preposti alla tenuta di albi, registri ed elenchi, che verranno indicati con decreto del Ministro per le finanze, devono comunicare all'anagrafe tributaria le iscrizioni, variazioni e cancellazioni.

Le comunicazioni di cui ai commi precedenti, “con esclusione di quelle effettuate dalle camere di commercio, industria, artigianato ed agricoltura,” N17 devono essere eseguite entro il 30 giugno di ciascun anno relativamente agli atti emessi ed alle iscrizioni, variazioni e cancellazioni intervenute nell'anno precedente.

Le aziende, gli istituti, gli enti e le società devono comunicare all'anagrafe tributaria i dati e le notizie riguardanti i contratti di cui alla lettera g-ter) del primo comma

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411278
Art. 8 - Poteri dell'anagrafe tributaria

L'anagrafe tributaria può inviare questionari a qualsiasi soggetto, mediante raccomandata con avviso di ricevimento, e può richiedere la presentazione di allegati alle dichiarazioni dei redditi e dell'IVA, da redigersi in

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411279
Art. 9 - Segnalazione di dati e notizie da parte dei comuni

I comuni possono segnalare all'anagrafe tributaria dati e notizie, desunti da fatti certi, indicativi di capacità contributiva delle persone fisiche che risiedono nei risp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411280
Art. 10 - Comunicazioni all'anagrafe tributaria da parte degli organi dipendenti dal Ministro per le finanze

Con decreto del Ministro per le finanze sono determinati i dati e le notizie che gli organi dipendenti devono trasmettere all'anagrafe tributa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411281
Art. 11 - Indicazione del numero di codice fiscale nelle richieste di registrazione di atti pubblici e di scritture private

N8

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411282
Art. 12 - Irricevibilità e inefficacia di domande e di atti presentati ad uffici pubblici

Le domande di cui alle lettere e) ed f) dell'art. 6 sono irricevibili se non recano i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411283
Art. 13 - Sanzioni

N32

1. È punito con la sanzione amministrativa da lire duecentomila a lire quattro milioni chi:

a) non richiede entro i termini prescritti ovv

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411284
Art. 14 - Applicazione della sanzione

N32

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411285
Art. 15 - Segreto d'ufficio

I dati e le notizie raccolti dall'anagrafe tributaria sono sottoposti al segreto d'ufficio.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411286
DISPOSIZIONI FINALI E TRANSITORIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411287
Art. 16 - Comunicazioni all'anagrafe tributaria

La prima comunicazione “di cui al sesto comma” N4 dell'art. 7 sarà eseguita relativamente alle estinzioni od alle operazioni di trasformazione, concentrazione o fusione avvenute a decorrere dal 1° gennaio 1978.

La prima comunicazione di cui al quarto comma dell'art. 7 sarà eseguita entro il 30 giugno 1979

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411288
Art. 17

Le persone fisiche che hanno presentato la dichiarazione dei redditi, modello 740, conseguiti nell'anno 1974, con esclusione di quelle i cui redditi sono stati imputati ad altri, e che entro il 31 gennaio 1977 non riceveranno comunicazione del numero di codice fiscale, sono tenute a presentare l'apposita domanda di attribuzione, entro il trentesimo giorno precedente quello stabilito per la presentazione della dichiarazione dei redditi posseduti nell'anno 1976, all'ufficio distrettuale delle imposte dirette al quale hanno

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411289
Art. 18

Per i soggetti diversi dalle persone fisiche che siano, entro il 31 dicembre 1976, in possesso del numero di partita IVA, tale numero ha a tutti gli effetti validità di numero di codice fiscale, fino a quando l'amministrazione provvederà a comunicare il numero di codice fiscale medesimo.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411290
Art. 19

Nella prima applicazione del presente decreto, il termine di sei mesi previsto dagli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411291
Art. 20

Le pubbliche amministrazioni e gli enti pubblici devono comunicare all'anagrafe tributaria gli estremi dei contratti di appalto, di somministrazione e di trasporto conclusi mediante scrittura privata e non registrati. Con decreto del Ministro delle finanze sono stabiliti il contenuto, i termini e le modalità della comunicazione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1399382 4411292
Art. 21 - Indicazione del numero di codice fiscale

A decorrere dal 1° gennaio 1977 sulla dichiarazione da presentare agli effetti delle imposte sul reddito e dal 1° luglio 1977 sulle dichiarazioni annuali da presentare agli effetti dell'imposta sul valore aggiunto deve essere indicato il numero di codice fiscale del dichiarante:

a) dalle persone fisiche che hanno presentato la dichiarazione dei redditi posseduti nell'anno 1974, escluse le persone che hanno presentato il certificato sostitutivo della dichiarazione e quelle i cui redditi sono stati imputati ad altri;

b) dai soggetti diversi dalle persone fisiche.

Per tutti gli atti previsti dalle disposizioni dell'art. 6 del presente decreto e per tutti i soggetti che vi sono tenuti secondo le suddette disposizioni, l'obbligo della indicazione del numero di codice fiscale ha effetto dal 1° gennaio 1978.

Gli atti di cui alla lettera g) dell'art. 6 emessi anteriormente alla data di cui al precedente comma, e le iscrizioni di cui alla lettera f) dell'art. 6 eseguite in base a domande presentate anteriormente alla data di cui al precedente comma, che alla predetta data esplichino ancora i loro effetti, devono essere integrati su richiesta dei soggetti beneficiari, da presentare entro il 30 giugno 1979 N13, con la indicazione del numero di codice fiscale. In caso di mancat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Testo vigente alla data del caricamento (24/11/2014).

Dalla redazione

  • Protezione civile
  • Pubblica Amministrazione
  • Calamità/Terremoti
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Imposte indirette
  • Imposte sul reddito
  • Lavoro e pensioni
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Fisco e Previdenza

Sisma centro Italia 2016: scadenzario sospensione dei termini per adempimenti tributari, previdenziali e vari

Catasto dei rifiuti, comunicazioni ambientali e MUD - Rate mutui, finanziamenti e contratti di leasing - Sospensione pagamento utenze e fatture varie - Esenzione imposta di bollo istanze verso la P.A. - Sospensione termini adempimenti contributivi e assicurativi - Sospensione atti di pagamento e riscossione - Sospensione versamenti e adempimenti tributari - Sospensione versamenti sostituti d’imposta - Sospensione dei termini processuali - Obblighi di pubblicazione in materia di anticorruzione e trasparenza - Adempimenti connessi alle attività dell'ISTAT.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Compravendita e locazione
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Guida alla "Cedolare secca" sulle locazioni

PREMESSA E QUADRO NORMATIVO; NATURA, PRESUPPOSTI E AMBITO DI APPLICAZIONE (Natura della Cedolare secca; Tributi sostituiti dalla Cedolare secca; Ambito soggettivo e oggettivo di applicazione; Applicazione in relazione ad uno solo dei comproprietari/contitolari; Precisazioni sulla figura del conduttore; Unità immobiliari di proprietà condominiale; Contratti di durata inferiore a 30 giorni nell’anno; Locazione di più immobili con lo stesso contratto; Locazione di solo una o più porzioni di unità abitative; Applicazione alle pertinenze; Sublocazioni, immobili all’estero e terreni) - LOCAZIONI CONCLUSE TRAMITE AGENZIE IMMOBILIARI - ALIQUOTE DELLA CEDOLARE SECCA (ORDINARIA E AGEVOLATA) - ESERCIZIO DELL’OPZIONE ED EVENTUALE REVOCA, CONSEGUENZE (Esercizio dell’opzione per la Cedolare secca ed eventuale revoca; Comunicazione preventiva al conduttore e rinuncia agli aggiornamenti del canone; Effetti dell’opzione ed ipotesi di pluralità di locatori) - CALCOLI DI CONVENIENZA (Variabili da considerare; Esempio pratico; Calcolo del reddito ai fini di benefici fiscali in caso di Cedolare secca; Cedolare secca e applicazione di altre detrazioni e deduzioni fiscali) - CASI PARTICOLARI CHIARITI DALL’AGENZIA DELLE ENTRATE (Trasferimento di immobile locato in ipotesi di successione, donazione o cessione; Comproprietario non risultante dal contratto di locazione).
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Imposte sul reddito

Detrazioni per riqualificazione energetica, ristrutturazione, misure antisismiche, acquisto mobili

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA (Assetto aggiornato con le modifiche introdotte con la Legge di bilancio 2019; Cessione del credito o sconto dai fornitori; Tabelle riepilogative aggiornate; Documentazione da trasmettere. Portale ENEA per la trasmissione dei dati; Vademecum ENEA per i vari tipi di interventi e risposte a FAQ; Guida Agenzia entrate risparmio energetico; Guida ANCE ecobonus e sismabonus) - INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE E PER L’ADOZIONE DI MISURE ANTISISMICHE (Assetto aggiornato con le modifiche introdotte con la Legge di bilancio 2019; Cessione del credito o sconto dai fornitori; Tabelle riepilogative aggiornate; Guida Agenzia entrate e approfondimento; Guida ANCE ecobonus e sismabonus) - ACQUISTO DI ABITAZIONI IN FABBRICATI INTERAMENTE RISTRUTTURATI - ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI (Indicazioni generali; Guida Agenzia entrate bonus mobili) - INTERVENTI DI SISTEMAZIONE A VERDE - BONIFICI E PAGAMENTI - AUTOCOSTRUZIONE O ACQUISTO DI AUTORIMESSA O BOX PERTINENZIALE - TRASFERIMENTO DELLA TITOLARITÀ (COMPRAVENDITA, LOCAZIONE O COMODATO, SUCCESSIONE MORTIS CAUSA) (Compravendita; Successione mortis causa; Locazione o comodato; Intrasferibilità del bonus mobili ed elettrodomestici).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito

La cessione del credito per agevolazioni su interventi di risparmio energetico e antisismici

CESSIONE DEL CREDITO FISCALE DERIVANTE DALLE AGEVOLAZIONI - SOGGETTI CHE POSSONO USUFRUIRE DELLA CESSIONE (Credito per detrazioni su interventi di riqualificazione energetica; Credito per detrazioni su interventi condominiali di messa in sicurezza sismica) - MODALITÀ ATTUATIVE E OPERATIVE (Provvedimenti Agenzia Entrate di riferimento; Adempimenti e procedura per cedere il credito e per usufruire della cessione) - SCONTO DAI FORNITORI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza
  • Norme tecniche
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Costruzioni in zone sismiche

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e relativa attestazione

IL C.D. “SISMABONUS”, NORME FISCALI (Le agevolazioni per gli interventi di messa in sicurezza statica, Le agevolazioni maggiorate in presenza di una diminuzione del rischio sismico certificata da professionista abilitato, Il Sismabonus e gli interventi di demolizione e ricostruzione, Il Sismabonus e gli immobili merce delle imprese, Acquisto direttamente dall’impresa di unità immobiliari oggetto di demolizione e ricostruzione con miglioramento della classificazione sismica, Altre modalità e condizioni per usufruire del Sismabonus, Interventi finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico ed alla riqualificazione energetica; Cumulo con contributi per la ricostruzione post-sisma; Cessione del credito o sconto dai fornitori) - L’ATTESTAZIONE DI RISCHIO SISMICO DEGLI EDIFICI (Il decreto ministeriale sulla classificazione e attestazione del rischio sismico, Professionisti abilitati alla classificazione e attestazione del rischio sismico, Classificazione del rischio sismico, metodo convenzionale e metodo semplificato; Adempimenti burocratici; Inammissibilità dell’attestazione tardiva).
A cura di:
  • Alfonso Mancini