FAST FIND : NR32154

Deliberaz. G.P. Trento 03/11/2014, n. 1858

Artt. 8 comma 1, e 14 comma 7, della L.P. 24 ottobre 2006, n. 7 recante "Disciplina dell'attività di cava" - Approvazione delle nuove modalità di presentazione della domanda nonché individuazione della documentazione da allegare per il rilascio dell'autorizzazione per la coltivazione delle cave nonché la realizzazione di strutture e impianti fissi.
Scarica il pdf completo
1386678 1539852
[Premessa]



Omissis


LA GIUNTA PROVINCIALE


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1386678 1539853
Modalità di presentazione della domanda e individuazione della documentazione allegata

A) MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La domanda di autorizzazione/concessione (rilascio/rinnovo/variante) alla coltivazione di cava nonché la realizzazione di strutture e impianti fissi, deve essere presentata al Comune mediante:

- utilizzo del modello disponibile in Internet (www.minerario.provincia.tn.it e/o portale della Provincia Autonoma di Trento - sezione “modulistica”)

- indicazione della data di presentazione e della sottoscrizione da parte del richiedente

- utilizzo, ove possibile, delle modalità previste dalle “Direttive concernenti le comunicazioni con le pubbliche amministrazioni e lo scambio di documenti per via telematica”, disposte dalla Giunta provinciale con deliberazione n. 1594 del 19 settembre 2013 e relativo allegato (posta elettronica certificata csd. PEC, protocollo informatico trentino csd. P.I.Tre, comunicazione elettronica certificata tra amministrazione e cittadino, csd CEC-PAC O PEC governativa, modalità per la presentazione di istanze, strumenti per la comunicazione telematica, casi di esclusione, e altre disposizioni)

In caso di progetto da assoggettare alla procedura di verifica o di valutazione di impatto ambientale, la domanda è presentata con le modalità stabilite dalla legge provinciale sulla valutazione d’impatto ambientale 2013 e dal relativo regolamento di esecuzione.


B) DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

Progetto di coltivazione in 2 copie cartacee pi&ugra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Costruzioni in zone sismiche
  • Distanze tra le costruzioni
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Beni culturali e paesaggio
  • Norme tecniche
  • Impiantistica
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti tecnici e tecnologici
  • Informatica
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia e immobili
  • Piano Casa

Sicilia, recepimento del Testo Unico dell’edilizia

Con la legge 10/08/2016, n. 16, pubblicata sulla G.U. 19/08/2016, n. 36 Suppl. Ord., la Regione Sicilia ha recepito il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (D.P.R. 06/06/2001, n. 380). Disponibile il Testo Unico dell'edilizia per la Regione Sicilia elaborato da Legislazione Tecnica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Titoli abilitativi
  • Inquinamento acustico
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Gestione delle risorse idriche
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Rifiuti
  • Inquinamento atmosferico
  • Servizio idrico integrato
  • Rifiuti apparecchiature elettriche ed elettroniche
  • Catasto e registri immobiliari
  • Difesa suolo
  • Edilizia e immobili
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico
  • Procedimenti amministrativi
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Impianti elettrici
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Fonti alternative
  • Acque per consumo umano
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Demanio
  • Appalti e contratti pubblici
  • Espropriazioni per pubblica utilità
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Acque
  • Acque di balneazione

Il “Collegato ambientale” 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella L. 28/12/2015, n. 221 (Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali, cosiddetta “Legge sulla green economy” o “Collegato ambientale”), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Concessioni governative
  • Demanio
  • Calamità/Terremoti
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Commercio e mercati
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Calamità
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Appalti e contratti pubblici
  • Aree urbane
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Mezzogiorno e aree depresse
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Imposte sul reddito
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imprese
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Inquinamento atmosferico
  • Servizio idrico integrato
  • Edifici di culto
  • Edilizia penitenziaria
  • Previdenza professionale
  • Rifiuti
  • Edilizia residenziale
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Scarichi ed acque reflue
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Catasto e registri immobiliari
  • Imposte indirette
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Interventi vari
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Autorità di vigilanza
  • Fonti alternative
  • Barriere architettoniche
  • Beni culturali e paesaggio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agevolazioni per la prima casa
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Agevolazioni
  • Accise
  • Acque
  • Acque di balneazione
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Prevenzione Incendi
  • Sicurezza
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Incidenti rilevanti

Sicurezza operazioni in mare nel settore degli idrocarburi (D. Leg.vo 145/2015)

Recepite nell’ordinamento nazionale - con il D. Leg.vo 18/08/2015, n. 145 - le norme della Direttiva n. 2013/30/UE per quanto riguarda la prevenzione di incidenti gravi sulle piattaforme marine di ricerca degli idrocarburi. Il provvedimento disciplina gli obblighi degli operatori autorizzati alle operazioni di prospezione e ricerca degli idrocarburi e individua le misure di sicurezza per prevenire il rischio di gravi incidenti in mare.
A cura di:
  • Vincenzo Soragnese
  • Cave, miniere e attività estrattive

Titoli abilitativi per le attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi

Riportiamo in questo articolo una illustrazione del quadro normativo concernente le attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi e quelle di stoccaggio sotterraneo di gas naturale. Il tutto come emerge a seguito delle innovazioni introdotte dall’art. 38 del D.L. “sblocca Italia” 12/09/2014, n. 133 (convertito in legge dalla L. 11/11/2014, n. 164), che ha introdotto un “titolo concessorio unico” in luogo dei due titoli distinti (permesso di ricerca e concessione di coltivazione) previsti dalla normativa previgente, e dei successivi D.M. 25/03/2015 e D.M. 15/07/2015 che hanno provveduto ad aggiornare il disciplinare tipo, che regola le modalità di conferimento dei titoli e le modalità di esercizio delle attività, e le procedure operative.
A cura di:
  • Dino de Paolis

31/03/2017

08/09/2016

15/07/2016

08/07/2016