FAST FIND : NW3736

Ultimo aggiornamento
28/07/2016

Il software gratuito DOCET per il calcolo della prestazione energetica ai fini dell’APE con il metodo semplificato

AGG. 20/07/2016: nuova versione aggiornata alle UNI 11300 parti 5 e 6 - Breve informativa sul software ENEA-CNR per il calcolo della prestazione energetica con il metodo semplificato, applicabile per edifici residenziali esistenti con superficie utile fino a 200 mq, e dunque per la maggior parte dei casi di APE redatti per compravendite o locazioni immobiliari.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Nell’ambito delle procedure per la determinazione della prestazione energetica degli immobili finalizzate alla redazione dell’Attestato di prestazione energetica conformemente alle linee guida di cui al D.M. 26/06/2015, tra i metodi di calcolo ammessi riguardo alla procedura di calcolo da rilievo sull’edificio [1] è contemplato il cd. “Metodo semplificato”.
Tale metodo è applicabile solo per edifici residenziali esistenti con superficie utile fino a 200 mq, e dunque per la maggior parte dei casi di APE redatti per compravendite o locazioni immobiliari, sempre nel rispetto dei limiti indicati dal menzionato D.M. 26/06/2015 e fatta eccezione per i casi in cui si rediga l’APE in conseguenza di una ristrutturazione importante (pur se relativa ad un edificio o unità immobiliare fino a 200 mq).
Si rinvia per ogni approfondimento all’articolo “Le Linee guida per la certificazione energetica 2015 (D.M. 26/06/2015)”.

IL SOFTWARE “DOCET- A tal proposito è stato dato incarico all’ENEA in collaborazione con il CNR di predisporre un software applicativo che utilizzi un metodo semplificato. Si tratta del software “Docet”, del quale è disponibile dal 15/07/2016 la versione aggiornata alle normative UNI TS 11300 - parti 1 e 2:2014, UNI TS 11300-3:2010 e UNI TS 11300 - parti 4 e 5:2016 oltre alla UNI 10349:2016.
Il software nasce dalla ricerca di approcci semplificati per facilitare l’inserimento dei dati da parte di utenti anche senza specifiche competenze, definendo un’interfaccia che con-sente di qualificare dal punto di vista energetico edifici esistenti, in modo semplice e riproducibile. Lo strumento infatti si contraddistingue per l’elevata semplificazione dei dati in input e la riproducibilità delle analisi, fornendo comunque risultati accurati ed affidabili.
Per scaricare il software: http://www.docet.itc.cnr.it/



[1] Si tratta della procedura da utilizzare per edifici esistenti di cui non si dispone dei dati di progetto.

Dalla redazione

I requisiti di prestazione energetica per edifici pubblici e privati validi dal 01/10/2015

Approfondimento sul D.M. 26/06/2015 che definisce le nuove modalità di applicazione della metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici, ivi incluso l’utilizzo delle fonti rinnovabili, nonché le prescrizioni e i requisiti minimi in materia di prestazioni energetiche degli edifici e unità immobiliari. Dalla data della sua entrata in vigore (01/10/2015) cessa di applicarsi il D.P.R. 02/04/2009, n. 59.
A cura di:
  • Vincenzo Lattanzi

Le Linee guida per la certificazione energetica 2015 (D.M. 26/06/2015)

L’articolo illustra le nuove Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici di cui al D.M. 26 giugno 2015, che sostituisce il precedente D.M. 26 giugno 2009, in vigore il 1° Ottobre 2015. Vengono in particolare messi a fuoco gli aspetti concernenti: il nuovo format di Attestato di prestazione energetica, la nuova classificazione degli edifici, le procedure ed i metodi di calcolo, il monitoraggio ed i controlli, il Sistema informativo sugli attestati di prestazione energetica (SIAPE), il nuovo format per gli annunci immobiliari.
A cura di:
  • Vincenzo Lattanzi

Guida completa alla disciplina dei soggetti abilitati alla certificazione energetica degli edifici dopo il D.P.R. 75/2013 e le successive modifiche

Finalità del D.P.R. 75/2013; Quadro legislativo completo; Sintesi dei contenuti del D.P.R. 75/2013 come modificato dal D.L. 145/2013 dopo la conversione in legge; Riconoscimento e disciplina dei requisiti dei soggetti abilitati alla certificazione energetica degli edifici; Disciplina dei “tecnici abilitati”, con elenco completo dei titoli di studio ammissibili per i tecnici abilitati senza o con necessità di frequenza di specifici corsi di formazione; Requisiti e accreditamento dei corsi di formazione; Requisiti di indipendenza e di imparzialità dei soggetti certificatori; Funzioni delle Regioni e delle Province autonome; Criteri del controllo di qualità del servizio di certificazione energetica; Semplificazioni per gli edifici già in possesso di attestato di certificazione; Il ruolo del Progettista, del Direttore dei lavori e del Soggetto certificatore.
A cura di:
  • Vincenzo Lattanzi

DOSSIER: La Certificazione Energetica degli edifici in Italia: stato dell’arte e problematiche di attuazione

EDIZIONE MAGGIO 2014 Quadro normativo vigente e novità in corso di emanazione, obblighi a carico di tecnici e proprietari immobiliari, requisiti di prestazione energetica per tipologie di edificio e di intervento, procedure di calcolo, soggetti abilitati, quadro normativo e adempimenti Regione per Regione. Criticità e prospettive a oltre un decennio dalla Direttiva 2002/91/CE ed a quasi quattro anni dalla Direttiva 2010/31/UE, ruolo del settore pubblico, dei professionisti, dei consumatori e dell’informazione.
A cura di:
  • Vincenzo Lattanzi

Prestazione energetica in edilizia e certificazione: quadro normativo e obblighi dopo i decreti-legge 63/2013 e 145/2013

Ambito di applicazione della disciplina sulla prestazione energetica in edilizia e sulla certificazione ed esclusioni; Metodologia di calcolo e requisiti della prestazione energetica e norme transitorie; Edifici ad energia quasi zero; Il nuovo Attestato di Prestazione Energetica: obblighi di rilascio, dotazione, allegazione, affissione e clausola da inserire negli atti (vendite, donazioni, locazioni, edifici pubblici e privati); Modalità per la redazione dell’APE e normativa di riferimento; Relazione tecnica, accertamenti e ispezioni: obblighi per progettisti, Direttore dei lavori e soggetto certificatore; Sanzioni.
A cura di:
  • Vincenzo Lattanzi

13/03/2018

16/01/2018

11/12/2017