FAST FIND : NW3730

Ultimo aggiornamento
24/01/2018

Albo gestori ambientali, normativa, categorie, iscrizione, responsabile tecnico, modulistica

Decreto istitutivo dell’albo gestori ambientali; Categorie di iscrizione all’albo; Obbligo, esoneri, requisiti, garanzie, durata, rinnovo; Modulistica; Ruolo e requisiti del responsabile tecnico.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
1343062 4503048
DECRETO ISTITUTIVO DELL’ALBO GESTORI AMBIENTALI

Il D.M. 03/06/2014, n. 120 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 195 del 23/08/1014) definisce, in attuazione dell’art. 212 del D. Leg.vo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1343062 4503049
CATEGORIE DI ISCRIZIONE ALL’ALBO

Il D.M. 120/2014 ha provveduto alla riorganizzazione delle categorie di iscrizione all’Albo. Per facilitare la verifica delle novità introdotte, si propone di seguito una tabella comparativa delle vecchie categorie (contenute nel citato D.M. 406/1998) e delle nuove, contenute nel D.M. 120/2014.


Tabella riepilogativa vecchie e nuove categorie di iscrizione all’Albo dei gestori ambientali


Vecchie categorie (D.M. 406/1998)

Nuove categorie (D.M. 120/2014)

Categoria 1

Raccolta e trasporto dei rifiuti urbani e assimilati.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1343062 4503050
OBBLIGO, ESONERI, REQUISITI, GARANZIE, DURATA, RINNOVO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1343062 4503051
Obbligo

L'iscrizione all'Albo è requisito per lo svolgimento delle attività di raccolta e trasporto di rifiuti, boni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1343062 4503052
Esoneri

Sono esonerati dall'obbligo, limitatamente all'attività di intermediazione e commercio senza detenzione di rifiuti previsti negli articoli appresso citati le seguenti organizzazioni:

- produttori di imballaggi che organizzano autonomamente, anche in forma collettiva, la gestione dei propri rifiuti di imballaggio (art. 221 del D. Leg.vo 152/2006, comma 3, lettera a);

- produttori di imballaggi che attestano sotto la propria responsabilità che è stato messo in atto un sistema di restituzione dei

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1343062 4503053
Requisiti

I requisiti soggettivi, i requisiti tecnici e finanziari delle imprese, i requisiti dei responsabili tecnici delle medesime, i termini e le modalità di iscrizione, i diritti annuali d'iscrizione sono stabiliti dagli artt. 10 e 11 del D.M. 120/2014.

Criteri specifici di idoneità tecnica e finanziaria per le varie categorie sono altresì definiti dal Comitato nazionale dell’Albo. Si riporta di seguito una tabella riepilogativa di riferimento.


Tabella riepilogativa riferimenti per i requisiti di iscrizione all’Albo


Categorie

Rif. Deliberazioni Albo nazionale

Categoria 1 (limitatamente alla gestione dei centri di raccolta di cui al D.M. 08/04/2008, modificato dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1343062 4503054
Garanzie finanziarie

L’iscrizione all’Albo per le seguenti attività è subordinata alla prestazione di idonee garanzie finanziarie a favore dello Stato:

- raccolta e trasporto dei rifiuti pericolosi urbani e non;

- intermediazione e commercio dei rifiuti senza detenzione dei medesimi.

La garanzia finanziaria deve essere prestata per tutta la durata dell'iscrizione all'Albo. Essa può consistere in una fidejussione bancaria o in una polizza fideiussoria assicurativa, ai sensi dell’art. 17 del D.M. 120/2014.

Si riporta di seguito una tabella riepilogativa dei requisiti in merito alla prestazione di garanzie finanziarie.


Tabella riepilogativa riferimenti per le garanzie finanziarie


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1343062 4503055
Durata e rinnovo dell’iscrizione

Sussiste l’obbligo di rinnovare periodicamente l’iscrizione all’Albo. Il rinnovo deve avvenire:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1343062 4503056
MODULISTICA

Si riporta di seguito una tabella riepilogativa della modulistica di riferimento per le varie operazioni.


Tabella riepilogativa riferimenti per la modulistica


Tipo di modello

Riferimento

Modello per l’iscrizione all’Albo, con procedura ordinaria, nelle categorie 1, 4, 5, 8, 9 e 10 di cui all’art. 8 del D.M. 120/2014.

Deliberaz. Albo Gestori Amb. 2/2017, allegato A

Modello domanda d’iscrizione nella categoria 6 - Imprese che effettuano il solo esercizio dei trasporti transfrontalieri di rifiuti

Deliberaz. Albo Gestori Amb. 3/2016, allegato A

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1343062 4503057
RUOLO E REQUISITI DEL RESPONSABILE TECNICO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1343062 4503058
Figura del responsabile tecnico

Le imprese e gli enti che fanno richiesta di iscrizione all'Albo devono nominare, a pena di improcedibilità della domanda, almeno un responsabile tecnico, ai sensi dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1343062 4503059
Requisiti

Il responsabile tecnico deve essere in possesso di requisiti personali, morali, di esperienza e formativi secondo quanto previsto dagli artt. 10, 12 e 13 del D.M. 120/2014, nonché dalla

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti

Rifiuti, non rifiuti e sottoprodotti: definizione, classificazione, normativa di riferimento

Definizione di “rifiuto” - Rifiuti, non rifiuti (esclusioni dal campo di applicazione della parte IV del D. Leg.vo 152/2006) e sottoprodotti - Condizioni per la cessazione della qualità di rifiuto - Normativa di riferimento per il recupero di rifiuti - Condizioni per la qualificazione come sottoprodotto - Dimostrazione dei requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti (D.M. 264/2016) - Criteri per la qualificazione come sottoprodotto di specifiche tipologie di sostanze (terre e rocce da scavo, biomasse residuali).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti
  • Tutela ambientale

Classificazione dei rifiuti in base all'origine e in base alla pericolosità

Classificazione in base all’origine: rifiuti urbani e rifiuti speciali; classificazione in base al pericolo: rifiuti pericolosi e non pericolosi; caratteristica di pericolo HP 14 “ecotossico”. Norme di riferimento: Allegato D della parte IV del D. Leg.vo 152/2006; Dec. Comm. UE 18/12/2014, n. 955; Regolam. Comm. UE 18/12/2014, n. 1357; Regolamento Cons. UE 08/06/2017, n. 997. Orientamenti UE: Comunicazione Comm. UE 09/04/2018.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Rifiuti
  • Tracciabilità
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

SISTRI: soggetti obbligati, adempimenti e scadenze per l’uso del sistema

Scopo del sistema e normativa di riferimento; Soggetti che si devono o si possono iscrivere al SISTRI; Adesione obbligatoria - Soggetti tenuti ad iscriversi al SISTRI; Adesione volontaria; Trasporto intermodale; Produzione accidentale dei rifiuti; Termini di applicazione sistema sanzionatorio; Sanzioni omessa iscrizione e pagamento contributo; Prescrizione omesso pagamento contributo; Altre sanzioni principali e accessorie; Tenuta registri e formulari; Cumulo giuridico delle sanzioni e ravvedimento operoso.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Modello unico dichiarazione ambientale
  • Rifiuti
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

MUD 2018: modello, istruzioni e chiarimenti per imprese edili. Scadenza invio 30/04/2018

Le Comunicazioni mediante Modello MUD (il modello per il 2018 è stato approvato con il D.P.C.M. 28/12/2017 e sostituisce quello allegato al D.P.C.M. 17/12/2014) devono essere effettuate entro il 30/04/2018. Indicazioni e riferimenti, con i chiarimenti forniti da ISPRA specifici per le imprese edili.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti

Disciplina delle terre e rocce da scavo: sintesi operativa dopo il D.P.R. 120/2017

Definizione di “terre e rocce da scavo” e relative categorie ed esclusioni; Riutilizzo in situ del suolo escavato naturale; Suolo naturale nel quale siano presenti “materiali di riporto”; Piano preliminare di utilizzo in sito delle terre e rocce da scavo per opere sottoposte a VIA; Condizioni per qualificare le terre e rocce da scavo come “sottoprodotti” a seconda delle dimensioni del cantiere e delle tipologie di opere; Trasporto delle terre e rocce qualificate sottoprodotti; Terre e rocce da scavo qualificabili come “rifiuti”; Deposito temporaneo delle terre e rocce da scavo qualificate rifiuti; Attività di scavo in siti oggetto di bonifica.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Rifiuti
  • Albo nazionale dei gestori ambientali
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Regime transitorio responsabili tecnici imprese iscritte Albo gestori ambientali

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tracciabilità
  • Rifiuti

SISTRI: sanzioni per omessa iscrizione e omesso pagamento

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tracciabilità
  • Rifiuti

SISTRI: applicazione sistema sanzionatorio

  • Finanza pubblica
  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Pubblica Amministrazione
  • Comunità montane
  • Enti locali
  • Provvidenze

Veneto: contributi in favore dei Comuni per bonifica e ripristino ambientale siti inquinati

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Autorizzazione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW