31 dic 2018

FAST FIND : SC570

Ultimo aggiornamento
07/03/2017

Proroga concessioni di posteggio per l’esercizio del commercio su aree pubbliche

L’articolo 8, lettera b), dell'Intesa Conf. Unificata 05/07/2012, n. 83/CU, ha in un primo momento disposto che:

  • le concessioni di posteggio per l’esercizio del commercio su aree pubbliche scadute dopo la data di entrata in vigore del D. Leg.vo 59/2010 (08/05/2010) e già prorogate per effetto dell’art. 70, comma 5, del medesimo decreto fino alla data dell’Intesa stessa, sono ulteriormente prorogate fino al compimento di sette anni dalla data di entrata in vigore del medesimo decreto legislativo (quindi fino al 08/05/2017);
  • le concessioni di posteggio che scadono nel periodo compreso fra la data della citata Intesa ed i cinque anni successivi (quindi 05/07/2017), sono prorogate fino al termine di tale periodo.

In seguito - in attuazione della successiva Intesa Conf. Unificata 16/07/2015, n. 67/CU, che ha sancito la necessità di applicare la normativa sui criteri per le concessioni in maniera univoca per tutte le attività svolte sulle aree pubbliche (artigianali, di somministrazione di alimenti, e di rivendita di quotidiani e periodici) - è stato emanato un documento condiviso datato 24/03/2016 disciplinante tra l'altro nuove disposizioni transitorie. In particolare, si è stabilita l’applicazione, in fase di prima attuazione (2017-2020), delle seguenti disposizioni transitorie (in lieve variante di quelle previste dalla precedente Intesa):

  • le concessioni di posteggio per l’esercizio del commercio su aree pubbliche scadute dopo la data di entrata in vigore del D. Leg.vo 59/2010 (08/05/2010) sono ulteriormente prorogate fino al compimento di sette anni dalla data di entrata in vigore del medesimo decreto legislativo (quindi fino al 07/05/2017 compreso);
  • le concessioni di posteggio scadenti nel periodo compreso fra la data della nuova Intesa 67/CU/2015 ed i due anni successivi, sono prorogate fino al termine di tale periodo (quindi fino al 15/07/2017 compreso);
  • le concessioni scadute prima della data di entrata in vigore del D. Leg.vo 59/2010 e che hanno pertanto usufruito del rinnovo automatico, mantengono efficacia fino alla naturale scadenza prevista al momento di rilascio o di rinnovo.

Tutti i termini di cui alle tre scadenze sopra indicate sono stati prorogati fino al 31/12/2018 ad opera dell’art. 6, comma 8, del D.L. “Milleproroghe” 244/2016, con la finalità di allineare le scadenze di tutte le concessioni in essere per commercio su aree pubbliche garantendo omogeneità di gestione delle procedure di assegnazione, nel rispetto dei principi di tutela della concorrenza. In pratica:

  • tutte le concessioni in essere scadenti prima del 31/12/2018 sono prorogate a tale data;
  • le altre concessioni in essere già scadute prima della data di entrata in vigore del D. Leg.vo 59/2010, che hanno usufruito del rinnovo automatico e scadenti dopo il 31/12/2018 sfuggono alla menzionata disposizione e mantengono efficacia fino alla naturale scadenza prevista al momento di rilascio o di rinnovo.

Il citato art. 6, comma 8, dispone inoltre che entro la stessa data le amministrazioni interessate che non vi abbiano già provveduto devono avviare le procedure di selezione pubblica al fine del rilascio delle nuove concessioni.

Dalla redazione

Commercio al dettaglio su aree pubbliche: normativa e scadenze

Norme sull’autorizzazione per il commercio su aree pubbliche contenute nel D. Leg.vo 114/1998 come modificate dal D. Leg.vo 59/2010, competenze degli enti territoriali, durata e scadenze delle concessioni dopo la proroga al 31/12/2018 introdotta dal D.L. “Milleproroghe” 244/2016.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

DL "art bonus" 83/2014: le misure su beni culturali e paesaggio dopo la conversione in legge

Credito d’imposta per erogazioni liberali a sostegno della cultura; Limitazione licenze per attività commerciali nei siti culturali; Credito d’imposta per le imprese alberghiere su investimenti per la digitalizzazione e alla realizzazione di interventi edilizi; Piano di infrastrutture per la mobilità turistica; Concessione gratuita a fini turistici di immobili pubblici inutilizzati; Coincidenza momento iniziale nulla osta paesaggistico e rilascio titolo edilizio. AGGIORNAMENTO GENNAIO 2016 con la L. 208/2015 che ha reso stabile il beneficio del credito d’imposta per la cultura.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Tutti i termini prorogati dal Decreto-Legge “Milleproroghe” 244/2016 (L. 19/2017)

Rassegna completa di tutti i termini in scadenza di interesse di professionisti tecnici, enti e pubbliche amministrazioni, imprese, prorogati dal consueto decreto-legge “Milleproroghe” (D.L. 244/2016 convertito in legge dalla L. 19/2017). Prevenzione incendi; Protezione civile, calamità e terremoti; Appalti, opere e infrastrutture; Pubblica amministrazione; Ambiente, fonti rinnovabili e sicurezza sul lavoro; Varie.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

L’insediamento delle attività commerciali e produttive: la tutela della concorrenza e la tutela del territorio sono alternative?

Il c.d. «decreto fare» ha modificato la disciplina dell’insediamento delle attività commerciali e produttive, nella parte che regolamenta il loro insediamento in assenza di contingenti e di vincoli (ostativi alla libera iniziativa e, quindi, anticoncorrenziali), consentendo ai Comuni di prevedere limitazioni all’insediamento ovvero l’interdizione all’insediamento in determinate aree. Si pone quindi la necessità di definire quali principi e quali criteri adottare per individuare, all’interno degli strumenti urbanistici comunali, le aree ove inibire ovvero limitare l’insediamento di attività produttive e commerciali.
A cura di:
  • Roberto Gallia

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis