FAST FIND : NR31571

Circ. Ass.R. Sicilia 15/04/2014, n. 3

Accordo condizionato - Affidamento diretto degli incarichi professionali - Procedure.
Scarica il pdf completo
1230164 1847043
[Premessa]



AGLI INGEGNERI CAPO DEGLI UFFICI DEL GENIO CIVILE DELL’ISOLA

ALLE STAZIONI APPALTANTI DELL’ISOLA

AGLI ORDINI PROFESSIONALI INGEGNERI, ARCHITETTI, AVVOCATI E GEOMETRI

AI DIPARTIMENTI REGIONALI


Per l’acquisizione dei progetti e per lo svolgimento di altre attività accessorie alla progettazione o alla direzione lavori, quando già non comprese nell’oggetto dell’appalto di lavori, il codice dei contratti, di cui al D.Lgs. n. 163 del 2006, così come recepito con modifiche ed integrazioni dalla legge regionale n. 12/2011, prevede all'articolo 90, comma 6, il ricorso in via prioritaria agli uffici tecnici delle stazioni appaltanti o di altre amministrazioni pubbliche, e in subordine, in caso di carenza di organico, difficoltà di rispettare i tempi, interventi di speciale complessità o di rilevanza architettonica o ambientale, ed anche per progetti integrali in cui sia necessario l’apporto di una pluralità di competenze, a:

– liberi professionisti singoli o associati;

– società di professionisti;

– società di ingegneria;

– consorzi stabili e raggruppamenti temporanei dei soggetti elencati.

Tale possibilità è subordinata all'accertamento e certificazione da parte del RUP delle condizioni ivi indicate.

La legge dedica molto spazio alle norme sulla redazione dei progetti e sugli affidamenti degli incarichi di progettazione, direzione lavori, supporto tecnico amministrativo al responsabile di procedimento, attività accessorie alla progettazione e alla direzione lavori, la cui procedura di affidamento viene ripartita secondo due fasce d’importo:

– per gli incarichi il cui onorario stimato sia di importo inferiore a 100 mila euro si ricorre a una procedura negoziata con almeno cinque concorrenti, previa adeguata pubblicità dell’esigenza di acquisire la prestazione professionale;

– per gli incarichi il cui onorario sia pari o superiore ai 100 mila euro, si ricorre a procedure aperte, ristrette o negoziate (quando compatibili).

In definitiva queste nuove norme sanciscono la fine del rapporto fiduciario tra committente e professionista e tendono a superarlo con meccanismi che dovrebbero consentire una valutazione oggettiva delle capacità dei professionisti.

La normativa sui lavori pubblici è orientata a favorire la concorrenza anche per quanto riguarda i servizi di natura intellettuale e questo evidentemente è contrario all'impostazione liberale delle professioni, che proprio per salvaguardare il concetto di fi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

Decreto-Legge sulle liberalizzazioni e la crescita economica: panoramica delle novità

In attesa della conversione in legge del D.L. 1/2012 (cosiddetto decreto «cresci Italia» o «decreto liberalizzazioni»), presentiamo una panoramica sintetica ma completa delle numerose novità introdotte dal provvedimento. Si segnalano in particolare le norme sulle tariffe professionali e sul tirocinio, sulla tutela della concorrenza nel mercato delle professioni, sulle infrastrutture e le opere pubbliche, sul regime fiscale delle immobiliari che operano nel campo dell’housing sociale e sugli impianti fotovoltaici in aree agricole.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Anticipazioni sulle misure per lo sviluppo nella Legge di stabilità 2012

I primi commenti sul nuovo pacchetto di misure per lo sviluppo, la semplificazione burocratica ed il rilancio dell’economia, inizialmente previste in un nuovo decreto-sviluppo e poi inserite nella Legge di stabilità 2012 già approvata in Parlamento.
A cura di:
  • Piero de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Professioni
  • Indici, tassi e costi di costruzione
  • Ritardi nei pagamenti commerciali
  • Tariffa Professionale e compensi
  • Disciplina economica dei contratti pubblici

Disciplina dei pagamenti, dei ritardi e della tracciabilità nei contratti pubblici

Pagamenti e ritardi nei contratti pubblici (termini di pagamento, interessi moratori, condizioni per agire contro la P.A., mancato pagamento retribuzioni affidatario e subappaltatori, altre disposizioni); Tracciabilità nei pagamenti tra stazione appaltante, esecutori e subappaltatori (strumenti di pagamento, clausole sulla tracciabilità nel subappalto, denunce e verifiche, risoluzione del contratto); Applicabilità ai contratti pubblici del D. Leg.vo 231/2002 sui ritardi di pagamento e tabella di raffronto con la disciplina precedente.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia

Determinazione dei corrispettivi per i servizi tecnici negli appalti pubblici

Questo articolo fornisce tutti i dettagli sulle modalità per la determinazione dei corrispettivi da porre a base di gara negli affidamenti di incarichi di progettazione, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, direzione dei lavori, coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, collaudo, supporto al RUP. Il tutto in base al D.M. 17/06/2016 che attua l’art. 24, comma 8, del D. Leg.vo 50/2016 e con schemi grafici di riepilogo e 9 esempi pratici, ed aggiornato con le modifiche introdotte dal D. Leg.vo 19/04/2017, n. 56 (c.d. “correttivo”).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini

I compensi per i CTU negli arbitrati sui contratti pubblici

Questo articolo tratta delle indicazioni e dei criteri per la liquidazione degli onorari e delle spese per le consulenze tecniche disposte nell’ambito dei giudizi arbitrali sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture. Il tutto sulla base della normativa di riferimento per i compensi dei CTU e delle indicazioni fornite dalla Camera arbitrale per i contratti pubblici con il Comunicato n. 3 del 23/09/2015.
A cura di:
  • Dino de Paolis