FAST FIND : NN13030

L. 18/04/1975, n. 110

Norme integrative della disciplina vigente per il controllo delle armi, delle munizioni e degli esplosivi.

Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L. 25/02/1981, n. 40
- L. 16/07/1982, n. 452
- L. 25/03/1986, n. 85
- D.P.R. 16/12/1986, n. 865
- L. 21/02/1990, n. 36
- D.P.R. 12/04/1990, n. 75
- D.L. 13/05/1991, n. 152 (L. 12/07/1991, n. 203)
- D.L. 08/06/1992, n. 306 (L. 07/08/1992, n. 356)
- L. 19/12/1992, n. 489
- D.L. 26/04/1993, n. 122 (L. 25/06/1993, n. 205)
- L. 21/12/1999, n. 526
- D.L. 20/08/2001, n. 336 (L. 19/10/2001, n. 377)
- D.L. 18/10/2001, n. 374 (L. 15/12/2001, n. 438)
- L. 25/01/2006, n. 29
- L. 16/03/2006, n. 146
- L. 15/07/2009, n. 94
- D. Leg.vo 15/03/2010, n. 66
- D. Leg.vo 26/10/2010, n. 204
- D. Leg.vo 06/09/2011, n. 159
- L. 12/11/2011, n. 183
- D. Leg.vo 29/09/2013, n. 121
- D. Leg.vo 10/08/2018, n. 104

Scarica il pdf completo
1228804 4916133
Art. 1. - Armi da guerra, armi tipo guerra e munizioni da guerra

N1

Agli effetti delle leggi penali, di quelle di pubblica sicurezza e delle altre disposizioni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916134
Art. 2. - Armi e munizioni comuni da sparo

Agli stessi effetti indicati nel primo comma del precedente articolo 1 e salvo quanto disposto dal secondo comma dell'articolo stesso sono armi comuni da sparo:

a) i fucili anche semiautomatici con una o più canne ad anima liscia;

b) i fucili con due canne ad anima rigata, a caricamento successivo con azione manuale;

c) i fucili con due o tre canne miste, ad anime lisce o rigate, a caricamento successivo con azione manuale;

d) i fucili, le carabine ed i moschetti ad una canna ad anima rigata, anche se predisposti per il funzionamento semiautomatico;

e) i fucili e le carabine che impiegano munizioni a percussione anulare, purché non a funzionamento automatico;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916135
Art. 3. - Alterazione di armi

Chiunque, alterando in qualsiasi modo le caratteristiche meccaniche o le dimensioni d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916136
Art. 4. - Porto di armi od oggetti atti ad offendere

Salve le autorizzazioni previste dal terzo comma dell'articolo 42 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773, e successive modificazioni, non possono essere portati, fuori dalla propria abitazione o delle appartenenze di essa, armi, mazze ferrate o bastoni ferrati, sfollagente, noccoliere, storditori elettrici e altri apparecchi analoghi in grado di erogare una elettrocuzione.

Senza giustificato motivo, non possono portarsi, fuori della propria abitazione o delle appartenenze di essa, bastoni muniti di puntale acuminato, strumenti da punta o da taglio atti ad offendere, mazze, tubi, catene, fionde, bullo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916137
Art. 5. - Limiti alle registrazioni. Divieto di strumenti trasformabili in armi

Le disposizioni di cui al primo comma dell'articolo 55 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773 e successive modificazioni, non si applicano alla vendita al minuto delle cartucce da caccia a pallini, dei relativi bossoli o inneschi nonché alla vendita dei pallini per le armi ad aria compressa.

L'articolo 4-bis del decreto-legge 22 novembre 1956, n. 1274, convertito nella legge 2 dicembre 1956, n. 1452, è abrogato.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916138
Art. 6. - Commissione consultiva centrale per il controllo delle armi

È istituita, presso il Ministero dell'interno, la commissione consultiva centrale delle armi. La commissione si compone di un presidente, di due rappresentanti del Ministero dell'interno, di cui uno della Polizia di Stato, di due del Ministero della difesa, di cui uno dell'Arma dei carabinieri, di cinque del Ministero della industria, del commercio e dell'artigianato, di cui quattro in rappresentanza dei settori economici interessati, su des

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916139
Art. 7.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916140
Art. 8. - Accertamento per il rilascio di autorizzazioni di polizia in materia di armi

La richiesta intesa ad ottenere il nulla osta per l'acquisto o la cessione di armi, ai sensi dell'articolo 35, terzo comma, del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773, modificato con decreto-legge 22 novembre 1956, n. 1274, convertito nella legge 22 dicembre 1956, n. 1452, deve indicare i motivi dell'acquisto o della cessione.

La licenza di cui all'articolo 31 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza è richiesta anche per l'esercizio dell'industria di riparazione delle armi.

Il rilascio delle autorizzazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916141
Art. 9. - Requisiti soggettivi per le autorizzazioni di polizia in materia di armi

Oltre quanto stabilito dall'articolo 11 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773, e successive modificazioni, le autorizzazioni di polizia prescritte per la fabbri

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916142
Art. 10. - Divieto di detenzione e raccolta di armi da guerra. Collezione di armi comuni da sparo

A decorrere dall'entrata in vigore della presente legge, non possono rilasciarsi licenze per la detenzione o la raccolta di armi da guerra, o tipo guerra, o di parti di esse, o di munizioni da guerra.

Le armi di cui sia stata autorizzata la detenzione o la raccolta ai sensi dell'art. 28 del T.U. delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773, anteriormente all'entrata in vigore della presente legge, possono essere trasferite soltanto per successione a causa di morte, per versamento ai competenti organi del Ministero della difesa, per cessione agli enti pubblici di cui al quinto comma ed ai soggetti muniti di autorizzazione per la fabbricazione di armi da guerra o tipo guerra o di munizioni da guerra ovvero per cessione, con l'osservanza delle norme vigenti per l'esportazione di tali armi, ad enti o persone residenti all'estero. L'erede, il privato o l'ente pubblico cui pervengono, in tutto o in parte, tali armi è tenuto a darne immediato avviso al Ministero dell'interno ed a chiedere il rilascio di apposita autorizzazione a conservarle. In quanto applicabili si osservano l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916143
Art. 11. - Marcatura delle armi comuni da sparo

N9

Sulle armi prodotte, assemblate o introdotte nello Stato, deve essere impressa, senza ritardo, a cura del fabbricante, dell'assemblatore o dell'importatore una marcatura unica, chiara e permanente, dopo la fabbricazione, l'assemblaggio, o l'importazione. Tale marcatura, contenente il nome, la sigla o il marchio del fabbricante o dell'assemblatore, il Paese o il luogo di fabbricazione o assemblaggio, il numero di serie e l'anno di fabbricazione o assemblaggio, qualora lo stesso non faccia parte del numero di serie e, ove possibile, il modello, deve essere impressa sul telaio o sul fusto o su un'altra parte dell'arma, di cui all'articolo 1-bis, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 527. Può, altresì, essere apposto il marchio del produttore. Nel caso in cui una parte dell'arma sia di dimensioni troppo ridotte per essere provvista della marcatura in conformità del presente articolo, essa è contrassegnata almeno da un numero di serie o da un codice alfanumerico o digitale. Un numero progressivo deve, altresì, essere impresso sulle canne intercambiabili di armi. Il calibro deve essere riportato almeno sulla canna. Ogni marcatura deve essere apposta su una parte visibile dell'arma o facilmente ispezionabile senza attrezzi. A cura del Banco nazionale di prova deve essere apposta la sigla della Repubblica italiana e l'indicazione dell'anno in cui è avvenuta l'introduzione dell'arma nel territorio nazionale, salv

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916144
Art. 11-bis - Tracciabilità delle armi e delle munizioni

N12

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916145
Art. 12. - Importazione definitiva di armi comuni da sparo

Chi, senza licenza per la fabbricazione ed il commercio di armi intende importare armi comuni da sparo in numero superiore a tre, nel corso dello stesso anno solare, oltre alla licenza del questore di cui all'articolo 31 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773, deve muni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916146
Art. 13. - Modalità per l'importazione definitiva di armi comuni da sparo.

La dogana alla quale vengono presentate per l'importazione definitiva armi comuni da sparo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916147
Art. 13-bis - Immissione sul mercato delle armi provenienti da scorte governative

1. Le armi di proprietà delle Forze armate e delle Forze di polizia dichiarate fuori uso, in quanto non più in dotazione, possono essere immesse sul mercato civile, a condizione che siano state demilitarizzate. La demilitarizzazione consiste nella trasformazione di un'arma da guerra o tipo guerra in un'arma comune da sparo.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916148
Art. 14. - Armi inidonee e non catalogate

Qualora le armi comuni da sparo e le canne presentate al Banco od alle sezioni non superino la prova prescritta dall'articolo 1 della legge 23 febbraio 1960, n. 186, ovvero risultino non catalogate o non conformi ai tipi catalogati ovvero non superino la verifica di cui all'articolo 23, comma 12-sexiesdecies, del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916149
Art. 15. - Importazione temporanea di armi comuni da sparo

I cittadini italiani residenti all'estero o dimoranti all'estero per ragioni di lavoro, ovvero gli stranieri non residenti in Italia, sono ammessi all'importazione temporanea di armi comuni da sparo, senza la licenza di cui all'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916150
Art. 16. - Esportazione di armi

Nelle operazioni concernenti le armi comuni da sparo di cui al precedente articolo 2 dichiarate per l'esportazione, sono obbligatori la visita doganale e il riscontro della guardia di finanza.

Il rilascio della licenza di polizia, singola, multipla e globale, fatte salve le previsioni di cui all'articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916151
Art. 17 - Compravendita di armi comuni da sparo per corrispondenza o mediante contratto a distanza

N11

1. Ferme restando le vigenti disposizioni in materia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916152
Art. 18. - Modalità per il trasporto di armi ed esplosivi

Salvo che non sia disposto diversamente dalla relativa autorizzazione, il trasporto delle armi di cui agli articoli 1 e 2 o parti di esse deve essere effettuato esclusivamente a mezzo di pubblici servizi o di imprese di trasporto in possesso dei requisiti prescritti dalle vigenti disposizioni legislative o regolamentari, o di soggetti dipendenti dalle aziende produttrici o commerciali muniti di spe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916153
Art. 19. - Trasporto di parti di armi

L'obbligo dell'avviso previsto rispettivamente dagli articoli 28 e 34 del testo unico delle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916154
Art. 20. - Custodia delle armi e degli esplosivi. Denunzia di furto, smarrimento o rinvenimento

La custodia delle armi di cui ai precedenti articoli 1 e 2 e degli esplosivi deve essere assicurata con ogni diligenza nell'interesse della sicurezza pubblica. Chi esercita professionalmente attività in materia di armi o di esplosivi o è autorizzato alla raccolta o alla collezione di armi deve adottare e mantenere efficienti difese antifurto secondo le modalità prescritte dall'autorità di pubblic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916155
Art. 20-bis - (Omessa custodia di armi)

Chiunque consegna a minori degli anni diciotto, che non siano in possesso della licenza dell'autorità, ovvero a persone anche parzialmente incapaci, a tossicodipendenti o a persone imperite nel maneggio, un'arma fra quelle indicate nel primo e secondo comma dell'articolo 2, munizioni o esplosivi diversi da

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916156
Art. 21. - Distrazione o sottrazione di armi

Chiunque distrae dalla prevista destinazione, sottrae o comunque detiene le armi di c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916157
Art. 22. - Locazione e comodato di armi

Non è consentita la locazione o il comodato delle armi di cui agli articoli 1 e 2, salvo che si tratti di armi per uso scenico, ovvero di armi destinate ad uso sportivo o di caccia, ovvero che il conduttore

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916158
Art. 23. - Armi clandestine

Sono considerate clandestine:

1) le armi comuni da sparo non catalogate ai sensi del precedente articolo 7, ovvero non sottoposte alla verifica di cui all'articolo 23, comma 12-sexiesdecies, del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916159
Art. 24. - Divieto di fabbricazione di esplosivi non riconosciuti

Chiunque fabbrica un prodotto esplodente non riconosciuto o modifica o altera la comp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916160
Art. 25. - Registro delle operazioni giornaliere

Chiunque, per l'esercizio della propria attività lavorativa, fa abituale impiego di esplosivi di qualsiasi genere deve tenere il registro delle operazioni giornaliere previsto dal p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916161
Art. 26. - Limiti alla detenzione senza denuncia di munizioni

È soggetto all'obbligo della denuncia, stabilito dall'articolo 38 del testo un

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916162
Art. 27. - Requisiti soggettivi per le autorizzazioni in materia di esplosivi

Il rilascio delle licenze di cui agli articoli 46 e 47 del testo unico delle leggi di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916163
Art. 28. - Responsabilità nell'impiego di esplosivi

I titolari delle licenze di deposito per il consumo permanente, temporaneo o giornaliero di esplosivi di ogni genere, a qua

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916164
Art. 29. - Distrazione o sottrazione di esplosivi

Chiunque distrae dalla prevista destinazione, sottrae o comunque detiene esplosivi di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916165
Art. 30. - Armi, munizioni ed esplosivi delle Forze armate e dei Corpi armati dello Stato

Le autorizzazioni previste dal testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773, dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916166
Art. 31. - Vigilanza sulle attività di tiro a segno

Ferme restando le disposizioni sul Tiro a segno nazionale contenute nel codice dell'ordinamento militare e nel testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di ordinamento militare, i direttori e gli istruttori delle sezioni dell'Unione di tiro a segno nazionale devono munirsi di apposita licenza del prefetto, da rilasciarsi previo accertamento della capacità tecnica e dei requisiti di cui al precedente articolo 9.

La capacità tecnica è presunta nei confronti di coloro che esercitano la propria attività in seno alle sezioni del t

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916167
Art. 32. - Vigilanza sulle armi e munizioni raccolte nei musei

Salva la normativa concernente le armi in dotazione alle Forze armate o ai Corpi armati dello Stato e fermo restando quanto stabilito nella legge 1 giugno 1939, n. 1089, sulle cose di interesse storico o artistico, i direttori dei musei di Stato, di altri enti pubblici o appartenenti ad enti morali, cui è affidata la custodia e la conservazione di raccolte di armi da guerra o tipo guerra o di parte di esse, di munizioni da guerra, di collezioni di armi comuni da sparo, di collezioni di armi artistiche, rare o antiche devono, entro tre mesi dall'entrata in vigore della presente legge, redigere l'inventario dei materiali custoditi su apposito r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916168
Art. 33. - (Aste pubbliche)

1. È vietata la vendita, nelle pubbliche aste, delle armi indicate negli artic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916169
Art. 34. - Sanzioni penali

Le pene stabilite dal codice penale e dal testo unico delle leggi di pubblica sicurez

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916170
Art. 35. - Giudizio direttissimo

Per i reati previsti dalla presente legge, si procede in ogni caso con il giudizio di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916171
Art. 36. - Sanatorie

I detentori delle armi comuni da sparo che, alla data di entrata in vigore della presente legge, non abbiano provveduto a denunciare ai sensi dell'articolo 38 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773, le armi medesime, non sono punibili, ai sensi delle dis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916172
Disposizioni transitorie e finali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916173
Art. 37.

Sino alla pubblicazione del catalogo nazionale delle armi comuni da sparo previsto dall'articolo 7, ne sono

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916174
Art. 38.

Le disposizioni di cui all'articolo 5 della presente legge concernenti i giocattoli s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916175
Art. 39.

Entro sei mesi dall'entrata in vigore della presente legge l'autorità di pubblica sicurez

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1228804 4916176
Art. 40.

Per tutto quanto non previsto dalla presente legge continuano ad applicarsi le disposizioni del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773, del regio decreto 6 maggio 1940, n. 635, con le successive rispettive modificazioni, nonché le altre vigenti disposizioni legislativ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Sicurezza in atmosfera esplosiva
  • Sicurezza

Le Commissioni tecniche consultive in materia di sostanze esplodenti

Funzioni e compiti della Commissione consultiva centrale e delle Commissioni tecniche territoriali in materia di sostanze esplodenti, ricostituite con il D.M. 19/11/2014 dopo che il D.L. "spending review" 95/2012 ne aveva previsto la soppressione ed ha trasferito le competenze dei citati organismi ai relativi uffici delle amministrazioni nell'ambito delle quali operavano. AGGIORNAMENTO APRILE 2015: D.M. 17/03/2015 che ha modificato la composizione delle Commissioni tecniche territoriali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Prevenzione Incendi
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Certificazioni e procedure

Competenze, requisiti e formazione dei professionisti antincendio

PREMESSA; COMPETENZE, SOGGETTI AUTORIZZATI E REQUISITI (Competenze riservate ai professionisti antincendio; Requisiti per l’iscrizione negli elenchi) - CORSI DI FORMAZIONE, PROGRAMMI, ENTI FORMATORI, ESONERI (Corsi di specializzazione ed enti formatori; Articolazione e programmi dei corsi; Esonero dalla frequenza del corso base di specializzazione; Richieste di iscrizione negli elenchi) - AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO E CONSEGUENZE IN CASO DI MANCANZA (Mantenimento dell’iscrizione e corsi di aggiornamento; Soggetti iscritti agli elenchi alla data di entrata in vigore dal D. Min. Interno 05/08/2011; Cancellazione nominativo dagli elenchi - Conseguenze; Periodo di sospensione in caso di mancato aggiornamento; Controlli) - CONFERIMENTO DI INCARICHI A FUNZIONARI TECNICI DELLA P.A. - TABELLA RIEPILOGATIVA E DIFFERENZE CON LA NORMATIVA PRECEDENTE.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Finanza pubblica
  • Prevenzione Incendi
  • Alberghi e strutture ricettive

Antincendio strutture ricettive, classificazione, normativa, adeguamento

Classificazione strutture ricettive a fini di prevenzione incendi; Norme di prevenzione incendi per le strutture ricettive (Generalità, Norme di base per le varie tipologie di strutture, Misure alternative per le strutture tra 26 e 50 posti letto, Regola tecnica verticale (RTV)); Termini di adeguamento strutture esistenti all'11/05/1994 (Ultima proroga disposta dalla L. 205/2017, Eventuali altre attività presenti nella struttura ricettiva, Piano straordinario biennale di adeguamento, Indirizzi applicativi e modulistica per il Piano di adeguamento); Riepilogo termini, casistiche e adempimenti per l’adeguamento; Prevenzione incendi rifugi alpini: regola tecnica e scadenze per l’adeguamento (Rifugi esistenti con capienza superiore a 25 posti letto, Rifugi esistenti con capienza inferiore a 25 posti letto, Ulteriori prescrizioni, Esclusioni); Prevenzione incendi strutture ricettive all'aperto: regola tecnica e adeguamento delle attività esistenti.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Prevenzione Incendi
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili
  • Scuole

Adeguamento antincendio di scuole e asili nido: normativa, adempimenti e scadenze

Le norme antincendio per le scuole (le norme tecniche prescrittive di cui al D.M. 26/08/1992, la Regola Tecnica Verticale (RTV) di cui al D.M. 07/08/2017); Adeguamento strutture esistenti: proroghe varie e scadenze (ultima proroga al 31/12/2018, definizione di priorità ai sensi del D.M. 21/03/2018); Classificazione delle scuole e requisiti per quelle di minori dimensioni; Adempimenti burocratici; Asili nido (normativa di riferimento, adeguamento degli asili nido).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Prevenzione Incendi
  • Sicurezza
  • Locali di pubblico spettacolo

Le norme di sicurezza e antincendio per le attività di spettacolo viaggiante

L'articolo riporta un riepilogo in forma sintetica della normativa vigente in tema di sicurezza e prevenzione incendi per le attività di spettacolo viaggiante, alla luce delle disposizioni contenute nel D.M. 13/12/2012: campo di applicazione; normativa di riferimento; adempimenti per le nuove attività; adempimenti per le attività esistenti; montaggio, smontaggio e verifiche periodiche. In allegato all'articolo, l'elenco aggiornato delle attività spettacolari, attrazioni e trattenimenti di cui all'art. 4 della L. 337/1968, come da ultimo aggiornato dal D.M. 01/06/2018.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

08/05/2018

28/04/2018

07/04/2018