FAST FIND : NN12916

D.L. 24/04/2014, n. 66

Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale.

Dalla redazione

Soggetti aggregatori per i contratti pubblici: elenco aggiornato e "tavolo tecnico"

Possono essere soggetti aggregatori le città metropolitane le province, le associazioni, unioni e consorzi di enti locali, che nei tre anni precedenti abbiano indetto procedure di importo sopra soglia il cui valore complessivo sia superiore a 200 milioni di euro nel triennio e comunque con un valore minimo di 50 milioni di euro per ciascun anno.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Guida alle norme per la certificazione, la cessione e la compensazione dei crediti verso la P.A. con indicazioni pratiche

Questo approfondimento riassume tutte le disposizioni che consentono il recupero dei crediti vantati da professionisti ed imprese nei confronti della P.A. tramite la certificazione dei crediti stessi e la loro successiva monetizzazione tramite cessione a terzi o compensazione nel modello F24. Il tutto con le necessarie indicazioni operative e pratiche. In allegato è possibile scaricare e consultare anche la Guida pratica alla certificazione dei crediti tramite la procedura telematica, messa a disposizione dal Ministero dell’economia e finanze. AGGIORNAMENTO AGOSTO 2017 (D.M. 09/08/2017 che ha esteso la possibilità della compensazione dei crediti certificati con tutte le somme relative a cartelle esattoriali notificate fino al 31/12/2016).
A cura di:
  • Dino de Paolis

Aggregazione, centralizzazione delle committenze e strumenti di negoziazione dopo il D. Leg.vo 50/2016

Questo articolo fa il punto sui modelli di acquisto (acquisto diretto, utilizzo di strumenti di negoziazione telematica, aggregazione, ricorso a centrali di committenza, ecc.) che l’ordinamento impone o mette a disposizione di stazioni appaltanti ed enti aggiudicatori alla luce del Codice dei contratti pubblici di cui al D. Leg.vo 50/2016 e delle altre norme vigenti. Sono trattate anche le disposizioni che prevedono l’obbligo di ricorso a soggetti aggregatori per determinate categorie di beni e servizi ed al superamento delle soglie di importo del fabbisogno annuale. Il contributo è aggiornato con le modifiche introdotte dal D. Leg.vo 19/04/2017, n. 56 (c.d. “correttivo”).
A cura di:
  • Dino de Paolis

La tassazione dalla produzione e cessione di energia da fonte rinnovabile o fotovoltaica in capo all’imprenditore agricolo

Questo articolo riassume in forma pratica ed operativa, con tabelle sinottiche per rendere più agevole la comprensione, l’intricata materia della tassazione in capo alle imprese agricole dei redditi derivanti dalla produzione e dalla cessione di energia elettrica e calorica da fonti rinnovabili agroforestali e fotovoltaiche. L’articolo è aggiornato con l’art. 1, comma 910, della L. 208/2015 (Legge di stabilità 2016) che ha messo “a regime” dal 2016 le norme transitorie già introdotte dal D.L. 66/2014 per i soli anni 2014 e 2015, e con successive indicazioni e chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate (ultimo Agg. Risoluzione 27/10/2016, n. 98/E).
A cura di:
  • Dino de Paolis

DOSSIER: Le acquisizioni pubbliche di beni e servizi attraverso soggetti aggregatori e prezzi di riferimento

Il Dossier riassume in forma schematica e tabellare le nuove disposizioni in merito alle acquisizioni pubbliche di beni e servizi attraverso soggetti aggregatori ed ai prezzi di riferimento, introdotte dall’art. 9 del D.L. 66/2014 dopo la sua conversione in legge. Viene poi dato conto della proroga di termini disposta in prima battuta dal D.L. 90/2014, e successivamente dal D.L. “Milleproroghe” 192/2014 (conv. L. 11/2015). Si rende altresì disponibile in allegato una utile tabella - elaborata dall’Istituto ITACA - che reca delinea una scheda di sintesi relativa al nuovo assetto delle competenze in materia di affidamento di appalti pubblici. Nel Dossier si rende infine consultabile anche tutta la normativa di riferimento. AGGIORNAMENTO FEBBRAIO/MARZO 2016 - D.P.C.M. 24/12/2015 (G.U. 09/02/2016) che individua le categorie di beni e servizi e le relative soglie di obbligatorietà, per l'acquisto delle quali le amministrazioni statali, centrali e periferiche, devono ricorrere a Consip S.p.A. o ad altri soggetti aggregatori. Conseguente Comunicato ANAC in merito all’aggiornamento delle modalità operative per il rilascio del CIG.
A cura di:
  • Alfonso Mancini