FAST FIND : NN12809

D. Leg.vo 04/03/2014, n. 29

Attuazione della direttiva 2011/16/UE relativa alla cooperazione amministrativa nel settore fiscale e che abroga la direttiva 77/799/CEE.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- D. Leg.vo 15/03/2017, n. 32
- D. Leg.vo 18/05/2018, n. 60
Scarica il pdf completo
1184824 4744416
[Premessa]



IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Vista la direttiva 2011/16/UE del Consiglio, del 15 febbraio 2011, relativa alla cooperazione amministrativa nel settore fiscale e che abroga la direttiva 77/799/CEE;

Vista la direttiva 95/46/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 ottobre 1995, relativa alla tutela delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati;

Visto il regolamento (CE) n. 45/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2000, concernente la tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni e degli organismi comunitari, nonché la libera circolazione di ta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1184824 4744417
Art. 1. - Oggetto ed ambito di applicazione

1. Il presente decreto stabilisce le norme e le procedure relative allo scambio, con le altre autorità competenti degli Stati Membri dell’Unione europea, delle informazioni prevedibilmente rilevanti per l’amministrazione interessata e per l’applicazione delle leggi nazionali degli Stati membri, relative alle imposte di cui al comma 3.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1184824 4744418
Art. 2. - Definizioni

1. Ai fini del presente decreto si intende per:

a) autorità competente: l’autorità designata dallo Stato membro oppure, ove agisca, per delega, l’ufficio centrale di collegamento;

b) ufficio centrale di collegamento: l’ufficio che è stato designato quale responsabile principale dei contatti con gli altri Stati membri nel settore della cooperazione amministrativa;

c) servizio di collegamento: qualsiasi ufficio diverso dall’ufficio centrale di collegamento che è stato designato per procedere a scambi diretti di informazioni a norma del presente decreto;

d) funzionario competente: qualsiasi funzionario che è stato autorizzato a scambiare direttamente informazioni a norma del presente decreto;

e) autorità richiedente: l’ufficio centrale di collegamento o un servizio di collegamento che formula una richiesta di assistenza a nome dell’autorità competente;

f) autorità interpellata: l’ufficio centrale di collegamento o un servizio di collegamento che riceve una richiesta di assistenza a nome dell’autorità competente;

g) indagine ammini

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1184824 4744419
Art. 3. - Organizzazione

1. L’autorità competente per il territorio nazionale è il Direttore Generale delle Finanze.

2. Il Direttore Generale delle Finanze, con apposito provvedimento, designa l’ufficio centrale di collegamento e i servizi di collegamento ai fini dell’attività di cooperazione amministrativa a norma del presente decreto.

3. I servizi di collegamento, ciascuno secondo le competenze stabilite con il provvedimento di cui al comma 2, forniscono all’autorità richiedente dell’altro Stato membro tutti gli elementi utili per lo scambio di informazioni e la cooperazione amministrativa. “A tal fine utilizzano i dati e le notizie acquisiti ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 605, e hanno accesso ai dati e alle informazioni sulla titolarità effettiva di persone giu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1184824 4744420
Art. 4. - Scambio di informazioni su richiesta

1. I servizi di collegamento, ciascuno secondo le competenze previste dall’articolo 3, comma 2, forniscono all’autorit&a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1184824 4744421
Art. 5. - Scambio automatico obbligatorio di informazioni

1. I servizi di collegamento, individuati ai sensi dell’articolo 3, comma 2, del presente decreto, comunicano agli altri Stati membri, mediante scambio automatico, le informazioni disponibili sui periodi d’imposta dal 1° gennaio 2014 riguardanti i residenti di altri Stati membri e le altre informazioni di cui all’articolo 8 della direttiva 2011/16/UE.

1-bis. I servizi di collegamento di cui al comma 1 scambiano direttamente con gli altri Stati membri le informazioni relative ai ruling preventivi transfrontalieri e agli accordi preventiv

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1184824 4744422
Art. 6. - Scambio spontaneo di informazioni

1. I servizi di collegamento individuati ai sensi dell’articolo 3, comma 2, del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1184824 4744423
Art. 7. - Richieste di notifica amministrativa

1. Qualora si verifichino i presupposti di cui all’articolo 13, comma 4, della direttiva 2011/16/UE, su domanda dell’autorità richiedente dell’altro Stato membro, i servizi di collegamento, secondo le competenze previste dall’articolo 3, comma 2, del presente decreto, e in base alle norme di legge in vigore, notificano, anche avvalendosi delle proprie strutture territoriali, al destinatario tutti gli atti e le decisioni delle autorità amministrat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1184824 4744424
Art. 8. - Riscontro

1. Quando l’autorità competente fornisce le informazioni a norma degli articoli 4 e 6 del presente decreto, può chiedere all’autorit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1184824 4744425
Art. 9. - Disposizioni varie

1. Le richieste di assistenza di cui al presente decreto e qualsiasi altra comunicazione, sono inviate per via elettronica, per quanto possibile, utilizzando i formulari ed i formati elettronici tipo adottati dalla Commissione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1184824 4744426
Art. 10. - Utilizzo delle informazioni

1. Le informazioni e i documenti scambiati ai sensi del presente decreto possono esse

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1184824 4744427
Art. 11. - Modifiche normative

1. Al decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600 , sono apportate le seguenti modificazioni:

a) all’articolo 31 -bis, primo comma, le parole: «sul reddito e sul patrimonio» sono sostituite dalle seguenti: «di qualsiasi tipo riscosse da o per conto dell’amministrazione finanziaria e delle ripartizioni territoriali, comprese le autorità locali»;

b) all’articolo 31 -bis, dopo il secondo comma è inserito il seguente: &la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1184824 4744428
Art. 12. - Disposizioni finanziarie

1. Dall’attuazione delle disposizioni del presente decreto non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Fisco e Previdenza
  • Condominio
  • Edilizia e immobili

I pagamenti del condominio ad appaltatori e prestatori d’opera: ritenuta d’acconto e tracciabilità

In questo articolo una breve guida alla disciplina prevista dall’art. 25-ter del D.P.R. 600/1973, che prevede l’obbligo per il condominio di operare una ritenuta d’acconto del 4% sui corrispettivi dallo stesso dovuti per prestazioni relative a contratti di appalto di opere o servizi. Il tutto alla luce dei chiarimenti forniti dalla Circolare dell’Agenzia entrate 7/E/2007 e delle modifiche introdotte dalla Legge di bilancio 2017 in tema di soglie, tracciabilità dei pagamenti e sanzioni amministrative.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fisco e Previdenza
  • Professioni
  • Ingegneri e Architetti
  • Previdenza professionale
  • Ingegneri e Architetti
  • Previdenza professionale

Previdenza professionale Ingegneri ed Architetti - Aggiornamento 09/06/2018

Aggiornamento sull'approvazione di atti adottati dalla Cassa nazionale di previdenza ed assistenza per gli ingegneri ed architetti liberi professionisti (INARCASSA). ULTIMO AGGIORNAMENTO: determinazione del tasso di capitalizzazione, per l’anno 2017, per le pensioni in totalizzazione (GU n. 132 del 09/06/2018).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito

Rivalutazione dei terreni edificabili e agricoli e delle partecipazioni non negoziate

DISCIPLINA NORMATIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEI TERRENI (Regole generali del meccanismo e vantaggi; Dettagli della disciplina; Tempistiche e termini di scadenza e aliquota d’imposta; Recupero delle imposte pagate in eventuali precedenti rivalutazioni; Esempi pratici applicativi) - PRINCIPALI INDICAZIONI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE (Versamento effettuato oltre la scadenza; Mancato utilizzo del valore rivalutato; Mancato versamento delle rate successive; Giuramento perizia successivo all’atto; Omessa indicazione del valore rivalutato nell’atto; Ulteriori precisazioni varie) - VALUTAZIONI DI CONVENIENZA (Variabili di convenienza generali; Valutazioni in caso di trasferimento di diritti reali di godimento; Riepilogo delle variabili di convenienza) - RIVALUTAZIONE DI PARTECIPAZIONI SOCIETARIE - MODALITÀ DI VERSAMENTO E INDICAZIONE IN DICHIARAZIONE DEI REDDITI.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile
  • Pubblica Amministrazione
  • Fisco e Previdenza
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Imposte sul reddito
  • Imposte indirette
  • Lavoro e pensioni

Sisma centro Italia 2016: scadenzario sospensione dei termini per adempimenti tributari, previdenziali e vari

Catasto dei rifiuti, comunicazioni ambientali e MUD - Rate mutui, finanziamenti e contratti di leasing - Sospensione pagamento utenze e fatture varie - Esenzione imposta di bollo istanze verso la P.A. - Sospensione termini adempimenti contributivi e assicurativi - Sospensione atti di pagamento e riscossione - Sospensione versamenti e adempimenti tributari - Sospensione versamenti sostituti d’imposta - Sospensione dei termini processuali - Obblighi di pubblicazione in materia di anticorruzione e trasparenza - Adempimenti connessi alle attività dell'ISTAT.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

La cessione del credito per agevolazioni su interventi di risparmio energetico e antisismici

Cessione del credito fiscale derivante dalle agevolazioni (generalità; avvertenza); Soggetti che possono usufruire della cessione (credito per detrazioni su interventi di riqualificazione energetica; credito per detrazioni su interventi condominiali di messa in sicurezza sismica); Modalità attuative e operative (provvedimenti Agenzia Entrate di riferimento; Adempimenti e procedura per usufruire della cessione del credito).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica