FAST FIND : NW3613

Ultimo aggiornamento
16/03/2017

Apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE): restrizioni all’uso di sostanze pericolose

Il D. Leg.vo 27/2014, che recepisce la Direttiva 2011/65/UE dettando le restrizioni dell’uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) in sostituzione di quelle contenute nel D. Leg.vo 151/2005. Possibilità di commercializzare fino al 22/07/2019 le AEE conformi alla vecchia normativa. Esclusi i pannelli fotovoltaici installati da professionisti qualificati. AGGIORNAMENTO MARZO 2017: D.M. 03/03/2017 che modifica le restrizioni alle sostanze pericolose.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 62 del 06/03/2014 è stato pubblicato il D. Leg.vo 04/03/2014, n. 27, che recepisce la Direttiva 2011/65/UE e detta la disciplina riguardante la restrizione dell’uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE), nonché il recupero e lo smaltimento ecologicamente corretti dei rifiuti degli AEE stessi.
La nuova regolamentazione dettata dal decreto in esame sostituisce quella precedentemente contenuta nel D. Leg.vo 151/2005, del quale vengono abrogati l’art. 5 e l’Allegato 5.

CAMPO DI APPLICAZIONE - Il provvedimento si applica alle seguenti categorie di AEE:

  • Grandi elettrodomestici;
  • Piccoli elettrodomestici;
  • Apparecchiature informatiche e per telecomunicazioni;
  • Apparecchiature di consumo;
  • Apparecchiature di illuminazione;
  • Strumenti elettrici ed elettronici;
  • Giocattoli e apparecchiature per il tempo libero e per lo sport;
  • Dispositivi medici;
  • Strumenti di monitoraggio e controllo, compresi gli strumenti di monitoraggio e controllo industriali;
  • Distributori automatici;
  • Altre AEE non comprese nelle categorie sopra elencate.

SOSTANZE VIETATE E TOLLERANZE - In dette apparecchiature non devono essere presenti le sostanze elencate nell’Allegato II in concentrazione maggiore rispetto a quella ivi indicata, ed in particolare:

  • Piombo (0,1%);
  • Mercurio (0,1%);
  • Cadmio (0,01%);
  • Cromo esavalente (0,1%);
  • Bifenili polibromurati (PBB) (0,1%);
  • Eteri di difenile polibromurato (PBDE) (0,1%).

La tolleranza indicata si riferisce alla concentrazione delle sostanze nei materiali omogenei.

AGGIORNAMENTO OTTOBRE 2015 (D.M. 06/08/2015) - A tale proposito, novità sono state introdotte dal D.M. 06/08/2015 (pubblicato sulla G.U. 01/10/2015, n. 228), il quale reca - in attuazione delle direttive delegate della Commissione europea 2015/573/UE, 2015/574/UE e 2015/863/UE - modifiche agli Allegati del D. Leg.vo 27/2014 le quali prevedono quanto segue:

  • un ampliamento dell'elenco completo delle sostanze di cui all'Allegato II al D. Leg.vo 27/2014, oggetto di restrizione all'utilizzo nelle AEE (sono in pratica inseriti nell'elenco le seguenti sostanze: Eteri di difenile polibromurato (PBDE) (0,1 %); Ftalato di bis(2-etilesile) (DEHP) (0,1 %); Benzilbutilftalato (BBP) (0,1 %); Dibutilftalato (DBP) (0,1 %); Diisobutilftalato (DIBP) (0,1 %));
  • la correzione di un refuso al punto 7 c) IV dell'Allegato III al D. Leg.vo 27/2014, dove non era stata riportata la data di scadenza dell'esenzione dalle restrizioni per il piombo in materiali ceramici dielettrici PZT di condensatori appartenenti a circuiti integrati o semiconduttori discreti (scadenza ora fissata al 21/07/2016);
  • un ampliamento dell'elenco delle sostanze di cui all'Allegato IV del D. Leg.vo 27/2014 che beneficiano di una esenzione dalle restrizioni relativamente ai dispositivi medici ed agli strumenti di monitoraggio e controllo.

AGGIORNAMENTO MARZO 2017 (D.M. 03/03/2017) - Ulteriori novità sono state introdotte dal D.M. 03/03/2017 (pubblicato sulla G.U. del 15/03/2017, n. 62) il quale reca - in attuazione delle direttive delegate della Commissione europea 2016/585/UE, 2016/1028/UE e 2016/1029/UE - modifiche all’Allegato IV del D. Leg.vo 27/2014 che prevedono quanto segue:

  • un’esenzione relativa al piombo, al cadmio, al cromo esavalente e agli eteri di difenile polibromurato (PBDE) nei pezzi di ricambio recuperati e usati per la riparazione o il rinnovo di dispositivi medici o di microscopi elettronici;
  • l’introduzione di specifiche esenzioni al divieto di utilizzo del cadmio e del piombo in alcune apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE).

Il testo coordinato del D. Leg.vo 27/2014 è disponibile per gli Abbonati cliccando su "Fonti collegate".

ESCLUSIONI E DISCIPLINA TRANSITORIA - Quanto illustrato non si applica al riutilizzo dei pezzi di ricambio recuperati da AEE immesse sul mercato anteriormente al 01/07/2006 e utilizzati in apparecchiature immesse sul mercato anteriormente al 01/07/2016, purché il riutilizzo avvenga in sistemi controllabili di restituzione a circuito chiuso da impresa a impresa e che la presenza di parti riutilizzate sia comunicata al consumatore.
Restano altresì escluse le altre applicazioni elencate al comma 2 dell’art. 2 ed agli Allegati III e IV. Tra le esclusioni si segnala quella concernente i “pannelli fotovoltaici destinati a essere utilizzati in un sistema concepito, montato e installato da professionisti, qualificati ai sensi dell’articolo 15, commi 1 e 2, del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, per un impiego permanente in un luogo prestabilito, ai fini della produzione di energia da luce solare per applicazioni pubbliche, commerciali, industriali e residenziali”.
Viene infine stabilita una disciplina transitoria per le AEE che, in precedenza escluse dall’ambito di applicazione del D. Leg.vo 151/2005, risultano invece non conformi alla nuova regolamentazione dettata dal decreto in commento. Queste AEE possono continuare ad essere messe a disposizione sul mercato fino al 22/07/2019.

Dalla redazione

Restrizione sull’uso di mercurio e cadmio nelle AEE: D.M. 25/07/2014

Apportate integrazioni al Decreto Legislativo n. 27/2014 per aggiornare le restrizioni sull’utilizzo di mercurio e piombo nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) in base alle nuove normative europee.
A cura di:
  • Vincenzo Soragnese

Apparecchiature elettriche ed elettroniche: piombo e cadmio non più vietati ai sensi delle Direttive 2012/50/UE e 2012/51/UE

Due nuove Direttive, alle quali gli Stati membri devono conformarsi entro il 2 gennaio 2013, escludono il piombo e il cadmio dall’elenco delle sostanze il cui uso è limitato nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche. Modifiche alla Direttiva n. 2011/65/UE che vieta l’utilizzo di tali sostanze pericolose.
A cura di:
  • Antonio Renato Soragnese

Apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE), restrizione sull’uso di sostanze pericolose: D. Leg.vo n. 27/2014

Recepita la Direttiva n. 2011/65/UE sull’uso di alcune sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche. Sostituito l’articolo 5 e l’allegato 5 del D. Leg.vo n. 151/2005 e stabilita una disciplina transitoria per le AEE che, pur non conformi alla nuova regolamentazione, possono continuare ad essere messe sul mercato fino al 22/07/2019.
A cura di:
  • Vincenzo Soragnese

RAEE, recepimento Direttiva 2012/19/UE (D. Leg.vo 49/2014): applicazione ai pannelli fotovoltaici

Pubblicato in Gazzetta il Decreto di recepimento della Direttiva 2012/19/UE, che riordina e completa il quadro normativo in materia. Applicazione estesa a tutte le AEE dal 2018 salvo applicazione immediata ai pannelli fotovoltaici. Il GSE tratterrà dai meccanismi incentivanti una quota a copertura dei costi di gestione dei rifiuti derivanti dai pannelli fotovoltaici, secondo modalità da stabilire.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Le disposizioni per l'ambiente e per il sisma del maggio 2012 contenute nel D.L. 1/2013 dopo la conversione in legge

Gestione dei rifiuti nella regione Campania; Divieto di smaltimento in discarica dei rifiuti con PCI superiore a 13.000 kJ/Kg.; Indicazione dei costi di gestione dei RAEE all’acquirente; Proroga termine versamento della prima rata della TARES per il 2013; Proroga di gestioni commissariali di talune emergenze ambientali; Contributi per la riparazione, il ripristino e la ricostruzione degli immobili nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

10/11/2017

24/10/2017

13/10/2017

23/09/2017