FAST FIND : NR30817

Circ. P.G.R. Piemonte 28/01/2014, n. 1/AMB

Indicazioni applicative in merito al d.p.r. 13 marzo 2013, n. 59, recante “Disciplina dell’autorizzazione unica ambientale e semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese e sugli impianti non soggetti ad autorizzazione integrata ambientale”.
Scarica il pdf completo
1118576 1146045
[Premessa]



Alle Direzioni regionali:

Affari istituzionali ed Avvocatura

Agricoltura

Attività produttive

Cultura, Turismo e Sport

Opere pubbliche, difesa del suolo, economia montana e foreste

Programmazione strategica, politiche territoriali ed edilizia

Risorse umane e patrimonio

Sanità

Trasporti, infrastrutture, mobilità e logistica

Alle Province piemontesi

Ai Comuni piemontesi

Agli Sportelli unici per le attività produttive

Ai Gestori del Servizio idrico integrato

e p.c. Alle Associazioni di categoria interessate

All’Agenzia per la protezione dell’ambiente

Al Ministero dell’Ambiente, Tutela del territorio e del mare

Al Ministero della Pubblica amministrazione e semplificazione

Al Ministero dello Sviluppo economico

RISPETTIVE SEDI


Il 29 maggio u.s. è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il decreto del Presidente della Repubblica 13 marzo 2013, n. 59 R, recante la disciplina dell’autorizzazione unica ambientale, mediante il quale viene data attuazione a quanto disposto dall’articolo 23 del d.l. 5/2012 R (c.d. “Semplifica Italia”) convertito, con modifiche, dalla l. 35/2012.

Alla pubblicazione del decreto ha fatto seguito un’intensa attività interregionale, coordinata dalla Regione Piemonte in qualità di capofila per l’ambiente, volta ad un raffronto e ad un’interpretazione condivisa di alcuni punti critici della norma, riguardo ai quali si erano registrate diversificate opinioni non solo tra le Regioni, ma anche tra le Amministrazioni provinciali.

A seguito dell’attività interregionale predetta, culminata nella nota del Coordinamento tecnico della Commissione ambiente ed energia della Conferenza delle Regioni e Province autonome che ha posto all’attenzione dei competenti Ministeri le problematiche interpretative più urgenti emerse dalla lettura del decreto, è stata emanata la circolare del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare che risolve alcune delle problematiche interpretative sollevate (Circolare 7 novembre 2013, prot. n. 0049801).

La circolare interpretativa ministeriale non risolve tuttavia tutti i dubbi lasciati aperti dal decreto 59/2013 e, soprattutto, non supplisce a quell’esigenza di coordinamento degli aspetti amministrativi e gestionali che solo la Regione può esprimere in maniera unitaria per tutto il territorio di riferimento.

È impellente dunque rispondere a questa esigenza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1118576 1146046
Allegato 1

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1118576 1146047
Allegato 2

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1118576 1146048
Allegato 3

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Tutela ambientale
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Autorizzazione Unica Ambientale (AUA): il Modello unificato

Pubblicato sul Supplemento Ordinario 35 alla G.U. del 30/06/2015 il Decreto interministeriale che contiene il Modello unico previsto dall'art. 10, comma 3, del D.P.R. 59/2013. Obbligo per le Regioni di conformarsi entro il 30/06/2015.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Tutela ambientale

Autorizzazione Unica Ambientale (AUA): semplificazioni per le PMI

Il Regolamento emanato con il D.P.R. 59/2013 disciplina l’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA), nuovo strumento di semplificazione per le PMI. La AUA è rilasciata da un unico ente e sostituisce una serie di atti di comunicazione, notifica e autorizzazione previsti dalle norme vigenti in materia ambientale.
A cura di:
  • Denis Peraro
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Valutazione impatto ambientale: D. Leg.vo 16/06/2017, n. 104 di attuazione della Direttiva 2014/52/UE

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 156 del 06/07/2017 è stato pubblicato il D. Leg.vo 16/06/2017, n. 104 di attuazione della Direttiva n. 2014/52/UE in materia di valutazione di impatto ambientale. Il Decreto apporta numerose e sostanziali modifiche al D. Leg.vo n. 152 del 03/04/2006 (Codice dell’ambiente). Si riporta di seguito una sintesi di tutte le novità introdotte. AGGIORNAMENTO FEBBRAIO 2018: individuazione dei contenuti della modulistica per la presentazione delle liste di controllo per gli impianti eolici (D.M. 48/2018).
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Linee guida per la predisposizione della Sintesi non Tecnica VAS e VIA

Ai sensi del Codice dell'ambiente (D. Leg.vo 152/2006) una Sintesi non Tecnica deve essere allegata al Rapporto Ambientale ed allo Studio di Impatto Ambientale. Di seguito una breve illustrazione delle Linee guida per la predisposizione della Sintesi non Tecnica, pubblicate dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

La «Relazione di riferimento» nelle istanze di Autorizzazione Integrata Ambientale

Punto della situazione e chiarimenti a seguito dell'emanazione del D.M. 17/07/2015, n. 141, che ha apportato modifiche e integrazioni al D.M. 13/11/2014, n. 272, recante le modalità per la redazione della relazione di riferimento che deve essere allegata all'istanza di AIA se l'attività comporta l’utilizzo, la produzione o lo scarico di sostanze pericolose. Il D.M. 272/2014 è stato peraltro annullato dal T.A.R. Lazio-Roma, sent. 20/11/2017, n. 11452.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Informatica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure

Lombardia, gestione informatica per le procedure di VIA: avvio fase "a regime"

  • Finanza pubblica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Provvidenze

Bolzano: contributi per la rimozione e lo smaltimento di amianto dagli edifici a uso abitativo

  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica

Campania: incentivi per interventi di bonifica di materiali contenenti amianto triennio 2018-2020 - Anno 2020

  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica
  • Amianto - Dismissione e bonifica

Campania: incentivi per interventi di bonifica di materiali contenenti amianto triennio 2018-2020 - Anno 2019

  • Rifiuti
  • Albo nazionale dei gestori ambientali
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Regime transitorio responsabili tecnici imprese iscritte Albo gestori ambientali