FAST FIND : AR854

Ultimo aggiornamento
14/03/2014

Il trattamento IVA delle residenze turistico-alberghiere

Con la Risoluzione 8/E del 14 gennaio 2014 l’Agenzia delle Entrate si è soffermata sul trattamento ai fini IVA della costruzione, locazione e cessione di unità immobiliari residenziali a uso turistico-alberghiero. Oltre ad esaminare detto documento, il presente articolo completa la trattazione della materia anche alla luce di precedenti contributi forniti dall’Amministrazione finanziaria su aspetti connessi, con specifico riguardo alla detraibilità dell’IVA per l’acquisto e per la manutenzione di abitazioni utilizzate nell’esercizio di attività d’impresa turistico-alberghiere e alle differenze – civilistiche, ma con importanti riflessi anche ai fini dell’IVA - che sussistono fra le locazioni e le prestazioni di servizi complessi.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi

Dalla redazione

  • Compravendita e locazione
  • Imposte sul reddito
  • Edilizia e immobili
  • Fisco e Previdenza
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Guida alla "Cedolare secca" sulle locazioni

Natura della Cedolare secca; Tributi sostituiti; Ambito di applicazione; Applicazione ad uno solo dei contitolari; Immobili di proprietà condominiale; Contratti brevi; Locazione di più immobili con lo stesso contratto; Applicazione alle pertinenze; Esclusioni; Locazioni tramite agenzie; Aliquote; Esercizio dell’opzione ed eventuale revoca; Comunicazione al conduttore e rinuncia agli aggiornamenti; Calcoli di convenienza; Trasferimento di immobile locato.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per la prima casa
  • Imposte indirette

Le agevolazioni prima casa sugli atti di trasferimento immobiliare

Tipologia di immobili; ubicazione degli immobili; requisiti soggettivi dell’acquirente; trasferimenti per successione o donazione; pertinenze; aliquote di imposta applicabili al trasferimento e calcolo della base imponibile; cause di decadenza dall’agevolazione; termini per l’accertamento da parte delle entrate. AGG. Risoluzione Agenzia Entrate 19/12/2017, n. 154/E.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Imposte ipocatastali proporzionali per la cessione di fabbricati strumentali non ultimati

Negli ultimi mesi la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha dovuto occuparsi ripetutamente del trattamento tributario applicabile alla cessione, da parte di soggetti IVA, di fabbricati strumentali “per natura” non ancora ultimati. Le sentenze emesse hanno affermato una serie di principi inattesi, che contraddicono quanto affermato nei documenti di prassi dell’Agenzia delle entrate in senso sfavorevole per i contribuenti.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi

Cessioni e assegnazioni agevolate di immobili ai soci: regole, casistiche ed esempi

La legge di Stabilità 2016 ha introdotto una serie di disposizioni fiscali importanti e vantaggiose, attese da molti anni, volte a favorire la cessione o l’assegnazione di immobili ai soci delle società commerciali di ogni tipo oppure la trasformazione delle stesse in società semplici. Una possibilità analoga è stata prevista per il trasferimento agevolato degli immobili strumentali delle imprese individuali nella sfera privata dei loro titolari. L’articolo illustra le principali regole e, con una serie di esempi, i vantaggi che, sul piano fiscale, possono essere ritratti dall’applicazione della disciplina di favore. Aggiornato con la riapertura dei termini disposta dalla L. 232/2016.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi

La nuova definizione di “prima casa”: applicazione e chiarimenti

Questo articolo fa il punto sulla corretta applicazione della nuova definizione di “prima casa” ai fini IVA, a seguito dell’articolo 33 del D. Leg.vo 175/2014 che ha allineato tale disposizione a quella valida per l’Imposta di registro, e della Circolare 31/E/2014 che ha, tuttavia, fornito alcune interpretazioni non in linea con la formulazione delle norme e che sollevano alcuni importanti interrogativi. Si riporta anche un prospetto riepilogativo di raffronto fra la situazione precedente e quella successiva all’emanazione del D. Leg.vo 175/2014 come interpretato dalla Circolare 31/E/2014.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi