FAST FIND : AR848

Ultimo aggiornamento
08/12/2015

Riepilogo delle soglie di rilevanza comunitaria dei contratti pubblici nei settori ordinari e speciali

In questo articolo si riportano tabelle riepilogative delle soglie di rilevanza comunitaria degli appalti pubblici di lavori, servizi e forniture nei settori ordinari e speciali: Appalti nei settori ordinari; Appalti nei settori della difesa e della sicurezza; Appalti aggiudicati da soggetti privati sovvenzionati da amministrazioni aggiudicatrici; Concorsi di progettazione nei settori ordinari; Appalti e concorsi di progettazione nei settori speciali. Ultimo aggiornamento ai Regolamenti 2170, 2171, 2172 e 2342 del 2015.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Questo articolo riepiloga e compendia le varie soglie di rilevanza comunitaria per gli appalti pubblici di lavori, servizi e forniture nei settori ordinari e speciali, sparse in diversi articoli del Codice dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui al D. Leg.vo 163/2006 ed in altre norme di settore, in 5 tabelle rispettivamente relative a:

1.      Appalti nei settori ordinari;
2.      Appalti nei settori della difesa e della sicurezza;
3.      Appalti aggiudicati da soggetti privati sovvenzionati da amministrazioni aggiudicatrici;
4.      Concorsi di progettazione nei settori ordinari;
5.      Appalti e concorsi di progettazione nei settori speciali.

Ciascuna tabella riporta:

-        ultime soglie applicabili alle diverse fattispecie con data di vigenza;
-        precedenti soglie applicabili con date iniziali e finali di vigenza;
-        descrizione della fattispecie;
-        tipologia di stazione appaltante aggiudicatrice cui la fattispecie si applica;
-        riferimento normativo nazionale e comunitario.

Le soglie sono stabilite con frequenza biennale, da Regolamenti della Commissione Europea aventi caratteristica di self-executing, cioè direttamente applicabili nell’ordinamento nazionale senza necessità che intervenga una specifica norma di recepimento, e che apportano modifiche alle Direttive europee di riferimento:

-        Direttiva 2014/24/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014 sugli appalti pubblici e che abroga la direttiva 2004/18/CE;
-        Direttiva 2014/25/ UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014 sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali e che abroga la direttiva 2004/17/CE;
-        Direttiva 2014/23/ UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014 sull’aggiudicazione dei contratti di concessione;
-        Direttiva 2009/81/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 13 luglio 2009 relativa al coordinamento delle procedure per l’aggiudicazione di taluni appalti di lavori, di forniture e di servizi nei settori della difesa e della sicurezza da parte delle amministrazioni aggiudicatrici/degli enti aggiudicatori, e recante modifica delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE.

L’ultimo aggiornamento è rappresentato dai seguenti Regolamenti, tutti pubblicati sulla G.U.U.E. 25/11/2015, n. 307 L:

-        Regolamento (UE) 2015/2170 (modifica la Direttiva 2014/24/UE sugli appalti nei settori ordinari);
-        Regolamento (UE) 2015/2171 (modifica la Direttiva 2014/25/UE sugli appalti nei settori speciali);
-        Regolamento (UE) 2015/2172 (modifica la Direttiva 2014/23/UE sulle concessioni).

 

Problematiche applicative derivanti dal recepimento delle Direttive 2014
Al momento dell’entrata in vigore tre menzionati Regolamenti - fissata in data 01/01/2016 - le Direttive 2014/24/UE, 2014/25/UE e 2014/23/UE non sono ancora cogenti, dal momento che il loro recepimento è previsto in data 17/04/2016.

 


Per leggere il contributo completo scarica la versione in PDF (riservato agli Abbonati).

Dalla redazione

Procedure di scelta del contraente e criteri di aggiudicazione nel D. Leg.vo 50/2016

In questo articolo riepiloghiamo le procedure di scelta del contraente ed i criteri di aggiudicazione contemplati dal D. Leg.vo 50/2016, e forniamo due utili tabelle riepilogative che consentono di individuare immediatamente, a seconda della tipologia contrattuale, il tipo di procedura ed il relativo criterio di aggiudicazione ammissibile. Il contributo è aggiornato con le modifiche introdotte dal D. Leg.vo 19/04/2017, n. 56 (c.d. “correttivo”).
A cura di:
  • Dino de Paolis

Le novità 2016 in materia di appalti e contratti pubblici

Presentiamo una panoramica di tutte le recenti novità legislative con effetto sul 2016 in tema di appalti e contratti pubblici, con rinvio ad approfondimenti: approvazione legge delega e nuovo codice dei contratti; legge di stabilità 2016; decreto milleproroghe 2016; nuove soglie europee; collegato ambiente; nuovi modelli di formulari europei; nuovo modello di formulario per il documento di gara unico europeo.
A cura di:
  • Massimo Urbani

Soglie applicazione normativa europea sugli appalti dal 2016

I Regolamenti (UE) nn. 2170, 2171 e 2172 del 2015 hanno aggiornato le soglie di applicazione della normativa comunitaria in materia di procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici e delle concessioni. Le nuove soglie, immediatamente operative nell'ordinamento nazionale, si applicheranno dal 1° gennaio 2016.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Nuove soglie valide dal 1° gennaio 2014 per appalti pubblici, lavori e servizi: Regolamento (UE) n. 1336/2013

Un nuovo Regolamento ha stabilito, con decorrenza 1° gennaio 2014, le soglie di rilevanza comunitaria per l’applicazione delle Direttive nn. 2004/17/CE, 2004/18/CE e 2009/81/CE, in materia di appalti pubblici, servizi per l’erogazione di acqua, energia, trasporti e servizi postali nonché per gli appalti di lavori, di forniture e di servizi nei settori della difesa e della sicurezza.
A cura di:
  • Antonio Renato Soragnese

Appalti, le nuove soglie di applicazione valide dal 2012

Un Regolamento ha rivisto, con decorrenza 01/01/2012, le soglie di rilevanza comunitaria per l’applicazione delle Direttive 2004/17/CE, 2004/18/CE e 2009/81/CE.
A cura di:
  • Antonio Renato Soragnese