FAST FIND : NN12525

D. Leg.vo 09/07/1997, n. 241

Norme di semplificazione degli adempimenti dei contribuenti in sede di dichiarazione dei redditi e dell'imposta sul valore aggiunto, nonché di modernizzazione del sistema di gestione delle dichiarazioni.
In vigore dal 12/08/1997.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- D. Leg.vo 15/12/1997, n. 446
- D. Leg.vo 23/03/1998, n. 56
- D.L. 12/06/1998, n. 181 (L. 03/08/1998, n. 181)
- D.P.R. 22/07/1998, n. 322
- D. Leg.vo 28/09/1998, n. 360
- D. Leg.vo 19/11/1998, n. 422
- D. Leg.vo 28/12/1998, n. 490
- D. Leg.vo 26/02/1999, n. 60
- D. Leg.vo 24/03/1999, n. 81
- D.L. 17/06/1999, n. 179 (L. 30/07/1999, n. 257)
- D.P.R. 14/10/1999, n. 542
- L. 21/11/2000, n. 342
- L. 23/12/2000, n. 388
- D.L. 15/04/2002, n. 63 (L. 15/06/2002, n. 112)
- D.L. 03/10/2006, n. 262 (L. 24/11/2006, n. 286)
- L. 27/12/2006, n. 296
- D.L. 01/07/2009, n. 78 (L. 03/08/2009, n. 102)
- D.L. 31/05/2010, n. 78 (L. 30/07/2010, n. 122)
- D.L. 06/07/2011, n. 98 (L. 15/07/2011, n. 111)
- L. 12/11/2011, n. 183
- D.L. 02/03/2012, n. 16 (L. 26/04/2012, n. 44)
- L. 28/06/2012, n. 92
- L. 27/12/2013, n. 147
- D. Leg.vo 21/11/2014, n. 175
- D. Leg.vo 24/09/2015, n. 158
- L. 28/12/2015, n. 208
- D. Min. Economia e Finanze 19/11/2015
- D.L. 22/10/2016, n. 193 (L. 01/12/2016, n. 225)
- D. Min. Economia e Finanze 01/09/2016
- D.L. 24/04/2017, n. 50 (L. 21/06/2017, n. 96)
Scarica il pdf completo
1051112 3904986
[Premessa]



IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


Visti gli articoli 76 e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3904987
Articolo 1 - Certificazioni e documenti riguardanti la dichiarazione delle persone fisiche

1. L'articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600 R, riguardante l'accertamento delle imposte sui redditi è sostituito dal seguente: "Art. 3 (Certificazioni e documenti riguardanti la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3904988
Articolo 2 - Certificazioni e documentazioni riguardanti la dichiarazione dei soggetti all'imposta sul reddito delle persone giuridiche

1. L'articolo 5 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, è sostituito dal seguente: "Art. 5 (Certificazioni e documentazioni riguardanti la dichiarazione dei soggetti all'imposta sul reddito delle persone giuridiche) - 1. I soggetti all'imposta sul reddito delle persone giuridiche devono conservare, per il periodo indicato nell'articolo 22, il bilancio o il rendiconto, nonché i relativi verbali e relazioni, cui sono obbligati dal codice civile, da leggi speciali o dallo stat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3904989
Articolo 3 - Dichiarazione delle società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice ed equiparate

1. L'articolo 6 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, è sostituito dal seguente: "Art. 6 (Dichiarazione delle società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice ed equiparate) - 1. Le società semplici, in nome collettivo e in accomandita semplice indicate nell'articolo 5 del testo unico delle imposte sui redditi approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, le società e le associazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3904990
Articolo 4 - Dichiarazione dei sostituti d'imposta

N7

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3904991
Articolo 5 - Redazione e sottoscrizione delle dichiarazioni

N8

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3904992
Articolo 6 - Termini per la presentazione delle dichiarazioni

N9

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3904993
Articolo 7 - Presentazione delle dichiarazioni

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3904994
Articolo 7 bis - Violazioni in materia di trasmissione telematica delle dichiarazioni

N18

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3904995
Articolo 8 - Disposizioni in materia di dichiarazioni e di determinazione del reddito in base alle scritture contabili

1. Al decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, sono apportate le seguenti modificazioni;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3904996
Articolo 9 - Disposizioni relative a taluni adempimenti dei sostituti d'imposta

1. N50

2. All'articolo 78 della legge 30 dicembre 1991, n. 413

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3904997
Articolo 10 - Determinazione dei contributi dovuti agli enti previdenziali

1. I soggetti iscritti all'INPS per i propri contributi previdenziali, ad eccezione dei coltivatori diretti, e quelli iscritti agli enti e alle casse previdenziali individuati con decreto del Ministro delle finanze, di concerto con i Minist

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3904998
Articolo 11 - Dichiarazione dell'imposta sul valore aggiunto

1. Al decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633 R, riguardante la disciplina dell'imposta sul valore aggiunto sono apportate le seguenti modificazioni:

a) l'articolo 28 è sostituito dal seguente:

"Art. 28 (Dichiarazione annuale) - 1. Tra il 1 febbraio ed il 15 marzo di ciascun anno il contribuente deve presentare la dichiarazione relativa all'imposta dovuta per l'anno solare precedente, redatta in conformità al modello approvato con decreto del Ministro delle finanze, da pubblicare nella Gazzetta Ufficiale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3904999
Articolo 12 - Decorrenza

1. Le disposizioni del presente capo si applicano alle dichiarazioni presentate a decorrere dal 1 gennaio 1999, salvo quanto previsto nei commi seguenti.

2. La dichiarazione unificata annuale, di cui all'articolo 12 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, sostituito dall'articolo 7 del presente decreto, deve essere presentata:

a) dalle persone fisiche, ai soli fini fiscali, a decorrere dall'anno 1998;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905000
Articolo 13 - Liquidazione delle imposte sui redditi

1. Nel decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, riguardante l'accertamento delle imposte sui redditi, gli articoli 36-bis e 36-ter sono sostituiti dai seguenti:

"Art. 36-bis (Liquidazioni delle imposte, dei contributi, dei premi e dei rimborsi dovuti in base alle dichiarazioni) - 1. Avvalendosi di procedure automatizzate, l'amministrazione finanziaria procede, entro l'inizio del periodo di presentazione delle dichiarazioni relative all'anno successivo, alla liquidazione delle imposte, dei contributi e dei premi dovuti, nonché dei rimborsi spettanti in base alle dichiarazioni presentate dai contribuenti e dai sostituti d'imposta.

2. Sulla base dei dati e degli elementi direttamente desumibili dalle dichiarazioni presentate e di quelli in possesso dell'anagrafe tributaria, l'Amministrazione finanziaria provvede a:

a) correggere gli errori materiali e di calcolo commessi dai contribuenti nella determinazione degli imponibili, delle imposte, dei contributi e dei premi;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905001
Articolo 14 - Liquidazione dell'imposta sul valore aggiunto

1. Al decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, riguardante la disciplina dell'imposta sul valore aggiunto sono apportate le seguenti modificazioni:

a) dopo l'articolo 54 è inserito il seguente:

"Art. 54-bis (Liquidazione dell'imposta dovuta in base alle dichiarazioni) - 1. Avvalendosi di procedure automatizzate l'amministrazione finanziaria

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905002
Articolo 15 - Modifica dei termini per l'accertamento delle imposte sui redditi

1. All'articolo 43 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, sono apportate le seguenti modif

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905003
Articolo 16 – Decorrenza

1. Le disposizioni del presente capo si applicano alle dichiarazioni presentate a decorrere dal 1 gen

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905004
Articolo 17 - Oggetto

1. I contribuenti eseguono versamenti unitari delle imposte, dei contributi dovuti all'INPS e delle altre somme a favore dello Stato, delle regioni e degli enti previdenziali, con eventuale compensazione dei crediti, dello stesso periodo, nei confronti dei medesimi soggetti, risultanti dalle dichiarazioni e dalle denunce periodiche presentate successivamente alla data di entrata in vigore del presente decreto. Tale compensazione deve essere effettuata entro la data di presentazione della dichiarazione successiva. “La compensazione del credito annuale o relativo a periodi inferiori all'anno dell'imposta sul valore aggiunto, per importi superiori a “5.000 euro annui” N40, può essere effettuata "a partire dal decimo giorno successivo" N57 a quello di presentazione della dichiarazione o dell'istanza da cui il credito emerge.&rdq

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905005
Articolo 18 - Termini di versamento

1. Le somme di cui all'articolo 17 devono essere versate entro il giorno “sedici” N16 del mese di scadenza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905006
Articolo 19 - Modalità di versamento mediante delega

1. I versamenti delle imposte, dei contributi, dei premi previdenziali ed assistenziali e delle altre somme, al netto della compensazione, sono eseguiti mediante delega irrevocabile ad una banca convenzionata ai sensi del comma 5.

2. La banca rilascia al contribuente un'attestazione conforme al modello approvato con decreto del Ministro delle finanze, recante l'indicazione dei dati identificativi del soggetto che effettua il versamento, la data, la causale e gli import

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905007
Articolo 20 - Pagamenti rateali

1. Le somme dovute a titolo di saldo e di acconto delle imposte e dei contributi dovuti dai soggetti titolari di posizione assicurativa in una delle gestioni amministrate dall'INPS “, ad eccezione di quelle dovute nel mese di dicembre a titolo di acconto del versamento dell'imposta sul valore aggiunto,” N15 possono essere ve

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905008
Articolo 21 - Adempimenti delle banche

1. Entro il “quinto” N16 giorno lavorativo successivo a quello di ricevimento della delega, la banca versa le somme riscosse alla tesoreria dello Stato o alla Cassa regionale siciliana di Palermo, al netto del compenso ad essa spettante. Si considerano non lavorativi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905009
Articolo 22 - Suddivisione delle somme tra gli enti destinatari

1. Entro il primo giorno lavorativo successivo a quello di versamento delle somme da parte delle banche e di ricevimento dei relativi dati riepilogativi, un'apposita struttura di gestione attribuisce agli enti dest

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905010
Articolo 23 - Pagamento con mezzi diversi dal contante

1. I contribuenti possono mettere a disposizione delle banche convenzionate ai sensi del comma 2 le s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905011
Articolo 24 - Modalità di versamento

1. Fino “al 31 dicembre 1998” N17, i versamenti unitari eseguiti dai titolari di partita IVA sono effettuati ai concessionari della riscossione anche mediante delega ad una banca convenzionata.

2. Le somme relative ai contributi previdenziali sono versate dalle banche direttamente alla tesoreria dello Stato, secondo le modalità previste dal regolamento di cui al comma 10, le somme di cui all'imposta prevista dall'articolo 3, comma 143, lettera a), della legge 23 dicembre 1996, n. 662, sono versate dalle banche direttamente alla tes

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905012
Articolo 25 - Decorrenza e garanzie

1. Il regime dei versamenti unitari entra in funzione per tutti i contribuenti a partire “dal mese di maggio 1998” N1. Sono ammessi alla compensazione:

a) dall'anno 1998 le persone fisiche titolari di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905013
Articolo 26 - Sanzioni al concessionario

1. In caso di minore versamento alla tesoreria dello Stato o alla cassa regionale siciliana di Palermo delle somme riscosse dal concessionario direttamente

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905014
Articolo 27 - Comitato di indirizzo

1. Presso il Ministero delle finanze è istituito un comitato di indirizzo, controllo e valutaz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905015
Articolo 28 - Versamenti in favore di enti previdenziali

1. I versamenti unitari e la compensazione previsti dal presente capo si applicano a decorrere dal 19

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905016
Articolo 29 - Copertura finanziaria

1. Agli oneri derivanti dalla applicazione del presente decreto valutati in lire 300 miliardi per il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905017
Articolo 30 - Rimborso del credito IRPEF in caso di separazione legale o divorzio

1. In caso di separazione legale o di divorzio il rimborso del credito dell'imposta sui reddito delle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905018
Articolo 31 - Rimborso del credito IVA

1. All'articolo 38-bis, primo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, concernente l'esecuzione dei rimborsi, sono aggiunti, in fine,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905019
Articolo 32 - Soggetti abilitati alla costituzione dei centri di assistenza fiscale

1. I centri di assistenza fiscale, di seguito denominati ''Centri”, possono essere costituiti dai seguenti soggetti:

a) associazioni sindacali di categoria fra imprenditori, presenti nel Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro, istituite da almeno dieci

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905020
Articolo 33 - Requisiti soggettivi

N18

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905021
Articolo 34 - Attività

N18

1. I centri costituiti dai soggetti di cui alle lettere a), b) e c) del comma l dell'articolo 32 prestano l'assistenza fiscale alle imprese. Sono escluse dall'assistenza fiscale le imprese soggette all'imposta sul reddito delle persone giuridiche tenute alla nomina del collegio sindacale, nonché quelle alle quali non sono applicabili le disposizioni concernenti gli studi di settore diverse dalle società cooperative e loro consorzi che, unitamente ai propri soci, fanno riferimento alle associazioni nazionali riconosciute in base al decreto legi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905022
Articolo 35 - Responsabili dei centri

N18

1. Il responsabile dell'assistenza fiscale dei centri costituiti dai soggetti di cui all'articolo 32, comma 1, lettere a), b) e c), su richiesta del contribuente:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905023
Articolo 36 - Certificazione tributaria

N18

1. I revisori contabili iscritti negli albi dei dottori commercialisti, dei ragionieri e periti commerciali e dei consulenti del lavoro che hanno esercitato la professione per almeno cinque anni possono effettuare, ai soli fini fiscali, la certificazione di cui al comma 2 nei riguardi dei contribuenti titolari di redditi d'impresa in regime di contabilità ordinaria, anche per opzione, semp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905024
Articolo 37 - Assistenza fiscale prestata dai sostituti d'imposta

N18

1. I sostituti d'imposta che erogano i redditi di cui agli articoli 46 e 47, comma 1, lettere a), d), g), con esclusione delle indennità percepite dai membri del parlamento europeo, e l), del testo unico delle imposte sui redditi, approvato con il decreto del Presidente

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905025
Articolo 38 - Compensi

1. Per le attività di cui al comma 4 dell'articolo 34, ai centri “e, a decorrer

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905026
Articolo 39 - Sanzioni

N18

1. Salvo che il fatto costituisca reato e ferma restando l'irrogazione delle sanzioni per le violazioni di norme tributarie:

a) ai soggetti indicati nell'articolo 35 che rilasciano il visto di conformità, ovvero l'asseverazione, infedele si applica, la sanzione amministrativa “da euro 258 ad euro 2.582” N30. “Salvo il caso di presentazione di dichiarazione rettificativa, se il visto infedele è relativo alla dichiarazione dei redditi presentata con le modalità di cui all'articolo 13, del decreto ministeriale 31 maggio 1999, n. 164, i soggetti indicati nell'articolo 35 sono tenuti nei confronti dello Stato o del diverso ente impositore al pagamento di una somma pari all'importo dell'imposta, della sanzione e degli interessi che sarebbero stati richiesti al contribuente ai sensi dell'articolo 36-ter del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, sempre che il visto infedele non sia stato indotto dalla condotta dolosa o gravemente colposa del contribuente. Costituiscono titolo per la riscossione mediante ruolo di cui al decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602, le comunicazioni con le quali sono richieste le somme di cui al periodo precedente. Eventuali controversie sono devolute alla giurisdizione tributaria. “Sempreché l’infedeltà del visto non sia già stata contestata con l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1051112 3905027
Articolo 40 - Disposizioni di attuazione

N18

1. Il Ministro delle finanze, con regolamenti adottati ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, stabilisce:

a) i criteri e le condizioni per il rilascio ai centri dell'autorizzazione all'esercizio delle attività di cui all'articolo 34, per la loro iscrizione in apposito albo e per il trasferimento delle quote o delle azioni, che deve in ogni caso essere posto in essere tra i soggetti autorizzati alla costituzione dei centri stessi, i poteri di vigilanza, anche ispettiva, dell'amministrazione finanziaria;

b) le modalità per l'esecuzione dei controlli e l'erogazione dei rimborsi per i contribuenti nei cui confronti è stato rilasciato il visto e l'asseverazione di cui ai commi 1 e 2 dell'articolo 35, ovvero è stata effettuata la certificazione ai sensi dell'articolo 36, tenendo conto, in particolare, del tipo di assistenza fiscale prestata ai predetti contribuenti anche in ordine alla tenuta delle scritture contabili;

c) la prestazione di congrue garanzie per i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Testo vigente al 29/01/2015.
Si veda l'aggiornamento dei compensi spettanti ai CAF (art. 38, comma 1), in base al D.M. 29/12/2014, il cui testo è allegato.

Dalla redazione

  • Fisco e Previdenza
  • Imposte indirette

La scissione dei pagamenti (“split payment”) nelle prestazioni a enti pubblici, società controllate e società quotate in borsa

Norme di riferimento; funzionamento del meccanismo; soggetti tenuti all’applicazione; operazioni soggette; applicazione anche alle prestazioni dei professionisti; operazioni escluse; emissione della fattura e diciture; versamento IVA da parte del cliente/cessionario; estensione dal 2018 a tutte le società controllate dalla P.A. (D.L. 148/2017); modalità pratiche e chiarimenti Agenzia delle entrate.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito
  • Norme tecniche

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e relativa attestazione

IL C.D. “SISMABONUS”, NORME FISCALI (Le agevolazioni per gli interventi di messa in sicurezza statica, Le agevolazioni maggiorate in presenza di una diminuzione del rischio sismico certificata da professionista abilitato, Il Sismabonus e gli interventi di demolizione e ricostruzione, Il Sismabonus e gli immobili merce delle imprese, Acquisto direttamente dall’impresa di unità immobiliari oggetto di demolizione e ricostruzione con miglioramento della classificazione sismica, Altre modalità e condizioni per usufruire del Sismabonus, Interventi finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico ed alla riqualificazione energetica) - L’ATTESTAZIONE DI RISCHIO SISMICO DEGLI EDIFICI (Il decreto ministeriale sulla classificazione e attestazione del rischio sismico, Professionisti abilitati alla classificazione e attestazione del rischio sismico, Classificazione del rischio sismico, metodo convenzionale e metodo semplificato).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Imposte sul reddito

Detrazioni per riqualificazione energetica, ristrutturazione, misure antisismiche, acquisto mobili

Interventi di riqualificazione energetica, c.d. “ecobonus” (modifiche introdotte con la Legge di bilancio 2018, tabelle riepilogative assetto aggiornato, documentazione da trasmettere e portale ENEA per la trasmissione dei dati, vademecum ENEA per i vari tipi di interventi e risposte a FAQ, guida Agenzia entrate); Interventi di ristrutturazione e per l’adozione di misure antisismiche, c.d. “sismabonus” (modifiche introdotte con la Legge di bilancio 2018, tabelle riepilogative assetto aggiornato, guida Agenzia entrate); Acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, c.d. “bonus mobili”; Interventi di sistemazione a verde.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Imposte sul reddito

La cessione del credito per agevolazioni su interventi di risparmio energetico e antisismici

Cessione del credito fiscale derivante dalle agevolazioni (generalità; avvertenza); Soggetti che possono usufruire della cessione (credito per detrazioni su interventi di riqualificazione energetica; credito per detrazioni su interventi condominiali di messa in sicurezza sismica); Modalità attuative e operative (provvedimenti Agenzia Entrate di riferimento; Adempimenti e procedura per usufruire della cessione del credito).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Lavoro e pensioni
  • Assicurazione obbligatoria infortuni sul lavoro e malattie professionali
  • Fisco e Previdenza

Oscillazione del premio INAIL per andamento infortunistico e nel primo biennio

Oscillazione del premio INAIL per andamento infortunistico e primo biennio di attività; Esclusioni; Tabella dei decreti ministeriali attuativi; Rinvio ad approfondimenti.
A cura di:
  • Alfonso Mancini